Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Historyweb

Historyweb

I “miti del fascismo” che spesso vengono proposti… e la realtà dei fatti.

Benito Mussolini

“Quando c’era lui…” ecco i Miti da sfatare sul Fascismo

Mito: Devi ringraziare il Duce se esiste la pensione.

Realtà: In Italia la previdenza sociale nasce nel 1898, con la fondazione della “Cassa nazionale di previdenza per l’invalidità e la vecchiaia degli operai”, un’assicurazione volontaria integrata da un contributo di incoraggiamento dello Stato e dal contributo anch’esso libero degli imprenditori. Mussolini aveva in quella data l’età 15 anni.

L’iscrizione a tale istituto diventa obbligatoria solo nel 1919, durante il Governo Orlando, anno in cui l’istituto cambia nome in “Cassa Nazionale per le Assicurazioni Sociali”. Mussolini fondava in quella data i “Fasci Italiani” e non era al governo.

Tutta la storia della nostra previdenza sociale è peraltro verificabile sul sito dell’Inps. La pensione sociale viene introdotta solo nel 1969. Mussolini in quella data è morto da 24 anni.

Mito: Il Duce garantì l’assistenza sanitaria a tutti lavoratori.

Realtà: Con la legge dell’11 gennaio 1943, n. 138, con il nome di “Ente mutualità fascista – Istituto per l’assistenza di malattia ai lavoratori”, venne istituita la prima “Cassa Mutua di Assistenza di Malattia” che offriva tutele solo ai lavoratori del pubblico impiego. Tutti gli altri non ne avevano diritto.

FRANKLIN DELANO ROOSEVELT E IL NEW DEAL. LA GRANDE DEPRESSIONE

Caratterizzati dall`isolamento degli Stati Uniti sullo scacchiere internazionale, dallo sviluppo della produzione industriale e dei consumi, dal protezionismo, i "ruggenti" anni Venti ebbero drammaticamente fine col crollo borsistico del 1929. Nel 1932, gli Stati Uniti elessero presidente il democratico Franklin Delano Roosevelt, che avviò la ricostruzione dell`economia americana promuovendo con il New Deal (nuovo corso) un vasto piano d`interventi pubblici in campo economico (lavori pubblici, controllo dei prezzi agricoli),nonché lo sviluppo sindacale e dei servizi sociali. Ma nel 1939, sette anni dopo la sua elezione, gli Stati Uniti erano sull`orlo del collasso: il numero di disoccupati raggiungeva sette milioni di unità.

Fonte Link raistoria.rai.it

Condividi contenuti