Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Padova

Padova

Greenpeace: “Vicenza, Padova e Verona esposte a Pfas: falde a rischio contaminazione”

Il rapporto della ong ‘Come i Pfc entrano nel nostro corpo’ esamina i livelli di inquinamento di Italia, Ohio-West Virginia (Usa), Olanda e Cina. Nel nostro Paese, l’area critica si estende per circa 150 chilometri quadrati e ricade proprio nelle tre provincie venete. Al centro la produzione di composti chimici pericolosi, come i Pfc

Luisiana Gaita

In Italia, tra le province di Vicenza, Padova e Verona sono 350-400mila le persone potenzialmente a rischio per l’inquinamento diffuso nell’ambiente e la conseguente contaminazione delle falde di acqua potabile dovuti alla produzione di composti chimici pericolosi, come i Pfc (composti poli e perfluorurati). Greenpeaceha pubblicato il rapporto ‘Come i Pfc entrano nel nostro corpo’ che identifica quattro aree del mondo, esaminandone il livello di inquinamento. Il dossier esamina i casi di Italia, Ohio-West Virginia (Usa), Olanda, Cina. Nel nostro Paese, l’area interessata dalla contaminazione si estende per circa 150 chilometri quadrati e ricade proprio nelle tre province venete, dove le popolazioni sono esposte ai Pfas (sostanze perfluoroalchiliche) e ad altri Pfc che vengono prodotti in alcuni impianti di quelle zone.

Lav, Tribunale Padova condanna responsabile circo Circo Medrano a 8 mesi

CIRCO MEDRANO: TRIBUNALE DI PADOVA CONDANNA IL RESPONSABILE DEL CIRCO A OTTO MESI PER MALTRATTAMENTO ANIMALI, PER AVER CAGIONATO AGLI ANIMALI “LESIONI PSICO-FISICHE” E AVERLI SOTTOPOSTI “A COMPORTAMENTI INCOMPATIBILI CON LE LORO CARATTERISTICHE ETOLOGICHE” 

Il Tribunale di Padova ha condannato A.C., titolare del Circo Medrano a otto mesi, con sospensione della pena, per maltrattamento animali ai sensi dell’articolo 544 ter del Codice Penale perché “senza necessità, cagionava lesioni psico-fisiche ad animali anche esotici ricoverati presso lo stesso circo dato che li sottoponeva a comportamenti incompatibili con le loro caratteristiche etologiche”. 

Siamo molto soddisfatti – afferma la LAV, parte civile nel procedimento – questa sentenza rende finalmente giustizia agli animali coinvolti e rappresenta la conclusione dell’attività congiunta di più associazioni, iniziata a dicembre del 2012 durante l’attendamento del Medrano a Padova, quando i sopralluoghi effettuati dai volontari prima e le ispezioni ufficiali poi, rivelarono condizioni di detenzione assolutamente inadeguate alle caratteristiche etologiche degli animali al seguito del circo”. 

La sinergia tra volontari della LAV di Padova e Guardie Zoofile LAC, supportati della sede nazionale LAV e dal materiale fornito da Animal Amnesty, frutto di precedenti investigazioni, permise infatti l’inizio del procedimento giudiziario.

 

Abano Terme, arrestato sindaco appena eletto. E' accusato di corruzione

La "Tangentopoli delle terme" riguarda un presunto giro di tangenti per la manutenzione del verde e altri reati legati alle terme. Altri 4 arresti e 18 indagati a piede libero

PADOVA - Si trova in carcere il sindaco di Abano Terme (Padova) Luca Claudio, eletto in una coalizione di liste civiche di centrodestra, con l'accusa di corruzione, concussione, induzione indebita. L'indagine, che sembra costituire una sorta di "Tangentopoli delle terme", e che ha portato all'alba di oggi al suo arresto prende le mosse dall'inchiesta aperta lo scorso anno dalla guardia di finanza per un giro di presunte tangenti sulla manutenzione del verde. Non solo. Svelerebbe un giro di 'bustarelle' ben più ampio e capace di coinvolgere l'edilizia, l'edilizia scolastica, la manutenzione e quasi tutti i settori della vita delle amministrazioni pubbliche.

In totale sono cinque le persone coinvolte dalle ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip ed eseguite alle prime ore dell'alba dalla guardia di finanza per il presunto giro di tangenti. Oltre al neo sindaco c'è un pubblico amministratore e tre imprenditori, tutti indagati a vario titolo per i reati di concussione, induzione indebita a dare o promettere utilità, corruzione e riciclaggio. Altri 18 soggetti sono indagati a piede libero nel medesimo procedimento penale. In corso anche 22 perquisizioni domiciliari e locali.

Fonte Link repubblica.it 

La Norma al Verdi di Padova – Intervista al Maestro Miccichè

Intervista al Maestro Paolo Miccichè, regista e visual director della “Norma” in scena al Teatro Verdi di Padova venerdì 16 e domenica 18 ottobre.

Paolo Miccichè, insegnante dell’ISSM “Franci” di Siena e pioniere nell’uso delle nuove tecnologie applicate agli spettacoli operistici, torna a Padova con uno dei suoi spettacoli più riusciti e apprezzati dal pubblico. Questa produzione, nata per la Washington National Opera su commissione di Placido Domingo nel 2003 e poi approdata al Teatro Carlo Felice di Genova, viene ora ripresa, diretta da Tiziano Severini, per il mini-circuito dei teatri di Padova, Bassano Rovigo con recite ad ottobre, novembre e dicembre prossimi.

Note Stonate dell'OPV - Orchestra di Padova e del Veneto

Lo scorso agosto 2014 è stato nominato Clive Britton come nuovo direttore artistico dell’ Orchestra di Padova e del Veneto dal CdA della fondazione che gestisce l’Orchestra, dopo il monopolio di Filippo Juvarra come consigliere artistico che ha programmato per circa 30 anni l’attività dell’ OPV. 

Considerata la data di insediamento di Britton, lui si è ritrovato con la stagione concertistica 2014-15 già realizzata dal suo predecessore. E quindi ha incominciato a lavorare per la successiva 2015-16.

A maggio 2015 è stata revocato dal CdA l’incarico a Britton -LINK- (di fatto non è stato a Padova neanche un anno), dopo che aveva contattato nomi altisonanti come direttori (da Tate ad Ashkenazy) per la stagione 2015-16. 

Da allora si sono succedute varie voci su chi sarebbe stato il suo successore. Si faceva insistentemente il nome del direttore d’orchestra Marco Angius, gradito all’orchestra e sostenuto dall’esterno da Juvarra. 

La decisione del CdA sul da farsi si è sbloccata solamente a metà settembre: si è pensato ad un bando pubblico di ricerca per il nuovo direttore artistico.

Scadenza per le domande da parte degli interessati: 23 settembre.

Hanno fatto domanda in 36, e nessuno è stato sottoposto a colloquio.

La commissione giudicatrice del bando per il nuovo direttore artistico dell’OPV era composta da Leopoldo Armellini, Aldo Orvieto e Paolo Cattelan (il primo direttore e gli altri due docenti del Conservatorio di Padova).

La Commissione ha “valutato”  esclusivamente curricula arrivati e ha proceduto immediatamente alla decisione finale. 

Il 24 settembre (il giorno dopo la scadenza del bando) il CdA ha deciso per la nomina di Marco Angius come nuovo direttore artistico e direttore musicale. 

OPV, Britton: «Ricorro all’autorità giudiziaria»

Il direttore artistico dell’Orchestra di Padova e del Veneto licenziato a sorpresa dal vicepresidente

PADOVA. «E adesso, povera orchestra» viene da dire attingendo dal titolo del romanzo di Hans Fallada (“E adesso pover uomo”).

Adesso, dopo il licenziamento del direttore artistico Clive Britton deciso dal vicepresidente Trolese senza consultare il consiglio di amministrazione e quindi mettendo in atto un’iniziativa giuridicamente piuttosto opaca, l’Orchestra di Padova e del Veneto è allo sbando, senza nocchiero rischia di infrangersi contro gli scogli, Palinuro è già affogato. Il 27 aprile scorso Britton-Palinuro presenta la stagione concertistica 2015-2016 che riceve unanime apprezzamento e l’appoggio finanziario della Fondazione Cassa di Risparmio. Si punta al rilancio anche internazionale di un organismo asfittico, polveroso, bisognoso di innovazione. Tra l’altro ricorre il cinquantennio dalla nascita di Opv. Il pianista inglese Britton coinvolge artisti celebri come Radu Lupu, Reinhard Goebel, Vladimir Ashkenazy.

«La stagione è stata costruita» dice Britton «su tre principi fondamentali: lo sviluppo tecnico/artistico dell’organico; l’approfondimento degli aspetti esecutivi ed interpretativi del repertorio; la realizzazione di un lavoro costruttivo tra l’orchestra ed un eventuale direttore stabile per il futuro (attualmente l’orchestra non ha un direttore).

Questa è guerra! 100 anni di Conflitti messi a fuoco dalla Fotografia Padova Palazzo Del Monte di Pietà

Questa è guerra! racconta un secolo di guerre attraverso 120 immagini , selezionate da Walter Guadagnini, tra le più emblematiche dei diversi conflitti. 
Questa è guerra! Si può ammirare a Padova, in Palazzo del Monte di Pietà, dal 28 febbraio al 31 maggio 2015, per iniziativa della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

L'’invenzione della fotografia cambia radicalmente la rappresentazione della guerra: il racconto diventa soprattutto immagine, sintesi, evidenza, emozione, con una diffusone planetaria prima inimmaginabile. La Grande Guerra, la Guerra Civile Spagnola, la Seconda Guerra Mondiale, il Vietnam producono reportages leggendari come quelli di Capa, Cartier-Bresson, Jones Griffiths. Le guerre recenti, in ex-Jugoslavia, Afghanistan, Iraq e quelle contemporanee e ancora in corso in Congo, Libia, Palestina, Sudan, sono testimoniate sempre più da cittadini-reporter. La guerra cambia e la fotografia guarda ad essa con occhi diversi. Questa mostra forte e appassionante documenta in quali modi la fotografia ha raccontato i grandi conflitti del passato e come racconta quelli di oggi. In un percorso ricco, ben documentato, attivamente coinvolgente.

La mostra – la prima del genere in Italia – presenta alcune caratteristiche particolari, che la rendono un evento in grado di attirare l'attenzione di un vasto pubblico di appassionati non solo di fotografia, ma anche di storia e di costume. 

Arte Padova 2013

Arte Padova 2013 Eventi a Padova

La XXIV edizione di Arte Padova, Mostra Mercato di Arte Moderna e Contemporanea, avrà luogo nel quartiere fieristico di Padova da venerdì 15 a lunedì 18 novembre 2013, preceduta dalla consueta inaugurazione su invito giovedì 14 novembre alle ore 18.

Cinque giorni all’insegna della cultura e dell’investimento nell’arte attesi ogni anno da un numero considerevole di operatori, visitatori, investitori e collezionisti provenienti da ogni angolo di Italia ed Europa. 160 espositori, selezionati tra le più importanti e rinomate gallerie d’arte nazionali, e tra i migliori artisti italiani e stranieri, offriranno a tutti gli appassionati una antologia di opere come sempre di altissimo livello.

Sarà così possibile passeggiare tra assoluti e intramontabili capolavori dell’arte quali Accardi, Afro, Arman, Baj, Balla, Boetti, Burri, Carrà, Christo, Clemente, De Chirico, De Pisis, Dorazio, Fontana, Guttuso, Haring, Hartung, Klee, Magritte, Mathieu, Matta, Morandi, Picasso, Pistoletto, Rosai, Rotella, Santomaso, Sassu, Schifano, Sironi, Soffici, Soldati, Tamburri, Vasarely, Vedova, Warhol, Wesselmann e molti altri, fino ad approdare all’arte di attualità e alle inedite sperimentazioni degli artisti contemporanei racchiuse nei video, nelle installazioni, nelle fotografie o in una performance dal vivo. I visitatori avranno l’opportunità, all’interno dei padiglioni 7 e 8, di percorrere molteplici itinerari visivi spaziando tra le più importanti correnti artistiche: partendo da Futurismo, Astrattismo e Metafisica, passando poi a Pop Art, Informale e Arte concettuale, essi potranno addentrarsi sino alle ultime tendenze dell’arte attuale.

BORSA DEL TURISMO RELIGIOSO INTERNAZIONALE 2016: A OTTOBRE A PADOVA LA SECONDA EDIZIONE

Borsa Turismo Religioso 2016

Alla presenza di 60 buyer nazionali ed europei, si terrà a Padova dall'8 all'11 ottobre 2016 la seconda edizione della manifestazione che chiama a raccolta i più importanti operatori che si occupano di turismo religioso, culturale ed artistico. Tra gli appuntamenti in programma, di particolare importanza il workshop “Italy and the World” aperto all'offerta italiana ed estera 

Promossa dal Comune di Padova (che ha fortemente voluto riproporre la manifestazione in città, con un finanziamento pari a quello già impegnato per la prima edizione) e realizzata da Rete System srl con il patrocinio della Diocesi di Padova, dell’Enit-Agenzia Nazionale del Turismo, oltre a quello delle maggiori Associazioni di Categoria del Veneto (Confturismo Confcommercio, Federturismo Confindustria, Assoturismo Confesercenti), parte la seconda  edizione della manifestazione vuole riunire sotto un unico tetto i più importanti operatori – italiani e internazionali - impegnati in questo particolare segmento turistico.

MAXI PROCESSO SUL TRAFFICO CUCCIOLI SI TERRA’ MARTEDI’ 23 FEBBRAIO 2016 PRESSO IL TRIBUNALE DI PADOVA. Presentazione del libro LA FABBRICA DEI CUCCIOLI

PADOVAALLA VIGILIA DEL MAXI PROCESSO SUL TRAFFICO CUCCIOLI CHE SI TERRA’ MARTEDI’ 23 FEBBRAIO PRESSO IL TRIBUNALE DI PADOVA: SABATO 20 FEBBRAIO (ORE 17:30 GALLERIA CAVOUR, PIAZZA CAVOUR 1) PRESENTAZIONE DEL LIBRO-REPORTAGE DELLA LAV“LA FABBRICA DEI CUCCIOLI. FERMIAMO IL TRAFFICO INTERNAZIONALE” 

Alla vigilia del maxi processo per traffico cuccioli che si terrà presso il Tribunale di Padova il 23 febbraio - processo che vede ben 12 persone rinviate a giudizio per associazione a delinquere di carattere transnazionale e altri reati connessi con il traffico cuccioli - la LAV organizza la presentazione del libro “La fabbrica dei cuccioli. Fermiamo il traffico internazionale”, scritto da Ilaria Innocenti, responsabile nazionale del Settore Cani e Gatti LAV e dalla giornalista Macri Puricelli: l’appuntamento è per sabato 20 febbraio, alle ore 17:30, alla Galleria Cavour (Padova). 

Il traffico dei cuccioli è un vero e proprio business. I trafficanti li acquistano per 30-50 euro e li rivendono nei Paesi dell’Europa occidentale a partire da 600 euro. Solo in Italia ne arrivano illegalmente circa 8mila ogni mese. Possono avere poche settimane di vita, essere privi di documenti e di vaccinazioni di legge. Magari malati o con tare genetiche. Nel business illegale, che si stima generi un affare da 300 milioni all’anno in tutta Europa, sono coinvolti gruppi di trafficanti organizzati.

ArtePadova 2011

10/11/2011 Arte Padova 2011
Mostra Mercato d'Arte Moderna e Contemporanea

Periodo: venerdì, sabato e domenica ore 10-20; lunedì ore 10-13______ 11-14 Novembre 2011

E’ in arrivo l’immancabile appuntamento autunnale con ArtePadova 2011: la XXII edizione dell’ormai storica Mostra Mercato dedicata all’Arte Moderna e Contemporanea verrà ufficialmente inaugurata giovedì 10 novembre alle ore 18:00 e sarà visitabile, da venerdì 11 a lunedì 14 novembre, all’interno dei rinnovati padiglioni 6, 7, 8 e 78 del quartiere fieristico di Padova.

La direzione artistica sta ultimando, proprio in questi giorni, il programma generale dell'evento e la relativa definizione delle gallerie nazionali e internazionali che vi prenderanno parte; la manifestazione sarà quest'anno vivacizzata da numerose novità quali, a esempio, l’ampliamento degli spazi espositivi grazie all’apertura del padiglione 6, che ospiterà le originali proposte delle gallerie e degli artisti emergenti; un'altra novità sarà poi rappresentata dal padiglione 78: esso sarà infatti esclusivamente dedicato al design contemporaneo, promuovendo così un inedito itinerario espositivo attraverso un settore ormai fortemente in crescita anche in Italia.

Sede:
Padova Fiere, pad. 6,7,8, 78 via Niccolò Tommaseo, Padova
Ingressi:
Ingresso pedonale via Niccolò Tommaseo
Ingresso auto via Goldoni Park Nord, cancello “E”

Side A - Side B. Visioni diverse di uno stesso mondo

Mostra collettiva - Da Giovedi 20 gennaio 2011 a Sabato 12 febbraio 2011

Lo Spazio Anna Breda via San Francesco, 35 - Padova presenta la mostra Side A - Side B a cura di Viviana Siviero; una doppia personale che vede l'incontro scontro fra Constantin Migliorini e Sonia Ceccotti e il cui titolo si riferisce alle vecchie musicassette, per sottolineare la natura delle due possibili letture della stessa realtà, differenti eppure complementari e dove il doppio gioca un ruolo chiave.

Due pensieri che si completano nella pittura così come nel quotidiano; Constantin Migliorini e Sonia Ceccotti sono una coppia nella vita, ma non un collettivo artistico. Questo li porta ad osservare e praticare esperienze comuni, che poi traducono in opere dallo stile personale ed inconfondibile.

Constantin Migliorini vive il corpo come una sorta di involucro limitante, di cui accentua la fisicità attraverso una pittura spessa, ricca di stratificazioni di materiali: olio ed acrilico con interventi di penna e pennarello su acetato che trasformano il "lato b" del corpo, il suo prediletto, in una sorta di grande pista da ballo per un turbinio di segni. Proprio ciò che l'artista considera limite dell'uomo, diviene sua caratteristica irrinunciabile e la pelle si trasforma in una specie di diario, le cui pagine necessitano di una nudità su cui sia possibile "scrivere" una storia dove i disegni sostituiscano le parole. Corpi magnificamente dipinti nei toni
lividi del sogno notturno.

Abbandonata, gattina muore di crepacuore

Cristina Salvato

(mattinodipadova 16 maggio 2010) ABANO (PD). Una povera micetta è morta d'infarto dopo essere stata abbandonata in uno scatolone. Un'azione crudele da parte dei proprietari, che l'ha fatta morire di crepacuore, lasciando soli e affamati quattro micetti nati da poche ore. Adesso la Lac cerca i proprietari, che rischiano una denuncia per abbandono e maltrattamento d'animali. La gattina nera, con il collarino al collo, era stata abbandonata nei pressi del parcheggio di via Calle Pace, dove vive da tempo una colonia di gatti randagi. Abbandonata perché i proprietari si sono accorti che stava partorendo. Certo hanno scelto di lasciarla in un luogo dove qualcuno di buon cuore potesse raccoglierla. Solo che l'abbandono e il parto le hanno causato un fortissimo stato di stress, che le è risultato fatale. «La volontaria che si occupa della colonia l'ha trovata verso le 9 di sera quando aveva avuto i piccoli da poco e se n'è presa cura - racconta Davide Garardo, presidente Lac - Purtroppo ha avuto un attacco epilettico ed è stato necessario correre dal veterinario». Qui la gatta poco dopo è morta per un attacco cardiaco. «Secondo il veterinario, il forte stato di stress dovuto al parto, all'abbandono e al ritrovarsi in un luogo sconosciuto le sono stati fatali - continua Garardo - Una vera crudeltà da parte dei proprietari».

 

Convegno: OGM: Scienza, Natura e Diritto

Cooperativa Sociale Radio Gamma 5

In collaborazione con
Salute & Ambiente e AGERNOVA
(Accademia Mediterranea per l'Agroecologia e la Vita)

 Domenica 9 maggio 2010 ore 9,30

Centro Congressi Alta Forum
Piazza Don Domenico Pianoro, Campodarsego (PD)

OGM: Scienza, Natura e Diritto

Programma

"Tutto il potere a Monsanto"
Maurizio Blondet
, Giornalista

"OGM e Salute: l'effetto della nutrizione con alimenti transgenici"
Marina Mariani,
Agronoma. Docente legislazione sanitaria, Politecnico del Commercio Milano

"Gli OGM sono inutili e dannosi. La pericolosità del DNA transgenico"
Pietro Perrino
, Dirigente di Ricerca CNR c/o l'Istituto di Genetica Vegetale di Bari

"Ogm: una minaccia per l´ambiente, l´agricoltura, la salute, la 
qualità dei prodotti agroalimentari"

Enrico Lucconi, Direttore ASSEME (Associazione Sementieri Mediterranei).

Ore 13: Pausa Pranzo

Detenuto si suicida in carcere a Padova. E' 13esimo nella struttura dall'inizio dell'anno

Giuseppe Sorrentino, 35 anni, si è impiccato alle sbarre della finestra
Era reduce da un lungo sciopero della fame, manifestava forti segni di disagio.
Il legale della vittima: "E' una morte annunciata, stava male da tempo
ma il direttore sanitario non ci credeva, ci disse: 'Finge'"

(repubblica.it) PADOVA - Un detenuto di 35 anni, Giuseppe Sorrentino, si è ucciso questa mattina nel carcere di Padova. L'uomo, che era in cella da solo, nella sezione 'protetti', si è impiccato alle sbarre della finestra del bagno, mentre gli altri detenuti erano fuori per l'ora d'aria. Sono stati proprio i compagni, dal cortile, ad accorgersi di ciò che stava accadendo e a dare l'allarme, ma quando gli agenti sono entrati in cella per soccorrerlo Sorrentino era già morto. E' il tredicesimo suicidio dall'inizio di quest'anno nel carcere veneto. Il legale della vittima: "Depresso da tempo, è stata una morte annunciata: non doveva rimanere là dentro".

Tumori: un super-raggio per «bruciarli» con i protoni

SARA' PIENAMENTE OPERATIVO NEL 2013. Apre il centro di adroterapia di Pavia. È il quarto al mondo. Servirà nei casi non operabili

(corriere.it) MILANO - È un super-raggio invisibile che arriva fin dentro il Dna delle cellule del tumore e lo distrugge. A produrlo è un complicato sistema di macchine acceleratrici e di linee di trasporto che portano, direttamente sul paziente in sala operatoria, fasci di particelle subatomiche, capaci di aggredire anche quel 5 per cento di tumori non operabili o resistenti alle normali radioterapie. La nuova terapia è adesso disponibile anche in Italia, a Pavia, dove è stato inaugurato ieri, alla presenza dei ministri Ferruccio Fazio, Giulio Tremonti e Umberto Bossi, il primo Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica (gli adroni sono appunto le particelle utilizzate, protoni e ioni di carbonio), il quarto al mondo, dopo quelli di Chiba e Hyogo, in Giappone, e di Heidelberg, in Germania.

"Tra falsi allarmi e rischi veri INFLUENZA SUINA: i salami siamo noi"

DOMENICA 8 NOVEMBRE 2009
Centro Congressi ALTA FORUM
Piazzetta Don Domenico Pianoro n° 7
Campodarsego (Pd)

"Tra falsi allarmi e rischi veri INFLUENZA SUINA: i salami siamo noi"

 ore 10.15 dott. Paolo Girotto "INFLUENZA SUINA: diciamoci la verità...tutta!"
medico veterinario omeopata, assessore all'agricoltura e ambiente

ore 11 dott. Roberto Gava "L'influenza H1N1 e la vaccinazione: criteri scientifici di orientamento".
medico chirurgo, spec. Cardiologia, farmacologia cl. e Tossicologia medica, omeopata

ore 11.45 dott. Maurizio Conte "L'altra faccia dei vaccini, l'esperienza di un pediatra e di tanti bambini".
medico pediatra, spec. omeopatia

ore 14.30  avv. Laura Migliorini "Facoltativa e obbligatorietà della vaccinazione: indennizzi e risarcimenti in caso di danno vaccinale?"

ore 15.15 dott. Lucia Caldogno Rasi "Rischi e benefici delle vaccinazioni. Danni al sistema immunitario
medico pediatra, spec. omeopatia unicista

ore 16 dott. Maurizio Blondet "Pandemie: perchè ci vogliono vaccinare?"
giornalista e saggista

ore 16.45 Marcello Pamio "Medicalizzazione della vita, come strumento di controllo delle masse?"
scrittore

ore 17.15 domande con il pubblico

INGRESSO LIBERO

Organizzato da Nexus Edizioni

La relazione Spirituale con il ns cane e il ns gatto”

Lunedì 19 ottobre 2009 ore 20.45
c/o sala
KURSAAL ad Abano Terme (Pd)
Via Pietro D'Abano n° 18

SERATA a tema:

"LA RELAZIONE SPIRITUALE  CON IL NS CANE E IL NS GATTO"
Relatore dott.  STEFANO CATTINELLI

- Saluto iniziale del ViceSindaco  dott. Andrea Cosentino -

Stefano Cattinelli si è laureato in medicina veterinaria nel 1991, è diplomato alla Scuola Superiore Internazionale di Medicina Veterinaria Omeopatica ed è esperto in Kinesiologia applicata e Fiori di Bach. Tiene corsi e seminari in tutta Italia.

Ha scritto due libri: "Amici fino in fondo" , edizioni AAMTerranuova e "L'eutanasia nel cane e nel gatto", Impronte di luce edizioni (uscito il 4 settembre 2009).
Ulteriori informazioni le trovate nel suo sito: www.stefanocattinelli.it

Iniziativa organizzata da    www.gaiacichiama.it - tel. 328.4414359

leggi anche: http://www.gaiacichiama.it/2008/09/13/il-cane-ed-il-gatto-due-grandi-sostenitori-della-nostra-crescita-interiore/

http://www.gaiacichiama.it/2008/12/07/la-relazione-uomo-animale-lomeopatia-come-primo-scalino-di-un-cammino-comune/

MANIFESTAZIONE CONTRO LA MEDICALIZZAZIONE DELLA SCUOLA

PADOVA - Sabato 16 maggio alle ore 10.30, il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani ha organizzato una manifestazione davanti al VII CONGRESSO NAZIONALE sul "Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività" in via Giustiniani 2.

Questo convegno è organizzato dall'AIDAI, un'associazione ideata e fondata dal gruppo del professor Cesare Cornoldi e dal Servizio di Neuropsichiatria dell'ASL di San Donà di Piave: tristemente famoso per la vicenda che ha portato a un'interrogazione del Senatore Carrara sottoscritta da altri 46 Senatori.

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipodoc=Sindisp&leg=16&id=311980

Il professor Cesare Cornoldi, professore ordinario presso la Facoltà di Psicologia dell'Università di Padova, è il coautore del libro "AC-MT. Test di valutazione delle abilità di calcolo (uno dei test somministrati recentemente nelle scuole di Rovereto)" e sarà uno dei relatori principali al VII CONGRESSO NAZIONALE sul "Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività".

Cade la linea e lui continua a chiamare un numero 899: bolletta da 15mila euro

(ilmessaggero.it) PADOVA (1° marzo) - Non si è scoraggiato quando la linea continuava a cadere, lui pronto ricomponeva il numero. Peccato però che a fine bimestre è arrivata una bolletta da 15 mila euro per aver composto un centinaio di volte in una sola notte un numero 899. Un 48enne della provincia di Padova, che al tempo viveva da solo ed è seguito dai servizi sociali di Cittadella, si è giustificato sostenendo che cercava lavoro e che aveva trovato un'interlocutrice molto gentile.

A denunciare il fatto, come indica oggi il Gazzettino di Padova, i familiari dell'uomo che hanno presentato un esposto in procura contro ignoti per truffa aggravata e circonvenzione. L'ignaro telefonista si trova ora in una casa protetta e la famiglia avrebbe avviato le pratiche per l'interdizione. Tutte le richieste di chiarimenti poste alla Telecom, denunciano i parenti dell'uomo, sono rimaste inevase.

ambiente-EMERGENZA RIFIUTI: VIA ALLA DEREGULATION

EMERGENZA RIFIUTI: VIA ALLA DEREGULATION.
Il governo ha azzerato il Cobat, uno dei consorzi di smaltimento più virtuosi.

(Ambiente.it) 01 dicembre 2008 .Rifiuti elettronici, batterie al piombo, gas buca-ozono in libera uscita: una nuova ondata di deregulation rischia di allargare l'emergenza rifiuti. Il sistema è di fronte a un bivio. E' possibile moltiplicare i posti di lavoro e raggiungere, solo con un corretto smaltimento dei frigoriferi e dei condizionatori, il 3 per cento degli obiettivi di Kyoto. Oppure si può scegliere di affidarsi completamente alle convenienze del mercato, esponendosi alle fluttuazioni che rischiano di paralizzare la raccolta nei momenti di bassa dei prezzi.

Oggi il modello vincente è quello applicato per gli imballaggi: un consorzio di recupero che si assume la responsabilità dei risultati per ogni materiale e lo raccoglie sia quando i prezzi delle materie prime sono alti che quando sono bassi, sia quando i cassonetti si riempiono da soli sia quando c'è da pedalare per raggiungere posti sperduti. Questo sistema - basato sulla concertazione con i Comuni, i produttori, i trasformatori e le ex municipalizzate - potrebbe allargarsi ad altre tipologie, come le pile, o essere minato dalla moltiplicazione di consorzi che rispondano solo a una logica di mercato senza garantire gli obiettivi di protezione ambientale.

Cagnetta maltrattata a morte e poi buttata via

Silvia Bergamin

(MATTINO DI PADOVA)
CARMIGNANO (PD). Picchiata e abbandonata. Ancora dolorante. Il dramma dell'inciviltà, e dei cani lasciati lungo le strade. Senza microchip, in maniera da rendere a dir poco problematica l'individuazione dei padroni, degli aguzzini. Ieri mattina, alle 11.30, un automobilista stava percorrendo la Sr 53 Postumia all'altezza di Carmignano di Brenta; poco prima del ponte sul Brenta, che porta a Fontaniva, si è accorto della presenza, sul ciglio della strada, di uno scatolone di carta, chiuso anche nella parte superiore, che si muoveva di qua e di là. Un'oscillazione quantomeno sospetta. Poteva esserci qualcosa dentro. Di vivo. L'uomo si è fermato subito, ma già intuiva. Ha provato a dare un'occhiata, cercando di capire. Aperto lo scatolone, si è trovato all'interno una cagnolina ridotta in condizioni drammatiche, pietose. Un respiro lieve, affannato.

CLAMOROSA DISINFORMAZIONE DEL MATTINO DI PADOVA

Che i nostri rapporti con la redazione del mattino di Padova  non fossero dei migliori (abbiamo anche depennato il loro indirizzo mail dalla nostra mailing list), l'avevano capito tutti leggendo le numerose lettere "firmate" che spesso e volentieri venivano pubblicate sul secondo quotidiano di Padova con lo scopo di infangare l'associazione che io rappresento denominata 100%animalisti, tuttavia, l'articolo pubblicato a pagina 36 firmato dal giornalista Roberto Morello sui fatti di Montagnana, supera spudoratamente ogni limite della disinformazione e dello squallore....

Domenica scorsa, durante il nostro presidio al palio di Montagnana, un popolano di Urbana (Marco) consegnò in segno di distensione una gallina viva ai nostri attivisti, gallina che ora vive felice in un giardino di una nostra militante, gallina che fortunatamente non verrà mai spennata e che quindi, morirà di vecchiaia...

Episodio riportato fedelmente dal quotidiano "il gazzettino" ieri, martedì 9 settembre http://www.centopercentoanimalisti.com/100x100/stampa2008/gazzettinopd9settembre2008.jpg 

Oggi sul mattino di Padova, il signor Morello scrive :

Ad Abano Terme: Due serate di artisti performer

Da un progetto di Adolfina De Stefani, dell'Archivio Vinile e XX.9.12 FABRIKArte ad Abano Terme si terranno due serate dedicate agli artisti performer italiani tra i più interessanti.

Serata di inaugurazione: 11 settembre:
Adolfina De Stefani e Antonello Mantovani
Sabina Romanin
Manopolo
BRN MRC 77
Roberto Marconato
Marco Noaro

Serata del 28 settembre:
Valentina Calandrina
Simon
Candice Bonaparte
Ana MIlovanovic
Gruppo Sinestetico
Anna Boschi
Giancarlo Pucci
con Rossella
Fulgor Silvi

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">

Condividi contenuti