Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

L'ibuprofene può danneggiare la salute riproduttiva maschile

Secondo uno studio internazionale, un uso assiduo e protratto nelle settimane potrebbe avere effetti, nell'individuo di sesso maschile, nel contribuire ad ipogonadismo, una condizione di salute associata possibili danni della salute sessuale e riproduttiva 

 

· LO STUDIO 

L'ibuprofene nelle sue varie declinazioni farmaceutiche è utilizzato come antidolorifico e antipiretico nonché per ridurre l'infiammazione in diverse patologie. E il suo uso è in crescita nella popolazione generale e in particolare in alcune categorie di persone, fra cui gli atleti, dato che combatte dolori muscolari e osteo-articolari. Proprio per questa ragione, i ricercatori francesi hanno voluto studiare gli effetti di un uso prolungato e piuttosto assiduo. Così, hanno preso in considerazione un campione di 31 uomini, di età compresa fra i 18 e i 35 anni, che sono stati coinvolti in un trial clinico. In aggiunta, gli autori hanno utilizzato un approccio cosiddetto ex vivo, basato sull'analisi di campioni prelevati da soggetti umani, ed un approccio in vitro, mediante l'esame di specifiche colture cellulari, sempre di origine umana. Ai volontari veniva somministrati circa 1.200 mg (milligrammi) di ibuprofene al giorno per un periodo di 6 settimane.

Programma di incontri per tutto il 2018 presso la Fattoria di Vigheffio promosso dal canile municipale di Parma Lilli e il Vagabondo

Al via un nuovo ciclo di incontri promosso dal canile municipale Lilli e il Vagabondo.

Programma di incontri per tutto il 2018 presso la Fattoria di Vigheffio.

Parma, 9 Gennaio 2018. Un fitto calendario di incontri sarà promosso a partire da venerdì 12 Gennaio presso la Fattoria di Vigheffio dalle ore 21. Ad illustrarlo, in conferenza stampa, sono stati l’assessora al Benessere Animale Nicoletta Paci, Michele Franzoni Presidente Cooperativa Avalon, e le organizzatrici: l’istruttrice cinofila Anna Bernardelli e la veterinaria, esperta in comportamento animale, Letizia Mandorli.

Avalon Cooperativa Sociale Onlus, con il patrocinio del Comune di Parma Servizio Benessere Animale e dell’ordine dei Medici Veterinari di Parma, aprono il 2018 con un fitto calendario che, nel corso di tutto il nuovo anno, a cadenza mensile, propone appuntamenti educativi realizzati dal canile municipale di Parma “Lilli e il Vagabondo” di Via Melvin Jhones volti a sostenere il rapporto cane – proprietario. “Il Comune è entrato con passione in questa iniziativa” ha sottolineato Nicoletta Paci “che durante i prossimi mesi sarà integrato con iniziative promosse direttamente dal Servizio Benessere Animale”.

Sulla 'Carmen' assassina di Firenze

Pietro Acquafredda

La sera della 'prima' di Carmen di Bizet  Firenze, si sono registrate vivaci proteste, soprattutto all'indirizzo della regia di Leo Muscato, al quale l'ha suggerita (prima imposta e poi accettata) il sovrintendente Cristiano Chiarot, al quale l'avrebbero suggerite le lavoratrici del Maggio.

Insomma quando una cosa va male è sempre difficile individuare  di chi è ha la responsabilità diretta. Chiarot ha detto che non appena ha manifestato quella sua pazza idea, è riuscito a convincere il regista dapprima diffidente,  e ha avuto l'appoggio di tutte le lavoratrici del Maggio che hanno pensato subito di organizzare una manifestazione di donne( l'aveva fatto alcuni anni fa a Firenze anche Giambrone, chiamato a salvare il Maggio, e  che  era andato via  lasciandolo peggio di come l'aveva trovato, cioè nella merda del deficit di bilancio; non vorremmo che medesima sorte toccasse a Chiarot!).

Molte si sono autoconvocate - per discutere di 'femminicidio' - e  sono arrivate in teatro - nella Caffetteria - con qualcosa di rosso addosso, ma tutte con scarpette rosse in borsa, che hanno, come s'usa da tempo, depositate sul pavimento all'ingresso.

L'Arena di Verona cambia gestione. alcune note sulle nuove nomine

Pietro Acquafredda

La crisi dell'Arena con il suo enorme buco di bilancio,  Tosi sindaco e sovrintendente il suo amico geometra, Girondini, sembrava alle spalle dopo l'arrivo di Attila/Fuortes, commissario, che aveva chiuso l'Arena per un paio di mesi - molti vi avevano visto  la prima attuazione soft del progetto Nastasi che voleva mantenere solo un paio di Fondazioni liriche, retrocedendo tutte le altre a 'teatri di tradizione' - che a sua volta aveva chiamato dall'Accademia di S. Cecilia Giuliano Polo, sovrintendente, ed aveva confermato la principessina  dagli 'occhi di ghiaccio come Turandot, Francesca Tartarotti, figlia del finanziere Francesco Micheli, a governarne le finanze. Poi Fuortes  ha lasciato Verona nelle mani del 'suo' sovrintendente che a fianco aveva la zarina ecc...

Rischio autoritarismo/ Rappresentare non basta più, la democrazia sia più efficace

Romano Prodi 

Per molti anni, soprattutto dopo la caduta del muro di Berlino, ci siamo illusi che l’espansione della democrazia fosse irresistibile. Una speranza alimentata da numerosi rapporti di organismi internazionali dedicati a sottolineare come il numero delle nazioni che affidavano il proprio futuro alle sfide elettorali fosse in continuo aumento.

La convinzione di un “fatale” progresso della democrazia veniva rafforzata dalla generale condivisione delle dottrine che sono sempre state i pilastri della democrazia stessa, cioè il liberalismo ed il socialismo che, alternandosi al potere, avrebbero sempre garantito la sopravvivenza ed il rafforzamento del sistema democratico. Tanto era forte questa convinzione che divenne dottrina condivisa il diritto (o addirittura il dovere) di imporre il sistema democratico con ogni mezzo, incluse le armi.

La guerra in Iraq e in Libia, almeno a parole, si sono entrambe fondate sulla motivazione di abbattere un tiranno per proteggere, in nome della democrazia, i sacrosanti diritti dei cittadini in modo da arrivare, con la maggiore velocità possibile, a libere elezioni.

Nuova direzione per la Fondazione Arena di Verona: proposta al Ministero Cecilia Gasdia sovrintendente

Arena di Verona

Nuova direzione per la Fondazione Arena di Verona: proposta al Ministero Cecilia Gasdia sovrintendente

Il CDI della Fondazione Arena di Verona (Federico Sboarina Presidente con i consiglieri Michele Bauli, Flavio Piva, Giuseppe Riello, Gabriele Maestrelli) riunito oggi (08/01/2018) ha deliberato la proposta all'unanimità, come sovrintendente, il soprano Cecilia Gasdia, da proporre al Ministero.

Ha nominato altresì Consulente artistico il regista lirico Renzo Giacchieri (già sovrintendente a Verona); indicato il Direttore generale Gianfranco De Cesaris.
(Parma, 08/01/2018)

Luigi Boschi

Grugliasco (TO): "Smettetela di bestemmiare per favore", mamma aggredita da una gang di bulli nel centro commerciale delle Gru

MI RICORDA MOLTO CERTI AMBIENTINI DI MODENA...LB 

Picchiata davanti al figlio da 4 ragazzini al centro commerciale Le Gru

"Smettetela di bestemmiare per favore", la donna che si rivolge così a un gruppo di ragazzini un po’ troppo agitati nel parcheggio multipiano delle Gru, insieme al figlio, non si aspettava certo di essere aggredita e presa a calci e pugni. La mamma era tornata nel parcheggio dopo aver fatto la spesa insieme al figlio piccolo che assiste all'aggressione.

LE SINFONIE DI BRAHMS A NUOVE ATMOSFERE: CHAUHAN DIRIGE LA FILARMONICA ARTURO TOSCANINI

Alpesh Chauhan

L’INTEGRALE DELLE SINFONIE DI BRAHMS A NUOVE ATMOSFERE: CHAUHAN DIRIGE LA filarmonica ARTURO TOSCANINI
Quattro attesi concerti all’Auditorium Paganini
(giovedì 11, venerdì 12, domenica 14 e martedì 16) sempre alle 20.30

Le quattro sinfonie di Johannes Brahms costituiscono il programma dei prossimi appuntamenti di Nuove Atmosfere. Eseguiti dalla Filarmonica Arturo Toscanini diretta dal suo direttore principale Alpesh Chauhan, in quattro concerti validi per i turni d’abbonamento Verde (giovedì 11 e venerdì 12 gennaio) e Rosso (domenica 14 e martedì 16 gennaio, quest’ultimo nella tradizionale data del concerto commemorativo della morte di Arturo Toscanini), questi capolavori costituiscono uno dei maggiori cicli sinfonici della storia della musica e sono tutt’ora parte integrante della parte più nota e popolare del repertorio sinfonico mondiale. Innumerevoli sono le incisioni discografiche che le riguardano, con le maggiori orchestre e i più celebri direttori, tuttavia è raro poterle ascoltare dal vivo in modo consecutivo e integrale. La scelta di Alpesh Chauhan di presentarle al pubblico di Nuove Atmosfere, ciascuna in un duplice appuntamento e nel suo primo anno di mandato alla guida della Filarmonica Toscanini, vuole dare al pubblico la possibilità di un confronto immediato e diretto tra queste quattro pietre miliari del sinfonismo ottocentesco, frutto della mente di un compositore che arrivò al genere sinfonico dopo una lunga e meditata riflessione.

Commento al Vangelo di Enzo Bianchi: “Tu sei il Figlio mio, l’amato”

Battesimo, pannello del soffitto dipinto, Chiesa di san Martino, Zillis (svizzera),1109-1114.
7 gennaio 2018
Battesimo del Signore
di ENZO BIANCHI

Mc  1,7-11

7In quel tempo, Giovanni proclamava: «Viene dopo di me colui che è più forte di me: io non sono degno di chinarmi per slegare i lacci dei suoi sandali. 8Io vi ho battezzato con acqua, ma egli vi battezzerà in Spirito Santo».
9Ed ecco, in quei giorni, Gesù venne da Nàzaret di Galilea e fu battezzato nel Giordano da Giovanni. 10E subito, uscendo dall'acqua, vide squarciarsi i cieli e lo Spirito discendere verso di lui come una colomba. 11E venne una voce dal cielo: «Tu sei il Figlio mio, l'amato: in te ho posto il mio compiacimento».


Con la festa del battesimo di Gesù si conclude il tempo liturgico delle manifestazioni, delle epifanie del Signore. Partorito da Maria a Betlemme, Gesù è stato manifestato ai pastori come il Salvatore e Signore, è stato manifestato nel tempio ai poveri di Israele che attendevano il Messia, infine è stato manifestato alle genti della terra, rappresentate dai magi, quale Re dei Giudei. Ora, immerso nelle acque del Giordano, è manifestato come il Figlio amato da Dio, che fa risuonare su di lui la sua parola rivelativa.

Concerti del Boito “Intorno a Debussy

  Filippo Di Domenico, violoncello

Concerti del Boito

“Intorno a Debussy: il tempo e l’oriente”

Riflessioni sul Vangelo di Don Umberto Cocconi: Tu sei il Figlio mio prediletto, in te mi sono compiaciuto

Battesimo di Gesù

Don Umberto Cocconi

In quei giorni Gesù uscì da Nazaret di Galilea e fu battezzato nel Giordano da Giovanni. E, uscendo dall'acqua, vide aprirsi i cieli e lo Spirito discendere su di lui come una colomba. E si sentì una voce dal cielo: «Tu sei il Figlio mio prediletto, in te mi sono compiaciuto» (Vangelo di Marco).

Che cosa avrà provato Gesù sentendo su di sé la voce del Padre che gli dice: «Tu sei il Figlio mio l’amato, in te mi sono compiaciuto»? Una grade gioia? Felicità? Senz’altro, ma prima di tutto ha sperimentato sicurezza, stima; gli è stata data la forza per affrontare la vita e compiere così la sua “mission”.

Emma e il Pd nel ricordo di Giustizia e Libertà

 EUGENIO SCALFARI

Emma Bonino, Benedetto Della Vedova, Francesco Rutelli e, primo tra tutti ma morto ormai da tempo, Marco Pannella hanno occupato in questi giorni la scena politica italiana e infine hanno convinto Renzi a dar loro una mano e ad esortarli a fare un accordo col Pd che consente di accettare una discreta presenza e naturalmente un'alleanza col Partito democratico stesso.
 

Alcuni di loro avevano nel frattempo cambiato casacca, ma lo spirito era rimasto quello, il radicalismo, se ti è entrato nel cuore non ne esce più.
Le vicende di Emma e il suo ingresso nel quadro del Partito democratico mi hanno fatto molto piacere, e mi hanno ricordato un passato del quale ormai sono l'unico testimone e quindi l'unico che possa in qualche modo raccontarlo. Il racconto comincia nientemeno con i fratelli Rosselli, due antifascisti emigrati in Francia dove facevano uno il medico e l'altro l'insegnante di Lettere e filosofia e avevano entrambi coniato lo slogan che avrebbe dovuto appartenere all'antifascismo democratico che non condivideva la dottrina contenuta nel Manifesto comunista diffuso nel 1848 da Marx che proclamava la rivoluzione proletaria.
 
Il motto democratico dei Rosselli conteneva l'indicazione di due valori fondamentali: Giustizia e Libertà. Non era una dittatura di classe come quella marxista. Era invece l'unione di due valori che si rivolgevano a un popolo intero dove tutte le classi esistevano ma potevano confluire attorno a quelle due parole.

Caso delle maestre non laureate, il Sen. Pagliari (Pd) a colloquio con il Ministro della Pubblica Istruzione

Caso delle maestre non laureate, il Sen. Pagliari (Pd) a colloquio con il Ministro della Pubblica Istruzione 

Nonostante la giornata festiva il Ministro dell'Istruzione, Sen. Valeria Fedeli, mi ha gentilmente concesso un colloquio telefonico sulla questione delle maestre non laureate in relazione alla nota sentenza del Consiglio di Stato. Nel corso del colloquio il Ministo ha escluso qualsiasi effetto della sentenza per questo anno scolastico e mi ha detto di avere chiesto un parere alla Avvocatura dello Stato per poter valutare quali siano le soluzioni positivamente praticabili della questione, raccomandandomi di tranquillizzare le persone interessate sulla volontà costruttiva sua e del Ministero. Parma, 6 gennaio 2018

Sen. Giorgio Pagliari

JESSICA NUCCIO INTERPRETA GILDA IN RIGOLETTO

Il soprano sostituisce l’indisposta Maria Mudryak 

Il Teatro Regio di Parma informa che, per il persistere di un’indisposizione che l’ha colpita durante le prove nei giorni scorsi, Maria Mudryak non potrà prendere parte alla produzione di Rigoletto che inaugura la Stagione Lirica 2018 del Teatro Regio di Parma. Il ruolo di Gilda sarà interpretato da Jessica Nuccio che il Teatro ringrazia per la pronta disponibilità. 

PERMESSA BALNEAZIONE NEI DELFINARI

PERMESSA BALNEAZIONE NEI DELFINARI

Carlo Consiglio

PERMESSA BALNEAZIONE NEI DELFINARI

“Non solo le feste natalizie non sono ancora passate, siamo anche alla fine della legislatura. È quanto mai tempo di regali, come quello, enorme, che il ministro dell’ambiente Galletti, d’accordo con la collega della salute, Lorenzin, e quello delle politiche agricole, Martina, ha fatto ai delfinari «in possesso della licenza di giardino zoologico»: consentire al pubblico l’ingresso in vasca con i cetacei”. Lo sottolinea l’on. Michela Vittoria Brambilla, presidente del Movimento animalista, che denuncia “l’ultima gallettata sulla pelle degli animali”: il decreto ministeriale del 20 dicembre 2017 “Attuazione della direttiva 1999/22/CE relativa alla custodia degli animali selvatici nei giardini zoologici”, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale, serie generale, n. 2 del 3 gennaio 2018.

Il bagno con i delfini, finora consentito solo agli addestratori e per scopi scientifici, sarà permesso “ai soggetti che partecipano ad attività di educazione e sensibilizzazione del pubblico in materia di conservazione della biodiversità”, praticamente senza condizioni. L’unica, ricorda l’ex ministro, è che “il medico veterinario della struttura, di comprovata esperienza e con specifiche conoscenze sanitarie ed etologiche della specie, accerti preventivamente l’idoneità sanitaria e comportamentale dei delfini interessati e monitori periodicamente le condizioni di salute e di benessere degli stessi”.

Enzo Bianchi: Epifania del Signore

I Magi alla grotta, pannello del soffitto dipinto, Chiesa di san Martino, Zillis (Svizzera),1109-1114.
6 gennaio 2018
Epifania del Signore
di ENZO BIANCHI

Mt  2,1-12

1 Nato Gesù a Betlemme di Giudea, al tempo del re Erode, ecco, alcuni Magi vennero da oriente a Gerusalemme 2e dicevano: «Dov'è colui che è nato, il re dei Giudei? Abbiamo visto spuntare la sua stella e siamo venuti ad adorarlo». 3All'udire questo, il re Erode restò turbato e con lui tutta Gerusalemme. 4Riuniti tutti i capi dei sacerdoti e gli scribi del popolo, si informava da loro sul luogo in cui doveva nascere il Cristo. 5Gli risposero: «A Betlemme di Giudea, perché così è scritto per mezzo del profeta:

PER IMPARIAMO IL CONCERTO CARLA MORENI PRESENTA LE SINFONIE DI BRAHMS

Moreni Carla

PER IMPARIAMO IL CONCERTO

CARLA MORENI PRESENTA LE SINFONIE DI BRAHMS

Il grande ciclo sinfonico sarà eseguito integralmente all’Auditorium Paganini

dalla Filarmonica Arturo Toscanini diretta da Alpesh Chauhan 

Uno dei più grandi corpus sinfonici della storia della musica sarà l’oggetto dell’attesa conferenza di Carla Moreni che si terrà mercoledì 10 gennaio alle ore 18, presso la sala prove dell’Auditorium Paganini. L’oggetto della conversazione, che apre la programmazione 2018 di Impariamo il concerto: racconti e ascolti dal grande repertorio sinfonico, il ciclo di conferenze e prove aperte presentato dalla Fondazione Toscanini, saranno infatti le Quattro Sinfonie di Johannes Brahms

2018: Viva le R-Esistenze solidali degli Abitanti!

Sfratti Zero - viva le R - Esistenze solidali degli abitanti!

I migliori auguri dei/agli abitanti delle città e delle campagne che R-Esistono: che Resistono e Lottano per Esistere, Sognare, Amare, Vivere per costruire Patti Sociali Alternativi per il Buon Vivere nella Democrazia!

I migliori auguri contando sul vostro sostegno!

I migliori auguri per attuare dei propositi rivoluzionari:

  • Ai senza tetto, alle persone che abitano in condizioni disagiate e agli sfrattati, che vincano grazie alla solidarietà e alle lotte di resistenza e di alternativa al neoliberismo;
  • Agli abitanti costruttori, portatori responsabili del diritto alla casa, di essere autori riconosciuti di insediamenti umani equi, sostenibili e sicuri;
  • Alle organizzazioni di abitanti delle città e delle campagne, dei lavoratori e a tutte le loro reti, di essere  capaci di far convergere le lotte, essenziali per difendere e proteggere i quartieri, le campagne e vivere bene nella nostra madre terra;
  • Alle ONG, ai professionisti, alle autorità locali, ai governi, alle Nazioni Unite, di mettere in atto delle politiche basate sui Diritti Umani e dell’ambiente, che si oppongono al partenariato pubblico-privato fondato sul mercato e l'accaparramento dei beni comuni;
  • A tutti noi, di essere all’altezza della sfida di creare Patti Sociali Alternativi, solidali e senza frontiere, basati sulla supremazia dei diritti umani e dell’ambiente, la democrazia, la responsabilità e la redistribuzione delle ricchezze.

I migliori auguri per un nuovo anno ricco d’impegni solidali:

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">

Condividi contenuti