Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

MADRE SEMPRE

Avevi mani da pianista
per dispensare il tuo amore
tra le note della vita.
Volevi essere amata,
a modo tuo, schiva,
ti riusciva difficile svelarlo,
bisognava aver pazienza…
solo i bimbi avevano immediato accesso
alle tue carezze e al tuo sorriso...
li sapevi amare profondamente,
colmavi di gioia la loro ingenuità,
sapevi essere madre sempre,
un ruolo con entusiasmo rinnovato
con i tuoi nipoti.
Nella cucina riuscivi ad esprimere
i tuoi sentimenti:
ogni piatto era un dono
senza aspettarti il contro dono,
il “dolce amore” una tua specialità.

Ora sei qui con noi,
con la incompresa serenità
che sapevi sempre donare e diffondere.
La semplicità
del tuo amore riconosciuto
risplende di gioia
in tutti noi.
Nascondevi la dura verità:
la tenevi per te stessa.
Non volevi discussioni
ma cercavi sorrisi, serenità.
Mia madre ha sempre rinunciato a se stessa
per donarsi alla sua famiglia, all'amore per noi tutti, sempre con grande umiltà.
Ha vissuto nella grazia dello spirito,
non nella violenza della ragione. Spesso, incapaci, allora, di comprenderne la profondità.

Una persona pura,
che amava con le note dell'anima,
che soffriva da sola
e riusciva sempre a farti sorridere, anche nei momenti più crudi e duri.
La sua mitezza disarmante,
la sua fortezza una sicurezza.
Con la sua curiosità
sdrammatizzava la realtà...
era difficile rispondere
a quella innocenza di anziano.

Il tuo antico nome, Pasquina, segno di vita dopo la morte
fin dalla nascita.
Nella tua grazia
la gioia della nostra vita.
L’amore è l’eredità di chi ha amato.

“Le anime dei giusti
son nelle mani di Dio
e nessun tormento li tocca”.

(Parma, 19/10/2011 - aggiornato il 05/08/2018)

Luigi Boschi

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">