Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Luigi Lucchi

Lucchi Luigi

Montagna di Parma, Luigi Lucchi da Berceto propone un progetto per salvare il patrimonio privato dall'abbandono

Coinvolti 5mila proprietari riuniti in assemblea. Si potrà donare al Comune il proprio bene, venderlo a un prezzo concordato o affidarlo in comodato. L'obiettivo è il recupero, affidando le risorse alla Cooperativa di Comunità

Un grande patrimonio di terreni montani, radure boschive e antichi casolari rischia di perdersi nell'inselvatichimento e nell'abbandono, trasformandosi da potenziale risorsa per la montagna parmense a fonte di problemi e spese per i privati e per la collettività.

Il Comune di Berceto, guidato dal sindaco Luigi Lucchi, si fa ora capofila di un progetto unico a livello nazionale che porterà alla redazione di un regolamento di gestione comunitaria del territorio, coinvolgendo direttamente i proprietari dei terreni e degli immobili. 

L'assemblea plenaria che si terrà sabato 6 maggio alle 10 nella sala Aurea della Camera di Commercio vede invitati 5mila proprietari, oltre a relatori provenienti dal mondo delle imprese e delle istituzioni, tra cui il deputato Giuseppe Romanini componente della commissione Agricoltura e l'assessore regionale all'Agricoltura caccia e pesca Simona Caselli. Il progetto è patrocinato dall'Assemblea legislativa regionale ed è stato ideato grazie alla collaborazione degli architetti Ivano Savi, Fabio Ceci e Alex Massari. 

Secondo anniversario di Don Tonino Moroni

Don Tonino Moroni Chiostro Annunziata Parma
giovedì 18 2016 cadrà il secondo anniversario della salita al Padre di don Tonino...
Desidero condividere queste immagini, sono due foto dell’ultimo “saluto scout” che don Tonino fece nell’accomiatarsi dai suoi scout di Parma con cui aveva percorso un lungo cammino durante la sua vita terrena. Luigi Vignoli
Don Tonino Moroni 2007

Il 18 agosto 2016 si terrà a Berceto l'annuale commemorazione per don Tonino Moroni, organizzato dal Sindaco Luigi Lucchi.
Programma incontro commemorativo 2016

Programma secondo incontro commemorativo di don Tonino Moroni


A BERCETO - GIOVEDI’ 18 AGOSTO 2016 – RICORDIAMO DON MORONI
 

Giovedì 18 agosto con una semplice cerimonia, ricordiamo Don Moroni, alle ore 18 presso i giardini “Cesare Bartorelli” nella sede Municipale – Berceto.

Berceto, l'acqua pubblica è tornata alla gestione del Comune

Luigi Lucchi Sindaco di Berceto

Bravo Luigi! L'acqua è della montagna e dei suoi abitanti non delle multiutility. Un esempio del ritorno ai servizi pubblici. Basta con le privatizzazioni sconsiderate dei beni e dei servizi. Lucchi, potresti essere un ottimo prossimo Sindaco di Parma. Hai dimostrato sul campo in mezzo a tantissime difficoltà che sei il Sindaco dei cittadini e non di interessi privati. LB

Alla fine, il Sindaco Luigi Lucchi è arrivato dove voleva e dove hanno voluto i suoi concittadini, che si sono espressi nel tempo con dei veri e propri plebisciti: l'acqua delle utenze pubbliche e private del suo comune sono tornate ad essere gestite in modo esclusivo direttamente dal Comune, dai tecnici comunali, uscendo dalla compagine della multiutility locale Montagna 2000 SpA, senza intermediazioni di privati o forme di aggregazione pubblico-private. Una battaglia durata anni, che non ha visto esclusioni di colpi, da parte della potentissima lobby della privatizzazione delle acque e della gestione attraverso società o strutture che vedono la presenza di privati o di multinazionali, spesso quotate in borsa.

AUTOCISA (A15) SCIPPATA A PARMA. SILENZIO TOTALE DEI POLITICANTI "VENDUTI"

Signor direttore,

probabilmente, pur essendo un lettore attento e interessato alle notizie di Parma e Provincia, mi è sfuggita la notizia che il glorioso marchio dell’autostrada A15, autocamionale della Cisa, è destinato a scomparire. Questa società, nata per la lungimiranza di amministratori pubblici di Parma e delle diverse Province interessate alla sua realizzazione, come motore di sviluppo, si spegne nell’indifferenza dell’attuale classe politica. Nel recente passato tutti gli amministratori pubblici, per fare cassa, sono corsi a vendere le azioni seguendo indicazioni dei Governi che svendono, a loro volta, l’Italia.

Berceto: "San Francesco in meditazione" capolavoro di Francisco De Zurbaran

San Francesco in meditazione
BERCETO
(PR) - In corrispondenza con le manifestazioni per il Quarto centenario della morte di Caravaggio che sono in corso in Italia e all'estero, il Comune di Berceto (Parma), ha l'onore di presentare dal 27 al 30 Agosto presso il Duomo di San Moderanno un dipinto di San Francesco in meditazione, capolavoro  del Sivigliano Francisco De Zurbaran (Fuentes de Cantos  1598-Madrid 1664),  pittore dell'anima, tutto ombre e turbamenti famoso per i suoi frati misteriosi e ascetici.

Questa è una occasione unica e rara per confrontare Caravaggio,il genio della luce italiano, con l'artista spagnolo Zurbaran, definito dal Longhi e dalla critica successiva "il Caravaggio Spagnolo"

La tela  rappresenta un magnifico San Francesco inginocchiato: il viso del santo resta nell'ombra, la luce cade sul teschio tra le sue mani e la massa della veste è come una scultura autonoma anche se l'effetto è meno tragico che quello del San Francesco della National Gallery di Londra.

 FRANCISCO DE ZURBARAN (Fuente de Cantos 1598-Madrid 1664)

San Francesco in meditazione
Olio su tela cm 123.5 x 89

Zurbaran inizia come apprendista nella città di Siviglia dove conosce Pacheco e diventa

amico di Velasquez. Nei primi anni di attività vive a Llerena, ma nel 1626 riceve un primo importante incarico a Siviglia: dipingere il ciclo di San Pablo El Real .

Nel 1629 si stabilisce a Siviglia dove lavora per la cattedrale e per diversi ordini religiosi (francescani, domenicani e certosini).

Detrattori di professione

Signor direttore,

                            a volte, come Sindaco, dai detrattori di professione, che ci sono e continuano ad esserci nonostante gli obiettivi successi raggiunti in questi pochi mesi, sono criticato perché a molte manifestazioni lascio rappresentare il Comune dagli assessori: Gabriella Brusini V. Sindaco in tutte le manifestazioni turistiche; Jasoni Daniela in tutte le iniziative legate alla politica sociale compreso l'inaugurazione delle autoambulanze; Irene Pivetti a tutto quanto concerne l'occupazione e la formazione professionale e Michele Bandini per tutte le iniziative del settore giovanile. In occasione di un raduno degli alpini il compito di portare la fascia tricolore è stato affidato, addirittura, ad un consigliere comunale; Claudio Donnini Alpino. Un amministratore, un sindaco, a mio avviso, è vincente se ha una squadra e una squadra che lavora con armonia. Fosse per me lascerei volentieri, essendo legale, i matrimoni civili al nostro poeta Franco Pesci che con la fascia tricolore farebbe la sua bella figura. In alcuni casi, invece, sono criticato perché presiedo, come Sindaco, con la fascia tricolore. E' successo oggi durante la Santa Messa concelebrata da diversi sacerdoti e sua eccellenza il Vescovo per ricordare la loro ordinazione avvenuta 50 anni orsono.

INCONTRO DI TUTTI I SINDACI DELLA VAL BAGANZA

VENERDI' 18 SETTEMBRE IMPORTANTE INCONTRO DI TUTTI I SINDACI DELLA VAL BAGANZA (Berceto, Calestano, Terenzo, Sala Baganza, Felino, Parma) alle ore 16,30 a Berceto presso il RISTORANTE BACHER.

La Val Baganza a detta di Luigi Lucchi è la vallata più bella e selvaggia di tutta la Provincia, la Regione. Ha caratteristiche affascinanti e per questo nei programmi dell'Amministrazione Comunale di Berceto è ai primi posti tra i progetti di largo respiro, sovracomunali che si vogliono seguire con attenzione coinvolgendo tutte le amministrazioni interessate. Una vallata che può essere valorizzata per motivi turistici tenuto conto delle sue peculiarità e unicità come i Salti del Diavolo, la tradizione del tartufo nero di Fragno, le produzioni tipiche di Sala Baganza e Felino: la bellezza dei suoi borghi. Già tradizionalmente la Val Baganza ha una naturalità diffusa preservata dai suoi laboriosi abitanti. Oggi questo è un valore da accrescere per poterne beneficiare tutti. Si parla, infatti, di rendere tutto balneabile il Torrente Baganza, di realizzare piani di recupero per i paesi e borghi e soprattutto di stipulare intese di programma tra i diversi Comuni per realizzare progetti sovracomunali. Un primo e importante passo per arrivare, come sulle Alpi, all'identità di Vallata.

Un modo moderno per amministrare senza essere ingabbiati in Enti e formule già obsolete come le Comunità Montane e le Unioni dei Comuni. Un rapporto corretto, inoltre tra i luoghi delle sorgenti (Berceto) e la foce (Parma).

A ricordo di Walter Gaibazzi

Berceto, 05 Settembre 2009

Carissimi,

Walter Gaibazzi è stato un amico, un amico di tutti i bercetesi e questo non deve essere stato semplice neppure per Lui che sapeva portare la concordia ed il rispetto fra le persone come nessun altro.

Berceto è stato sempre la sua casa e in casa ci si può rilassare, si smettono i panni del "lavoro", si cercano tranquillità e serenità.

E' stato importante per Berceto avere Walter Gaibazzi ma è stato importante anche per Parma, dove ha potuto far apprezzare le sue doti di studioso, di uomo di cultura e di lungimirante uomo di "governo". Viene ricordato in tutta Italia tra gli uomini di legge e gli studiosi del diritto.

Abbiamo piacere, come Amministrazione di Berceto, con l'indispensabile aiuto della Banca del Monte di Parma e della Fondazione Monte di Parma, di poter continuare a ricordarlo nel Duomo di Berceto alla vigilia di un'importante Festa religiosa come quella della Madonna delle Grazie.

Si ricorda con un concerto di musica classica che rileva la Sua passione per il bel canto.

Quest'anno, poi, uscendo dalla Chiesa lo sguardo può correre verso il Fortino di Maria Luigia, recentemente illuminato, sapendo che un desiderio di Walter era quello di poter tornare, dal balcone della Sua casa, in Piazza Micheli, rivedere il Fortino che era, da alcuni decenni, nascosto alla vista a causa di pini rigogliosi che, togliendolo dallo sguardo, ne cancellavano il ricordo.

Con l'aiuto di tutti cercheremo di legare maggiormente, in futuro, il nome di Walter Gaibazzi a Berceto immaginando giorni di studio e specializzazione delle giovani leve europee che si cimentano nell'apprendimento del diritto.

Siamo certi che ognuno di Voi farà di tutto per essere presente a questa "rimpatriata" degli amici di Walter e per questo Vi ringraziamo.

L’AMMINISTRAZIONE LUCCHI OSANNATA A GHIARE

BERCETO (PR) - L'Amministrazione Lucchi coerente con il discorso d'investitura del 28 giugno: "SIAMO E SAREMO UN'AMMINISTRAZIONE DI STRADA E IN STRADA SEMPRE TRA LA GENTE, LE PERSONE, I NOSTRI COMPAESANI" ha tenuto, questa sera 15 luglio la prima Assemblea Consigliare a Ghiare di Berceto per dialogare con gli abitanti del Fondovalle, dare informazioni e ricevere consigli. L'Assemblea Consigliare è una modalità mai usata né nel Comune di Berceto, né altrove. Non è un vero e proprio Consiglio Comunale perché non si assumono atti deliberativi, non si vota, ma il tutto è verbalizzato da una segretaria del Comune e può essere il canovaccio per successive delibere di Giunta e di Consiglio e soprattutto hanno diritto di parola i cittadini.

LUIGI LUCCHI SINDACO

TANTO, TANTO ENTUSIASMO E NESSUN FESTEGGIAMENTO.

Gli elettori del Comune di Berceto mi hanno eletto loro Sindaco e la proclamazione ufficiale da parte di Francesco Raschi presidente del seggio n.1 è avvenuta alle ore 23,23 dell'8 giugno.

E' arrivato a compimento una lunga marcia iniziata il 12 febbraio del 1972, quando ho iniziato ad interessarmi pubblicamente di Berceto, e proprio per questo ho ritenuto opportuno non fare i legittimi festeggiamenti. Tanta tenacia, infatti, merita d'essere espressa al meglio e per tutte le persone del Comune non solo di una parte. Non può essere vanificata "dall'arlia". Il mio impegno, per davvero, sarà totale per far crescere il mio paese e contribuire a percorrere la giusta strada che vuole il cambiamento che ci siamo prefissati: da Comune a Comunità.

Lo faremo con lo spirito racchiuso in questo slogan: "RICORDARE CON GRATITUDINE IL PASSATO, VIVERE CON PASSIONE IL PRESENTE E APRIRSI CON FIDUCIA AL FUTURO"

Un risultato positivo ha sempre tanti padri e madri e proprio per questo in primis, insieme agli elettori, ho gratitudine per quanti mi hanno dato fiducia entrando nella mia lista.

Tra questi un profondo sentimento di gratitudine e stima è indirizzato a quanti non hanno la gioia di vedere premiato il loro sforzo, veramente indispensabile, con l'elezione a consigliere.

Una squadra, però, una vera squadra, come quella che s'è formata in questi mesi intorno alla mia persona, non si riduce, non si restringe.

Tutti sappiamo che continueranno, insieme con tutti, dare il loro contributo perché per il Sindaco, eletti o non eletti, sono preziosi consiglieri e la loro opinione sarà sempre presa in considerazione com'è avvenuto in questi mesi.

FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE

Mercoledì 13 maggio per gli incontri di preparazione amministrativa che si sono già svolti, ogni mercoledì, su diversi filoni amministrativi, riguardanti solo i candidati della lista IDEE E TENACIA di Luigi Lucchi, presso la sala conferenze di Strada Romea è in programma un incontro sull'energia rinnovabile. SARA' PRESENTE, COME DOCENTE, IL Prof. Francesco Giusiano dell'Università di Parma. All'incontro, oltre i candidati vi prenderanno parte esperti finanziari e direttori delle ditte leader nel settore come la Qubiq di Bolzano. L'argomento, infatti, dal candidato Sindaco Luigi Lucchi è ritenuto di vitale importanza per poter, come desidera, rimpinguare le entrate del Comune di Berceto oggi esangue. La produzione d'energia, infatti, per Luigi Lucchi deve essere soprattutto pubblica per dare benefici diretti ad ogni abitante del Comune. Luigi Lucchi è l'unico candidato che ha iniziato, da diverse settimane ad organizzare questi "corsi" accelerati di pratiche amministrative. Si svolgeranno ogni mercoledì anche dopo il voto del 6 e 7 giugno.

UNA FESTA. UNA GRANDE FESTA

Per Luigi Lucchi, candidato sindaco e i suoi 12 candidati la presentazione ufficiale agli elettori che è fissata per sabato 9 alle ore 20,30 nella sala conferenze dell'ex Palazzo del Comune in Strada Romea 5, è una festa, una grande festa.

Stare con la gente, ascoltarli, esprimere le proprie idee è il bello della politica e domani sera a detta di Luigi Lucchi risulterà tutto molto gradevole, per nulla noioso perché la gente semplice usa un linguaggio semplice e chiaro.

La campagna elettorale, che in definitiva, pur essendo, per Luigi Lucchi, iniziata il 30 ottobre, inizia a tutti gli effetti domani sera con la presentazione della lista agli elettori, è il momento alto della democrazia.

Non deve, proprio per questo, essere svilita da cattiverie, insulti ma tutto, secondo uno stile di buon gusto e di responsabilità che chi si candida alla cosa pubblica deve avere, deve svolgersi in modo corretto per permettere agli elettori di conoscere e valutare. Questo stile di Lucchi sta contaminando tutti  i contendenti e probabilmente, nonostante la presenza di 5 liste, a Berceto ci sarà una campagna elettorale corretta.

Luigi Lucchi presenta nell'ordine assunto in lista:

BRUSINI MARIA DETTA GABRIELLA

JASONI NADIA

ZOPPI  ENRICA

ABLONDI ROBERTO

BERNINI ROCCO

BANDINI MICHELE

CONSIGLI CIRIACO

DONNINI CLAUDIO

FRANCESCHINI LUCA

FRANCESCHINI MARCO

HUSSAIN AKIL

PESCI FRANCO

COMIZI

Tutti affermano che la televisione, i moderni mezzi di comunicazione hanno obbligato i politici a cambiare strategia, a rinunciare, ad esempio, ai tradizionali comizi.

Ritengo, invece, che la fine dei modi tradizionali di fare politica sia dovuto all'assenza di veri politici. D'appassionati di politica.

Un politico, infatti, avendo ideali, dando voce allo spirito, desidera farsi ascoltare, guardare la gente negli occhi, stringere mani, ascoltare i cittadini, stare con la gente.

Proprio per questo, ritenendomi, da sempre, un grande appassionato di politica, nella mia campagna elettorale, come candidato sindaco di Berceto, utilizzo i mezzi tradizionali: giornalini, ciclostilati, volantini, manifesti, locandine e soprattutto parlo con tutti e ascolto tutti.

Nessuno, per un politico vero, può restare indifferente al suo messaggio, alla sua idea di futuro e il desiderio è d'essere votato e sostenuto da tutti. Soffre se intorno a lui si crea indifferenza, se non è ascoltato, se è osteggiato e combattuto con metodi che non siano politici. Il comizio parrebbe il mezzo più obsoleto della politica e invece lo ritengo un modo validissimo per farsi conoscere, per illustrare le proprie idee, il proprio programma, la propria visione di futuro.Con questa convinzione, unico candidato, ho messo in scaletta ben DUE comizi:

SABATO 25 APRILE ORE 17,30 PIAZZA SAN MODERANNO A BERCETO E DOMENICA 26 APRILE ORE 11,50 PIAZZA DELLA STAZIONE A GHIARE DI BERCETO

GRANDE SUCCESSO A BERCETO ALL’INCONTRO ORGANIZZATO DA LUIGI LUCCHI

Un paese costruisce il suo futuro con le idee e il confronto,  per questo è importante la presenza di tutti, perché la partecipazione è lo strumento del cambiamento. Non è uno slogan ma un vero e proprio dato di fatto. Ieri pomeriggio infatti a Berceto il pubblico non è mancato e  ha fatto sentire la sua calorosa presenza all'appuntamento organizzato dal candidato sindaco Luigi Lucchi  presso lo storico Salone dei Giovani. Al dibattito confronto, a cui hanno partecipato circa trecento persone, tra bercetesi e non, hanno partecipato in veste di animatori i giornalisti Mario Cobellini , Camillo Langone e Donatella Dall'Argine. L'iniziativa ha riscosso grande successo e tanti presenti sono intervenuti ad intervistare il candidato e ad esprimere la propria opinione, sono stati proiettati vecchi servizi rai ed altre emittenti nazionali riguardanti il periodo felice del "Paese di montagna più vicino al mare", particolarmente commoventi le immagini del gemellaggio con la riserva del Sud Dakota Peiuta Raka. <E' doveroso , visto l'affetto, l'entusiasmo e il consenso che circonda la mia candidatura in tutta la popolazione del Comune- ha spiegato Lucchi- ringraziare tutti i miei compaesani presenti. Mi sento più che in qualsiasi altra occasione spronato a dare il massimo per il nostro paese. Insieme realizzeremo un grande programma di cambiamento.Oggi sono qui per ascoltare le idee e proposte dei nostri villeggianti, perché Berceto possa diventare un paese turistico a tutti gli effetti garantendo ulteriori cento posti di lavoro>.    

BERCETO 18 e 19 APRILE

LA DUE GIORNI DI LUIGI LUCCHI CANDIDATO SINDACO 18 e 19 aprile

     Ho ideato diverse cose, pur nella ristrettezza dei mezzi economici. Sabato 18, ad esempio, sia a pranzo che a cena tutti i ristoranti del Capoluogo proporranno uno speciale menù che esalta la nostra buona cucina a 20 euro. Le pizzerie dalle ore 19 proporranno la buona pizza con bibita a  10 euro. La serata, poi, con musica anni 80 e festa della birra può essere trascorsa presso il rinomato circolo Arci tra i disegni di Otello Bernini. Ci sarà, infatti, alle 22, l'inaugurazione di questa anteprima. Una mostra che nella sua completezza sarà allestita a Parma nel 2010. Quanti verranno a Berceto alle 16, nel Salone dei Giovani, potranno dire la loro in una discussione sul passato,  presente e futuro di Berceto. Il dibattito, il confronto, è animato da giornalisti della RAI come Mario Cobellini e Pierpaolo Cattozzi e della carta stampata come Camillo Langone e Donatella Dall'Argine. Verrà anche proiettato un breve filmato di Pierpaolo Pessini che riproporrà, tra l'altro, i servizi che un tempo Berceto, meritava nei TG Rai.

     Nella Giornata di domenica 19, invece, riporto alla ribalta un metodo politico desueto: il Comizio. Alle 11,50 nella Piazza della Stazione di Ghiare e alle 17, durante l'intervallo della festa  danzante con l'orchestra Gabriele Zilioli , a Berceto in Piazza San Moderanno.

Osservazioni alla variante del PSC

Bercelo,11 aprile, 2009

Ill.mo signor Presidente della Provincia
Dott. Vincenzo Bernazzoli

Ill.mo Signor Sindaco
Lodovico Bigliardi
Via Marconi
43100 Parma

Oggetto: Osservazioni alla variante del PSC pubblicata sul BUR l'11 febbraio 2009

Signor Presidente,

                                 il sottoscritto Luigi Lucchi, cittadino di Berceto, ritiene molto scorretto l'eventuale approvazione della consistente variante al PSC, in una seduta del Consiglio Comunale, appena prima della scadenza di legge.

I termini per presentare le osservazioni, in pratica, scadono il 12 aprile, Pasqua, e le stesse potranno iniziare ad essere valutate solo dal giorno 14 dall'ufficio tecnico comunale, dai tecnici incaricati e dall'Ufficio di Piano della Provincia. Obiettivamente si farebbe tutto troppo affrettato dando adito, tra la popolazione, alle voci, credo inconsistenti e di rito, d'interessi inconfessabili, dell'Amministrazione Comunale. Non è un bell'agire delle Istituzioni ipotecare l'Amministrazione che potrà essere liberamente scelta con il voto del 6 e 7 Giugno tanto più che l'attuale Sindaco e molti componenti dell'attuale Amministrazione hanno dichiarato pubblicamente che non si ripresenteranno alla scelta del voto.

Entrando nel merito, oltre a quanto allegato, faccio presente che manca il POC, che molte perimetrazioni sono errate, che diverse carte riportano la stessa numerazione rendendo difficile la loro lettura.

Manca, inoltre, l'individuazione di un area artigianale, meglio l'ampliamento, come propongo, con la presente, dell'area di Cattaia.

SCORRETTEZZE DELL'AMMINISTRAZIONE DI BERCETO

Signor direttore,

                           il detto popolare che il pesce puzza dalla testa, alludendo che il cattivo esempio inizia dall'alto, è vero. Chi si trova ad amministrare, ad esempio, un piccolo Comune e non ha la necessità di fare carriera politica, assumere compromessi, compiacere i capipartito ecc. dovrebbe, a rigor di logica, operare unicamente nell'interesse dei suoi amministrati con grande correttezza. Questo spesso non avviene e a discolpa si può portare proprio l'esempio che riceve dalla classe politica definita, con spregio, la casta. Ci sono, poi, idealisti come me che credono che il cambiamento possa venire dal basso e giudicano gravi le azioni scorrette, anche se non illegali (siamo in Italia), che si compiono soprattutto nei piccoli Comuni.  Porto l'esempio di Berceto e anche se non voglio generalizzare, sono convinto che sia un andazzo, in quest'anno di elezioni amministrative, diffuso. Ebbene le sedute di Consigli Comunali in scadenza, le ultime sedute, proprio anche l'ultima, sono usate unicamente per compiere atti amministrativi "scorretti". Si rinnovano, ad esempio, le convenzioni, anche quelle che scadrebbero tra un anno o due, per i prossimi cinque anni.

Pessime condizioni della Strada della Cisa

Berceto, 11 aprile, 2009

Oggetto: Lavori appaltati sulla Strada della Cisa nel tratto Piantonia Passo Cisa

Denuncia delle pessime condizioni della Strada.

Signor Prefetto di Parma,

chi scrive è Luigi Lucchi Presidente dell'associazione non - profit Strada della Cisa. Nonostante il meritorio impegno del capo di compartimento Anas di Bologna e dei suoi collaboratori; nonostante l'interesse del Presidente della Provincia e dell'Assessore Ugo Danni, i lavori stanziati e assegnati per un importo di 1,4 milioni di euro, per i primi interventi urgenti sulla Strada della Cisa, non iniziano. Nel contempo alcune gravi situazioni come il muro di sostegno in loc. Case Brusini a Berceto, il manto stradale, i muretti e i guard-rail, sono notevolmente peggiorate anche per il cattivo inverno. La Strada, praticamente, per la pericolosità che s'è venuta a creare, andrebbe chiusa al traffico dei non residenti.

LUCCHI CHIUDE LA POLEMICA

BERCETO (PR) Non mi interessa nulla fare polemica sul passato. Del resto se la gente mi voterà vuol significare che esprime un giudizio negativo su quanti hanno costruito, per Berceto e la sua gente, quel passato e questo presente. Mi vota per cambiare. Ho idee, tenacia e proposte realistiche. Proprio per questo chiedo al Sindaco, nella seduta del Consiglio Comunale del 14 aprile,  di proporre e votare un ordine del giorno in favore della caserma della Polizia Stradale di Berceto. Si chieda, insomma, all'Autocamionale s.p.a, di costruire una caserma nuova a Berceto, come fatto a Pontremoli, per garantire un celere servizio di pattugliamento sull'A15 nel tratto più impegnativo (viadotti, gallerie, cattivo tempo ecc.) Si chieda di ridimensionare il progetto di un'unica caserma della Polstrada a Pontetaro. L'Autocamionale s.p.a, o le società del suo azionista di maggioranza, Marcellino Gavio, tra l'altro, hanno la proprietà dell'ex albergo Foresta di Bard che hanno utilizzato come mensa e foresteria per gli operai durante i lavori di ammodernamento dell'A15, ora, potrebbero trasformarlo in una accogliente caserma della Polstrada, lasciare a Berceto gli attuali 29 poliziotti e aumentarli.

Perdere ulteriori 29 persone con le loro famiglie sarebbe una iattura per Berceto. E' il Consiglio Comunale che deve assumersi le sue responsabilità e lo deve fare presto perché gli altri, in primis il Comune di Noceto, non dormono. Luigi Lucchi

BERCETO NON HA LA CARTA DI PERICOLOSITA' SISMICA

BERCETO, NONOSTANTE L'ABRUZZO NON HA LA CARTA DI PERICOLOSITA' SISMICA CHE E' OBBLIGATORIA PER LEGGE

La popolazione di Berceto, come tutto il popolo italiano, vive nella mestizia queste giornate di Pasqua per la tragedia che ha colpito l'Abruzzo. In occasione dell'adunata Nazionale Alpini a Parma, tra l'altro, le delegazioni Alpini dell'Abruzzo, erano proprio dislocate a Berceto e anche se per pochi giorni c'è stato modo di stringere un legame d'amicizia e rispetto con la gente dell'antico Borgo dei Rossi. Questo motivo ha indotto l'ex capo gruppo degli alpini di Berceto; Sergio Bettoni, nell'occasione della sua festa d'addio come consigliere comunale il 14 aprile alle ore 22 al termine del Consiglio Comunale, a ideare una colletta per raccogliere fondi da consegnare all'assessore provinciale alla protezione civile Gabriele Ferrari per destinarli alle popolazioni colpite dal terremoto.

MANIFESTAZIONE PER I POSTI DI LAVORO

Pur non avendo, al momento, nessun ruolo politico ho preso parte alla manifestazione di questa mattina a Bedonia. Anche la mia presenza, come quella di tanti altri, vuole testimoniare che un posto di lavoro, in montagna, andrebbe difeso anche a "boccate" tanto è importante, prezioso. Oggi sono in discussione tutti i posti di lavoro delle poche fabbriche della nostra montagna e una fabbrica; La Berceto Factory, pur nel silenzio assordante di tutti, ha chiuso definitivamente, l'8 ottobre 2008 lasciando a casa 15 dipendenti. Ho sempre pensato che il vero Stato Sociale, il più importante, inizia nel dare lavoro a tutti. Oggi, però, non serve la retorica e neppure il tentativo di fare carriera politica sui drammi degli altri. Non serve neppure la polemica anche se questo buonismo che vuole tutti i gatti grigi non rende giustizia a quanti si sono sempre battuti, rimettendoci del proprio, per portare sviluppo in montagna, per tracciare nuove strade. Oggi serve non permettere la chiusura delle fabbriche di montagna indipendentemente da quanto e cosa producono. Poi, ottenuto questo risultato, la politica torni a fare la nobile politica, si impegni a riqualificare le maestranze, a diversificare la produzione, a dare  e sostenere indirizzi produttivi moderni e necessari sostenendoli.

Luigi Lucchi

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">

Condividi contenuti