Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Parmavalli

parmavalli: informazioni dei comuni parmensi di montagna e di collina

Montagna di Parma, Luigi Lucchi da Berceto propone un progetto per salvare il patrimonio privato dall'abbandono

Coinvolti 5mila proprietari riuniti in assemblea. Si potrà donare al Comune il proprio bene, venderlo a un prezzo concordato o affidarlo in comodato. L'obiettivo è il recupero, affidando le risorse alla Cooperativa di Comunità

Un grande patrimonio di terreni montani, radure boschive e antichi casolari rischia di perdersi nell'inselvatichimento e nell'abbandono, trasformandosi da potenziale risorsa per la montagna parmense a fonte di problemi e spese per i privati e per la collettività.

Il Comune di Berceto, guidato dal sindaco Luigi Lucchi, si fa ora capofila di un progetto unico a livello nazionale che porterà alla redazione di un regolamento di gestione comunitaria del territorio, coinvolgendo direttamente i proprietari dei terreni e degli immobili. 

L'assemblea plenaria che si terrà sabato 6 maggio alle 10 nella sala Aurea della Camera di Commercio vede invitati 5mila proprietari, oltre a relatori provenienti dal mondo delle imprese e delle istituzioni, tra cui il deputato Giuseppe Romanini componente della commissione Agricoltura e l'assessore regionale all'Agricoltura caccia e pesca Simona Caselli. Il progetto è patrocinato dall'Assemblea legislativa regionale ed è stato ideato grazie alla collaborazione degli architetti Ivano Savi, Fabio Ceci e Alex Massari. 

Luigi Boschi Felino (PR) Pasqua 2017

Foto Andrea Chierici: Luigi Boschi - Felino- Pasqua 2017

Pomeriggio di Pasqua 2017 a Felino con mio cugino Andrea nel giardino degli zii Alba e Gianni. 

L'assemblea al Montanara sulla cassa di espansione del Baganza

Un incontro, quello del Montanara, la cui stupidità di proposta (bocciata da tutti i tecnici, studiosi della valle, Sindaci già nell'incontro a Berceto LINK), non meriterebbe più nemmeno la dovuta animata critica popolare. E' palese la contrarietà degli abitanti. Visto l'incapacità di ascolto dovrebbe essere sollevato dall'incarico tutto il team di lavoro e di consultazione (politici, tecnici e progettisti), palesemente prezzolato, non più affidabili, e incaricato il lavoro ad altro gruppo di tecnici e politici. LB 

Vigili del Fuoco, la disponibilità dei parlamentari per il presidio di Fornovo (PR)

In merito alle richieste di intervento avanzate dalle sigle sindacali per quanto concerne l'apertura del distaccamento di Fornovo dei Vigili del Fuoco, abbiamo manifestato alle stesse la nostra disponibilità ad un incontro al fine di mettere in campo le richieste azioni di sensibilizzazione. Nel corso della nostra azione parlamentare abbiamo più volte portato all'attenzione del Governo le difficoltà e le problematiche dei Vigili del Fuoco di Parma, non mancando di sottolineare, quando ci sono state presentate, le criticità in essere. Confermiamo dunque anche in questo caso la nostra piena disponibilità a mettere in campo le possibili azioni volte a rappresentare l'importanza dell'apertura di un distaccamento presso Fornovo Taro per la sicurezza del territorio.

 

Parma, 15 aprile 2017
Sen. Giorgio Pagliari
On. Patrizia Maestri
On. Giuseppe Romanini

Cassa d'espansione del Baganza: c'è il progetto definitivo

MOLTI SINDACI ED ESPERTI CONTRARI ALLA SOLUZIONE PROGETTUALE. LB

L’opera si estenderà su un’area di circa 860 mila metri quadrati, per buona parte ex area di cava; potrà contenere fino a 4,7 milioni di metri cubi di acqua e richiederà un investimento di 55 milioni di euro. Assessore Gazzolo ospite a Felino: "Compiuto un grande lavoro in tempi serrati"

Nuovo passo avanti verso la realizzazione della Cassa di espansione del Baganza, per assicurare la sicurezza idraulica dei territori di Parma e Colorno.

Il progetto definitivo - fa sapere la Regione - è ultimato: l’opera si estenderà su un’area di circa 860 mila metri quadrati, per buona parte ex area di cava; potrà contenere fino a 4,7 milioni di metri cubi di acqua e richiederà un investimento di 55 milioni di euro. La procedura di valutazione di impatto ambientale è già partita: il 6 marzo si è riunita per la prima volta la Conferenza dei Servizi, che dovrà concludere i lavori entro l’autunno per consentire la progettazione esecutiva.

L’annuncio arriva dall’assessore alla difesa del suolo Paola Gazzolo presente oggi pomeriggio a Felino, su invito dell’Amministrazione comunale, per fare il punto della situazione.

Due invasi per uno specchio d'acqua di 68 ettari - La cassa sarà realizzata su un’area di 860 mila metri quadrati che interessa i territori dei comuni di Parma, Collecchio, Felino e Sala Baganza. Potrà contenere fino a 4,7 milioni di metri cubi di acqua e garantirà un elevato grado di sicurezza ai centri urbani di Parma e di Colorno anche a fronte di una piena eccezionale come quella del 2014. Sarà composta di due invasi e tre soglie in calcestruzzo per consentirne la regolazione idraulica. La prima sarà dotata di paratoie per regolare la portata in uscita dal corso d’acqua; la seconda collegherà i due comparti; la terza permetterà lo svuotamento della cassa.

ValcenoArte: Liliana Amadei e Francesco Morittu in concerto

Liliana Morittu

Domenica 26 febbraio 2017 alle 17.00 nell’Oratorio di San Rocco a Vianino (Varano de’ Melegari) un nuovo appuntamento della Stagione Concertistica ValcenoArte.
Ingresso a offerta libera

Musica che nasce spontanea, come un fiore di campo, ispirata dai paesaggi della Valceno: il nuovo appuntamento della Stagione Concertistica “ValcenoArte” propone per domenica 26 febbraio alle 17.00, nell’Oratorio di San Rocco a Vianino (Varano de’ Melegari), una ricetta piuttosto insolita. Liliana Amadei (violinista del Trio Amadei) e Francesco Morittu (compositore e chitarrista cagliaritano) suoneranno infatti musiche improvvisate, create sul momento ispirandosi ad alcune foto scattate in Valceno da Flavio Nespi, assessore alla cultura del Comune di Varsi. Le immagini verranno proiettate su un telo, mentre i due musicisti ne trarranno ispirazione per le loro creazioni estemporanee. Si tratterà quindi di musica nata dalle emozioni del momento, dalle suggestioni naturali suggerite dalle foto e dalle vibrazioni del pubblico.

L’appuntamento è inserito nella Stagione Concertistica ValcenoArte 2016-2017, realizzata dall’Associazione Culturale “Utinam” con la direzione artistica del Trio Amadei, in collaborazione con Comune e Proloco di Varano de’ Melegari e con “Varano in scena”. L’ingresso è a offerta libera.

Parma-Poggio di Berceto 2017 Sabato 30 Settembre e Domenica 1 Ottobre

Parma Poggio Berceto 2017

Gianfranco G. Bertei

SCUDERIA PARMA AUTO STORICHE

 

Sede:

c/o Hotel Stendhal

P.le Bodoni, 3

43121 Parma - PR  

Segreteria Organizzativa:

Via Trieste, 106/B
43122 Parma - PR
Tel. e Fax: 0521 773911
E-mail:
 info@collectorsdesign.it
http://www.collectorsdesign.it

Rifugio Lagdei - fine settimana 11-12 febbraio 2016 - L'alba della luna piena e i sentieri invernali con le ciaspole

Sabato 11 febbraio 2017 ore 16,30 - Rifugio Lagdei

Luna piena sulle ciaspole
Due escursioni a scelta per vivere una notte di luna piena sulle ciaspole
Ore 16,30 - Il tramonto del sole e l’alba della Luna piena sulle ciaspole
Dopo che il sole piano piano calerà sotto l’orizzonte, il cielo si farà via via scuro e preparerà il campo per lo spettacolo più bello della serata: il sorgere della luna piena (ore 18,20), che potremo osservare dai prati del Monte Tavola, sulla via del ritorno verso il Rifugio. Dopo aver terminato la nostra escursione con il cammino in parte rischiarato dai raggi della luna, rientreremo al Rifugio Lagdei dove alle 19,30, per chi vuole, si potrà cenare in compagnia.
Tempo di percorrenza soste escluse: 3 ore; dislivello massimo250 m; Grado di difficoltà: escursione medio facile, adatta anche a principianti in forma e disposti a faticare un po'. Necessità: torcia se possibile frontale, cuffia, sciarpa, guanti, scarponi, ciaspole (noleggiabili presso Rifugio) e bastoncini, e quanto altro utile per una escursione invernale, in caso di assenza di neve si effettuerà come passeggiata. Al rientro alle 19,30  al Rifugio Lagdei possibilità di cena insieme (alla carta), prenotazione alla Guida o al Rifugio.

IL MIO GENNAIO

Il mio gennaio da bambino

iniziava con la neve e lo slittino,
iniziava proprio il giorno UNO
e come me non c’era nessuno,
intendo come … briosa vivacità
croce e delizia di mamma e papà:
certamente più croce che delizia,
ma in famiglia non c’era mestizia.
Passavo ore ed ore nei prati di gelo,
sempre scivolando fra terra e cielo …
L’aria mi sferzava gli occhi e il viso,
ma io mi sentivo quasi in paradiso …
Poi tornavo a casa con le prime stelle,

Rifugio Lagdei - Fine settimana lungo della Befana (6-8 gennaio) in escursioni

PROPOSTA WEEK-END LUNGO EPIFANIA 6-8 gennaio
2 notti in mezza pensione in camerata 72 euro
Pacchetto 4 escursioni/ciaspolate 40 euro
Con accompagnamento e assistenza da parte di Guida Ambientale Escursionistica per i 3 giorni

Venerdì 6 gennaio 2017 ore 16,30 - Rifugio Lagdei
Giù nella foresta e poi su verso le stelle
Ciaspolata serale fino alla Vezzosa per poi risalire a vedere le stelle
Partendo da Lagdei scenderemo piano piano lungo gli ampi tornanti della strada forestale che conducono a quello che fu il cuore della foresta, l’ex vivaio della Vezzosa dove nacquero tutti gli abeti che oggi vediamo maestosi (e ahimè alcuni anche in difficoltà). Dopo esserci goduti la poesia di questa piccola radura nella foresta, risaliremo sul versante opposto fino a giungere dove invece finisce la foresta demaniale e il bosco si trasforma in prato, aperto, arioso, panoramico. Qualche attimo per far scorta della splendida atmosfera, della visione delle stelle, e del panorama notturno, e poi rientreremo verso il Rifugio in tempo per la cena. Tempo di percorrenza soste escluse: 3 ore; dislivello massimo 250 m;  orario di rientro previsto: 19,30 circa. Grado di difficoltà: escursione facile, adatta anche a principianti in forma e disposti a faticare un po'. Necessità: torcia se possibile frontale, cuffia, sciarpa, guanti, scarponi, ciaspole (noleggiabili presso il Rifugio) e bastoncini, e quanto altro utile per una escursione invernale, in caso di assenza di neve si effettuerà come passeggiata. Al rientro al Rifugio alle 19,30 possibilità di cena insieme (alla carta), prenotazione alla Guida o al Rifugio.

Collina dei Fiori, marchio che Cerreto ha creato per produrre e commercializzare prodotti ed integratori alimentari naturali e biologici

La Collina dei fiori del -Cerreto Cerreto Bio

Cerreto verso nuovi orizzonti nel benessere e nell'alimentazione naturale 

Grazie alla collaborazione con la Fondazione G. e D. De Marchi di Milano, l'azienda emiliana affronta nuove sfide nell'alimentazione naturale con il proprio marchio “La Collina dei Fiori”. 

La Collina dei Fiori, marchio che Cerreto ha creato per produrre e commercializzare prodotti ed integratori alimentari naturali e biologici, prosegue nello sviluppo di alimenti dalle molteplici proprietà nutritive e benefiche per la salute.

Sulla spinta della nuova partnership con Fratelli Pagani di Milano, leader a livello nazionale e internazionale nel settore alimentare per gli aromi ed ingredienti esclusivi, da sempre votata alla ricerca scientifica e all'innovazione, Cerreto sviluppa oggi il disegno che aveva già iniziato,  consistente nell'articolare una gamma di proposte nella nutraceutica e nelle erbe che possono rappresentare vere novità e occasioni di business sia per il dettaglio alimentare biologico e senza glutine e, sia per i canali specializzati farmacia, parafarmacia ed erboristeria.

L'attività si basa sulla collaborazione con la Fondazione G. e D. De Marchi di Milano che sostiene la ricerca di uno dei più prestigiosi Istituti di ricerca italiani, la Clinica De Marchi, impegnata nella lotta contro le emopatie e i tumori dell'infanzia, che fornisce un contributo di alto valore scientifico nella ricerca de La Collina dei Fiori, nel campo degli integratori e delle erbe, per offrire sul mercato alimenti sempre più specifici ed efficaci per il benessere e la salute.

 

Il Trio Amadei festeggia i suoi 30 anni di attività con otto concerti, dal 4 dicembre 2016 al 21 maggio 2017.

Stagione Concertistica ValcenoArte 2016-17Il Trio Amadei festeggia i suoi 30 anni di attività con otto concerti, dal 4 dicembre 2016 al 21 maggio 2017.

Una stagione di concerti fatta a mano, artigianale come un centrotavola ricamato o un oggetto di falegnameria, e realizzata con le risorse a disposizione: arte, fantasia, inventiva. È la nuova Stagione Concertistica ValcenoArte: da domenica 4 dicembre al 21 maggio 2017, otto gli appuntamenti organizzati dalla direzione artistica del Trio Amadei, che festeggia con il suo pubblico i trenta anni di attività. Protagonista di molti degli appuntamenti, che hanno tutto il calore di un prodotto fatto in casa, sarà lo stesso Trio composto dai fratelli Liliana (violino), Antonio (violoncello) e Marco Amadei (pianoforte).

Proposte del Weekend d'autunno a Parma e Provincia

BARDI
PSYCHIATRY HORROR: GIOCO DI RUOLO AL CASTELLO
Un gioco di ruolo che sembra uscito da un racconto del terrore: corridoi bui, passaggi segreti, misteri, intrighi. Sarà questa la trama della serata da “sold out“, che si terrà sabato, a partire dalle ore 20, alla fortezza di Bardi. Il titolo dell’evento, da solo, mette già i brividi: è “Psychiatry Horror- Dove la mente uccide”. Gli ingredienti per un perfetto horror, del resto, ci sono tutti: una grande multinazionale farmaceutica, un progetto top secret tenuto nascosto per anni e rinvenuto in un luogo insospettabile, una misteriosa sequenza di incidenti e un gruppo di mercenari chiamati a recuperare quella che sembra essere la scoperta del secolo. I partecipanti, già al limite della capienza, esploreranno i laboratori segreti e percorreranno i tunnel nascosti che collegano le varie stanze. Scopriranno così cosa si aggira nei bui corridoi e, armati di coraggio e, soprattutto, di infinito sangue freddo, proveranno a portare alla luce gli esperimenti.Al termine del gioco, dopo le fatiche della battaglia, ad attendere gli ospiti del maniero ci sarà un ricco buffet.Fortissima sarà la suggestione creata dagli ambienti della roccaforte. La serata è riservata agli adulti e non è consigliata “ai deboli di cuore”. Il costo è di 50 euro a persona. Prenotazione obbligatoria. 0525.733021 E.M.

BASILICAGOIANO
GIOCHI, MUSICA E MERENDA AL CENTRO SPORTIVO 
Domenica alle 15, nella Palestra del Centro sportivo di Basilicagoiano si terrà «Domenica dei bambini», che si snoderà in vari intrattenimenti: giochi, trucca bimbi, musica e merenda. Alle 16 verrà distribuita la torta fritta. L’iniziativa è organizzata dal Gruppo «Amici della Befana» e il ricavato sarà devoluto in beneficenza. N.F.

BORGOTARO

Alluvione, cittadina accusa: “Il Comune informato alla mattina”

Pierluigi Zavaroni 

17/11/2016 “Il Comune di Berceto ha avvertito i comuni a valle il mattino del giorno dell’alluvione, quello di Calestano è intervenuto e con i megafoni è stata allertata e ha potuto mettere in salvo almeno le auto, ma a Parma nulla di questo è successo”. E’ questa la gravissima accusa lanciata da una cittadina di via Po, Angela Squarza, secondo a quale un tecnico del Comune di Berceto avrebbe contattato il Municipio di Parma la mattina dell’alluvione, ma senza ottenere alcuna risposta. Accuse pesanti e ovviamente ancora tutte da dimostrare, anzi, si potrebbero al momento definire soltanto voci, ma che se confermate sarebbero una vera e propria beffa per quanti durante quella drammatica alluvione hanno perso tutto.

Tra questi anche la signora Squarza, che lamenta di non avere ottenuto alcun rimborso dal Comune avendo essa stessa ricevuto fondi dalla associazione Munus. “Ho subito 20mila euro di danni, e casa mia è rimasta inagibile per 8 mesi, durante i quali non sono potuta rientrare nella mia abitazione – afferma – Ma non ho potuto accedere ai contributi economici perché avevo già ricevuto contributi dal fondo di solidarietà di Munus, nonostante le rassicurazioni precedenti. Mi hanno negato questa cifra, per quanto ridotta, pari a 600 euro, ossia 300 euro per due vani, nonostante mi fosse stato detto che i due contributi erano indipendenti. E io sono disoccupata, il Comune dovrebbe tenere conto di questo”.

Fonte Link parmaquotidiano.info 

IL CALORE DELL’AUTUNNO TRA FOLIAGE E CALDARROSTE nell'Appennino Tosco Emiliano

IL CALORE DELL’AUTUNNO TRA FOLIAGE E CALDARROSTE

APPENNINO E TERREMOTI Editoriale del presidente Fausto Giovanelli. "Siamo vicini al Parco Nazionale dei Monti Sibillini in questo momento. Ci sentiamo proprio lì, sulla frattura che spezza il Monte Bove e nella sede del Parco. Vicini alle popolazioni d’Appennino e a chi, da mesi, è impegnato nei soccorsi".

Autunno alla scoperta della eco-ospitalità della Lunigiana
La kermesse di Legambiente
Eco-sapori d’Appennino tra seccatoi, borghi, castagni e mieli, sabato 12 novembre 2016 Apella - Licciana Nardi (MS), Agriturismo Montagna Verde.

Domenica 13 novembre 2016 giornata davvero speciale con vin brulè e castagne per tutti! alla Trattoria Solari di Cereseto (Compiano - PR)

Domenica 13 novembre Giornata davvero speciale...Il Grandissimo Cantastorie Federico Berti e la sua Tacabanda gli intagliatori del legno, costruttori di violini..... Giornata colma di artisti.... Ma anche vin brulè e castagne per tutti!

Domenica 13 novembre
Giornata davvero speciale...

Tra funghi, tartufi e cinghiale...zuppa di funghi, tagliatelle al tartufo, tagliatelle ai funghi, tortelli....deliziosi funghi fritti, cinghiale alla cacciatora con polenta, castagne,  ...per voi..

Il Grandissimo Cantastorie Federico Berti e la sua Tacabanda
Cogli l'occasione ...

Oltre a buon cibo e divertimento
Ci saranno gli intagliatori del legno, costruttori di violini.....
Giornata colma di artisti....
Ma anche vin brulè e castagne per tutti!

Trattoria Solari
Cereseto di Compiano Parma

Approfitta oltre al classico menù, tra funghi e tartufi
alla trattoria Solari di Cereseto di Compiano (Parma)
potrai farti la scorta di deliziosi prodotti della vallata, ma anche di relax e divertimento.

Per info 3387059569-0525824895--

Colpito da proiettile, muore 31enne in battuta di caccia nel Parmense

La vittima ha 31 anni . Colpito accidentalmente da un compagno .L'uomo è morto sul colpo

Un giovane cacciatore di 31 anni è morto, questa mattina nel Parmense, durante una battuta di caccia, colpito incidentalmente da una pallottola sparata da un compagno di battuta.E' successo a Case dei Manini, nei pressi di Pellegrino Parmense, dove era in corso una battuta di caccia al cinghiale.L'uomo è morto sul colpo: inutili, infatti, sono stati i tentativi di soccorso, arrivati anche in elicottero. I carabinieri di Pellegrino e della compagnia di Salsomaggiore stanno ricostruendo la dinamica di quanto avvenuto, ma hanno escluso ogni ipotesi diversa dall'incidente (ansa)

Sfruttamento dell'acqua per imbottigliamento, le paure dei residenti dell'Appennino di Parma

Esaurimento delle risorse, traffico e abbassamento delle falde acquifere: le preoccupazioni degli abitanti della Valceno per la richiesta della Norda di sfruttare un pozzo sul monte Prelpi. Le rassicurazioni del gruppo lombardo e del sindaco di Bedonia

Lo sfruttamento delle falde acquifere italiane per il giro abbondante di acqua all'ingrosso, venduta e distribuita in tutta Europa con altri nomi. È una preoccupazione sentita per il prezioso "oro blu" che sgorga anche dal nostro Appennino.

Una paura, in particolare, degli abitanti della Valceno, per la richiesta del gruppo Norda che punta a ottenere un'altra concessione per sfruttare le falde del monte Pelpi, 1.272 metri sulle due valli del Taro e del Ceno, nel territorio del comune di Bedonia.

La società lombarda - che nel 2015 ha superato il miliardo di litri d’acqua venduti - nella frazione di Masanti ha già tre linee di imbottigliamento e cinque sorgenti, di cui quattro storiche. La preoccupazione principale per i residenti di Bedonia, Compiano e Bardi è che un giorno l'acqua possa venire a mancare sul loro territorio proprio a causa di uno sfruttamento industriale della preziosa risorsa, destinata quotidianamente non solo alle persone ma anche all'agricoltura e all'allevamento.

Inoltre, gli abitanti si dicono preoccupati anche per il possibile abbassamento delle falde acquifere, per il pericolo di frane e smottamenti dovuti sempre allo sfruttamento della fonte d'acqua, e ipotizzano anche un aumento di traffico con camion e mezzi pesanti a servizio dello stabilimento.

Tutto legato al progetto del gruppo lombardo - la cui acqua oligominerale nasce appunto sul versante nord-est del Monte Pelpi, nel Comune di Bedonia - che prevede un investimento di 700mila euro, con la costruzione di un serbatoio in cemento e acciaio da mezzo milione di litri e un locale per la distribuzione delle acque.

Gauguin 30 Ottobre a Rovigo, Italia Pop art alla Magnani Rocca 28 Ottobre con l'assistenza culturale di Eles Iotti

Domenica 30 Ottobre  a Rovigo in un rinnovato Palazzo Roverella 

la mostra “I Nabis, Gauguin e la pittura italiana d’avanguardia“: è la nuova affascinante mostra che racconta un’interessantissima vicenda d’arte. I grandi pittori di fine ‘800 e primi del ‘900, tra cui Emile Bernard, Cuno Amiet, Charles Cottet, Paul Gauguin, Felix Vallotton, Paul Sérusier, Gino Rossi, Oscar Ghiglia, Cagnaccio di San Pietro daranno vita ad un viaggio iconografico tra cromie e sentimenti. Da mare a mare, anzi da Oceano a Laguna, lungo itinerari che si sono dipanati, intrecciati, fusi in giro per tutta l’Europa. Un percorso di colori e di emozioni; unitario eppure variegato, fitto di storie che sono diventate leggende, anticipatore di tendenze e di mode. E non solo nel campo dell’arte.Un centinaio di opere, alcune molto conosciute, altre ancora da scoprire, in un esposizione unica e coinvolgente che racconta il fascino della semplicità.La mostra “I Nabis, Gauguin e la pittura italiana d’avanguardia” documenta con ricchezza di materiali pittorici e grafici la nascita della figura moderna e la sua straordinaria avventura tra la scuola di Pont-Aven e il movimento dei Nabis attorno alla figura carismatica di Paul Gauguin prima della sua definitiva partenza per Tahiti e le isole Marchesi.

Prima di partire visita alla magnifica  chiesa di Santa Maria del Soccorso è un edificio religioso situato a Rovigo, peculiare per la sua forma architettonica a pianta ottagonale e per gli eventi storico-religiosi legati all'evoluzione socioculturale della città.

Sabato 15 ottobre 2016 ore 21:00 - LUNATA al Rifugio Lagdei (Corniglio -PR)

Sabato 15 ottobre 2016 ore 21:00 - Rifugio Lagdei
Lunata
Montagne, prati, nuvole, brume e foschie illuminate dagli argentei raggi della Luna piena.
- Iniziativa a cura di: Guide Ambientali Escursionistiche -
L’emozione di camminare a torce spente nella notte, scoprire la propria ombra che si staglia nettamente sul sentiero e sui prati, e godere dello spettacolo del panorama e dell’orizzonte rischiarati dalla luce riflessa del nostro satellite. Suggestiva camminata che ci condurrà fin sul più vicino tratto di crinale, da dove la vista potrà spaziare sugli ampi prati del Monte Tavola, sulla pianura, e sull’alta Lunigiana.
Dislivello 250 m, percorrenza soste escluse 2,5 ore. Adatte a bambini sopra i 6-7 anni. Necessario giacca a vento, abbigliamento e calzature da escursione, torcia possibilmente frontale, consigliati bastoncini da trek. Costo: € 13 adulti, 6 bambini. Info e prenotazioni obbligatorie escursione e cena in tavolata: Guida A.E. Antonio Rinaldi cell. 328.8116651 - antonio.rinaldi.76@gmail.com - www.terre-emerse.it   -   Possibilità di prenotare alla guida anche la cena in tavolata con menu alla carta.

Sapori d'autunno nel weekend parmigiano dell' 08-09 ottobre 2016

ALBARETO
FOLTA IN FESTA PER LA REGINA DEL BOSCO
E’ arrivato l’autunno e domenica a Folta di Albareto si festeggia con la castagna e con i gustosi derivati dalla regina del bosco. Gli abitanti della piccola frazione del comune di Albareto sono tutti al lavoro e dedicheranno un’intera giornata alla castagna, hanno preparato nel migliore dei modi la festa dedicata ad uno dei più gustosi frutti d’autunno. 
La manifestazione è stata organizzata in collaborazione con l’associazione della Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto e con l’amministrazione comunale, si svolgerà nel piazzale della chiesa parrocchiale e nella contrada del paesino della Valgotra. La festa inizierà a mezzogiorno e i partecipanti troveranno posto sotto la copertura del tendone e nelle tavolate imbandite disposte lungo la via del piccolo centro abitato.  Nel pomeriggio e fino all’imbrunire, allegria tra i banchetti gastronomici dove saranno esposti, oltre alla castagna, anche altri prodotti come il pane, i formaggi, i salumi, il miele, le noci, le nespole le pere, le mele, le patate e anche alcuni esemplari di funghi porcini freschi. Le massaie del paese stanno preparando tagliatelle e tortelli di castagne che saranno poi conditi al sugo di funghi e di castagne, caldarroste, frittelle, tortellini di castagne, torte e dolci a base di farina di castagne e poi pattona, castagnaccio, padelletti, farinata, pancotti e frittelle. Per tutto il pomeriggio musica e canti con l’orchestra di Mario Zecca.

BARDI
MERCATO DI HOBBISTICA E ANTIQUARIATO
Domenica, dalle 8, arriva in Valceno la «Bardi Antica», con un interessante mercato per vie principali del paese. L’evento vedrà la presenza di numerose bancarelle che proporranno antiquariato ed hobbistica per tutta la giornata. Info: 0525/71321.

Rifugio Lagdei (Corniglio - PR) - Domenica 9 ottobre 2016 - Funghi e Foliage: il fine settimana d'oro delle faggete!

Un fine settimana che vale un'annata per le faggete dell'Appennino, il prossimo week end saremo nel pieno del "Foliage", il cambio di colore che trasforma le faggete da paradiso del verde in caleidoscopio di colori caldi, rossi, gialli, aranci.
Domenica mattina, con una escursione semplice e adatta a tutti, andiamo a vedere questa magia in uno dei luoghi più protetti del Parco, la Riserva Guadine Pradaccio. E al Rifugio Lagdei il gruppo micologico Passerini di Parma, allestirà una mostra micologica dove osservare e imparare tanti funghi dei nostri boschi!


Via libera all’OdG per le Zone Franche nel nostro appennino

“E’ stato accolto il mio ordine del giorno per l’istituzione di Zone Franche Montane per l’Appennino emiliano-romagnolo. Ora aspettiamo la legge di stabilità per trovare le coperture finanziarie”. Lo ha detto il deputato Massimo Palmizio, coordinatore regionale di Forza Italia. “Quest’ordine del giorno – ha detto Palmizio – segue una precedente interrogazione al Ministro dello Sviluppo Economico. Quando le proposte arrivano dal territorio sono sicuramente efficaci ed efficienti ed è anche per questo che ieri è stato approvato dal Governo. Devo però ringraziare il consigliere provinciale di Parma, Giuseppe Conti già sindaco di Bardi, ed il vice coordinatore vicario di Forza Italia Emilia Romagna Fabio Callori che mi hanno dato gli strumenti per portare in parlamento una possibile soluzione per un problema tanto sentito lungo tutta la dorsale appenninica regionale. Possiamo ridare dignità e respiro ai piccoli comuni della montagna solo con iniziative finalizzate a garantire agevolazioni e incentivi previdenziali fiscali in grado di attrarre gli investimenti di capitale e sostenere le imprese con benefici per l’occupazione”.  29/09/2016

Fonte Link parmaquotidiano.info 

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">

Condividi contenuti