Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Lettere

IL CANILE DI PARMA

Dal Comitato dei cittadini per il nuovo canile, a tutela degli animali

         Riguardo all’ipotesi del trasferimento dei cani nel nuovo canile e dei gatti nel gattile adiacente, considerando 
- che nella nuova struttura nonostante gli interventi migliorativi attuati negli ultimi mesi  permangono varie e diffuse condizioni di inadeguatezza strutturale, dettagliatamente elencate in un apposito documento redatto dal Comitato (a disposizione per la consultazione);
- la totale esposizione al sole delle strutture di ricovero degli animali e dell’area di sgambamento dei cani, nonché le elevate temperature che si produrranno nei box recanti pavimentazione e pareti in cemento;
- ritenendo tali condizioni in contrasto con la normativa regionale di riferimento, la quale prescrive che canili e gattili debbano <<rispondere a peculiari caratteristiche per garantire le condizioni igienico- sanitarie delle strutture e la tutela del benessere degli animali ivi ricoverati>> e precisa in modo dettagliato i requisiti richiesti;
- avendo notato l’assenza, alla data del 27 maggio u.s., di estintori e di qualunque altra strumentazione, nonché di indicazioni inerenti alla sicurezza  

il Comitato chiede all’Amministrazione Comunale

DONAZIONE A FIORI DI STRADA

"Il Sindacato unitario lavoratori Polizia Municipale di Bologna, dona una macchina a Fiori di Strada, l'Associazione che lotta contro lo sfruttamento della prostituzione"

Il SULPM di Bologna, Sindacato unitario lavoratori Polizia Municipale, unitamente ad un gruppo di agenti della Polizia Municipale suoi iscritti, regala un'autovettura a Fiori di Strada, l'Associazione Onlus che si batte contro lo sfruttamento della prostituzione, e che tutte le sere, grazie ad una costante presenza in strada, sostiene centinaia di vittime della tratta.

La donazione del SULPM arriva dopo mesi in cui la collaborazione tra la polizia e Fiori di Strada è andata sempre più crescendo e rafforzandosi, e, come solitamente accade quando la collaborazione tra pubblico e privato funziona, ciò ha permesso un sempre più efficace intervento in strada.

SCUOLA EUROPEA DI PARMA

Sono una mamma che ha il figlio alla Scuola Europea (via Saffi) a Parma.

Le scrivo per chiderle se ha la possibilità di verificare una notizia appena ricevuta. La questione è questa: la Provincia non ha mai partecipato con contributi nel sostenere la scuola e sopprattutto non ha mai messo a disposizioni locali o plessi per il suo necessario ampliamento.
E' di dominio pubblico che l'Amministrazione Comunale ha fatto tantissimo per la Scuola Europea ed ora, con ovvie ragioni, ha dichiarato che è la Provincia di Parma che deve dare un aiuto concreto con tutto ciò che serve per farla funzionare. Faccio presente che il Comune di Parma ci ha fornito un immobile ristrutturato a tempo di record, che in origine era la ex Pascoli, mentre mi pare che la Provincia (non ho però la certezza) non abbia mai partecipato economicamente allo sviluppo di questo progetto. Ancor peggio poi la Regione E.R.. E qui mi permetto di tirare in ballo Peri che in qualità di Assessore in Regione cosa cavolo ha fatto per la città? Pur rispettando il suo ruolo Istituzionale, non è Parma il luogo dove è stato eletto? Quale politica almeno di ascolto ha perseguito in questi anni con i suoi elettori? Io non ne ho conoscenza. Visto che ad ogni comizio si riempie la bocca di aver fatto tantissimo e di porre la persona al centro: forse in modo oscuro! O ha dato aria alle corde vocali?

ELEZIONI ODG MILANO

Milano - Elezioni dell'Ordine dei giornalisti
Hanno votato  888 persone su 19.255 iscritti nell'Albo

Domani, lunedì 21 maggio, urne aperte dalle 9.30 alle 14 in corso Venezia 49 (presso l'Unione del Commercio).

Milano, 20 maggio 2007.  Su 19.255 iscritti (7.069 professionisti e 12.186 pubblicisti) nell'Albo, oggi hanno votato appena 888 persone (per la precisione 443 professionisti e 445 pubblicisti). Domani, lunedì 21maggio, le  urne saranno aperte dalle 9.30 alle 14 in corso Venezia 49 (presso l'Unione del Commercio). Franco Abruzzo ha dichiarato: "Questi numeri sono leggermente migliori di quelli di 3 anni fa,  ma lontani da una percentuale accettabile. Rivolgo un appello ai colleghi perché partecipino in massa".

CELINE DION AND ELVIS

ragazzi, per chi di voi non l'abbia già visto o non ne sia al corrente, precipitatevi a guardare questo filmato su You Tube http://www.youtube.com/watch?v=qRmdZjcKvyU

Vedrete una cosa artisticamente molto bella ma tecnologicamente straordinaria. Cliccate sul' ultimo bottone in basso adestra dello schermo piccolo per vederlo a schermo intero. Ciao e un bacio
patty

PERCHE' VOTARE FRANCO ABRUZZO

Dodici buone ragioni  per  votare  Franco Abruzzo alle imminenti elezioni per il rinnovo del Consiglio

Milano, 10 maggio 2007. Franco Abruzzo è presidente dell'Ordine dei Giornalisti della Lombardia dal 15 maggio 1989. La sua azione è stata caratterizzata da questi fatti:

1) Ha difeso le ragioni dei soggetti deboli, favorendo, con le iscrizioni d'ufficio al Registro, il passaggio ai professionisti di quanti sono professionisti di fatto. Una politica  che ha dato dignità ad almeno 4mila cittadini e che ha assicurato all'Inpgi entrate cospicue.

2) Ha  "inventato" i pareri di congruità per garantire ai collaboratori maltrattati dalla aziende il pagamento dei servizi  giornalistici. Questo traguardo è stato raggiunto  con l'assistenza legale gratuita diretta al recupero dei crediti vantati dai free lance.

3) Ha "inventato", contro il parere di esponenti della cosiddetta sinistra, il sevizio legale gratuito per le controversie contrattuali a favore dei colleghi, che hanno redditi bassi.

DIRECTOR -- CENTER FOR ADVANCE RESEARCH ON LANGUAGE ACQUIDITION

CARLA - Center for Advanced Research on Language Acquisition http://www.carla.umn.edu

CARLA è un centro culturale dell'Università del Minnesota - USA - che si interessa dell'apprendimento e insegnamento delle lingue.
Un suo dipartimento si interessa in particolare delle lingue minoritarie, 
LCTL - Less commonly taught languages
tra cui l'italiano. Le lingue non considerate minoritarie sono inglese, francese, spagnolo e tedesco. Le altre sono sono considerate lingue meno insegnate.

ITALIANO ALL'ESTERO

Ciao. ho creato un blog per segnalare offerte di lavoro per insegnanti di italiano come lingua straniera. lo lo aggiorno. Se avete segnalazioni mandate pure.
Ciao Roberta 
 

ITALIANSONLINE

Ciao,
come avrai visto dal sito e dalla newsletter generale, è in programma la I Convention Mondiale di Italiansonline a Bruxelles per il weekend del 16-17 Giugno 2007. Se hai intenzione di partecipare partendo dall'Italia, contattaci: chi prima si organizza, meno spende! Trovi il programma della convention qui: http://www.italiansonline.net/convention.php

Stiamo inoltre valutando la possibilità di avere un piccolo "giornalino" online per la sezione Italiana di Italiansonline.net, e cerchiamo interessati a dare un loro contributo con storie e vicende del loro quotidiano di Italians in Italia od all'estero. Anche qui, se hai idee, proposte, o voglia di collaborare rispondi a questa e-mail. Grazie per l'attenzione!

ITALIA MUSICALE E CULTURALE

Caro Boschi,
la lettera-appello di Abruzzo in favore della Verdi, doveva farci intuire la gravità della situzaione. Sono quattro mesi che i giovani musicisti della Verdi non hanno stipendio, ed otto che non l'hanno anche gli amministrativi. Lo Stato (il tanto vituperato Buttiglione, che non intendiamo ovviamente per questa doverosa azione santificare!) aveva  destinato alla Verdi un contributo straordinario di un milione di Euro. Rutelli, il missionario della cultura - conosciuto anche con il nome di ministro dei ' belli culturali'- ha dimezzato quella cifra (perchè, non ci viene a dire la ragione di questa ulteriore punizione?) e la Corte dei Conti ora non glieli dà perchè aveva già messo a bilancio la somma inziale, ed ora, dopo la decisione di Rutelli, si trova praticamente nella condizione di non poter agire.  Vuoi qualche altro dato? Lo Stato contribuisce con il suo vergognoso finanziamento per il 7 % al bilancio generale;  e ancora, la Verdi ha quasi cinquemila abbonati, fa più concerti di qualunque altra orchestra a Milano ecc...

PREMIO A FIORI DI STRADA

Cari amici,
è con grande piacere che vi scriviamo per segnalarvi che "Fiori di Strada" è tra le associazioni vincitrici del bando C'entro anch'io "Nessuno escluso" 2007/2008 promosso da Coop Adriatica.

C’entro anch’io è l’iniziativa con cui ogni anno Coop Adriatica promuove e sostiene progetti di solidarietà finalizzati ad aiutare persone svantaggiate e a rischio di emarginazione: donne immigrate o vittime di violenza, anziani o disabili, stranieri. C'entro anch'io è rivolto alle associazioni di volontariato e alle cooperative sociali attive nelle regioni in cui è presente Coop Adriatica: Bologna e Romagna, Veneto, Marche e Abruzzo.

I CRONISTI CHIEDONO UN INCONTRO AL PRESIDENTE FRANCO MARINI

Sen. Franco Marini
Presidente del Senato

Roma, 26/4/2007

Signor Presidente, 
                         nei giorni scorsi la Giunta Esecutiva dell'Unci ha inviato un Appello al Capo dello Stato perché ponga un argine alle ricorrenti tentazioni di limitare la libertà dell'informazione restringendo ulteriormente gli spazi del diritto di cronaca.

         Nel nostro Paese, infatti, benché tutti a parole si dicano sostenitori della libertà di stampa, nei fatti agiscono in modo contrario attraverso leggi, disposizioni, delibere e provvedimenti di varia natura. Così che l'Italia figura, a seconda delle organizzazioni internazionali che stilano le classifiche, tra il 40/mo e il 79/mo posto nella graduatoria che considera l'atteggiamento degli Stati verso il giornalismo. Un piazzamento ben poco onorevole per una Nazione che si autodefinisce "culla del diritto" e che rischia di peggiorare.

ELEZIONI ORDINE GIORNALISTI DI MILANO

Franco Abruzzo presenta agli elettori la squadra di 39 giornalisti professionisti e pubblicisti candidati alle elezioni dell’Ordine 

 “Cari colleghi, il collettivo del quale faccio parte vuole  essere anche un punto di riferimento a livello nazionale. Ora è il momento di costruire insieme a Milano e a Roma  un  Ordine rinnovato e sempre più credibile, sviluppando una linea che abbia il suo perno nell’applicazione giusta e ragionevole  (cioè senza furori!) della deontologia, nella formazione universitaria, nella formazione continua dei giornalisti, nel garantire, così come vuole la legislazione comunitaria, un  accesso senza barriere corporative agli elenchi dell’Albo e al  Registro dei praticanti, dando a quanti svolgono di fatto la professione la prospettiva di poterla svolgere di diritto. I consiglieri dell’Ordine, nazionali e  regionali, devono tenere nella loro testa e nel loro cuore vivi e vitali i valori di solidarietà, di giustizia, di promozione dell’uomo che  sono i valori  fondamentali della nostra Costituzione, bella e ineguagliabile nel mondo occidentale,  costruita dai nostri padri costituenti che venivano da mondi diversi (liberale, cristiano e socialista) ma uniti nella visione di un mondo pacifico e fraterno.

CONTRO LA RAI CHE PUBBLICIZZA LA CARNE

PROTESTA CONTRO LA RAI E CONTRO I NUTRIZIONISTI CHE PUBBLICIZZANO LA CARNE CONSIDERATA CANCEROGENA DALL’ISTITUTO TUMORI DI MILANO

Franco Libero Manco
Presidente Associazione Vegetariana Animalista

Al Direttore Generale della Rai Dr. Cappon
Al Direttore di Rai 1 Dr. Del Noce

E’ una vergogna che la televisione di Stato possa pubblicizzare, invogliare la gente a consumare carne rossa considerata dai più accreditati istituti di ricerca scientifica come la principale causa dell’insorgere delle peggiori patologie moderne, oltre a causare enorme danno all’ambiente e all’economia personale e collettiva. E’ una vergogna che i mezzi di informazione lascino sparlare a ruota libera il nutrizionista Calabrese in materia di alimentazione senza una controparte che possa smentire false affermazioni che riguardano la salute e la vita delle persone.

SEMINARIO CON I NATIVI AMERICANI

Carissimi amici,
è un piacere invitarvi ad un seminario esperienziale improntato sulla ricchezza interiore e la gioia della condivisione.Attraverso la saggezza dei Nativi Americani, Manitonquat ci mostra come possiamo ritrovare l’equilibrio dentro di noi, con gli altri e con l’intera Creazione. Impareremo ad usare il talking-stick, il bastone della parola, faremo pratica con il co-counseling. Ascolteremo storie dei Wampanoag e conosceremo le “istruzioni originarie”.
Story (Manitonquat), un nativo americano della tribù Wampanoag (Massachussets) sta dedicando anima e corpo al messaggio di pace fra le nazioni e fra la gente insieme alla sua compagna Ellika.
Il suo metodo è semplice e si basa sul co-ascolto (co-counseling) e sul cerchio.

Claudio Proietti
Vicenza
qui.ora@fastwebnet.it

A RICORDO DI DON NICOLINO VALERIO

Pubblichiamo una sua lettera
inviata da Franco Manco Libero

Siamo arrivati al periodo delle vacanze legate a sogni ed a giusti desideri di porre qualcosa di diverso e di meglio accanto alla nostra vita.
Sarà più difficile raggiungervi dispersi qua e là, ma credo sia impossibile
per tutti capovolgere la realtà contrassegnata da azioni delittuose ed innominabili e forse non immaginabili.

Vi prego in nome del cuore e della coscienza che ci distingue dal numero
delle nullità, troppo comoda a molti, di non dimenticarvi di quel piccolo
spazio di terra dove sono raccolte, amate ed aiutate le povere bestiole da noi protette e che vi sono grate.

UN PIANETA DA SALVARE

Carissimi, il convegno di venerdì 30 marzo in Campidoglio sul tema: "Un pianeta da Salvare: 7 muliardi di vegetariani, per forza o per amore",

è stato un vero successo non solo per presenza di pubblico ma per la partecipazione a questo evento di personalità del mondo scientitico, medico, economista ed ambientale. Con grande passione e ad altissimo livello tecnico-scientifico sono stati affrontati temi di scottante attualità. E' stato evidenziato il dispendio di risorse ed energie e soprattutto i danni per la salute dell'uomo e dell''ambiente che derivano dal consumo di prodotti carnei e derivati animali contrapponendola ai
benefici della cultura vegetariana e degli stili di vita conformi alle nostre esigenze chimico-metaboliche di esseri fruttariani.
L'evento, giunto alla sua quarta edizione, anche quest'anno, come ogni anno, ha il supporto logistico dell'Ufficio Diritti Animali, del quale è responsabile l'on. Monica Cirinna, e della Presidenza del Consiglio Comunale, che approfitto per ringraziare unitamente al suo Staff.
Al convegno erano presenti giornalisti, alcune Tv private e anche il TG1. Il  Corriere della Sera, il Tempo, E-Polis ed altri giornali hanno dato molto risalto ai temi affrontati nel convegno. L'appuntamento è rimandato al prossimo anno.

PALAZZO ENEL- PARMA

Ciao Luigi, sai niente dello scempio palazzo ENEL - Parma davanti alla stazione? Hanno abbattuto piante scolari e costruiranno un garage sotterraneo che dai tre iniziali piani sotterranei diverrà di cinque!!, sbancando migliaia di mcubi di ghiaia che quindi sarà rivenduta a prezzi altissimi. Unica uscita da via Albertelli su viale Toschi.
Ciao Luca

INFORMAZIONI DI BASE SULLA QUESTIONE NUOVO CANILE

PETIZIONE AL SINDACO

Il Comitato dei cittadini per il nuovo canile di Parma ha presentato al Sindaco una petizione riguardante la futura gestione del nuovo canile comunale attualmente affidata all’Associazione Animal House e che, secondo le espresse intenzioni dell’assessore Pietro Vignali, il Comune avocherebbe a sé.

Il Comitato giudica tale orientamento dell’assessore sorprendente ed ingiustificato, non solo perché in pieno contrasto con l’ormai consolidata tendenza dell’amministrazione comunale ad esternalizzare i servizi, ma soprattutto perché, considerando i numerosi riconoscimenti pervenuti all’attuale gestione dell’Associazione Animal House per gli elevati standard di qualità e di efficienza del suo operato, non vede una sola ragione per non confermare una gestione già ben avviata e positivamente sperimentata.

La nuova e tanto attesa struttura, cofinanziata dalla Regione ed edificata in località Cornocchio, è destinata ad accogliere gli oltre 100 quattrozampe attualmente ricoverati nell’ormai fatiscente canile comunale di via del Taglio.

MA DA CHE PARTE STA?

CHIEDO SCUSA, NON SO PER QUALE MOTIVO IO RICEVA CONTINUAMENTE LE SUE MAIL, MA PREMETTO CHE NON MI INFASTIDISCONO AFFATTO, ANZI QUALCUNA E' VERAMENTE PIACEVOLE DA LEGGERE, PURTROPPO PERO' NON LO POSSO DIRE DI TUTTE...QUALCHE TEMPO FA MI E' ARRIVATO UN ARTICOLO MOLTO FASTIDIOSO RELATIVO A QUALCOSA DEL TIPO "LA SAGRA DEL MAIALE", DOVE ELOGIAVA IL GUSTO DEL SALAME SOTTOLINEANDO L'IMPORTANZA DEL PRODOTTO IN QUELLA REGIONE E L'ARTICOLO ERA ABBASTANZA OFFENSIVO NEI RIGUARDI DEI VEGAN E DEI VEGETARIANI, PER NON PARLARE DEI SUINI.
HO CESTINATO L'ARTICOLO E A STENTO NON LE HO RISPOSTO.
E' CHIARO CHE LEI NON PUO' ESSERE A CONOSCENZA DELLE MIE SCELTE DI VITA MA VISTO CHE "ENTRA"NELLA MIA VITA CON I SUOI ARTICOLI, MI PERMETTO DI CRITICARLA PER LA SUA INDECISIONE (NON VOGLIO PARLARE DI IPOCRISIA).

LIBERTA' E INDIPENDENZA PER IL TIBET

Cari amici,
In un momento in cui l'interesse per questione tibetana sembra languire, confinato ad un ristretto pubblico di devoti e appassionati sostenitori, l'Associazione Italia-Tibet desidera invitarvi ad un momento di riflessione sul significato di questo 10 marzo 2007, 48° anniversario dell'insurrezione di Lhasa, e cercare di raggiungere e parlare, grazie al vostro aiuto, al maggior numero possibile di persone.
Per questo chiediamo la vostra collaborazione pregandovi di girare questa mail agli amici e conoscenti del vostro indirizzario: idealmente saremo uniti - e speriamo in tanti - non in una piazza d'Italia o d'Europa ma nella condivisione di un ideale universale di libertà e giustizia.

COMUNICATO
Il 10 marzo 1959 i tibetani, esasperati dai soprusi e dalle vessazioni subite ad opera dei cinesi, entrati in Tibet, un paese allora libero e indipendente, nel 1950, la popolazione di Lhasa insorse e il risentimento dei tibetani sfociò in un'aperta rivolta nazionale. Un imponente assembramento di popolo si riunì intorno al Norbulinka, il Palazzo d'Estate, dove si trovava il Dalai Lama. Di fronte alle evidenti mire colonialiste della Cina che brutalmente tacitava qualsiasi forma di resistenza, si accaniva sulla popolazione civile e, di fatto, esautorava lo stesso Dalai Lama da ogni potere, la gente chiese apertamente al governo di rifiutare ogni inutile compromesso con Pechino e, con grande determinazione, gridò ai cinesi di lasciare il Tibet. La parola d'ordine era "Libertà e Indipendenza".

APPELLO DI MEDICI SENZA FRONTIERE

Petizione certificata da Medici Senza Frontiere

PRIMA LA VITA, POI IL PROFITTO

Nel 2001 alcune case farmaceutiche intrapresero una causa contro il governo sudafricano, nella persona di Nelson Mandela, "colpevole" di acquistare i farmaci anti-AIDS in Thailandia a 300 dollari annui pro capite anziché a 10.000. Tale causa fu poi ritirata sotto la pressione dell'opinione pubblica. Ora ci risiamo.
Medici Senza Frontiere denuncia che la compagnia farmaceutica Novartis
ha fatto causa al Governo Indiano perché permette la produzione di farmaci generici dai costi contenuti. Se Novartis vincerà la causa, che inizierà alla fine di gennaio, milioni di persone in tutto il mondo potrebbero perdere l'unica fonte di medicinali a prezzi accessibili.

NON TI PRESENTI?

Carissimo Luigi Boschi, non è per fare il provocatore, ma non capisco perché non esiste un tuo profilo. Ho trovato una foto, di profilo, ma non era questo che intendevo: tu non ti presenti, non dici nulla di te! Perché? Forse vuoi lasciare parlare il tuo sito, con tutti quei rami, rimandi, link, fotografie? In sostanza ti chiedo: chi é Luigi Boschi?
PS: viceversa, per avere questo feedback tu richiedi anche l'indirizzo geografico e il n. di telefono. Cordialmente
Claudio Proietti

MANIFESTO PER EGUAGLIANZA

Care amiche e cari amici, 
nei giorni scorsi abbiamo proposto e chiuso il testo di un "Manifesto-Appello per l'Eguaglianza dei Diritti". Il Manifesto è stato già firmato da alcune decine di personalità del mondo associativo, culturale, editoriale, politico glbt e/o glbt friendly. Saremmo ovviamente ben felici di avere anche la tua/vostra adesione/sottoscrizione.
Contiamo di avere un forte sostegno a questa battaglia nel tentativo di dare una adeguata risposta alle posizioni politiche integraliste/talebane asservite alle direttive del potere clericale-vaticano, di destra e di sinistra, sempre pronte a sostenere "che in Italia nessuno chiede il matrimonio per le persone omosessuali" e che in nessun modo i 'Dico' vogliono emularlo.
Pochi ormai si accorgono che nel sostenere queste tesi si esplicita la considerazione che le persone omosessuali sono persone di serie B; è un modo per continuare   ad offenderle e discriminarle. 

POLIGONAZIONI: CHE MAL DI TESTA!!!! VIENE ANCHE A VOI? PROVATE A VEDERE...

La poligonale è un metodo di collegamento dei punti di appoggio tra i più utilizzati, sia perché di facile e relativamente veloce esecuzione, sia perché la compensazione degli errori è semplice e precisa. Essa consiste nel collegare i punti da rilevare in modo da costituire una spezzata, detta POLIGONALE, della quale si misurano tutti i lati e tutti gli angoli. Le poligonali si distinguono in aperte e chiuse, in relazione al fatto che il primo e l’ultimo vertice coincidano o meno.
In una poligonale chiusa, che in pratica si riduce ad un poligono, se si misurano tutti i lati e tutti gli angoli, si hanno a disposizione 2n elementi noti, e quindi tre in più di quelli strettamente necessari; è allora possibile eseguire la compensazione delle misure. Per la verifica angolare, se il poligono ha n lati, la somma degli angoli deve essere (n-2)• p Se questa condizione non è verificata si ha un errore di chiusura angolare d: d= S a-(n-2) p e per la correzione si ripartisce su ogni angolo la quantità -(d/n) .

Condividi contenuti