Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

NELL'ANGOSCIA LA FORZA DI UN MONDO LATENTE

Eleonora,
alimentarsi è vivere, non farlo è morire.
Fare scelte responsabili avendo cura di tutte le forme di vita penso sia nostro dovere.
Essere vegani oggi è difficile. E' un percorso di vita che deve trovare una forte convinzione, caso contrario si consuma nell'arco di poco tempo. La società d'altra parte sembra offrire quotidianamente solo forme di socializzazione "drogate".
Per quanto riguarda la difficoltà del trovare lavoro, mi creda da tempo io nel lavoro non credo più. L'uomo si è liberato, ma spesso preferisce la gabbia.
Penso invece che queste forme di abbandono (così forse ci si sente) andrebbero maggiormente elaborate dentro di sé.
Impegnarsi in ciò che piace e tradurlo in capacità economica (facile a dirsi, ma difficile da realizzare) è la scommessa futura delle nuove generazioni.
L'angoscia spesso riesce a elaborare quella dimensione individuale latente che scoperta ti fa vedere il mondo in altro modo. Pur nella giusta visione critica verso questo mondo in cui violenza, prepotenza, sopprusi sembrano avere la meglio, deve rimanere sempre la speranza, trovare quell'energia sopita che ci libera una ricchezza soffocata.
L'incontro con l'io è una ricerca senza fine. Quando ti senti arrivato, al limite delle tue forze, sappi che c'è quel filo illuminato che ti cambia la vita. Molto dipende da ciò che vogliamo. Io mi limito a ricercare e cambiare me stesso.
Gandhi: "Siate il cambiamento che volete vedere nella società".
Ciao Luigi Boschi

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">