Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Auto e Moto Storiche

Auto storiche

Parma-Poggio di Berceto 29-30 Settembre 2018

Parma Poggio 2018

Parma-Poggio di Berceto
29-30 Settembre 2018

MANIFESTAZIONE AUTOMOBILISTICA DI REGOLARITA' PER AUTO STORICHE 

Importanti Premi in palio:           

Collector's & Design Cup Trofeo Barchette

Trofeo A.A.V.S. - FIVA

Trofeo del Prosciutto di Parma

Trofeo Farnese

Trofeo Gioiellerie Valenti

Trofeo Scuderia Ferrari Club Parma

Trofeo Unione Nazionale Veterani dello Sport

Parma-Poggio di Berceto 2017 Sabato 30 Settembre e Domenica 1 Ottobre

Parma Poggio Berceto 2017

Gianfranco G. Bertei

SCUDERIA PARMA AUTO STORICHE

 

Sede:

c/o Hotel Stendhal

P.le Bodoni, 3

43121 Parma - PR  

Segreteria Organizzativa:

Via Trieste, 106/B
43122 Parma - PR
Tel. e Fax: 0521 773911
E-mail:
 info@collectorsdesign.it
http://www.collectorsdesign.it

Parma-Poggio di Berceto, sabato 26 e domenica 27 settembre 2015 MANIFESTAZIONE AUTOMOBILISTICA DI REGOLARITA' PER AUTO STORICHE

Parma-Poggio 2015

Parma-Poggio di Berceto, sabato 26 e domenica 27 settembre 2015

MANIFESTAZIONE AUTOMOBILISTICA DI REGOLARITA' PER AUTO STORICHE

Mille Miglia: a Parma una magica notte di maggio

Per la prima volta la nostra città sarà sede d’arrivo di una delle quattro tappe della “corsa più bella del mondo”. La carovana, proveniente da Roma, arriverà a Parma sabato 16 maggio 2015 e ripartirà la mattina di domenica alla volta di Brescia. 

La corsa ha 88 anni, ma le “vecchie signore” a quattro ruote li portano benissimo, e ancora oggi emanano il loro fascino sempreverde come protagoniste della “corsa più bella del mondo”.

Per la prima volta la “freccia rossa” farà tappa a Parma, dopo essere stata tante volte di passaggio, con la fugace ma sempre apprezzata sosta per la punzonatura.

Il 16 e 17 maggio 2015 i parmigiani avranno modo di farsi coinvolgere con tutta calma dal fascino dei bolidi d’epoca (ma anche delle avveniristiche Ferrari e Mercedes che li precederanno), che “invaderanno” la città antica nella magica notte di sabato 16 maggio.

Bollo, stretta sulle auto d’epoca. L’Aci: «Serve una lista chiusa»

Foto Luigi Boschi: Parma Poggio di Berceto

Fa discutere la proposta del Governo di rendere più severi i criteri di esenzione 

I club e le associazioni chiedono un elenco di modelli di vero interesse storico

«Temevamo si sarebbe arrivati al peggio, ed è successo». Così il Presidente dell ACI Angelo Sticchi Damiani commenta la proposta della legge di stabilità di esenzione dal bollo auto solo per le vetture che superano i 30 anni di età, e non più per quelle dai 20 anni in su con rilevanza storica. L’obiettivo dell’esecutivo è recuperare 200 milioni di euro. «La gente se ne è approfittata tirando troppo la corda- spiega Sticchi Damiani- basti pensare che se nel 2011 le auto che avevano ottenuto certificazioni di rilevanza storica erano 1500, nel 2012 erano arrivate a 160.000».

Parma-Poggio di Berceto 27-28 Settembre 2014

Parma Poggio Berrceto 2014 Auto Storiche

il Manifesto Ufficiale, la Presentazione, la Domanda d’Iscrizione della 

Parma-Poggio di Berceto 2014.

Si sono aperte ieri, Martedì 29 Luglio, alle ore 24.00, le iscrizioni.  

5^ Edizione Circuito di San Lorenzo - 21 Agosto 2011

PARMA - Domenica 21 Agosto p.v., si svolgerà la 5^ Edizione del Circuito di San Lorenzo, Manifestazione di regolarità per Auto Storiche, organizzata dalla SCUDERIA PARMA AUTO STORICHE in collaborazione con l'Associazione Oltrefossa, con il Patrocinio: del Comune di Casalmaggiore, della A.A.V.S., della FIVA, del CSI

La Manifestazione sarà valida come 2^ Prova del Campionato 2011 della SCUDERIA PARMA AUTO STORICHE .

Sono previste n° 21 Prove Cronometrate. (Abbiamo deciso di eliminare le Prove a Media)

La manifestazione sarà dotata dei seguenti premi d'onore:

- per i primi sei equipaggi della classifica generale;

- per le prime tre scuderie;

- per il primo equipaggio femminile.

Come da tradizione, si terranno anche le premiazioni del Campionato 2010 della SCUDERIA PARMA AUTO STORICHE.

Il servizio di cronometraggio è stato affidato alla FICr di Cremona e sarà coordinato dalla Signora Lucia Bottini.

In allegato, Vi trasmettiamo il Programma della Manifestazione.

ALBO D'ORO

CIRCUITO DI SAN LORENZO 2010 

1° MEZZADRI - MEZZADRI . PORSCHE 356 CABRIO 

FONTANA – SCOZZESI . PORSCHE 911 TARGA  

AIOLFI . FIAT 1500 OSCA COUPE   

SALVIATO – SALVIATO . A.112 ABARTH

IOTTI – MENOZZI . A.112 ABARTH

Circuito di Parma - Trofeo Festa Provinciale dello Sport - Traversetolo 15 Maggio 2011

Vi ricordiamo che Domenica 15 Maggio p.v., si svolgerà il Circuito di Parma 2011, Manifestazione di Regolarità per Auto Storiche, promossa, indetta e organizzata dalla SCUDERIA PARMA AUTO STORICHE con il Patrocinio: della Provincia di Parma, del Comune di Traversetolo, del CONI, del CSI, della A.A.V.S., della FIVA.   Il Circuito di Parma è inserito nella Festa Provinciale dello Sport organizzata dalla Provincia di Parma.   Sono previste n° 24 Prove Cronometrate che si disputeranno su strada chiusa al traffico.   Il Circuito di Parma avrà doppia valenza perchè sarà anche la prova di recupero del  nostro Campionato 2010. Campionato ormai vinto da Matteo Iotti, ma con ancora Giovanni Panizzi, Roberto RossoniIgino Chiastra.  che si contenderanno la seconda e terza posizione. Lotta anche per il sesto posto fra Clemente MusiariPaolo Cavalieri, Marco Micheli, Raffaele Caleffi, Sergio Contini, Fabrizio Ferrari

In allegato, Vi trasmettiamo il Manifesto e il Programma della Manifestazione.

POSSONO PARTECIPARE ANCHE GLI AMICI E I SOCI CHE NON INTENDONO PRENDERE PARTE ALLE PROVE DI REGOLARITA'.

29 Aprile 1899: un primato dell’auto elettrica, fu la prima a superare i 100 km all’ora

AGENDA STORICA

(telesanterno.com venerdì, 29 aprile 2011) A suo tempo la cosa apparve straordinaria, quasi sovrumana. Per la prima volta un uomo, a bordo di un mezzo meccanico, aveva superato la velocità dei 100 chilometri orari. Eravamo nell'ultimo anno dell'Ottocento (1899), il secolo della Bella Epoque, e l'automobile stava ancora compiendo praticamente i suoi primi passi. Ma ci fu chi volle subito trasformare quei passi in una corsa, e l'auto fin dall'inizio della sua storia divenne così anche un mezzo per nuove sfide tecnologiche e sportive.

Il primo pilota ad abbattere il "muro dei 100 km orari" fu il belga Camille Jenatzy (1868-1913) durante una gara serrata di velocità con il francese De Chasseloup-Labat.
La storica sfida si svolse ad Achers in Francia. La vettura di Jenatzy, che aveva una singolare forma di proiettile ed era stata battezzata "Jamai Contente", "Mai contenta", vince percorrendo il chilometro lanciato in 34 secondi, che equivalgono ad una velocità di 105,882 chilometri orari.
A rendere ancor più eccezionale questo storico record (e la cosa desta sorpresa e stupore anche ai giorni nostri) vi fu il fatto che a spingere l'auto del pilota belga c'era un motore elettrico e non un motore a scoppio. Spetta quindi all'auto elettrica, che solo in questi ultimi anni la grande industria moderna sta seriamente tentando di lanciare sul mercato, il primo record di velocità oltre il limite-simbolico dei 100 km orari.

17 Aprile 1906: inventato il primo dispositivo per “deodorare” i gas di scarico

Agenda storica

(telesanterno.com  17 aprile 2011) L'avvento dell'automobile creò subito diversi problemi "imprevisti". Non c'erano ancora strade adatte, e sia uomini che animali non erano ancora abituati a "rapportarsi" con questo nuovo mezzo di locomozione. Le cronache del tempo furono a lungo tempestate di notizie riguardanti cavalli imbizzarriti al passaggio delle prime automobili, mentre anche animali più domestici come cani e gatti non avevano ancora incluso nella gamma dei loro riflessi istintivi il concetto di pericolosità legato all'automobile. Investimenti di cani e gatti erano all'ordine del giorno (con conseguenze mortali per gli animali, e spesso anche con problemi per gli automobilisti: in questi tempi rompere ruote e gomme per simili incidenti pare fosse estremamente frequente). Ovviamente non mancarono anche incidenti con pedoni e passanti. Alcuni legislatori imposero di conseguenza ai primi automobilisti perfino di farsi precedere da una staffetta dotata di bandiera rossa di pericolo. Con il tempo tutti questi problemi si sono comunque man mano attenuati o risolti del tutto.

AGENDA STORICA - 24 Marzo 1934: Citroen rivoluziona l’automobile

l'automobile  (AGENDA STORICA)

(telesanterno.com  giov 24-03-2011) Aveva da poco venduto la sua azienda automobilistica alla Michelin, ma prima di farlo Andrè Citroen, fondatore dell'omonima azienda, aveva completato e reso pronto per la produzione una vettura rivoluzionaria, il "Modello 7", la prima al mondo di serie a trazione anteriore.

Il vero autore di questa innovazione era stato in realtà un suo ingegnere, Andrè Lefebvre, ma da parte di André Citroen c'era sempre stata la massima apertura verso le soluzioni più rivoluzionarie. Già nel 1925 aveva realizzato la prima auto di serie interamente in acciaio. Prima di dedicarsi all'automobile, Citroen aveva fabbricato munizioni. La riconversione della sua industria, da bellica a fabbrica di automobili, avvenne subito dopo la prima guerra mondiale. Il marchio Citroen si contraddistinse fin dall'origine per il suo spirito innovatore.

Salita a BERCETO - 14 Novembre 2010

Domenica 14 Novembre p.v., si svolgerà la Salita a BERCETO, Manifestazione di Regolarità Sprint per Auto Storiche e Porsche, promossa, indetta e organizzata dalla SCUDERIA PARMA AUTO STORICHE con il Patrocinio: della Provincia di Parma, del Comune di Berceto, del Coni, del CSI, della A.A.V.S., della FIVA.   La Manifestazione sarà valida come 6^ Prova del Campionato 2010 della SCUDERIA PARMA AUTO STORICHE.                                                                                                                

Sono previste n° 18 Prove Cronometrate che si disputeranno su strada chiusa al traffico, più due salite libere.

Il Programma

Ore   9,30 Ritrovo a Berceto in Piazza San Moderanno; Ore 10,30 Ricognizione del percorso; Ore 11,00 Inizio Prove di Regolarità: 1^ - 2^ - 3^ Manche; Ore 12,00 Sosta a Berceto; Ore 12,30 Inizio Prove di Regolarità: 4^ - 5^ - 6^ Manche; Ore 14,00 Pranzo a Berceto;    Ore 15,30 Premiazioni; Ore 16,30 Brindisi di fine Manifestazione.

POSSONO PARTECIPARE ANCHE GLI AMICI E I SOCI CHE NON INTENDONO PRENDERE PARTE ALLE PROVE DI REGOLARITA'.

Parma-Poggio di Berceto 2010

MANIFESTAZIONE AUTOMOBILISTICA NAZIONALE DI REGOLARITA' PER AUTO STORICHE

2-3 Ottobre 2010Importanti Premi in palio:

 

    Collector's & Design Cup Trofeo Barchette

 Trofeo A.A.V.S.-FIVA

 Trofeo Gioiellerie Valenti

Tutto è pronto, per l’edizione 2010 della Parma-Poggio di Berceto.

Motori - La Mille Miglia a Cento: una notte di successo

Un pezzo di storia del nostro paese che ha sfrecciato per le vie di Cento. La città del Guercino ha vissuto con orgoglio la sua prima tappa della mitica Mille Miglia che il 6 maggio ha sfilato in corteo, attraversando il centro storico. Ad animare l'attesa del mito, balli, musica e spettacoli.

Salita a PELLEGRINO 2010 - 6 Giugno 2010

Domenica 18 Aprile è iniziato il Campionato 2010, della SCUDERIA PARMA AUTO STORICHE.   

La prima prova, il CIRCUITO DELLA COSTA, Manifestazione di Regolarità Sprint per Auto Storiche e Porsche,  promossa, indetta e organizzata dalla SCUDERIA PARMA AUTO STORICHE ha avuto il Patrocinio: della Provincia di Parma, del Comune di Pellegrino Parmense, del Coni, della A.A.V.S., della FIVA..  

Sono state disputate n° 18 Prove Cronometrate che si sono svolte su strada chiusa al traffico. Ha vinto l'equipaggio bergamasco Rossoni - Gualdi su Porsche 356 C del 1960. Al secondo posto un'altra Porsche targata Bergamo, quella dell'equipaggio Barcella - Barcella su Porsche 911 Targa del 1973, terzi assoluti Panizzi - Pagliari su MGB Spyder del 1971. Solo quarto l'equipaggio, vincitore del Campionato 2009 della Scuderia Parma Auto Storiche, Igino Chiastra - Gian Bartolo Stagno su Maserati Merak del 1981.  

Il Via è stato dato alle 10,30, come da programma, dal Vice Presidente della Provincia di Parma, Dottor Pier Luigi Ferrari. Si è svolto tutto regolarmente nonostante la presenza di una fitta nebbia che ha disturbato i concorrenti durante le prime tre manche. Ma si sa, quando si incontrano difficoltà e ostacoli non previsti, tutto, alla fine, è più piacevole e appagante. Infatti tutti molto soddisfatti, i concorrenti e gli organizzatori hanno brindato ai loro risultati, degustando le tanto prelibate pietanze imbastite da Germano Nasi al Ristorante Pommeri, dove, alle ore 16,00, si sono tenute le Premiazioni alla presenza del Sindaco di Pellegrino Parmense Enrico Pirroni.  

Concessionarie in crisi e caparre sparite, il buco si allarga

Dopo la pubblicazione della storia di un nostro lettore sono giunte in redazione altri racconti simili che vedono coinvolti diversi marchi della zona. Eccone alcuni

(varesenews.it) Sono molte le storie raccontate dai nostri lettori dopo quella che ha coinvolto il signor Rimoldi che aveva acquistato un'Audi all'Audi Zentrum di Busto Arsizio e che dopo 7 mesi non ha ancora ricevuto la sua auto e la sua caparra. Le segnalazioni ci sono arrivate sia via mail che nei commenti all'articolo aprendo un vero e proprio mondo fatto di caparre versate e concessionari in forte difficoltà economica. Non solo il gruppo Fiora naviga in cattive acque ma anche altri grandi marchi che hanno già chiuso o che rischiano fortemente.

Incentivi auto 2010: ripartono i bonus per le trasformazioni a metano e GPL

Domenica 17 Gennaio 2010  Simona Falasca(greenme.it)

incentivi_trasformazione_metano_gplScaduti gli incentivi 2009 destinati all'acquisto di auto a metano e in attesa che vengano ufficialmente rinnovati dal Governo gli ecoincentivi 2010, ripartono i bonus destinati alla trasformazione dei veicoli in GPL o metano, i cosiddetti incentivi MSE2010.

 

Ma chi è interessato a rendere più economica ed ecologica la propria vettura convertendola a gas, attenzione, perché i fondi messi a disposizione, stando a quanto reso noto dal Consorzio Ecogas, sarebbero pochi e bisogna, dunque, affrettarsi per non rischiare di rimanerne fuori.

Motori e sicurezza - Gomme invernali: come, quando e perché usarle

19 dicembre 2009

Gomme invernali: come, quando e perché usarle

Non chiamateli più pneumatici da neve. Sono le gomme specifiche per la stagione fredda. Sotto i 7 gradi centigradi montare le coperture invernali diventa indispensabile per garantire sicurezza e motricità. di Mario Cianflone

(motori24.ilsole24ore.com) Nessuno uscirebbe di casa a dicembre o a gennaio con un paio di scarpe estive. Con le converse sulla neve o nella pioggia? Neanche per idea. Allora perché sono ancora troppo poche le auto che di inverno montano pneumatici per tutte le stagioni quando la logica, pratica e di economica, imporrebbe l'utilizzo delle invernali? E badi bene non sono mica solo gomme da neve, bensì coperture speciali che a bassa temperatura, e con ogni condizione di fondo stradale (asciutto, bagnato o innevato) assicurano una motricità ideale a tutto vantaggio della sicurezza.

Chiamatelo Fattore 7. Sette proprio come i gradi al di sotto dei quali montare le gomme invernali diventa non solo consigliato ma indispensabile per garantire sicurezza e grip su ogni terreno. Temperature inferiori ai 7°C, pioggia, fango, brina, ghiaccio, oltre che neve, sono tutte situazioni ambientali dove il pneumatico invernale mantiene un livello di sicurezza ottimale. Dunque i pneumatici invernali non sono più un'esigenza solo per chi percorre strade di montagna, ma un fondamentale elemento di sicurezza per tutti gli automobilisti che guidano nella stagione fredda. Per raggiungere un elevato standard di prestazioni, i tecnici hanno principalmente lavorato su tre aspetti della tecnologia:
Deve essere dunque abbandonato definitivamente il concetto di "gomme da neve", dove con questo termine generico si faceva riferimento a quei pneumatici con un battistrada artigliato che si montavano solo in condizioni di forti nevicate, come fossero delle catene.

Al volante della Trabant, il mito targato Ddr

di Andrea Franceschi

Nei giorni dell'anniversario della caduta del Muro abbiamo partecipato al Trabi Safari. Un tour nel cuore della Berlino socialista al volante dell'auto simbolo di quegli anni  ...»

Maarten Timmer VertiGO Concept: supersportiva elettrica

pubblicato da Gianluca in: Elettrico Moto

(ecoblog.it) Per ora è ancora un prototipo e si chiama VertiGO. Si tratta di una vera supersportiva spinta da un motore elettrico. A realizzarla è stato il designer olandese Maarten Timmer e discussa come tesi di laurea da Timmer presso l'istituto Olandese Tu Delft di Delft.

Oltre alla progettazione della moto, Timmer ha progettato il pacchetto propulsore-trasmissione completo di elettronica, batterie e computer, applicato all'architettura di una supersportiva. Timmer ha una personale opinione sul futuro delle moto elettriche: se si distingueranno esteticamente dalle cugine a benzina, potranno avere successo e non soffriranno del complesso di inferiorità prestazionale.

Secondo il designer olandese il design delle moto a zero emissioni è fondamentale e deve dare l'impressione di far compiere al veicolo un salto generazionale. Il concept VertiGO di Timmer esprime velocità solo a guardarlo, ma rispetto alle linee delle moto attuali certo non fà gridare al miracolo.

Altro che ecologiche… ecco le auto più brutte della storia

Non è bello ciò che piace, ma...

Citröen Ami 8 (events.it.msn.com) Tutte le Case auto, anche le più prestigiose, hanno avuto in listino un modello meno riuscito dal punto di vista stilistico. A volte si trattava di vetture uscite nel momento sbagliato e troppo anticonformiste per l'epoca, altre volte di modelli poco in linea con l'immagine del Marchio. La rassegna fotografica che segue vuole essere semplicemente un gioco ed i giudizi sono assolutamente soggettivi, senza contare che gran parte di questi "brutti anatroccoli" esprimono una grande carica di simpatia e riaccendono i ricordi di chi non è più un teenager.

 

La prima auto che vediamo qui sopra è la Citröen Ami 8 che rappresenta l'evoluzione della Ami 6. Senza dubbio originale, ma non certo un esempio di bellezza.

Condividi contenuti