Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Animali - Il Baiji, il delfino dello Yangtze

7 gennaio 2011, Natura e Animali

http://www.mondoecoblog.com/wp-content/uploads/2011/01/baiji1.jpg

(mondoecoblog.com) Il lipote (Lipotes vexillifer Miller, 1918), in cinese baiji, è un delfino di acqua dolce che popolava le acque del fiume Yangtze in Cina. Il lipote è stato dichiarato estinto nel 2006 a causa dell'industrializzazione selvaggia della Cina e dell'uso intensivo del fiume come via di trasporto, fonte per le centrali idroelettriche e per le tecniche invasive di pesca. Il lipote è stato la prima specie di mammifero acquatico ad essere dichiarata estinta dopo il Leone di Mare giapponese e la foca monaca del Mare dei Caraibi negli anni 1950. Il baiji è stata la prima specie di cetaceo ad essere dichiarata estinta a causa dell'influenza dell'essere umano. Il danno irreparabile è stato causato dalla costruzione dell'immensa Diga delle Tre Gole, che ha isolato i lipoti condannandoli a fine certa. Ad agosto del 2007 le riprese effettuate da Zeng Yujiang mostrano un grande animale acquatico bianco che nuota nel fiume Yangtze. Anche se Wang Kexiong dell'istituto di Idrobiologia dell'Accademia Cinese delle Scienze ha confermato che l'animale ripreso nel video è molto probabilmente un baiji, la presenza di un solo animale, inoltre di età avanzata, non è abbastanza per dichiarare una specie salva dall'estinzione. L'ultimo esemplare vivente in acquario di lipote è stato Qi Qi, morto nel 2002.

Rapido declino
Ecco la cronologia del rapido declino della specie dei lipote: 1979: la Repubblica Popolare Cinese dichiara il lipote specie a rischio; 1983: dichiarata illegale la caccia ai lipoti; 1986: popolazione sui 300 individui; 1990: popolazione sui 200 individui; 1997: popolazione stimata a meno di 50 individui; 1998: sono in vita solo 7 lipoti; 13 dicembre 2006: il cetaceo è dichiarato formalmente estinto; 9 agosto 2007: L'Accademia delle Scienze cinese conferma la sua estinzione; 29 agosto 2007: forse ne è stato avvistato un esemplare.

Dea dello Yangtze
È l'unica specie del genere Lipotes e della famiglia Lipotidae.
Il baiji in Cina è stato soprannominato "Dea dello Yangtze", il lipote era anche chiamato Delfino di Fiume Cinese, Delfino dello Yangtze, Delfino Pinna Bianca e Delfino Yangtze, ma non deve essere confuso con il Delfino Bianco Cinese.

 

http://www.mondoecoblog.com/wp-content/uploads/2011/01/baiji2.jpg

Il lipote ha un corpo delle dimensioni di un essere umano, ha occhi piccoli e un rostro lungo e stretto. Il colore del manto del baiji sembra bianco o grigio se visto da una certa distanza, ma da vicino è grigio-bluastro scuro sul dorso e sfuma verso un bianco grigiastro sul ventre. La pinna dorsale del lipote è di forma triangolare e bassa, mentre le pinne pettorali sono larghe e piuttosto arrotondate.
Si pensa che i baiji si accoppino nella prima parte dell'anno dato che la stagione dove era avvistato il maggior numero di piccoli di lipote era da febbraio ad aprile. E' stato determinato un tasso di natalità del 30%, la gestazione della femmina di lipote è di dieci, undici mesi e partoriscono un piccolo alla volta. L'intervallo fra una nascita e l'altra è di due anni.
I piccoli di lipote alla nascita misurano 80-90 cm circa e vengono accuditi dai genitori dagli otto ai venti mesi. I maschi raggiungono la maturità sessuale all'età di quattro anni e le femmine all'età di sei anni. I maschi maturi misurano circa 2,3 metri e le femmine 2,5 metri. Il più lungo esemplare di lipote misurava 2,7 metri. Il baiji pesa dai 135 ai 230 chili e vive in media 24 anni allo stato selvatico.

Si orienta col sonar
Un baiji in fuga dal pericolo può raggiungere la velocità di 60 km/h e di solito ragiunge i 10-15 km/h. Il baiji non ha vista e udito molto sviluppati e per la navigazione si orienta principalmente con il sonar.
Il lipote è più attivo dal crepuscolo all'alba. Chi ha avuto la fortuna di incontrarlo riferisce di aver avvistato esemplari solitari o in gruppi al massimo di 6 individui alla confluenza dei fiumi, soprattutto in prossimità di bassi sbarramenti di sabbia.

Una specie riservata
La specie è tranquilla, riservata e difficile da avvicinare. In condizioni di riposo il soffio può essere avvertito come una sorta di squillante starnuto, ed è difficile da distinguere da quello della neofocena, l'unico altro cetaceo che vive nell'areale del lipote. I cetacei avvistati nel fiume Yangtze Kiang molto spesso sono infatti degli esemplari di neofocene, una specie più numerosa e più facile da vedere e da avvicinare.

 animali a rischio estinzione

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">