Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Parco della Musica di Parma Piacenza e Busseto

Parco della Musica di Parma Piacenza e Busseto: consorziopaganini.it consorzio paganini, i luoghi storici della musica di Parma, Teatro Farnese, Teatro Regio, Casa della Musica, Casa natale di Toscanini e Palazzo del Governatore, Auditorium Paganini, CPMAT (Centro Produzione Musicale Arturo Toscanini), Sala Ipogea.

IL FESTIVAL VERDI PREMIATO COME “MIGLIOR FESTIVAL” AGLI INTERNATIONAL OPERA AWARDS 2018

Premio Opera Awards 2017 al Festival Verdi 2017 Ritratto di Verdi ad opera di Renato Guttuso

Il Festival Verdi 2017 conquista il premio come “Miglior festival” agli International Opera Awards. Ad assegnare il prestigioso premio - ritirato dal Direttore generale del Teatro Regio di Parma Anna Maria Meo e dal Consulente per lo sviluppo e i progetti speciali Barbara Minghetti durante la cerimonia tenutasi il 9 aprile 2018 al London Coliseum - una giuria costituita da professionisti del settore presieduta da John Allison, critico musicale del Daily Telegraph e direttore della rivista Opera Magazine, considerata internazionalmente la rivista di riferimento nel mondo sull’Opera. 

Jérusalem, La traviata, Stiffelio, Falstaff, Messa da Requiem sono i titoli principali che hanno composto il cartellone del Festival Verdi 2017, svoltosi a Parma e a Busseto dal 28 settembre al 22 ottobre, con 4 nuovi allestimenti in 3 diversi teatri, 4 commissioni in prima assoluta, 22 eventi per oltre 100 appuntamenti in 25 giorni. Un’edizione che ha confermato i risultati record dell’anno precedente con oltre 23.000 spettatori, a cui si sono aggiunti i quasi 20.000 di Verdi Off, e un incasso complessivo di oltre 1.300.000 euro  e ha posto in evidenza, con un considerevole aumento degli spettatori stranieri, la vocazione internazionale del Festival Verdi e la sua forte attrattività verso il pubblico internazionale, proveniente per la prima volta da tutti e 5 i continenti.

ARTURO TOSCANINI riconosciuto all’estero, DIMENTICATO nella sua città E NEL SUO Paese

Arturo Toscanini


PER IL 150° anniversario di ARTURO TOSCANINI tutto tace. Ad oggi non esiste un programma, né un Comitato ufficiale per le celebrazioni. 

Il prossimo 25 marzo 2017 ricorre l’anniversario del 150° (1857- 2017) della nascita di Arturo Toscanini: dalla "buca" dell'orchestra al "podio": violoncello della scuola del maestro Leandro Carini al Regio Conservatorio di Parma. Toscanini cominciò a suonare al Regio nel 1881 e suonò anche sotto l'autorevolissima direzione di Cleofonte Campanini, così come di Giulio Cesare Ferrarini (anche lui insegnante del Conservatorio, violinista e poi direttore d'orchestra a Parma e non solo, molto apprezzato anche da Verdi). Questo schema artistico-formativo continua fino al 1885 quando, nel mese di luglio, Toscanini si diploma con "160/160 e la lode distinta" in violoncello e "50/50 e lode distinta" in composizione e contrappunto. Dopo una tourné all’estero, il 4 novembre 1886 è la data del debutto italiano di Toscanini al Regio di Torino con Edmea. Fu un successo travolgente e il nostro maestro non aveva ancora vent'anni!!

Al via il Consorzio Paganini per la gestione del Parco della Musica di Parma

Auditorium Paganini

E’ stato costituito oggi (18/12/2014) il Consorzio Paganini tra Fondazione Regio di Parma e Fondazione Arturo Toscanini.

In data odierna i due Presidenti Federico Pizzarotti e Luciano Pasquini hanno firmato di fronte al notaio l’atto costitutivo del Consorzio Paganinini in attuazione delle delibere dei CDA delle rispettive Fondazioni approvate nelle scorse settimane.
Il Consorzio Paganini gestirà il complesso immobiliare costituito dall’Auditorium, il CPM (Centro di Produzione Musicale), la Sala Ipogea.

Ora la statua di Toscanini potrebbe trovare degna collocazione all’interno del Parco della Musica di Parma. (Parma, 18/12/2014)

Luigi Boschi

articoli correlati

Fondazione Teatro Regio e Fondazione Toscanini insieme per Consorzio Paganini. Nasce il Parco della Musica di Parma 

Fondazione Toscanini, una eccellenza musicale in utile, nel nuovo Parco della musica di Parma

Filarmonica Arturo Toscanini

Dopo l’introduzione di un soddisfatto Luigi Ferrari (Segretario Generale), un euforico Sovrintendente Maurizio Roi conduce l’incontro dell’Assemblea dei soci della Fondazione Arturo Toscanini affiancando il Presidente Luciano Pasquini:
“la Fondazione Toscanini non solo è risanata, ma è sana”. La più importante Ico italiana con servizio Lirico e di filarmonica (cosa unica) chiude il bilancio 2013 con un utile netto di 48.000 euro.
Ma da cosa è guarita la Toscanini? E chi la fece ammalare? Chi ne denunciò la malagestio? Mai è stata raccontata la storia e detta tutta la verità. Se non fosse stato questo blog che si permise di dissentire il plenipotenziario Gianni Baratta e il Presidente De Rosa, e tutto il CDA di allora, contro pure i Sindacati che non rilevavano alcuna anomalia. Anzi! Perché ancora questa reticenza su ciò che è successo? Eppure i processi sono terminati e vinti, il debito risanato. Insomma di questa storia, pare,  non  vi sia ancora la volontà per la verità. E sarebbe utile per chiudere definitivamente un triste trascorso, che ha portato ad un cambio di tutti i vertici. 

Ma torniamo all’attualità, alcuni dati economici del bilancio al 31/12/2013:
Totale crediti 3.756.183
Totale debiti  3.263.032
Attivo circolante 4.738.969
Valore della Produzione  8.098.385
utile di esercizio 48.000
Costi del personale (circa 73 persone tra musicisti e impiegati)  3.744.531

Fondazione Teatro Regio e Fondazione Toscanini insieme per Consorzio Paganini. Nasce il Parco della Musica di Parma

Parco della Musica di Parma

Il nuovo consorzio gestirà l'Auditorium Paganini, il centro produzione musicale e la sala Ipogea

Si chiamerà Consorzio Paganini, dovrebbe diventare operativo entro i primi mesi del 2015, sarà composto dalla Fondazione Teatro Regio e dalla Fondazione Toscanini: avrà il compito di gestire tutto il complesso convegnistico e musicale del parco ex Eridania (progetto di Renzo Piano, realizzato dall'Amministrazione di Stefano Lavagetto) ), formato dall’Auditorium Paganini, dal Centro produzione musicale e dalla Sala ipogea. Il progetto è stato presentato nei giorni scorsi dal segretario generale della Toscanini, Luigi Ferrari, durante una commissione Cultura.

E’ da Paganini che nasce la Toscanini

Niccolò Paganini
In quasi 200 anni mi sembra che nulla sia cambiato. 
E' tempo che dalle voci del loggione venga anche la richiesta di trasparenza. L'etica precede la scena!

Correva l'anno 1985. Così scriveva Lauro Grossi, sindaco di Parma, dell'Orchestra Arturo Toscanini:
"La nostra orchestra compie dieci anni. Nostra, così chiamiamo impropriamente, ma con il significato più affettuoso e possessivo, l'Orchestra Sinfonica dell'Emilia - Romagna Arturo Toscanini. La chiamiamo nostra non solo perché qui e non altrove ha la sua sede, ma perché è nata ed è cresciuta, seppur con l'apporto e il contributo di tanti, per questa nostra città, per arricchire e per tanti aspetti completare una prospettiva di sviluppo delle attività musicali che qui a Parma, più che altrove, avevano ed hanno potenzialità grandissime.
Vogliamo bene a questa orchestra, ne seguiamo il lavoro, i progressi, siamo fieri della sua maturità artistica ed organizzativa. Crediamo che, dopo un decennio, costituisca una delle realtà culturali più importanti ed apprezzabili della città".

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">

Condividi contenuti