Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Addio sole, ecco come morirà diventerà una piccola stella

Secondo uno studio di ricercatori dell'univesità del Sussex fra 7 miliardi di anni sarà senza energia. La terra dovrebbe sopravvivere

Luigi Bignami

(repubblica.it) ROMA - Sarà una lotta per la sopravvivenza. Il Sole diventerà un mostro centinaia di volte più grande di oggi e la Terra cercherà di sfuggirgli lasciando la sua orbita per spostarsi verso l'esterno del sistema solare. Poi l'atto finale: se il nostro pianeta riuscirà ad agganciarsi alla forza di gravità di un gruppo di asteroidi, allora potrà sopravvivere quasi in eterno. Altrimenti verrà fagocitata nell'ultimo sussulto del Sole.

Questa è la storia della fine dei tempi, almeno per quel che riguarda il nostro sistema solare, come è stata ricostruita con dettagli mai ottenuti finora dai ricercatori dell'Università del Sussex (Gran Bretagna) e pubblicata su Astrophysics. La ricostruzione è stata realizzata studiando nei particolari come si sono evolute sei stelle a noi vicine e che assomigliano in tutto e per tutto al nostro Sole.

Radicali, si' all'unanimita' a Pd, Pannella vuole accelerare

Alessandra Chini

(ansa.it) Dopo due giorni di riunione all'hotel Ergife, i Radicali dicono sì all'unanimità alla proposta del Pd, che accoglierà nelle proprie liste nove dirigenti del partito di Largo di Torre Argentina. Sì, scandisce, Marco Pannella, ma a un patto: si metta tutto nero su bianco al massimo entro tre giorni. Per evitare possibili brutte sorprese, osserva Pannella, "bisogna fare come alle fiere abruzzesi", quando insomma, dopo un'offerta e una controproposta si chiude. I radicali, rivendica il vecchio leader, si sono visti dire no alla loro prima scelta, quella di correre alleati al Pd ("e se poi si perde di 200-300mila voti - avverte - chi è causa del suo mal..."). E poi, hanno rinunciato alle candidature sua e di Sergio D'Elia, anche se Pannella puntualizza che "sbaglia chi pensa che abbiamo fatto un passo indietro". Due prezzi alti da pagare, ma necessari a stringere per evitare di essere "assassinati". E, in effetti, l'esigenza di realismo politico è stato il filo conduttore della due giorni all'Ergife.

BERLUSCONI: VINCEREMO ANCHE AL SENATO. MICCICHE' SI ALLINEA

Marcello Campo

(ansa.it)
Grazie all'intesa con il Movimento per le Autonomie di Raffaele Lombardo il Pdl vincerà le regionali in Sicilia e conquisterà anche un'ampia maggioranza al Senato. Ne è convinto Silvio Berlusconi, che esulta per l'accordo siglato in extremis ieri sera sul candidato alla Regione Sicilia; e, contemporaneamente, non perde l'occasione per punzecchiare l'Udc, ricordando che è il Pdl, futura costola italiana del Ppe, "la casa naturale" degli ex alleati centristi. In collegamento telefonico con un convegno organizzato a Torino da Vito Bonsignore, ex Dc ora eurodeputato dell'Udc passato al Pdl, Berlusconi infierisce sul partito di Casini: "Non hanno valutato sufficientemente che siamo riusciti, per la prima volta in Italia, a portare tanti laici su posizioni della Chiesa su temi cruciali come i valori della vita e della famiglia. Il Pdl è il centro" e non c'é nessuno "scivolamento a destra come qualcuno vuole maliziosamente insinuare".

Non devi dimenticare nulla

Gian Carlo Marchesini

Patrimonio - Una storia vera (Einaudi 2007) è uno splendido romanzo autobiografico di Philip Roth frutto della capacità di coniugare l'amore per il padre con la precisione maniacale, al punto da suonare a volte persino irrispettosa e crudele, di una scrittura magistrale. In presenza della malattia che conduce il padre 86enne dello scrittore prima allo sfacelo psico-fisico e poi alla morte, di fronte al precipitare angosciante di una perdita irreparabile, all'amore del figlio rimane una sola scelta: imporsi di non dimenticare, tessere il filo della memoria per creare insieme telo funebre per un accogliente riposo e culla per un rinnovato e duraturo ricordo.

Philip Roth svela così quello che per lui è missione e senso vero della scrittura: rendere omaggio alla vita nella sua felice pienezza, ma renderla indimenticabile raccontandone anche il crollo, perché rimanga meglio impressa anche dopo che se ne è rovinosamente andata.

HO CHIESTO SCUSA A TUTTI I CAMPANI

(beppegrillo.it) Ieri sera a Napoli ho chiesto scusa a tutti i Campani.

"Scusa. Sono qui per chiedervi scusa a nome di tutti gli italiani.
Nel 1861 siete stati annessi dai piemontesi con una guerra di occupazione. Napoli era una delle capitali di Europa. Con Vittorio Emanuele II è diventata la capitale dell'emigrazione. I Savoia si sono portati via la cassa del Regno e vi hanno mandato il generale Cialdini. Decine di migliaia di campani sono stati massacrati. Prima dei piemontesi erano sudditi del Regno delle Due Sicilie. La mattina dopo erano briganti. La tecnica è sempre la stessa: prima ti infangano, poi ti ammazzano o ti manganellano. Napoli è la capitale mondiale della spazzatura. Sporca, schifosa. E' su Newsweek, sul Time, su Le Monde. Siete dei benefattori. Smaltite i rifiuti tossici da tutto il mondo, e soprattutto, dalle imprese del Nord Italia. Avvelenare la Campania gli costa meno che smaltire le scorie nocive. Chi ci guadagna? Il prodotto interno lordo!

ABORTO, AVVENIRE CONTRO NOTA MEDICI: DOCUMENTO "CHOC" E FALSO

(ansa.it) CITTA' DEL VATICANO - Un documento "choc" che però non è quello votato dal consiglio dei 103 presidenti degli Ordini provinciali dei medici: è l'accusa lanciata dal quotidiano dei vescovi 'Avvenire'' contro la nota diffusa ieri - in nome dell'associazione dei camici bianchi - su aborto, pillola del giorno dopo, diagnosi pre-impianto nella fecondazione assistita e assistenza ai neonati estremamente prematuri. Si tratta "di un fantomatico documento", afferma il giornale cattolico: il consiglio nazionale della Fnomceo - spiega 'Avvenire - aveva in realta' approvato una riflessione in nove cartelle sul ruolo dei medici nella società. "Strane manovre - si legge nell'occhiello dell'articolo -: l'assemblea approva una relazione sulle politiche sanitarie in vista delle prossime elezioni. Invece alle agenzie di stampa ne viene inviata una su pillola abortiva e assistenza neo-natale".

'AVVENIRE' ATTACCA CANDIDATURA VERONESI

CUBA, DOPO MEZZO SECOLO SI DESIGNA IL SUCCESSORE DI FIDEL CASTRO

(ansa.it) L'AVANA - L'Assemblea nazionale (Parlamento) cubana si riunisce oggi per la prima volta dopo le elezioni legislative svoltesi il 20 gennaio scorso, con il compito storico di designare il nuovo presidente del Consiglio di Stato e del Consiglio dei ministri, incarico sempre ricoperto dal 1976 da Fidel Castro a cui, però, il lider maximo ha detto martedì scorso di voler rinunciare. Grande e scontato favorito è il fratello di Fidel, Raul, che guida da sempre le forze armate cubane e da 19 mesi, dall'aggravamento delle condizioni di salute di Castro, è 'reggente' dell'isola. Maria Esther Reus, presidente della Commissione nazionale elettorale, ha convocato i 614 parlamentari eletti per l'avvio dei lavori alle 10:00 del mattino (le 16:00 italiane di oggi), in un giorno in cui si ricorda la vittoria della guerra contro il colonialismo spagnolo alla fine del 19/o secolo.

TV, CANONE ANCHE PER PC

(ansa.it) Non è la Rai, ma la legge a stabilire chi deve pagare il canone e la legge dice che deve pagare chiunque possieda un apparecchio atto o adattabile a ricevere programmi tv. E' quanto constata l'ufficio stampa Rai commentando la notizia, pubblicata oggi su La Repubblica, circa la "pioggia di ricorsi" che sarebbero arrivati nella sede piemontese del Garante per il contribuente da parte di chi è stato invitato a pagare il canone pur avendo soltanto un pc e non un apparecchio televisivo. "Il canone televisivo - puntualizza inoltre l'ufficio stampa Rai - è una tassa che viene pagata allo Stato in base alla legge e che lo Stato poi riversa alla rai grazie al contratto di servizio. Le lettere che ingiungono di pagare il canone sono infatti firmate dal Sat (sportello abbonamenti tv) che dipende dal ministero dell'economia".

ADUSBEF E FEDERCONSUMATORI, ABUSO

Albisola, venerdì 29 cena vegan per sostenere Aifo e VitaDaCani

Albisola Superiore. La sezione savonese di Società Vegetariana ripropone una conferenza e una cena vegan (senza alcun ingrediente di origine animale) per venerdì 29 febbraio. Il ricavato, tolte le spese vive, verrà devoluto alle stesse due associazioni indicate nelle precedenti cene: VitaDaCani (progetto Porcikomodi) ed Aifo (progetto Lago Do Aleixo - Amazonas, per  panetteria, mulino e orto). La scelta è stata fatta per far sì che ancora una volta gli attivisti per i diritti umani e gli attivisti per i diritti animali uniscano le loro sensibilità per la difesa di tutti gli esseri senzienti, così come fecero Ghandi, San Francesco d'Assisi e tanti altri.
La volta scorsa la cena venne introdotta da un rappresentante di Aifo, questa volta verrà preceduta da una breve presentazione (20') di Piercarlo Paderno, responsabile del progetto Porcikomodi per il centro di Nave. Verrà mostrato un video di presentazione in cui si vedono gli animali mantenuti nei centri dell'associazione ed in seguito verrà spiegato in cosa consiste il progetto Porcikomodi.
Il menu della cena sarà il seguente:
antipasti
tortino rustico con patate e funghi

LIBRI TESTO, PER LA PRIMA VOLTA TETTO COSTI AI LICEI

(ansa.it) ROMA - Per la prima volta anche le scuole superiori avranno un tetto di spesa per i libri di testo scolastici. E' quanto prevede un decreto del ministro della Pubblica Istruzione, Giuseppe Fioroni che sarà pubblicato tra domani e martedì con tutte le tabelle che riguarderanno, oltre il consueto tetto per le elementari e le medie anche un limite di spesa per tutti e cinque gli anni delle scuole superiori, per ogni tipologia di liceo o istituto tecnico o commerciale.
La firma del decreto, (anticipata oggi dal Messaggero) è di qualche giorno fa, ma la notizia del tetto per le superiori è emersa soltanto oggi da fonti di viale Trastevere. Gli uffici sono in queste ore al lavoro per preparare le comunicazioni da inviare alle singole scuole: un'opera impegnativa, fanno notare dal ministero, in quanto per la prima volta si dà ad ogni istituto superiore una indicazione sui costi dei libri che gravano particolarmente sulle famiglie. Per avere gli importi dei tetti bisognerà aspettare la pubblicazione ufficiale da parte del ministero in quanto ogni singola classe di ogni singolo corso di studi avrà limiti di spesa differenti.

PAPA: SIATE BUONI CRISTIANI E PREGATE PER FAMIGLIA

(ansa.it) CITTA' DEL VATICANO - "Siate buoni cristiani ed onesti cittadini" e pregate la Madonna "perché protegga le famiglie": è il messaggio consegnato stamane da Papa Benedetto XVI ai parrocchiani di Santa Maria Liberatrice. Le sue parole, pronunciate al termine dell'omelia della messa domenicale, sono state accolte da un lungo applauso dei presenti, tra cui il candidato anti-abortista Giuliano Ferrara, seduto sulla panca di prima fila, proprio di fronte al pulpito del Pontefice. La parrocchia del popolare quartiere romano di Testaccio, fondata da un salesiano discepolo di San Giovanni Bosco, celebra quest'anno il proprio centenario ed anche per questa ragione, il Papa ha deciso oggi di celebrare messa qui. Accolto da una piccola folla di alcune decine di fedeli fuori dell'edificio sacro, Benedetto XVI ha stretto qualche mano ed è subito entrato in sagrestia per cambiarsi d'abito a dare inizio alla liturgia. Nell'omelia ha reso omaggio al lavoro missionario, religioso e educativo della comunità parrocchiale, ed ha ammonito a non lasciare che la propria spiritualità non sia contaminata "da elementi magici o meramente terreni".

FISCO GB COMPRA LISTA DI EVASORI CON SOLDI IN LIECHTENSTEIN

(ansa.it) LONDRA - Tremano i miliardari britannici con soldi nascosti nel Liechtenstein: il fisco di Sua Maestà ha comprato per 100.000 sterline (130.000 euro) una lista di un centinaio di ricconi con conti segreti in una delle maggiori banche di quello statarello. Secondo indiscrezioni del domenicale 'Sunday Times' la lista é stata venduta da una talpa che nel gennaio dello scorso anno ha già passato ai servizi segreti della Germania i nominativi di 750 facoltosi tedeschi con conti aperti nella stessa banca del Liechtenstein e in cambio avrebbe ricevuto più di quattro milioni di euro.

La talpa avrebbe tentato di ripetere la stessa operazioni con il fisco di Stati Uniti, Canada, Australia e Francia e ci sarebbe riuscito con gli americani. Il 'Sunday Times' scrive che - a quanto si dice nel Liechtenstein - l'informatore è un uomo di 50 anni, Heinrich Kieber, ex-impiegato di LGT Group, "una banca appartenente alla famiglia Alois". Nel suo reportage il domenicale londinese non fa menzione di possibili 'connection' italiane.

BERLUSCONI: INTESA PDL-MPA, IN SICILIA CORRE LOMBARDO

(ansa.it) "Questa esperienza non sarà lasciata, ma verrà raccolta e proseguita da Francesco che è stato già un grande sindaco e tornerà ad esserlo". Lo afferma il segretario del Pd Walter Veltroni, partecipando al Palalottomatica alla festa per il passaggio di consegne con Francesco Rutelli, candidato a sindaco di Roma. Ricordando la staffetta con Rutelli alla guida del Campidoglio, Veltroni ricorda: "Quando sono arrivato lì, non mi sono certo trovato nelle condizioni in cui si è trovato Rutelli e cioé con cassetti vuoti di progetti e di idee".

RUTELLI,WALTER MI DISSE 'SE UN GIORNO TI VA'
"Tutto avrei pensato tranne che di trovarmi qua, oggi, in questa maniera. Me ne aveva parlato un giorno Bettini e poi un giorno Walter mi disse: Francé se un giorno ti andasse...". Così il candidato a sindaco di Roma Francesco Rutelli ha cominciato il suo discorso al Palalottomatica dopo l'abbraccio, sul palco, con Walter Veltroni.

LEI CREDE VERAMENTE DI AVERE L'ANIMA?

Al conduttore di una trasmissione televisiva, avente per oggetto l'esistenza dell'anima, scrissi:« Lei crede veramente di avere l'anima? Se lo crede, Le dispiace dimostrarmelo scientificamente? E dopo avermi dimostrato - ammesso che possa farlo - di possedere l'anima, Le dispiace dimostrarmi ancora scientificamente che gli Animali-non-umani non hanno l'anima? Lei dovrebbe sapere quale grande e tremenda tragedia hanno creato - ai danni degli Animali-non-umani, creature innocenti ed indifese - alcuni filosofi ed in particolare la religione giudaico-cristiana! Quale agghiacciante ed ininterrotto olocausto continua ad essere perpetrato da oltre duemila anni - senza giustizia né pietà cristiana - ai danni di creature, capaci di soffrire e di amare più dell'Animale-umano! I Cristiani, anziché preoccuparsi di disquisire - per evidente paura della morte - sull'esistenza dell'anima, perché non provano a chiedersi come dovranno giustificarsi al cospetto del loro ‘tremendo' Dio per non avere rispettato la VITA in generale, umana e non umana? »

Federico Bartolozzi

il senso della malattia

Il Senso della Malattia

Estratto dal cap. 5 de

"La Via del Risveglio Planetario"

di Barbara Marciniak

[Edizioni Stazione Celeste]

 

[...] Le scienze mediche conoscono bene il potere della suggestione e le sue applicazioni negative si possono facilmente vedere nei continui e terribili consigli a proteggersi dalla nocività di un'esposizione al Sole e alla natura, o nella necessità di vaccinazioni che in realtà sono cocktail chimici tossici. Ogni anno l'arrivo dell'influenza stagionale è annunciata in termini gravi e premonitori. Ora la malattia è un affare colossale. Dovete cominciare a pensare che non è possibile prendersi tutti i malanni che circolano, e questo lo fate rompendo gli schemi e rinunciando ad alzare le mani per afferrare ogni "palla" in arrivo. Milioni di persone alimentano il business della paura angosciandosi sino ad ammalarsi più o meno gravemente, e addirittura a morire, perché è stato loro insegnato a negare il collegamento tra la mente e il corpo.

LARGHE INTESE, STOP DA BERLUSCONI E VELTRONI

Marco Dell'Omo

(ansa.it)  Le larghe intese si allontanano. Se mai si faranno, ora è troppo presto per parlarne. In ogni caso, i due leader che dovrebbero realizzarle, Walter Veltroni e Silvio Berlusconi, hanno archiviato la questione. Per la verità, il tema era stato sollevato proprio da Berlusconi. Il leader del Pdl aveva immaginato un governo con il Pd in caso di pareggio elettorale. Veltroni, però, ha bocciato l'idea, lasciando aperta la porta solo a un accordo futuro per le riforme istituzionali. Veltroni, per prima cosa, ha usato l'argomento dell'insicurezza: se parlano di pareggio, ha sostenuto, è segno che non sono più sicuri di vincere. E Piero Fassino aveva rincarato la dose parlando di "paura" del centrodestra. Il Cavaliere, di fronte a quella che minacciava di diventare una fastidiosa arma propagandistica, è uscito dall'angolo negando di aver mai voluto parlare veramente di un governo di larghe intese. Intervenendo all'assemblea dei popolari liberali di Giovanardi, ha chiarito che si trattava solo di "un'ipotesi di scuola".

AL VIA 'MONNEZZA DAY' A NAPOLI, GRILLO: NON VADO A VOTARE E NE SONO ORGOGLIOSO

(ansa.it) "Non vado a votare e ne sono orgoglioso". Così Beppe Grillo in riferimento alle prossime elezioni politiche del 13 e 14 aprile, intervenendo a Napoli nel corso della giornata del rifiuto. "Mi sento umiliato perché non si può scegliere un partito, non si può esprimere una preferenza e non si può scegliere un programma perché sono uguali: Veltroni e Berlusconi vogliono le stesse cose", ha concluso.

VIA CLASSE DIRIGENTE CAMPANIA

Sterminio delle api

Le disinfestazioni anti-zanzare sono una importante concausa nello sterminio delle api
Non sono soltanto i pesticidi usati in agricoltura (neonicotinoidi)
i responsabili della morte negli alveari italiani

 
Le disinfestazioni antizanzare - che negli ultimi anni hanno acquistato in tutta Italia proporzioni allarmanti, come fosse una "moda" dilagante - si servono in modo irresponsabile, quanto inutile, di irrorazioni di insetticidi chimici (piretroidi, esteri fosforici, ecc), di frequente anche revocati dall'Unione Europea, le cui schede tecniche indicano quasi sempre un effetto letale sulle api.
Tali irrorazioni non rispettano le leggi regionali a tutela della biodiversità, né quelle che vietano i trattamenti chimici durante le fioriture: è infatti da maggio a settembre, periodo in cui le api raccolgono il nettare, che viene permesso e consigliato lo spargimento di migliaia di tonnellate di insetticidi nell'ambiente.
 

«Alice guarda i gatti... ma i gatti guardano Uolter Ueltroni»

Dopo i «facts» su Chuck Norris, arrivano quelli ispirati al segretario del Partito democratico

(corriere.it) ROMA - In principio fu Chuck Norris. Poi c'è stato Barack Obama. E infine è toccato a Walter Veltroni. Anzi, a Uolterueltroni. Uno che «da bambino giocava sempre ai cowboy buoni contro gli indiani buoni, anche se gli altri non si divertivano molto». Un politico così equanime che «a bimbumbalegiù butta zero per non fare un torto né al pari né al dispari».

Marchionne: "Incarico Ubs e' compatibile con Fiat"

(ansa.it) MONTALCINO (SIENA) - "Il mio impegno è alla Fiat". Lo ha puntualizzato l'amministratore delegato Sergio Marchionne precisando che la carica di vicepresidente non esecutivo all'Ubs è "assolutamente compatibile con il ruolo di amministratore delegato del gruppo". "Capisco - ha aggiunto Marchionne - che c'é gente che dice che la carica di vicepresidente all'Ubs avrà un impatto su Fiat, ma io sono qui, lavoro alla Fiat e faccio questo lavoro qui". Commentando il pesante calo di Fiat ieri a Piazza Affari, l'amministratore delegato ha precisato che il titolo è sceso "come è sceso quello di tutti gli altri costruttori di auto. Il problema è del settore, non di Fiat". Alcuni osservatori avevano attribuito la perdita di borsa proprio alla nuova carica di vice presidente non esecutivo assunta dal top manager in Ubs che avrebbe potuto causare un allontanamento dal gruppo Fiat. "Le indiscrezioni - ha commentato il top manager - hanno detto parecchie cose su parecchie persone da anni, ma il mio impegno è in Fiat. Il gruppo ha ancora moltissimo da fare, dobbiamo diventare un'azienda globale".

Cesar, a 'Cous cous' i premi piu' ambiti. Show di Benigni

(ansa.it) Abdellatif Kechiche con il suo 'Cous Cous' ('La Graine et le Mullet'), ha fatto poker di Cesar ieri sera al Theatre du Chatelet a Parigi dove si è svolta la 33/a cerimonia dell'assegnazione degli Oscar del cinema francese, durante la quale un Cesar d'onore è stato consegnato a Roberto Benigni. Il grande affresco sulla vita di una famiglia franco-tunisina ha vinto i Cesar di miglior film, miglior regia, miglior sceneggiatura originale, battendo i favoriti 'La vie en rose' e 'Un secret'. 'Cous cous' ha avuto anche il Cesar per la migliore promessa femminile, con la giovane Hafsia Herzi.

Per Kechiche, 47 anni, si ripete il trionfo del 2005, quando, a sorpresa, vinse quattro Cesar, nelle stesse categorie, con 'La Schivata', storia d'amore di ragazzi della banlieue parigina impegnati nella messa in scena di una 'piece' di Marivaux. "Vorrei ringraziare colui che è stato la mia fonte di ispirazione, che mi ha dato molta energia, mio padre", ha detto il regista, commosso. "E voglio ringraziare il mio secondo padre", ha aggiunto girandosi verso il suo produttore Claude Berri, che lo ha raggiunto sul palco.

CINEMA: COEN E BURTON, I FAVORITI ALL'OSCAR

Se si vuole avere un parere personale su come andrà l'ormai imminente notte degli Oscar, urge vedere tre dei cinque film che arrivano in sala in questo week end. Gli altri, del resto, celebrano attori di Hollywood che con gli Oscar hanno avuto una lunga storia, nel bene e nel male. Sopra tutti, come ovvio, campeggia NON E' UN PAESE PER VECCHI dei Fratelli Coen, molto favorito nella notte degli Academy Awards.

- NON E' UN PAESE PER VECCHI di Joel e Ethan Coen. Lo sbandato Josh Brolin si imbatte, in pieno deserto, in un regolamento di conti tra bande rivali che lascia sul terreo un numero impressionante di morti e una valigetta con due milioni di dollari. L'occasione è troppo ghiotta ma l'uomo si trova a dover fare i conti con lo sceriffo Tommy Lee Jones e uno spietato killer di mafia (eccezionale e quasi irriconoscibile Javier Bardem) che è incaricato di recuperare i soldi e punire l'autore dello 'sgarro'. Spettacolare metafora della violenza su cui si regge il sogno americano, ambientato tra Texas e frontiera messicana, il film è tra i più belli firmati dai due fratelli americani.

CONFINDUSTRIA, GIOCHI ORMAI FATTI PER LA MARCEGAGLIA

Sandro Verginelli

(ansa.it) Sulla presidenza Marcegaglia in Confindustria i giochi sono ormai fatti. Secondo le indiscrezioni raccolte dall'ANSA, sul nome dell'imprenditrice lombarda si sarebbe raccolto un consenso quasi 'bulgaro', con quasi il 95% dei voti assembleari, che spiana la strada alla designazione da parte della Giunta il prossimo 13 marzo. E l'ennesimo via libera è arrivato oggi anche dall' ad di Fiat, tra i principali contribuenti del sistema Confindustria, Sergio Marchionne ("la Marcegaglia è molto brava"). Corsa in discesa dunque quella della signora dell'acciaio, la quale sarà d'ora in avanti chiamata a sbrigare solo pratiche formali: l'ultimo round-up dei saggi a Milano (martedì 26 con il comitato di presidenza e nei primi giorni di marzo con il presidente uscente) e la Giunta del 13 marzo che la designerà ufficialmente per il dopo-Montezemolo.

A PASQUA SARA' BOOM PER MICROVACANZE

(ansa.it) ROMA - E' boom per le microvacanze, il cui numero, a Pasqua, potrebbe pareggiare quello delle 'vacanze lunghe'. A sostenerlo è un'analisi della società di consulenza turistica Sl&A, la quale ricorda che la crescita dei viaggi brevi ha sfiorato nel 2007 il 10%, con 48 milioni di viaggi nel corso dell'anno. Rispetto all'anno precedente il gap tra vacanze brevi (fino a 3 notti) e vacanze lunghe (4 notti e più) in termini di peso sul totale dei viaggi si riduce ancora, tanto che si è ormai vicinissimi al pareggio: 49% a 51%. "Un pareggio che - dice Roberto Mazzà, di Sl&A - potrebbe avvenire già con la prossima Pasqua". Anche in termini di notti, oltre 88 milioni trascorse fuori casa, le microvacanze avanzano, e adesso pesano quasi il 15% del totale (dal 12% del 2006). La durata media dei soggiorni brevi rimane pressoché inalterata a 1,8 notti, e si conferma la novità per gli operatori del turismo, che hanno a che fare con scadenze sempre più ravvicinate, e un turnover di turisti cui molti non erano abituati.

PAPA: EMERGENZA EDUCATIVA,TROPPI DUBBI E FALSITA' ANCHE DAI MEDIA

(ansa.it) CITTA' DEL VATICANO - "Educare non è mai stato facile e oggi sembra diventare più difficile", di fronte alle "troppe incertezze", ai "troppi dubbi", alle "troppe immagini distorte" veicolati anche dai mass media: con queste parole, Papa Ratzinger ha consegnato simbolicamente ad almeno 20 mila ragazzi,insegnanti , genitori, sacerdoti convenuti in piazza San Pietro la sua lettera alla diocesi di Roma sulla "grande emergenza educativa", redatta e pubblicata lo scorso 23 gennaio. Benedetto XVI è stato accolto dal cardinale vicario Camillo Ruini e da una folla imprevista che ha costretto gli organizzatori dell'evento a spostare l'incontro , programmato inizialmente nell'Aula Nervi, sul sagrato davanti alla Basilica vaticana. Ratzinger, a bordo della papamobile, ha attraversato la grande platea all'aperto ed ha raggiunto il palco, dove è stato salutato oltre che dal card. Ruini, dai discorsi di una famiglia romana, di un preside, di un parroco e di un'insegnante universitaria, di una studentessa.

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">

Condividi contenuti