Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Savona

Savona

Tirreno Power, 26 rinviati a giudizio per disastro ambientale e sanitario colposo

Tutti gli imputati, dirigenti e membri del cda dell'ex centrale a carbone di Vado Ligure, andranno a processo. Lo ha stabilito il giudice di Savona. L’inchiesta era culminata con il sequestro della centrale nel marzo 2014 per presunte violazioni all’Aia, l’autorizzazione integrata ambientale

I dirigenti e i membri del consiglio d’amministrazione di Tirreno Power saranno processati per le accuse di disastro ambientalee sanitario colposo. Lo ha stabilito il giudice di Savona che ha accolto le richieste di rinvio a giudizio di tutti i 26 imputati che erano state formalizzate dai pm Daniela Pischetola e Vincenzo Carusi. Il processo all’ex centrale a carbone di Vado Ligure, che vedrà come parti civili sei associazioni ambientaliste – Greenpeace, Medicina Democratica, Legambiente, Uniti per la salute, Wwf e Anpana – e il Ministero dell’Ambiente, inizierà il prossimo 11 dicembre.

A Savona il nuovo ristorante fuori dalle righe

Lo scorso 16 novembre è stato inaugurato a Savona in via Pia 118r  "Fuori dalle righe", un ristorante che unisce vegetariani, vegani, celiaci e chi ama la buona cucina classica. Un ristorante innovativo che mette d'accordo proprio tutti.

Celiaci, vegani e vegetariani potranno trovare così una risposta alle proprie esigenze in un locale che mette a disposizione specialità differenti.

"Fuori dalle righe una coccola per il palato senza tralasciare il benessere" è lo slogan scelto dagli organizzatori.

DIALOGO : 21 + 1

Sabato 5 dicembre, ore 16,30
inaugurazione della mostra

LOCANDINA PDF

DIALOGO : 21 + 1

L'ARTE CONTEMPORANEA DIALOGA
CON IL MUSEO
Villa Groppallo, Via Aurelia 72 - Vado Ligure (SV)

 Opere di:

Fernando Andolcetti, Brian Bagnall, Sergio Borrini, Bruno Cassaglia, Christo & Jeanne-Claude, Cosimo Cimino, Mario Commone, Niki De Sainte Phalle, Elisabetta Gut, Jiri Kolar, Urs Luthi, Ruggero Maggi, Eugenio Piccini, Nadia Nava, Giuseppe Pellegrino, Michelangelo Pistoletto, Gian Paolo Roffi, Takako Saito, Ben Shann, Giovanna Torresin, Ben Vautier

+ Maurizio Follin

F R A M M E N T I D ’ A R T E C O N T E M P O R A N E A

Galleria Anna Osemont
Via Colombo 13-1517012 Albissola Marina (SV)

galleriaosemont@yahoo.it 
www.galleriaosemont.t

inaugurazione sabato 21 novembre ore 17.00

Spesso chi vuole iniziare a collezionare opere d'arte, spinto da un interesse culturale per l'arte contemporanea che si manifesta anche con il desiderio di raccogliere ciò che l'arte sta producendo, molte volte rinuncia perché bloccato
dall'idea che l'acquisto di quadri richieda uno spazio abitativo adeguato o un apposito luogo per contenere le opere.

Margherita Levo Rosenberg: penso i pensieri blu, rossa la carne

Io sono un postmoderno
molto d'estate...poco d'inverno
divento concettuale
se mi ferisci...se mi fai male
penso i pensieri blu, rossa la carne
credo nell'arte, ma solo in parte
io sono un postrealista
mentre ti guardo...ti perdo di vista

Penso i pensieri blu, rossa la carne è il titolo della mostra di Margherita Levo Rosenberg, che inaugura il 10 ottobre alla Galleria Anna Osemont di Albissola Marina, a pochi giorni dal vernissage, nell'ambito di Start, della precedente; L'Idea del Cavolo, alla galleria Artrè di Bruna Solinas a Genova.

Il titolo di questa nuova personale, mutuato da una filastrocca dell'artista, pubblicata in apertura del catalogo Naming, - mostra del 2004, alla biblioteca Berio, a cura dell'Università di Genova, coi testi del filosofo Oscar Meo e della teorica della traduzione Laura Salmon - prelude all'installazione di opere in rosso e in blu, appunto.

Alcuni pezzi fanno parte di installazioni di più grandi dimensioni, come Cross Worlds, serie di nove X rosse, a coni di acetato e plastica su rete metallica, esposta nell'ambito di Matrix Natura, a cura di Luciano Caramel (Como, chiesa di San Francesco, 2008); Time's Breath, tre vortici di coni di pellicole radiografiche e acetato su rete metallica, esposti nella mostra Made in Cage, (Castiadas-Cagliari, 2008) a cura di Mauro Cossu, mentre i Light Zapping, ancora pavé di coni rossi, tondi, sono reduci dalla mostra Venere Vincitrice, a cura di Marina Pizzarelli e Dores Sacquegna, al Castello Carlo V di Lecce, nel 2008.

CONVERSAZIONI INFORMALI E NON PALUDATE SUL FUTURISMO

Data: martedì 24 marzo 2009
Ora: 16.00 - 19.00
Luogo: Libreria UBIK
Indirizzo: C.so Italia
Città/Paese: Savona, Italy
   
Telefono: 019887557
E-mail: ange@lubranoangelica.it

Descrizione

Per martedì 24 marzo h 16 presso la libreria UBIK di C.so Italia a Savona

Il Circolo Culturale Mario Arena propone:

CONVERSAZIONI INFORMALI E NON PALUDATE SUL FUTURISMO -
"noi rifiutiamo le ponderose, accigliate relazioni-sbadiglio"

L'incontro sarà ravvivato da letture di scrittura creativa estemporanea dal titolo: "PAROLIBERE"

Condurrà l'esperimento Angelica Lubrano

Lasciamo agli studiosi pensosi la ricerca archivistica sul FUTURISMO.
Scavalchiamo le mediazioni paralizzanti degli accademici laureati.
Scopriamo ciò che resta di vitale, di attuale nel movimento futurista.

Cacciatori caricati dai cinghiali, un morto e un ferito

Cacciatori caricati dai cinghiali, un morto e un ferito

Alberto Parodi

(ilsecoloxix.ilsole24ore.com) 22 dicembre2008 - Il cinghiale l'ha incornato come fa il toro con il torero quando riesce a riscattarsi. La vittima - un cacciatore settantenne di Dego - non se n'è neppure accorto visto che l'ungulato è arrivato da dietro e lo ha travolto come un treno. Per i problemi d'udito (indossava l'apposito apparecchio) non dev'essersi neppure insospettito per il rumore alle spalle. Una volta a contatto il cinghiale lo ha infilzato a una coscia e spinto giù da un dirupo facendogli fare un volo di una ventina di metri. Una scena agghiacciante. Il cacciatore - Enrico Ferrari, 71 anni, molto noto in Valbormida perché titolare di una trattoria di Dego - non ha potuto far nulla per difendersi perché l'animale lo ha colpito con la zanna del muso prima che lui avesse la possibilità di sparare. Poi ci ha provato due volte, forse colpendolo con la prima cartuccia ma non in modo tale da placarne la furia. L'ungulato era come indiavolato perché inseguito dai cani che lo avevano sfiancato: deve avere scaricato sull'uomo la ferocia e la paura di un animale che si sente senza scampo, braccato.

Neppure il cacciatore ha avuto scampo. È morto per la recisione dell'arteria femorale. Dissanguato. La scena agghiacciante si è svolta sotto gli occhi dei compagni di battuta, che sono intervenuti appena possibile. Uno di loro ha abbattuto il cinghiale e poi chiamato i soccorsi. Purtroppo era troppo tardi per salvare Ferrari, già esanime sulla neve del bosco colorata di rosso dal sangue. Quando la macchina dei soccorsi si è attivata era già chiaro che serviva solo il medico legale per accertare il decesso e avvisare il magistrato.

Savona ’900. Un secolo di pittura scultura ceramica

20 Dicembre 2008 - 15 febbraio 2009
a cura di Germano Beringheli e Riccardo Zelatore

LOCANDINA PDF

Ideata come documentazione del panorama artistico nel comprensorio savonese del ventesimo secolo, la mostra - organizzata dalla Fondazione De Ferrari di Genova e dal Comune e dall'Assessorato alla Cultura di Savona - mira a presentare al pubblico tutti i movimenti e le avanguardie che lo hanno rappresentato, dalla figurazione novecentista al Secondo Futurismo, dal Nucleare allo Spazialismo, dall'Informale alle suggestioni poveriste e al Concettualismo degli anni Sessanta e Settanta per concludere trapassando le esperienze degli anni Ottanta e Novanta, con gli ultimi sviluppi dell'arte savonese.

Il percorso espositivo allestito nelle suggestive sale del Palazzo del Commissario presso la Fortezza Monumentale del Priamar, con quadri, sculture e ceramiche, non segue un criterio puramente cronologico nella presentazione delle opere; si sofferma piuttosto sulle esperienze espressive del nostro secolo. Le oltre cento opere, selezionate da Beringheli e Zelatore, vanno da Martini a Tullio d'Albisola, da Farfa a Fontana, da Fabbri a Rossello, da Scanavino a Mondino e Nangeroni, da Sabatelli a Bruzzone e Antibo, sino alle esperienze degli anni Novanta e dei giorni nostri.

Doppia denuncia Enpa per maltrattamento animali

(SAVONA NEWS)  Finale (SV) - Una donna di Finale Ligure M.T., ed il suo giardiniere M.G., sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Savona dalle guardie zoofile dell'Enpa di Savona per maltrattamento di animali. La donna aveva trovato, in un suo terreno aperto lungo via Silla, una gatta che allattava tre cuccioli di pochi giorni, appartenente alla locale colonia felina libera e curata da alcuni animalisti. Malgrado fosse stata avvertita del divieto di separare i piccoli dalla madre, li aveva fatti prelevare dal giardiniere, che aveva anche distrutto i ripari della colonia, mentre la madre era fuggita spaventata. I tre gattini, portati via ancora incapaci di alimentarsi da soli, sono poi stati soccorsi da una animalista di Calice Ligure, che ha provato a svezzarli artificialmente.

Due le imputazioni rilevate dalle Guardie Zoofile ENPA a carico di M.T. ed M.G.: maltrattamento di animali, punito dall'articolo 727 del Codice Penale (arresto fino ad 1 anno o ammenda da 1.000 a 10.000 euro) e violazione dell'articolo 8 del-la Legge Regionale 23/2000, che tutela le colonie feline libere e proibisce di spostarle, distruggerne le attrezzature o ostacolare l'attività a loro favore degli animalisti (sanzioni fino a 3.098 euro), a parte infine l'inevitabile costituzione di parte civile dell'ENPA. 11 SETTEMBRE 2008

FUTURENERGIE

Al SACS di Quiliano

Si inaugura il 14 settembre al SACS di Quiliano (Savona), la mostra internazionale di mail-art e digital art che ha per titolo FUTURENERGIE. Al progetto hanno aderito 340 artisti da 37 paesi europei, americani e asiatici con 300 opere di arte postale, 150 opere di net art e 5 video. Un progetto che fa della comunicazione e della contaminazione tra i generi il suo segno distintivo. Anche il tema proposto: le energie rinnovabili e il loro utilizzo, è di pressante attualità. Quella del SACS di Quiliano è un'iniziativa che tende a far maturare una cultura non più basata sullo sfruttamento dell'uomo e delle risorse naturali.  Un'operazione dalla forte valenza culturale, sociale ed educativa, che vedrà snodarsi una serie di eventi di grande interesse, dove il denominatore comune è la volontà di dar voce a linguaggi diversi accomunati nell'intento di suscitare atteggiamenti ad azioni intorno al vivere dell'oggi e a quello del futuro.

Strage di gatti

Strage di gatti a Segno (SV). L'appello: +Chi sa chiami subito l'Enpa. Uccisi anche altri animali. Le guardie zoofile hanno chiesto al sindaco di emanare un'ordinanza
per regolamentare l'uso di sostanze chimiche

(IL SECOLO XIX) Segno (SV) - Strage di animali a Segno. Il fenomeno sta preoccupando gli abitanti della frazione vadese, dato che sono stati ritrovati i cadaveri di almeno una ventina di felini, oltre a uccelli e altri piccoli animali, e l'allarme è rimbalzato all'Enpa.
H ormai accertato che la moria non sia dovuta a cause naturali, ma all'abbandono di esche tossiche.
+Evidentemente - spiegano le guardie zoofile dell'Enpa - c'è qualche persona ostile alla presenza dei gatti, quasi tutti faticosamente sterilizzati dai volontari dell'associazione, con il contributo del Comune;.

L'allarme è scattato in questi giorni, quando alcuni abitanti hanno rinvenuto i cadaveri dei gatti, uccisi da sostanze tossiche sparse sul terreno.
Probabilmente i felini hanno mangiato bocconi avvelenati o hanno camminato su aree inquinate in maniera dolosa, leccandosi poi le zampe e ingerendo così le sostanze.

ANIMALI - SAVONA. CANE INVESTITO DA UN'AUTO - IL CANE E' DI PROPRIETA' IL VETERINARIO ASL NON INTERVIENE

Il cane investito è "di proprietà" negato l'intervento del veterinario. Cittadino accusa «Il responsabile del servizio veterinario non ha autorizzato l'intervento»

D.Frec

(IL SECOLO XIX 2 GENNAIO 2008) Savona - Quando ad un umano succede qualcosa per strada o in casa non è difficile chiedere aiuto: basta una chiamata al 118 e in pochi minuti c'è un'ambulanza e dei militi. Ma quando a stare male è un animale, che sia un cane, un gatto o un animale selvatico, le difficoltà sono molte.

E in certi casi è una vera e propria odissea trovare aiuto.

L'ennesima prova tre giorni fa a Savona dove un cane investito per strada è morto dopo atroci sofferenze in attesa che qualcuno lo soccorresse.

Era il pomeriggio del 30 e una coppia di anziani di Acqui lo hanno accidentalmente investito con l'auto. Sotto choc come molti testimoni, attraverso una passante a sua volta presente e impressionata hanno avvisato il 118 chiedendo il veterinario di turno mentre altri tentavano di trovarne uno reperibile con le Pagine Gialle. Un calvario.

SEQUESTRO DI BORSE E OGGETTI IN PELLE DI ANIMALI PROTETTI NEL SAVONESE

SEQUESTRO DI BORSE E OGGETTI IN PELLE DI ANIMALI PROTETTI DALLA CONVENZIONE DI WASHINGTON

(Sesto Potere) - Vado Ligure - 5 ottobre 2007 - I funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Savona in servizio presso il porto di Vado Ligure, con la collaborazione dei militari della Guardia di Finanza, hanno effettuato un sequestro di borse, portafogli e cinture. Gli oggetti erano nascosti nel bagaglio di un marittimo di nazionalità russa. Il controllo mirato è stato predisposto in considerazione dello specifico rischio della rotta seguita dalla nave (Sud Africa). Gli esperti del Corpo Forestale dello Stato hanno certificato che la pelle con la quale erano stati confezionati gli oggetti apparteneva a piccoli coccodrilli (sei pezzi) e a varani, naja naja (cobra) e pitoni (un pezzo ciascuno) , specie animali protette dalla convenzione di Washington. Al proprietario della merce (accessori di moda) di cui è vietata l’importazione, è stata comminata una sanzione amministrativa che va da un minimo di 1.032 Euro ad un massimo di 6.197 Euro. SESTOPOTERE.COM

Condividi contenuti