Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Arezzo, tutto pronto per le "Giornate Italiane mediche dell'ambiente"

[ 7 settembre 2010 ] Clima | Comunicazione

(greenreport.it/_new) Sempre a settembre in programma workshop nazionale "Mutamenti climatici e danni alla salute: il ruolo delle città e dei territori"

FIRENZE. Dal 17 al 19 settembre ad Arezzo si terranno le "Giornate Italiane mediche dell'ambiente" che avranno per tema centrale l'incremento delle Patologie neurodegenerative, immunomediate, endocrino-metaboliche, neoplastiche. L'iniziativa promossa dall'Isde (International society of doctors for the environment) dal titolo "Origine epigenetica delle malattie dell'adulto" ha come obiettivo generale quello di continuare a sottolineare la stretta relazione tra ambiente (nella sua accezione più ampia) e salute umana e l'obiettivo specifico di adeguare le attuali metodologie di valutazione epidemiologica e tossicologica del rischio, ancora insufficienti a comprendere la "Rivoluzione" epidemica in atto. Il programma delle giornate prevede due parti: la prima "più scientifica " dal titolo "Le Scienze biomediche a un bivio: tra genetica ed epigenetica" si ispira all'idea "seminale" di Lorenzo Tomatis (uno dei più illustri esperti di prevenzione primaria dei tumori nel mondo, scomparso tre anni fa) di un nuovo paradigma neolamarckiano che trasformerebbe radicalmente il nostro approccio alla tematica ambiente e salute. Nella seconda parte del congresso saranno presentate Azioni e proposte per la salute e l'ambiente. «Ci sembra importante sottolineare il notevole rilievo scientifico e organizzativo del Congresso- hanno sottolineato Roberto Romizi ed Ernesto Burgio, rispettivamente presidente e coordinatore comitato scientifico Isde Italia- tanto per ciò che concerne la prima parte (si tratta, a nostra conoscenza, del primo Congresso multidisciplinare di livello nazionale su una tematica assolutamente fondamentale e per certi versi rivoluzionaria in ambito biomedico), quanto per ciò che concerne la seconda parte, destinata a favorire un confronto costruttivo e a programmare un percorso comune ed una migliore integrazione fra tutte le realtà cha a vario titolo si battono nel nostro Paese per la tutela dell'ambiente e la difesa e promozione della salute collettiva». Questa iniziativa non è l'unica prevista dall'Isde per questo settembre in Toscana. Sempre ad Arezzo ma il 10 e 11 prossimo in collaborazione con il Centro Francesco Redi/Progetto Città Sane, si svolgerà il workshop nazionale "Mutamenti climatici e danni alla salute: il ruolo delle città e dei territori", mentre il 20 Settembre a Firenze si svolgerà  il convegno nazionale "Malattie rare e ambiente" - in collaborazione con Siass (Scuola internazionale ambiente salute e sviluppo sostenibile).

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">