Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Parmamusica

Parmamusica

MUSICA E POESIA ALLA CASA DELLA MUSICA DI PARMA

MUSICA E POESIA ALLA CASA DELLA MUSICA

Domenica 23 alle 21.00  il duo Burani – Narcisi e la voce di Engelbrecht
interpreteranno
Amelia Rosselli e la musica francese

Il duo composto da Davide Burani (arpa) e Lello Narcisi (flauto) e la voce recitante di Adriano Engelbrecht saranno i protagonisti, domenica 23 luglio alle 21 nel Cortile d’Onore della Casa della Musica, di una serata dedicata alle poesie di Amelia Rosselli e alla musica francese per flauto e arpa. 

Il concerto è l’appuntamento finale della Rassegna "Superba è la Notte. La Poesia italiana del '900 incontra la Musica" promossa dal Comune di Parma - Assessorato alla Cultura - Casa della Musica e Biblioteca "Ugo Guanda", in collaborazione con la Fondazione Arturo Toscanini e la Società dei Concerti di Parma.

Difficile accostarsi alle poesie di Amelia Rosselli, la grande poetessa italiana morta tragicamente nel 1996, figlia di Carlo Rosselli, senza ammutolire per le sue improvvise precipitazioni, una parola che esplode o implode in una essenzialità pulsante; giochi fonetici, monosillabi, suoni che precipitano; una problematica della forma poetica sempre connessa a quella più strettamente musicale, in cui le due discipline non si scindono, considerando la sillaba non solo come nesso ortografico, ma anche come suono. Le poesie della Rosselli verranno lette da Adriano Engelbrecht..

Gli Archi della Filarmonica Toscanini al Palazzo delle Poste di Parma venerdì 21 luglio 2017 ore 21

Gli Archi della Filarmonica Toscanini al Palazzo delle Poste di Parma
Nell’ambito della rassegna Fuori Posto
eseguiranno venerdì 21 musiche di Bach, Britten, Jenkins e Mozart 

Fuori Posto, la rassegna della Fondazione Toscanini che vuole presentare, a Parma e in provincia, la musica nei luoghi ove essa risuona raramente, troverà venerdì prossimo, 21 luglio, una tappa assolutamente straordinaria nel Salone degli Sportelli del Palazzo delle Poste di via Pisacane. Alle 21 infatti, grazie alla generosa disponibilità della Direzione Provinciale di Parma di Poste Italiane – che aprirà eccezionalmente la sua sede centrale in orario serale - ed al sostegno di Dallara Automobili - che offrirà l’ingresso al concerto a chi vorrà partecipare (i posti sono limitati) - gli Archi della Filarmonica Arturo Toscanini guidati da Mihaela Costea, violino concertatore, si esibiranno in un popolarissimo concerto classico.

Il programma vedrà l’esecuzione del Divertimento per archi in re maggiore K. 136 e della  Serenata per archi “Eine kleine Nachtmusik” di Wolfgang A. Mozart, della celeberrima Aria sulla Quarta Corda dalla Suite n.3 BWV 1068 di Johann S. Bach, dell’Allegretto dal Concerto Grosso Palladio di Karl Jenkins e dalla Simple Symphony op.4 di Benjamin Britten. Si tratta di brani che non hanno bisogno di presentazioni e con i quali si festeggerà l’eccezionalità dell’evento, che vede Poste Italiane rendere ancora più fruibile, seppure in modo diverso, la propria sede, che essa stessa un’opera d’arte.

VINICIO CAPOSSELA INCONTRA LA FILARMONICA ARTURO TOSCANINI

Vinicio Capossela

L’atteso concerto giovedì 20 luglio all’Auditorium Paganini

Si conclude con il concerto più atteso dell’estate parmigiana la quarta edizione di Stelle Vaganti, la rassegna estiva della Fondazione Toscanini che si tiene all’Auditorium Paganini. Giovedì 20 luglio 2017, con inizio fissato alle 21:30, la musica originale, unica di Vinicio Capossela si confronta con le armonie della Filarmonica Arturo Toscanini che aggiunge colori inediti alle sue festosi canzoni del famoso cantautore, una delle voci più originali e sensibili della musica italiana degli ultimi anni.

Anche se Vinicio ha già utilizzato piccole formazioni strumentali proprie della Musica Classica, in questo caso una intera orchestra di cinquanta elementi dialoga e interagisce creando armonie inedite. Il pubblico potrà così confrontarsi e farsi rapire da un affascinante percorso musicale in cui alcune fra le più significative composizioni del geniale cantautore e polistrumentista sono rivisitate in modo davvero originale. E’ infatti la prima volta che esse saranno eseguite in versione sinfonica, grazie al lavoro di Stefano Nanni, che, al lavoro di arrangiatore, unirà quello di direttore d’orchestra alla guida della Filarmonica Arturo Toscanini.

Quattro volte Targa Tenco, musicista, scrittore, polistrumentista, organizzatore musicale (è direttore artistico del Calitri Sponz Festival, da lui “inventato”) Vinicio Capossela è sin dal debutto nel 1990, uno degli artisti più interessanti ed eclettici del panorama musicale italiano.

VOX EARLY MUSIC Pagine del Seicento Italiano

Giovedì 20 Luglio 2017, alle 20,30, nella Chiesa di San Rocco, il concerto conclusivo del progetto internazionale “VoxEarlyMus”. 

Approda in Italia, nel Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma, il progetto triennale “VoxEarlyMus”, sviluppatosi all'interno del contenitore Erasmus per creare un nuovo consorzio tra Conservatori internazionali, promuovendo la produzione, la ricerca e l’inserimento nel mondo del lavoro degli studenti con un focus sullo studio della vocalità antica. Dopo la prima tranche tenutasi nel 2016 a Bucarest, dal 15 al 25 luglio 2017 il Conservatorio “Arrigo Boito” ospita una nuova sessione di studio, per la quale giungeranno a Parma circa quaranta studenti e docenti europei, ai quali se ne uniranno circa dieci dell’Istituto AFAM parmigiano. A coronamento del lavoro svolto, giovedì 20 luglio alle 20.30 nella Chiesa di San Rocco a Parma gli studenti e i docenti terranno in anteprima il concerto “Vox Early Music. Pagine del Seicento italiano”, che si svolgerà con il patrocinio del Comune di Parma, inserito in “Parma 2200”, programma di celebrazioni per i duemiladuecento anni dalla fondazione della città. Nell’occasione verranno eseguite pagine tratte dalla letteratura musicale del Seicento italiano di autori quali Andrea Gabrieli, Alessandro Grandi, Tarquinio Merula, Giovanni Rovetta, Girolamo Frescobaldi, Giovanni Battista Chinelli, Hans Leo Hassler, Francesco Cavalli. Il concerto, diretto dal Maestro Isaac Alonso de Molina, sarà poi replicato al Festival di Musica Antica di Urbino, nel Salone del Trono del Palazzo Ducale, il 23 luglio 2017. 

IL CINEMA DI BUSTER KEATON ALL’AUDITORIUM PAGANINI DI PARMA venerdì 14 luglio 2017 ore 21.30

Timothy Brock Buster keaton

Proiezione con le nuove musiche dal vivo di Timothy Brock suonate dalla Filarmonica Arturo Toscanini

Due delle opere cinematografiche di Buster Keaton, SHERLOCK JR. e ONE WEEK, restaurate dalla Cineteca di Bologna, orchestrate e dirette da Timothy Brock e suonate dalla Filarmonica Arturo Toscanini. Una serata dove poter rivivere le scorribande “a rotta di collo” di uno dei maggiori protagonisti dell’epoca d’oro del cinema muto. E’ questo il terzo appuntamento con Stelle Vaganti, la rassegna estiva della Fondazione Toscanini che si tiene all’Auditorium Paganini. In programma per venerdì 14 luglio 2017, con inizio fissato alle 21:30, l’evento prevede la proiezione su grande schermo di due delle opere più note di Buster Keaton, colui che “Per stile e natura era il più profondamente muto dei comici muti, tanto che anche un sorriso era in lui assordante e stonato quanto un grido.”  Il primo è  Sherlock jr.., film che in italia è stato distribuito con il titolo La palla nº 13, e che è stato restaurato nel 2015 da Cineteca di Bologna e Cohen Film Colletion presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata. Girato nel 1925 in un susseguirsi di gag surreali e irresistibili, è un’opera che è alla base di molti film successivi, basti pensare alla trovata di Keaton che, in sogno, entra ed esce dallo schermo. L’altra opera in programma, One Week, cortometraggio del 1920 è stato scelto per essere conservato nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.

Scioglimento dell'Associazione Culturale "Università Popolare dell'Opera di Parma" "UPDOP".

VERBALE DELL'ASSEMBLEA STRAODINARIA DEI SOCI UPDOP DI VENERDI' 7 LUGLIO, IN SECONDA CONVOCAZIONE, PRESSO LA SEDE LEGALE DELL'ASSOCIAZIONE.
 
Oggetto: scioglimento dell'Associazione Culturale "Università Popolare dell'Opera di Parma" "UPDOP".
 
Rilevato il numero legale dei partecipanti soci, il Presidente elenca le attività svolte tra il 2012 ed il 2015 con 123 lezioni/incontri, seminari e dibattiti, in particolar modo "Parma Opera Camp" del settembre 2015. Attività tutte volte a promuovere la cultura musicale, ed in particolare operistica, in una concezione libera, aperta a tutti e gratuita, con docenti non retribuiti. Ribadisce lo scopo di diffondere la cultura musicale al di fuori degli schemi convenzionali.
Rileva quindi  le difficoltà che si sono verificate durante l'anno 2016, di fatto di inattività dell'Associazione, a causa in particolare del mancato minimo sostegno dell'Amministrazione Comunale, promesso da tre anni; ed a causa dell'insensibilità del mondo culturale della città di Parma.
 
Si apre la discussione: l'assemblea ribadisce le difficoltà e si discute oltre che di Updop, non considerata nella sua spinta progressista, anche sul fatto se esiste oggi in città realmente un mondo culturale, al di fuori dei grandi eventi, fondamentalmente estranei ad una visione della cultura volta al progresso spirituale e culturale del cittadino ed ad un legame effettivo con il territorio.
 
Conclusa la ricca discussione viene votato riguardo allo scioglimento dell'Associazione.
Lo scioglimento viene votato a maggioranza quasi assoluta.

Presentata la Stagione 2017/18 di NUOVE ATMOSFERE della Toscanini

Foto Luigi Boschi: il Sovrintendente della Toscanini Maestro Luigi Ferrari Foto Luigi Boschi: il Sindaco Federico Pizzarotti con il Presidente della Toscanini Luciano Pasquini Foto Luigi Boschi: Mihaela Costea Alpesh Chauhan

NUOVE ATMOSFERE
Dodicesima edizione 

Dal 3 novembre 2017 al 19 maggio 2018
25 concerti all’Auditorium Paganini di Parma 

LE PIU’ BELLE CANZONI DEL FESTIVAL DI SANREMO ALL’AUDITORIUM PAGANINI DI PARMA SABATO 8 luglio 2017 ore 21,30

LE PIU’BELLE CANZONI DEL FESTIVAL DI SANREMO ALL’AUDITORIUM PAGANINI

L’Orchestra Sinfonica di Sanremo sabato 8 luglio a Stelle Vaganti

Sono i più celebri successi del Festival di Sanremo, il più seguito, amato e popolare vento della musica leggere italiana, il trascinante programma offerto dal prossimo appuntamento con Stelle Vaganti, sabato 8 luglio alle ore 21.30 all’Auditorium Paganini. Ospite d’eccezione l’Orchestra Sinfonica di Sanremo diretta dal m.o Roberto Molinelli. La compagine sanremese, oltre ad essere un’orchestra “classica” di tutto rilievo (fa parte, come la Toscanini, delle ICO, le orchestre regionali italiane, ed è una delle più antiche e prestigiose realtà musicali nazionali con i suoi cento anni di vita festeggiati nel 2005), è da quattordici anni l’orchestra che accompagna i cantanti che si presentano sul palco del Teatro Ariston per l’annuale edizione del Festival.

Il programma comprende infatti tutte le canzoni che hanno fatto la storia del Festival, a partire da Nel blu dipinto di blu di Modugno fino a Stasera sono qui, Ti sento, Ancora, Ti lascerò, Un amore così grande, Almeno tu nell’universo, Perdere l’amore, Vivo per lei, Mondo senza parole, Quello che le donne non dicono, Zingara, Cuore matto, Fatti mandare dalla mamma, Quando quando quando, Il ragazzo della via Gluck, Gianna, Che sarà. Rese celebri da Tenco, Modugno, Lauzi, Celentano, Zanicchi, Ranieri, Gaetano, Morandi e molti altri, queste famose canzoni, arrangiate in veste sinfonica dallo stesso Molinelli,  saranno interpretate da Monia Russo e Carmen Alessandrello, quest’ultima vincitrice del Concorso Area Sanremo 2016, e costituiscono l’occasione per assistere ad un concerto che unisce l’atmosfera tipicamente estiva ad un livello qualitativo inusuale.

L’ORER incontra i Giovani Talenti

Ritorna la fortunata iniziativa del Conservatorio Arrigo Boito e della Fondazione Arturo Toscanini. 
I concerti sabato 10 e domenica 11 all’Auditorium Paganini ore 21

Com’è ormai tradizione da diversi anni, i primi giorni di giugno sono l’occasione per rinnovare l’incontro tra l'Orchestra Regionale dell'Emilia Romagna e i giovani talenti del Conservatorio di Musica "Arrigo Boito", selezionati per sostenere le parti solistiche di alcune pagine concertistiche del repertorio classico. Questa importante iniziativa, che culmina in due concerti gratuiti offerti al pubblico degli appassionati quale ideale inizio della stagione musicale estiva, vuole avvicinare al professionismo musicale gli allievi più preparati dell’Istituto musicale parmigiano. Nell'occasione, tra le file dell'Orchestra Regionale dell'Emilia Romagna suoneranno alcuni alunni del Boito, un'occasione preziosa per loro, che diventa esperienza professionale a tutti gli effetti.

Sabato 10  e domenica 11 giugno 2017, con inizio fissato sempre alle 21, presso l’Auditorium Paganini, si terranno i due concerti, ciascuno con diverso programma ed interpreti. Nel primo verranno eseguiti Ein altes deutsches Lied (2017), brano del compositore Enrico Altavilla, il Concerto per arpa e orchestra d'archi op.267 di Alan Hovhaness eseguito dalla solista Darta Tisenkopfa, le due Arie "Tacea la notte placida"  dalTrovatore di Giuseppe Verdi e "Come scoglio", dal Così fan tutte di Wolfgang Amadeus Mozart, interpretate dal soprano Qi Ling, ed infine il Concerto per pianoforte ed orchestra n. 3 op. 26 di Sergei Prokof'ev con il solista Dario Zanconi.

Stagione Lirica 2017/18 al Regio di Parma senza l’Orchestra Arturo Toscanini. Scontro sulle coproduzioni?

Foto Luigi Boschi: Anna Maria Meo Direttore Generale Teatro Regio di Parma Foto Luigi Boschi: Luigi Ferrari sovrintendente Fondazione Arturo Toscanini

Analizzando attentamente il cartellone 2017-18 del Teatro Regio di Parma dal sito ufficiale (teatroregioparma.org), si evince con rammarico che è totalmente assente l’orchestra Arturo Toscanini, proprio nell’anno del 150°. Sostituita da orchestre a chiamata (Orchestra dell’Opera Italiana e OFI Orchestra Filarmonica italiana). Questo ad eccezione dell’Orchestra del Comunale di Bologna con cui viene coprodotta “Traviata” a Busseto.  La nota lieta è la presenza di Sebastiano Rolli come direttore concertatore in due opere: Roberto Devereux di Gaetano Donizetti e Traviata di Giuseppe Verdi a Busseto.
Si parla sempre di fare sistema e nell’ambito musicale dove c’è un binomio collaudato e riconosciuto si producono divisioni? Che Parma si presenti al mondo con il suo Teatro Regio senza la Toscanini mi sembra una perdita di valore e di sinergia culturale. Di fatto una presenza azzoppata. Visto poi, che ricorre il 150° del grande maestro celebrato in tutto il mondo.
Quali i motivi che hanno indotto la direzione del Regio di non avvalersi nella Stagione Lirica della Toscanini? Quali quelle della Toscanini?

MUSICA IN CIRCOLO 2017 MIO CARO MAGO, UN BACIO SUL CUORE AL RIDOTTO DEL TEATRO REGIO DI PARMA domenica 4 giugno 2017 alle ore 11.00

MUSICA IN CIRCOLO 2017

MIO CARO MAGO, UN BACIO SUL CUORE

Paola Gassman, con il soprano Paola Sanguinetti e i Solisti dell’Opera Italiana,

ripercorre la vita di Giuseppina Strepponi, moglie e musa di Verdi

E al termine aperitivo al Gran Caffè del Teatro.

Ridotto del Teatro Regio di Parma

domenica 4 giugno 2017, ore 11.00

 

Lo spettacolo in prima assoluta Mio caro mago, un bacio sul cuore chiude, domenica 4 giugno alle ore 11.00 al Ridotto del Teatro Regio,  la rassegna Musica in circolo. 

I QUATTRO SEMIFINALISTI DEL CONCORSO “ARTURO TOSCANINI”

I QUATTRO SEMIFINALISTI DEL CONCORSO  “ARTURO TOSCANINI”

ECCO I QUATTRO SEMIFINALISTI DEL CONCORSO  “ARTURO TOSCANINI”

La Giuria Internazionale ha scelto l’irlandese Ciaran McAuley, l’italiano Vincenzo Milletarì, il coreano Cha Woong e l’americano Yuga Cohler 

Si è conclusa ieri all’Auditorium Paganini la seconda fase della Decima Edizione del Concorso internazionale di direzione d’orchestra «Arturo Toscanini».

La commissione selezionatrice, presieduta dal M.o Gianluigi Gelmetti, ha scelto i quattro semifinalisti che torneranno a metà ottobre per la fase finale all’interno di una rosa di 12 candidati a loro volta selezionati tra i 159 candidati, dai 18 ai 34 anni, appartenenti a 34 diversi paesi (dodici di essi erano donne) che si erano iscritti.

I finalisti sono quindi il coreano Cha Woong, l’americano Yuga Cohler, l’irlandese Ciaran Mcauley, l’italiano Vincenzo Milletarì (Italia). La Giuria ha inoltre scelto come riserva in caso di necessità l’italiano Valentino Zangara, che era anche, con i suoi 25 anni, il candidato più giovane.

MANIFESTAZIONI ACCADEMICHE DEL CONSERVATORIO “BOITO” DI PARMA

MANIFESTAZIONI ACCADEMICHE DEL CONSERVATORIO “BOITO” 

Un’opportunità per ascoltare alcuni dei migliori talenti che escono dalla fucina del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma: da lunedì 5 a venerdì 23 giugno saranno sei i Saggi Accademici di fine anno dell’Istituto Musicale, di cui due realizzati in collaborazione con la Fondazione Arturo Toscanini.

“I saggi accademici sono un momento molto importante per la nostra scuola: - spiega il direttore del Conservatorio ‘A. Boito’, Riccardo Ceni – se a ogni allievo è garantita la possibilità di verificare la propria preparazione davanti al pubblico almeno una volta all’anno, nel corso dei saggi di classe, i Saggi Accademici presuppongono invece una dura selezione in più turni. Siamo poi particolarmente lieti della collaborazione con la Fondazione Toscanini, con cui da anni produciamo la rassegna ‘ORER incontra i Giovani Talenti’, veri e propri saggi accademici di studenti solisti, accompagnati dall’orchestra e diretti da un allievo della classe direzione d’orchestra”.

STAGIONE 2017-2018 DEL TEATRO REGIO DI PARMA

Logo Teatro Regio di Parma

STAGIONE 2017-2018 DEL TEATRO REGIO DI PARMA

Gala di CapodannoStagione Lirica (Rigoletto, Roberto Devereux, La traviata, Tosca),

Stagione Concertistica, ParmaDanza, Regio Under30, RegioYoung, LiveOpera, Contrappunti

Novembre 2017 - Giugno 2018 

ARMONIE CELESTI: Musica sacra alla Steccata di Parma

Il terzo concerto domenica 28 maggio con il Duo Davide Burani (arpa) e Federica Vercalli (violino)

Le corde del violino di Federica Vercalli e quelle dell'arpa di Davide Burani, si uniscono per un concerto ricco di melodie ancestrali e di suoni delicati e intensi. In programma serenate, elegie, romanze per un duo di strumenti di assoluto incanto. Saranno loro ad interpretare il terzo dei cinque concerti in programma alla Basilica della Steccata che compongono il calendario di primavera  della nuova edizione, ArmonieCelesti, la proposta musicale della Fondazione Arturo Toscanini, organizzata con la collaborazione dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio e della Rettoria della Basilica della Steccata. Domenica 28 maggio alle 17.30 – con ingresso gratuito - i due artisti presenteranno un programma di grande attrattiva musicale ma anche di profondo segno spirituale che inizierà con la Sonata op.8 n.3 per violino e arpa di Jean-Baptiste Krumpholtz, compositore e arpista ceco vissuto tra il 1742 e il 1790 e morto tragicamente a Parigi. Seguiranno l’Andante religioso per violino e arpa  di Henriette Renié, la celebre arpista francese spesso penalizzata per le sue profonde credenze religiose, la  Promènade à l’automne e i Deux Préludes Romantiques per violino e arpa di Marcel Tournier, altro celebre membro della scuola francese, e Spring, per arpa sola, del celebre virtuoso gallese John Thomas. A seguire, sempre di Thomas, la Romanza per violino e arpa. Concluderanno il programma due opere di Luigi Maurizio Tedeschi, la Serenade op.28 e l’Elegia per violino e arpa.

Sergej Krilov chiude la Stagione Concertistica del Teatro Regio di Parma


SERGEJ KRYLOV MICHAIL LIFITS
IL VIOLINISTA SERGEJ KRYLOV,

CON MICHAIL LIFITS AL PIANOFORTE,

CHIUDE LA STAGIONE CONCERTISTICA

In programma pagine di Beethoven, Stravinskij e Ravel

Teatro Regio di Parma

martedì 23 maggio 2017, ore 20.30 

Il virtuoso del violino Sergej Krylov sarà protagonista, martedì 23 maggio 2017, alle ore 20.30, dell’ultimo appuntamento della Stagione Concertistica del Teatro Regio di Parma, realizzata in collaborazione con la Società dei Concerti di Parma. 

STELLE VAGANTI 2017 – quarta edizione- Auditorium Paganini di Parma

Stelle Vaganti 2017 Fondazione Arturo Toscanini

STELLE VAGANTI 2017 – IV edizione- il programma

Auditorium Paganini, Parma

mercoledì 28 giugno 2017 ore 21.30

IN VIAGGIO CONTROVENTO

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI

Alpesh Chauhan direttore

sabato 8 luglio 2017 ore 21.30
I GRANDI SUCCESSI DI SANREMO

ORCHESTRA SINFONICA DI SANREMO

Roberto Molinelli direttore

con i finalisti del concorso Area Sanremo

venerdì 14 luglio 2017 ore 21.30

IL CINEMA DI BUSTER KEATON

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI

Timothy Brock direttore

giovedì 20 luglio 2017 ore 21.30

VINICIO CAPOSSELA

La grande violinista russa Viktorija Mullova al Teatro Regio di Parma venerdì 12 maggio 2017, ore 20.30

VIKTORIJA MULLOVA

VIKTORIJA MULLOVA

La grande violinista russa in un ricco programma

che affianca a pagine di Bach e Prokof’ev recenti composizioni di Fujikura e Benjamin

Teatro Regio di Parma

venerdì 12 maggio 2017, ore 20.30 

La grande violinista russa Viktorija Mullova sarà la protagonista, venerdì 12 maggio 2017 alle ore 20.30, del prossimo appuntamento della Stagione Concertistica del Teatro Regio di Parma, con un ricco programma che muovendo da Bach, abbraccia quattro secoli di storia della musica. 

Del massimo compositore tedesco, intrepreterà alcuni movimenti e danze dalla Partita n. 1, BWV 1002 (“Allemande”, “Double”, “Gavotte”), dalla Sonata n. 1, BWV 1001 (“Siciliana”, “Presto”), dalla Partita n. 2, BWV 1004 (“Ciaccona”) e dalla Sonata n. 3, BWV 1005 (“Largo” e “Allegro assai”). A queste, affiancherà pagine del repertorio moderno e contemporaneo, con la Sonata per violino solo di Sergej Prokof’ev, Line by line, composizione del 2013 del giovane Dai Fujikura eThree Miniatures di George Benjamin, presentato per la prima volta nel 2002. 

LO STABAT MATER CHIUDE NUOVE ATMOSFERE 2016/2017 all'Auditorium Paganini di Parma


LO STABAT MATER CHIUDE NUOVE ATMOSFERE
La partitura di Rossini diretta da Michele Mariotti
con la Filarmonica Toscanini e il Coro di Piacenza
Eccezionale il cast vocale con Auyanet, Ganassi, Siragusa, Pertusi

il programma dettagliato: 

Sabato 13 maggio 2017 - ore 20.30

Domenica 14 maggio 2017 – ore 17.00 

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI

Coro del Teatro Municipale di Piacenza 

Direttore, MICHELE MARIOTTI

Soprano, YOLANDA AUYANET

Mezzosoprano, SONIA GANASSI

Tenore, ANTONINO SIRAGUSA

Basso, MICHELE PERTUSI

Maestro del Coro, CORRADO CASATI 

IMPARIAMO IL CONCERTO: TIZIANO SCARPA E GIUSEPPE MARTINI PRESENTANO ROSSINI. Giovedì 11 maggio 2017 ore 18 Auditorium Paganini di Parma

IMPARIAMO IL CONCERTO: TIZIANO SCARPA E GIUSEPPE MARTINI PRESENTANO ROSSINI
L’ultimo appuntamento giovedì all’Auditorium Paganini

Saranno due i relatori dell’ultimo appuntamento di Impariamo il concerto: racconti e ascolti dal grande repertorio sinfonico, il ciclo di conferenze e prove aperte presentato dalla Fondazione Toscanini quale introduzione alla propria stagione Nuove Atmosfere. L’attesa presentazione si terrà giovedì 11 maggio alle ore 18 presso la sala prove dell’Auditorium Paganini. e sarà come sempre preceduta dalla possibilità di assistere, a partire dalle 15, all’anteprima del concerto. Tenuto dalla Filarmonica Toscanini diretta da Michele Mariotti con il Coro del Teatro Municipale di Piacenza diretto da Corrado Casati e con un cast vocale straordinario (il soprano Yolanda Auyanet, il mezzosoprano Sonia Ganassi, il tenore Antonino Siragusa, il basso Michele Pertusi) il concerto prevede l’esecuzione dello Stabat Mater per soli, coro a quattro voci miste e orchestra di Gioachino Rossini

Come noto, ciascuna conferenza del ciclo presenta al pubblico storia, aneddoti e caratteristiche di un singolo programma musicale. L’iniziativa è realizzata anche grazie a Cedacri, Banca Mediolanum Parma e Dallara Automobili. Hera Comm è partner istituzionale della Filarmonica Toscanini, così come Cepim lo è della Fondazione Toscanini. L’accesso alla conferenza, dalla portineria dell’Auditorium posta sul lato del parcheggio, è possibile acquistando il singolo biglietto alla cifra simbolica di 1 euro.

Prometeo di Luigi Nono al Teatro Farnese

Prometeo - archivio Luigi Nono

PROMETEO. TRAGEDIA DELL’ASCOLTO

L’opera di Luigi Nono, in una nuova edizione critica, torna in scena in Italia dopo 26 anni,

diretta da Marco Angius, a guidare i solisti Livia Rado, Alda Caiello, Katarzyna Otczyk,

Silvia Regazzo, Marco Rencinai, le voci recitanti di Sergio Basile e Manuela Mandracchia,

i live electronics di Alvise Vidolin e Nicola Bernardini, l’Ensemble Prometeo,

la Filarmonica Arturo Toscanini e il Coro del Teatro Regio di Parma.

Teatro Farnese

26, 27, 28 maggio 2017, ore 20.30 

Prometeo. Tragedia dell’ascolto di Luigi Nono debutta al Teatro Farnese venerdì 26 maggio 2017, alle ore 20.30, nell’ambito della Stagione Lirica del Teatro Regio di Parma (repliche sabato 27 e domenica 28 maggio). 

Dmitrij Šostakovič: trascrivere la vita intera. Sabato 6 maggio 2017, ore 17.00, Auditorium del Carmine di Parma

Dmitrij Šostakovič

Dmitrij Šostakovič: trascrivere la vita intera
Presentazione del libro e concerto. Sabato 6 maggio 2017, ore 17.00, Auditorium del Carmine. Ingresso libero 

Le tappe della biografia e delle opere di Dimitrij Šostakovič, tracciate attraverso le sue lettere. È dedicato al grande compositore russo l’ultimo appuntamento di “Parole da ascoltare”, ciclo di incontri-concerto organizzati dal Conservatorio di Musica “Arrigo Boito”, finalizzati a presentare le novità editoriali di argomento musicale. Sabato 6 maggio alle 17.00, nell’Auditorium del Carmine, si terrà la presentazione del libro Dmitrij Šostakovič. Trascrivere la vita interaLettere 1923-1975 (Milano, Il Saggiatore, 2006) con i relatori Enzo Restagno, Pierpaolo Maurizzi e Michele Ballarini.

Dal testo, in cui le lettere sono integrate e raccordate dagli interventi della curatrice Elizabeth Wilson, è possibile estrarre preziosi dettagli sulla formazione e sulle prime esperienze artistiche di Šostakovič, sulla gestazione e la genesi delle sue opere, sugli intensi rapporti affettivi e intellettuali con amici e maestri, con compositori più giovani e con gli allievi, oltre che con interpreti del calibro di David Ojstrach e Mstislav Rostropovic. Sono pagine attraversate dagli echi della guerra, dalle difficoltà della vita sotto il regime sovietico e dal rapporto sofferto e ambivalente del compositore con l'establishment, che fu causa delle alterne fortune della sua musica in patria. 

ALPESH CHAUHAN ALL’AUDITORIUM PAGANINI Venerdì 5 e sabato 6 maggio 2017 alle 20.30

ALPESH CHAUHAN ALL’AUDITORIUM PAGANINI
La Filarmonica Toscanini suona con lui la Nona di Bruckner e Warum ? di Gubaidulina. Solisti Massimo Mercelli e Miriam Caldarini                                               

Programma

SOFIA GUBAIDULINA - Warum ? per flauto basso, clarinetto basso e archi  durata 32 minuti

ANTON BRUCKNER - Sinfonia n. 9 in re minore    durata 60 minuti

Penultimo appuntamento, all’insegna del contemporaneo ma anche del grande magistero sinfonico, con l’edizione 2016/2017 di Nuove Atmosfere. Venerdì 5 e sabato 6 maggio, con inizio alle 20.30 ed inseriti rispettivamente nel Turno di abbonamento Verde e in quello Rosso, la Filarmonica Arturo Toscanini diretta da Alpesh Chauhan presenterà ai suoi abbonati Warum ? di Sofia Gubaidulina, realizzata nel 2014 per flauto basso, clarinetto basso e archi, e la Sinfonia n. 9 in re minore di Anton Bruckner, ultimo, misterioso e monumentale esito del grande compositore austriaco, scritta tra il 1891 ed il 1894 ma lasciata incompiuta dall’autore.

IMPARIAMO IL CONCERTO: CARLO LO PRESTI PRESENTA GUBAIDULINA E BRUCKNER giovedì 4 maggio 2017 all'Auditorium Paganini di Parma

Lo Presti Carlo

IMPARIAMO IL CONCERTO: CARLO LO PRESTI PRESENTA GUBAIDULINA E BRUCKNER
L'incontro si tiene giovedì 4 maggio ore 18 all'Auditorium Paganini 

Impariamo il concerto: racconti e ascolti dal grande repertorio sinfonico, il ciclo di conferenze e prove aperte presentato dalla Fondazione Toscanini quale introduzione al proprio ciclo di concerti della stagione Nuove Atmosfere, prosegue giovedì 4 maggio alle ore 18 con la conferenza tenuta da Carlo Lo Presti (che sostituisce Riccardo Ceni) presso la sala prove dell'Auditorium Paganini. L'iniziativa è realizzata anche grazie a Cedacri, Banca Mediolanum Parma e Dallara Automobili. Hera Comm è partner istituzionale della Filarmonica Toscanini, così come Cepim lo è della Fondazione Toscanini. L'accesso, dalla portineria dell'Auditorium posta sul lato del parcheggio, è possibile acquistando il singolo biglietto alla cifra simbolica di 1 euro. Ciascuna conferenza del ciclo presenta al pubblico storia, aneddoti e caratteristiche di un singolo programma musicale.

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">

Condividi contenuti