Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Pilotta

Pilotta: informazioni della città di Parma

62° Anniversario della morte del Maestro Arturo Toscanini

62° Anniversario della morte del Maestro Arturo Toscanini

Parma, 16 gennaio 2019. In occasione del 62° anniversario della morte di Arturo Toscanini, l’assessorato alla Cultura del Comune di Parma - Casa della Musica ha proposto alla città un momento di ricordo nella casa natale del Maestro, in borgo Rodolfo Tanzi 13: l'appuntamento si rinnova ogni anno con la volontà non solo di ricordare il direttore d’orchestra parmigiano ma, al tempo stesso, offrire spunti di riflessione sulla sua figura.

Era presente per l'Amministrazione Comunale l'assessore alla Cultura Michele Guerra, insieme ad Alberto Triola, sovrintendente della Fondazione Arturo Toscanini, alle Autorità, ai principali rappresentanti delle Istituzioni e Associazioni culturali e musicali della città e a tanti appassionati.

Al Regio di Parma lo strepitoso Ballo in Maschera di Sebastiano Rolli

Sebastiano Rolli Direttore d'orchestra

Rolli è una realtà da diversi anni, che i vertici della musica di Parma in tempi diversi (da Meli a Fontana),  non hanno mai voluto valorizzare. Qualcuno è arrivato pure a offrirgli soldi (da lui rifiutati), perché non eseguisse un Rigoletto per "Parma nel cuore" già in cartellone. Gli chiesero di dare forfait e se ne andasse per un periodo all'estero. Sono arrivati pure a questo per non permettergli di prodursi nel suo talento, dimostrato ogniqualvolta veniva ingaggiato in Italia e all'estero. Vogliamo ricordare il Falstaff a Busseto (F.V.2013), in cui ha ricevuto tantissima critica a favore tra cui quella di Elvio Giudici [LINK]; la Traviata a Busseto (stagione 2017/18). Vorrei inoltre ricordare il "progetto musicale Rolli-Pertusi [LINK
Fuori Parma, apprezzato direttore a
Bergamo al Festival Donizettiano, a Lima in Perù, a Città del in Messico (Messico); a Dublino (Irlanda); Bratislava (Slovacchia); Muscat (Oman); Jaromerice (Repubblica Ceca); Dijon (Francia); Telaviv (Israele) ; Tenerife (Spagna). LB   

Parma, SANT'ILARIO 2019: Albino Ivardi Ganapini medaglia d'oro

Sono felice per questa onoreficienza al dottor Ivardi Ganapini, persona che ho avuto modo di conoscere da vicino e stimare per le sue doti umane e professionali, con cui ho avuto l'onore di lavorare per molti progetti di comunicazione dell'ufficio di Presidenza Barilla ai tempi di Pietro. Serbo un bellissimo ricordo di quegli anni. Nel 1998 Ganapini avrebbe potuto diventare Sindaco di Parma. LB

Premio Sant’Ilario 2019 – Una Medaglia d'oro, sette Attestati di Civica Benemerenza e una Menzione Speciale.

Un ballo in maschera inaugura la Stagione Lirica 2019 del Teatro Regio di Parma

Foto Roberto Ricci: Prove di un ballo in maschera, Teatro Regio di Parma 2019

UN BALLO IN MASCHERA

INAUGURA LA STAGIONE LIRICA 2019

Lo storico allestimento con le scene dipinte su carta di Giuseppe Carmignani del 1913 rivive in scena dopo un lungo e delicato lavoro di ripristino

curato da Rinaldo Rinaldi, con la regia di Marina Bianchi e la direzione di Sebastiano Rolli, sul podio dell’Orchestra Filarmonica Italiana e del Coro del Teatro Regio.

Protagonisti Saimir Pirgu, Leon Kim, Virginia Tola, Silvia Beltrami, Laura Giordano.

L’opera, nel centenario della morte di Cleofonte Campanini, è dedicata a Marcello Conati.

Teatro Regio di Parma

Parma, sottrae 600mila euro a una società del Comune e sparisce

Il consulente Federico Faccini a processo per truffa aggravata ma è latitante

Il consulente della società partecipata del Comune di Parma, Stu Authority, accusato di aver fatto sparire 570mila euro dai conti della controllata, è stato rinviato a giudizio.

Dell'uomo, tuttavia, non c'è più traccia da giugno 2017. È latitante da ottobre dello stesso anno.

Faccini, 56 anni, parmigiano, collaborava con Stu Authority in ambito finanziario dal 2013 ed è in prossimità dell'ultima scadenza contrattuale, il 30 giugno 2017, che fa perdere le proprie tracce. Alcuni indizi portano in Svizzera ma al momento è stato impossibile rintracciarlo.

Sul caso la Procura di Parma apre un'inchiesta per truffa aggravata mentre la Guardia di Finanza ricostruisce le mosse del collaboratore che ha fatto confluire il denaro depositato dalla partecipata su più conti in uno solo.

Dopodiché avrebbe disposto il maxi bonifico a favore di una sua società (chiamata Authority spa) falsificando la firma del liquidatore della vera Authority.

Un caso che ha dato vita anche a una rovente polemica politica anche se la spa ha riavuto i soldi dalla banca.

Il processo per truffa aggravata inizierà il prossimo maggio. "Da quando sono stato nominato difensore d'ufficio non ho mai avuto contatti con
lui, per cui non avrei potuto chiedere alcun rito alternativo" ha detto alla Gazzetta di Parma l'avvocato Michele Cammarata. 09 gennaio 2019

Fonte link: parma.repubblica.it

Chiude per sempre a Parma, l'Antico Forno Ferrari in borgo Giambattista Fornovo a fianco della Chiesa dell'Annunziata.

Un altro pezzo della Parma di una volta chiude i battenti per sempre. Stamattina passavo dal forno per chiedere un pane ai 5 cereali e ho trovato chiuso. 
Usciva da una porta laterale il proprietario a cui chiedevo perché era chiuso e quando avrebbe riaperto. Risposta lapidaria: "Non riapriamo più, chiuso per sempre". 

La cosa mi lasciava basito e un po' incredulo. Qusi fosse uno scherzo. Non ero un frequentatore assiduo, essendo il pane, per me, non un alimento della mia nutrizione quotidiana. Sporadicamente, però, mi fermavo a consumare qualche "micchetta ai 5 cereali", croccanti esternamente, e molto gustose all'interno. Un ottimo impasto, lievitazione  e cottura.
Parma, 31/12/2018

Luigi Boschi 

Martino Faggiani a Parma Lirica domenica 6 gennaio 2019 alle ore 15,30 con Un ballo in maschera

Un Ballo in maschera

Martino Faggiani, con Un ballo in maschera, apre la nuova stagione di Parma lirica, presenti tre degli interpreti dell'opera che inaugura la stagione lirica. Nel corso dell'evento sarà presentata la nuova programmazione del circolo culturale.
Domenica 6 gennaio 2019 alle ore 15,30 Martino Faggiani, direttore del Coro del Teatro Regio, terrà a Parma Lirica la conversazione “Una storia d'amore per un genio” durante la quale racconterà ed introdurrà Un ballo in maschera di Giuseppe Verdi, che aprirà la stagione lirica il prossimo 12 gennaio.

L'evento vedrà la partecipazione straordinaria del mezzosporano Agostina Smimmero interprete del ruolo di Ulrica, del baritono Sergio Bologna interprete del ruolo di Renato e del soprano Laura Giordano che, con la produzione parmigiana, darà l'addio al ruolo del paggio Oscar.
Sarà inoltre presente il giovane soprano Chiara Mogini. Pianista d'eccezione sarà lo stesso maestro Faggiani.
Con l'occasione verrà presentata la nuova stagione di Parma Lirica, ricchissima di eventi che soddisferanno tutti i palati: dagli appassionati di musica, a chi si interessa di mostre e di libri. La programmazione si concluderà il 14 giugno a Villa Malenchini di Carignano con una selezione della Traviata, a cura del coro Renata Tebaldi, il cui ricavato andrà a favore dell'Assistenza Pubblica

CONCERTO A VARANO (PR): GLI ARCHI DELLA TOSCANINI ALLA DALLARA ACADEMY

CONCERTO A VARANO: GLI ARCHI DELLA TOSCANINI ALLA DALLARA ACADEMY
Al nuovo Auditorium di Varano de'Melegari la violinista Mihaela Costea interpreta i capolavori di Corelli e Vivaldi con l'Orchestra Toscanini

L'Orchestra Arturo Toscanini sarà a Varano de' Melegari il prossimo venerdì 4 gennaio 2019, ospite del nuovissimo Auditorium realizzato all'interno della Dallara Academy. L'edificio dell'Academy, frutto della lungimiranza e della volontà dell'ing. Giampaolo Dallara, ospita in sé diverse anime, che prendono vita nelle diverse funzioni: il legame con il territorio circostante, l'importanza della formazione, la trasmissione della passione. La struttura, che si sviluppa su due piani, ha al suo interno un'area progettata per poter ospitare conferenze, meeting, presentazioni. Questo Auditorium, uno spazio modulabile con una capienza fino a 350 persone, ospiterà alle ore 19 il concerto offerto alla cittadinanza dalla generosità di Dallara e realizzato dalla Fondazione Toscanini. L'evento, che si svolge con il patrocinio del Comune di Varano de' Melegari e avviene in collaborazione con la Proloco di Varano, è offerto a chi vorrà partecipare nel limite dei posti disponibili. I biglietti che consentono l'ingresso possono essere richiesti e ritirati non solo in Dallara (per chi vi lavora) ma anche presso la sede della Proloco di Varano in Via Martiri Della Libertà, 8 (Tel. 0525 53 487 - info@prolocovarano.it) e la sede della biglietteria della Toscanini a Parma (biglietteria@fondazionetoscanini.it, 0521-391339).

Concerto dell'Epifania: Sala Pizzetti, 5 gennaio - ore 17

CONCERTO DELL’EPIFANIA: L’ORER INAUGURA LA NUOVA SALA PIZZETTI
Una gioiosa Festa per le Famiglie con l’Orchestra Regionale dell’Emilia-Romagna, le grandi sinfonie di Rossini e i famosi Valzer di Strauss

Chi entra nel Parco Eridania si sofferma immediatamente sulle grandi strutture dell’Auditorium Paganini e del Centro di Produzione Musicale Arturo Toscanini, nuova sede della Fondazione. Pochi notano invece le scale d’accesso alla Sala Ipogea che porta da quest’anno il nome del celebre compositore parmigiano Ildebrando Pizzetti. La sala sotterranea sorge infatti al di sotto del prato che separa Auditorium e CPM Toscanini, collega funzionalmente i due edifici ed è accessibile da entrambi. Dopo un intenso programma di lavori di risistemazione finanziati dal Comune di Parma, la Sala Pizzetti, che ha caratteristiche spiccatamente polifunzionali, può anche fungere da sala da concerto di medie dimensioni: è stato infatti notevolmente aumentata la dimensione del palcoscenico e la sala è stata dotata di 365 posti, con sedute numerate e di ultima generazione, e arricchita da modernissimi impianti dedicati all’attività congressuale.

Il primo concerto in questa nuova veste sarà anche una gioiosa Festa per bambini e ragazzi e per le loro famiglie: il prossimo sabato 5 gennaio alle ore 17, gli appassionati di musica e non solo potranno assistere al Concerto dell’Epifania, l’evento nel quale l’Orchestra Regionale dell’Emilia-Romagna diretta da Jacopo Rivani eseguirà Sinfonie di Gioacchino Rossini e Valzer di Johan Strauss figlio, da La Cenerentola a Sangue viennese, da L’italiana in Algeri alla Pizzicato Polka, da Il barbiere di Siviglia all’ouverture del Pipistrello, da Il signor Bruschino alla immortale Marcia di Radetzky di Johann Strauss padre.

NATALE IN PILOTTA: GLI ARCHI DELL’ORER ALLA GALLERIA NAZIONALE

NATALE IN PILOTTA: GLI ARCHI DELL’ORER ALLA GALLERIA NAZIONALE

L’Orchestra Regionale dell’Emilia-Romagna con la violinista Mihaela Costea interpreta Corelli e Vivaldi alla Galleria Nazionale

Un gradito e natalizio ritorno quello che gli archi dell’Orchestra Regionale dell’Emilia-Romagna guidati da Viktoria Borissova, con la partecipazione straordinaria dalla violinista Mihaela Costea, faranno venerdì prossimo, 21 dicembre, ospiti del Complesso Monumentale della Pilotta. Si rinnova così la fortunata collaborazione tra due delle maggiori istituzioni culturali cittadine.

Con inizio alle 18.00, con ingresso gratuito nel limite dei posti disponibili, nella splendida cornice della Galleria Nazionale e più precisamente nella Sala delle Colonne, gli archi di quella che è oggi considerata una delle più importanti orchestre regionali italiane, impegnata dal 1975 in una prestigiosa ed ininterrotta attività sinfonica, eseguiranno “Le quattro stagioni” di Antonio Vivaldi e il Concerto “fatto per la notte di Natale” di Arcangelo Corelli.

Crac Parmalat: la Cassazione conferma le condanne, lieve sconto di pena per Tanzi

Condanne definitive per il crac della Parmalat. Lo ha deciso la quinta sezione penale di Cassazione che ha confermato sostanzialmente il verdetto emesso in appello dai giudici bolognesi. Lieve sconto di pena di cinque mesi solo per il patron Calisto Tanzi e il braccio destro Fausto Tonna, di 4 mesi per Giovanni Tanzi e di tre mesi per Luciano Silingardi per la prescrizione dell'accusa di associazione a delinquere.

In seguito al piccolo sconto di pena - per prescrizione - la condanna di Calisto Tanzi scende da 17 anni e 10 mesi a 17 anni e 5 mesi di reclusione (sconto 5 mesi). Per l'ex braccio destro Fausto Tonna, scende da 9 anni, 11 mesi e 20 giorni a 9 anni, 6 mesi e 20 giorni (sconto 5 mesi). Per Giovanni Tanzi - fratello di Calisto - scende da 10 anni e 6 mesi a 10 anni e 2 mesi (sconto 4 mesi). Dimunisce di 3 mesi per Luciano Silingardi che ottiene così 5 anni e nove mesi.

In sostanza, la riduzione della pena riguarda solo i quattro imputati ai quali era stata contestata l'associazione a delinquere della quale Calisto Tanzi era stato individuato - dalla magistratura - come capo. Per quanto riguarda le condanne degli altri dieci coimputati, la Suprema Corte ha confermato quella a 7 anni e 8 mesi per l'ex direttore marketing della multinazionale di Collecchio Domenico Barili, quella a 4 anni e dieci mesi per Giovanni Bonici, numero uno di Parmalat Venezuela ed ex amministratore di Bonlat, la società "cassonetto" di Parmalat.

Parma, Luigi Ferrari presidente dell'Istituto Studi Verdiani

Luigi Ferrari

Nicola Sani lascia la presidenza dell'Istituto Nazionale Studi Verdiani: dopo quattro anni non si è detto disponibile a portare avanti il suo mandato. Già qualche tempo fa aveva espresso l'intenzione di voler dedicare più tempo alla composizione.
Dovrebbe succedergli il Maestro Luigi Ferrari, fino a qualche mese fa sovrintendente della Fondazione Arturo Toscanini. 15 dicembre 2018

Fonte Link: parma.republica.it

“L’annunzio del Natale” Veglia musicale in Cattedrale con il Gruppo Vocale e Strumentale Par.M.A. – Parma Musica Antica

Gruppo Vocale e Strumentale  Par.M.A. – Parma Musica Antica

L’annunzio del Natale”
Veglia musicale con il Gruppo Vocale e Strumentale

Par.M.A. – Parma Musica Antica
Giovedì 20 Dicembre 2018, ore 21.00, Cattedrale di Parma. Ingresso libero

Prepararsi al Natale attraverso l’ascolto della musica: è la scelta fatta dalla Curia Vescovile di Parma che, giovedì 30 dicembre alle 21.00, nella Cattedrale di Parma, ha organizzato una veglia musicale dal titolo “L’annunzio del Natale”. Protagonista ne sarà il “Gruppo Vocale e Strumentale Par.M.A. – Parma Musica Antica” del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito”, preparato dai docenti Francesco Baroni, Gianluca Ferrarini, Alessandro Ciccolini e Gian Luca Lastraioli. In programma una musica rara e antica: la Messa composta nel 1648 da Giovanni Battista Chinelli, sacerdote e compositore parmigiano che in questa cattedrale fu maestro di cappella e organista. L’esecuzione dei brani musicali sarà intervallata dalla lettura di brani scritturistici e patristici sul mistero del Natale.

“La Diocesi di Parma – osserva Lorenzo Montenz, responsabile del progetto culturale diocesano – ha scelto di dare visibilità a questi giovani che, prese le distanze dai luoghi comuni di un’arte commercializzata, s’impegnano in una professionalità faticosa ma preziosa, fatta di passione e di curiosità per la ricerca, di studio accurato di linguaggi musicali ingiustamente dimenticati, di entusiasmo nel riproporre un’atmosfera culturale ricercata e coinvolgente”.

Il Comune stanzia 141 milioni di euro in tre anni, 2019 – 2021 per dare seguito alle politiche di pianificazione e sviluppo del territorio e delle opere pubbliche. Settanta milioni per il 2019.

Il Comune stanzia 141 milioni di euro in tre anni, 2019 – 2021 per dare seguito alle politiche di pianificazione e sviluppo del territorio e delle opere pubbliche. Settanta milioni per il 2019.

Nasce l'Ufficio Casa Acer-Comune di Parma

Nasce l'Ufficio Casa Acer-Comune di Parma

Lo spazio condiviso punta ad una gestione più snella delle pratiche. Nei locali all'incrocio tra strada Garibaldi e viale Bottego anche l'Amministrazione Condomini rivolta al mercato privato 

Parma, 12 dicembre 2018. Due uffici distinti afferenti al “mondo casa” posizionati uno accanto all'altro per dare, da una parte, risposte rapide e dirette agli inquilini delle case popolari, dall'altra, maggiori servizi ai privati nell'amministrazione dei loro condomini. Si tratta degli spazi polifunzionali inaugurati all'incrocio tra strada Garibaldi e viale Vittorio Bottego, locali ospitanti l'Ufficio Casa, una realtà che per la prima volta vede riuniti nello stesso luogo Acer e Comune di Parma, e l'Ufficio Amministrazione di Condomini, un'attività rivolta direttamente al mercato dei privati. 

“Sono spazi pensati - commenta il sindaco Federico Pizzarotti - per rispondere più velocemente e con più efficacia alle domande e ai bisogni del cittadino: offrire un servizio in più ed eliminare procedure burocratiche e ritardi è sempre una buona notizia. Dobbiamo continuare su questa strada attraverso un sempre più capillare rapporto diretto col cittadino, pensato per risolvere le problematiche di chi chiede alla pubblica amministrazione più vicinanza e attenzione”. 

"La volontà - dice l'assessora al Welfare Laura Rossi - è quella di agevolare il più possibile le richieste e le esigenze dei cittadini, snellendo gli iter procedurali e di conseguenza le loro tempistiche. Collocando nello stesso luogo gli uffici di Acer, Comune di Parma e quello dell'Amministrazione di Condomini siamo convinti di poter ottimizzare i servizi per tutti gli utenti e di agevolare il lavoro di tutti gli operatori". 

Inchiesta Pasimafi, la Procura di Parma chiede 75 rinvii a giudizio

Il procedimento giudiziario sullo scandalo sanità a Parma
Inchiesta Pasimafi sulla sanità , la Procura di Parma ha richiesto 75 rinvii a giudizio (65 tra medici, dirigenti di case farmaceutiche, informatori scientifici) e dieci aziende. 
Associazione a delinquere, corruzione, peculato, comparaggio, falso, truffa, intestazione fittizia e abuso d'ufficio sono i reati contestati a vario titolo.

GIUSEPPE MARTINI A IMPARIAMO IL CONCERTO: giovedì13/12 ore 18.00 Sala Prove dell'Auditorium Paganini

Giuseppe Martini

GIUSEPPE MARTINI A IMPARIAMO IL CONCERTOIl musicologo presenterà giovedì la Petite Messe di Rossini

La conferenza si terrà alla Sala Prove dell’Auditorium
Si terrà alla Sala Prove dell’Auditorium Paganini il prossimo incontro di
Impariamo il Concerto, la serie di conferenze e prove aperte al pubblico
attraverso le quali la Fondazione Toscanini presenta al suo pubblico e agli
appassionati i brani che costituiscono la programmazione di Nuove Atmosfere.
L’appuntamento di questa settimana è per giovedì 13 dicembre alle ore 18
nella Sala Conferenze Päer del CPM Toscanini. L’ingresso avverrà attraverso
la reception artisti situata sul lato parcheggio accanto alla ciminiera
simbolo dell’edificio. Come sempre, la conferenza sarà preceduta dalla
possibilità di poter assistere all’anteprima del concerto (a partire dalle
15 all’Auditorium Paganini, ingresso dall’entrata principale) tenuta dalla
Filarmonica Arturo Toscanini e dal Coro del Teatro Regio di Parma diretti da
Gianluigi Gelmetti. Oltre al maggiore coro cittadino preparato da Martino
Faggiani, d’eccezione i quattro solisti impegnati nel programma, la Petite
Messe Solennelle di Gioacchino Rossini: il soprano Angela Nisi, il
mezzosoprano Daniela Pini, il tenore Celso Albelo, il basso Mirco Palazzi.

LA DIFFUSIONE INCONTROLLATA DELLA LEGIONELLA E LA RESISTENZA DI BONACCINI ALLA (GIUSTA) RADIAZIONE DI VENTURI DALL’ORDINE DEI MEDICI

Cartacanta onlus

LA DIFFUSIONE INCONTROLLATA DELLA LEGIONELLA E LA RESISTENZA DI BONACCINI & CO. ALLA (GIUSTA) RADIAZIONE DI VENTURI DALL’ORDINE DEI MEDICI SONO LA RIPROVA DI UN GOVERNO DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE SERVILE, INCAPACE E ALLO SBANDO.

Il nuovo DPCM  (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri ) del 12 gennaio 2017 che dettaglia, tra l’altro, gli obblighi del Servizio nazionale, stabilisce che questo «assicura, attraverso le risorse finanziarie pubbliche …, i seguenti livelli essenziali di assistenza:

a) Prevenzione collettiva e sanità pubblica; b) Assistenza distrettuale; c) Assistenza ospedaliera».

Relativamente alla lettera a) e per quanto ora di nostro interesse, il DPCM precisa che il «Servizio sanitario nazionale garantisce a) sorveglianza, prevenzione e controllo delle malattie infettive e parassitarie, inclusi i programmi vaccinali; b) tutela della salute e della sicurezza negli ambienti aperti e confinat.

Torna (a far paura) la legionella: 14 nuovi probabili casi a Parma

Sono stati segnalati a Parma 14 casi di possibile legionellosi, che risultano però tutti ancora in via di accertamento. Le segnalazioni sono arrivate da inizio novembre ad oggi al Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell’Azienda Usl di Parma. Si dovranno però attendere gli esiti di tutti gli esami ulteriori, effettuati dal centro di riferimento regionale di Modena, per una conferma diagnostica definitiva.
Per circa la metà dei casi segnalati si tratta di persone che risiedono o frequentano la zona sud/sud-est della città. Per alcune è stato necessario un breve ricovero all’Ospedale Maggiore, e la gran parte di loro è già stata dimessa nei giorni scorsi,  tranne uno ancora in corso di guarigione. Il leggero aumento delle segnalazioni dei possibili casi di legionella, registrato nelle ultime settimane a Parma, ha richiesto l’attivazione di una fase più attenta e coordinata da parte di Aziende sanitarie, Comune di Parma e Regione, in stretta collaborazione tra loro per tenere monitorato costantemente il fenomeno e per fornire nuovi aggiornamenti nei prossimi giorni.

COS’E’ LA LEGIONELLA

La legionellosi è l’infezione causata da un batterio chiamato legionella, e colpisce l’apparato respiratorio. La legionella è un microorganismo molto diffuso in natura, che si trova principalmente associato alla presenza di acqua (laghi e fiumi, sorgenti
termali, falde idriche ed ambienti umidi in genere). La legionella non si trasmette da persona a persona, né attraverso l’ingestione di acqua. L’infezione avviene attraverso  l’inalazione di acqua contaminata sotto forma di aerosol generato da rubinetti, docce, impianti di condizionamento e idromassaggio. Le persone possono essere esposte a queste fonti in casa, nel luogo di lavoro o in qualsiasi luogo pubblico. 05 Dicembre 2018

Parma, si riaffaccia la legionella: segnalati 14 casi

Accertamenti in corso

Sono stati segnalati a Parma 14 casi di possibile legionellosi, che risultano però tutti ancora in via di accertamento. Le segnalazioni sono arrivate da inizio novembre ad oggi al servizio di Igiene e sanità pubblica dell’Ausl di Parma che ne dà notizia in una nota congiunta con il Comune.

Si dovranno attendere gli esiti di tutti gli esami ulteriori, effettuati dal centro di riferimento regionale di Modena, per una conferma diagnostica definitiva.

Per circa la metà dei casi segnalati si tratta di persone che risiedono o frequentano la zona sud/sud-est della città. Per alcune è stato necessario un breve ricovero all’ospedale Maggiore, e la gran parte di loro è già stata dimessa nei giorni scorsi, tranne uno ancora in corso di  guarigione.

"Il leggero aumento delle segnalazioni dei possibili casi di legionella, registrato nelle ultime settimane a Parma, ha richiesto l’attivazione di una fase più attenta e coordinata da parte di Aziende sanitarie, Comune di Parma e Regione, in stretta collaborazione tra loro per tenere monitorato costantemente il fenomeno e per fornire nuovi aggiornamenti nei prossimi giorni".

Nel 2016 l'epidemia aveva riguardato oltre quaranta casi e due decessi ma non sono mai state individuate le fonti del contagio.

LA FILARMONICA ARTURO TOSCANINI SUONA MAHLER GUIDATA DA STEFAN ANTON RECK

LA FILARMONICA ARTURO TOSCANINI SUONA MAHLER GUIDATA DA STEFAN ANTON RECK
Unico appuntamento con la monumentale Sesta Sinfonia
 venerdì 7 dicembre (ore 20.30) al Paganini

La Sesta Sinfonia in la minore di Gustav Mahler, che il pubblico conosce soprattutto con la denominazione di “Tragica”, è un’opera monumentale: dura più di 80 minuti e la Filarmonica Arturo Toscanini, per eseguirla, raggiungerà un organico di 110 professori d’orchestra. Per bocca dello stesso autore, essa rappresenta la summa delle sue sinfonie precedenti ed anche una riflessione sulla sua opera di compositore (più che sulla sua vita). Sono le testimonianze di Alma Mahler, moglie del grande compositore e direttore d’orchestra morto ad appena 51 anni, ad insistere sulla connotazione autobiografica e sulla premonizione tragica dei colpi del destino che lo attendevano (la morte della primogenita, la rottura con Vienna, la malattia e la morte prematura), simboleggiati dai colpi di martello del finale, che rilasciano comunque la sensazione di una tremenda sconfitta dell’anima.

Nuovi casi di Legionella a Parma e il declino dell'Ospedale Maggiore

legionella

Nuovi casi di Legionella a Parma

Diverse persone con la legionella abitanti in zona piazzale Maestri, sono state ricoverate al padiglione Barbieri dell’Ospedale Maggiore di Pama. Dal racconto di una persona: "da diverse settimane praticavo  sistematicamente camminate a piedi in piazzale Maestri, mi spingevo nel parco di via Montebello e con la bicicletta arrivavo all’Eurosia.
Da alcuni giorni mi sentivo affaticato e con linee di febbre. Mi rivolgevo al mio medico che provvedeva a chiamare il 118. Arrivato al Pronto Soccorso venerdì 30 Novembre, dopo alcuni esami mi diagnosticavano polmonite con febbre e mi ricoveravano al padiglione Barbieri. Solo oggi, lunedì, è stato fatto l’esame delle urine specifico per la legionella". Perché non è stato fatto subito, ma si è aspettato lunedì? Non c’era, forse, il laboratorio disponibile?
Dove è la mappatura in città degli insediamenti a rischio legionella? L’AUSL effettua i controlli nelle aziende con impianti a rischio?

GIAN PAOLO MINARDI A IMPARIAMO IL CONCERTO: Il musicologo presenterà mercoledì 5 dicembre ore 18 la sesta sinfonia alla Sala Päer del CPM Toscanini

Gian Paolo Minardi, una delle presenze più autorevoli e apprezzate di Impariamo il Concerto, sarà il prossimo relatore della serie di conferenze e prove aperte al pubblico attraverso le quali la Fondazione Toscanini presenta al suo pubblico e agli appassionati i brani che costituiscono la programmazione di Nuove Atmosfere. L’appuntamento di questa settimana è per mercoledì 5 dicembre alle ore 18 nella Sala Conferenze Päer del CPM Toscanini.

L’ingresso avverrà attraverso la reception e biglietteria della Fondazione Toscanini di Viale Barilla 27/A, sempre all’interno del Parco Eridania e a pochi metri dall’Auditorium. Come sempre, la conferenza sarà preceduta dalla possibilità di poter assistere all’anteprima del concerto (apartire dalle 15 all’Auditorium Paganini, ingresso dall’entrata principale) tenuta dalla Filarmonica Arturo Toscanini diretta da Stefan Anton Reck.

I biglietti – al prezzo simbolico di 1 euro - sono in vendita presso la biglietteria della Fondazione Toscanini, situata presso il CPM Toscanini, Viale Barilla 27/A. informazioni al numero 0521/391339 o scrivendo a biglietteria@fondazionetoscanini.it.

Parma, Mall di Baganzola, il cantiere resta sotto sequestro

Resta sotto sequestro il cantiere del mega mall di Baganzola, Parma Urban District. Il Tribunale del Riesame ha respinto la richiesta di dissequestro avanzata dalla proprietà.

Il cantiere è stato sequestrato lo scorso 19 ottobre a seguito delle indagini preliminari del Tribunale di Parma in cui si ipotizza il reato di abuso di ufficio, Ufficiali della Guardia di Finanza di Parma hanno sottoposto a vincolo cautelare l’area di cantiere, pari a circa 300.000 mq, in zona Fiere nell’area Ex Salvarani.

Le indagini, disposte dalla Procura della Repubblica di Parma, hanno preso avvio dopo un esposto presentato all’Autorità Giudiziaria da parte di alcune associazioni ambientaliste locali nel quale venivano ipotizzate criticità nell’iter amministrativo di rilascio dei permessi di costruzione in vista del progetto di ampliamento dell’aeroporto di Parma. Nell’indagine sono coinvolti l’assessore all’urbanistica del Comune di Parma, Michele Alinovi, e due tecnici del Comune, i dirigenti Dante Bertolini e Tiziano Di Bernardo21 novembre 2018

Fonte Link: https://www.parmapress24.it/2018/11/21/mall-di-baganzola-il-cantiere-resta-sotto-sequestro/

"Permessi macroscopicamente illegittimi". Ecco perché il mall resta bloccato

Così "macroscopicamente illegittimi" al punto da "escludere la sussistenza di una ipotesi di negligenza e buonafede del funzionario che ha adottato i permessi a costruire".

Il riferimento dei magistrati Paola Artusi, Maria Cristina Sarli e Annalisa Dini è alle concessioni edilizie rilasciate dal Comune per la realizzazione del centro commerciale a Baganzola, sottoposto a sequestro dallo scorso 18 ottobre.

Un giudizio contenuto nell'ordinanza che motiva la decisione di respingere la richiesta di dissequestro avanzata dalla Pud srl che stava realizzando il mall fino al momento del blocco sancito dalla Procura.

La gestione pubblica esce malconcia dal contenuto delle pagine stilate dai tre giudici del tribunale.

Viene ricordato, ad esempio, che "nonostante quanto precisato dal commissario (Mario Ciclosi, ndr) il Comune di Parma è rimasto inerte per circa sei anni, passati i quali non solo non adottava il piano di rischio per le zone di tutela C e D ma rilasciava anche due permessi di costruire (il 5 ottobre 2017 e il 18 gennaio 2018) per la realizzazione di un importante centro commerciale in tali due zone di tutela per le quali non era stato redatto il piano di rischio".

L'operato dell'assessorato all'Urbanistica nella vicenda, evidenzia l'ordinanza, non ha tenuto conto delle sollecitazioni arrivate in più occasioni da Enac che chiedeva al Comune di aggiornare il piano di rischio fermo al 2011. 27 novembre 2018

Condividi contenuti