Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Articoli

Il Parma è tornato in Serie A

Parma festeggia in campo il ritorno alla serie A

Dalla Serie D alla Serie A in tre anni. Grande impresa del Parmacalcio1913!
Nell'ultima giornata la squadra di D'Aversa vince 2-0 sul campo dello Spezia, mentre il Frosinone pareggia con il Foggia 2-2: all'89' il Foggia realizza il 2-2 sul campo del Frosinone: reti di FLORIANO (44° 2T) MAZZEO (35° 1T) mentre per il Parma segna CERAVOLO (11° 1T) e CICIRETTI (16° 2T).
Una promozione sofferta, ma grandiosa impresa. Bravi tutti a partire dalla proprietà, alla dirigenza (a Marco Ferrari l'anima del progetto della ricostruzione), allo staf medico (consentitemi un affettuoso abbraccio a mio nipote Ghito - dottor Giulio Pasta-, coordinatore dell’area medica), all'allenatore, a tutti i giocatori che determinati ci hanno creduto. Al capitano Lucarelli da vero condottiero, che ha sofferto tutte le traversie della squadra. Dalla A alla D (gestione Ghirardi), dalla D al ritorno in A in tre stagioni. Un grande giorno per tutta la città, la Provincia, e gli appassionati di calcio. Una impresa voluta con tanta forza e passione. BRAVI Tutti! (Parma, 18 maggio 2018)

Luigi Boschi

Chi ha distrutto il Teatro Regio di Torino?

Teatro Regio di Torino

Dopo aver pubblicato Evita Appendino, l'articolo di Pietro Acquafredda [Link], di Gabriele Ferraris del GabosuTorino [LINK], e altri articoli di numerose testate online, ho ritenuto opportuno, raccogliendo miei appunti che da tempo serbavo, cercare di ricostruire nei fatti storici il de profundis, di questi tempi, del Teatro Regio di Torino, non certo dovuto al maestro Gianandrea Noseda e alle tournée all’estero.
Le falangi PD-M5S sono da tempo all’opera e continuano a scavare. Il Teatro da sempre rappresenta la società. La débâcle di Torino città è un po’ anche quella, ora, del suo teatro. Il dopo Chiamparino vede una città in difficoltà. 

Massimo Giovara Pierluigi Dilengite Dario Franceschini Chiara Appendino William Graziosi Walter Vergnano Piero Fassino

MIO AMICO E MAESTRO PROF. ROBERTO MARZIANTONIO SI È SPENTO NELLA SUA ORVIETO

Roberto Marziantonio

Ne ho avuto notizia solo oggi da una ex collega di Agenzia, ma la sua scomparsa risale all'08 marzo 2018. Con lui ho trascorso i miei anni professionali a Milano.
Mi scrisse nel suo primo libro che mi regalò: "A luigi Boschi, con l'augurio di un futuro professionale che spero di aver avviato nel modo migliore... e tanta pazienza!!!
Con Simpatia 1/08/85
Roberto Marziantonio 

Dedica di Roberto Marziantonio a Luigi Boschi

Roberto fu per me un secondo padre. Mi accolse nel suo studio al mio ritorno dall'Inghilterra (1983) e mi offrì subito al primo colloquio un posto di lavoro remunerato. Fu il primo a farlo. "Se vuole-mi disse-lunedì può iniziare qui con me" . Fu una bella storia.
Negli ultimi anni ci sentivamo solo al telefono, risiedendo lui ad Orvieto, non più a Milano. Erano telefonate tra amici di lunga data, scherzose e sempre di incoraggiamento. L'ultima qualche mese fa dopo Natale, "Quando vengo a Milano, ci vediamo volentieri" cercando di simulare il mio accento e R parmigiana.  LB

 
“E PRIMA DI ESSERE DEI MANAGERS 
SIATE DEI CORAGGIOSI”.

Pasqua come esodo dall’errore e dall’orrore

Caravaggio: La "Flagellazione di Cristo"

L’amore invecchia con noi e lo capisci dopo l’orrore delle ingiustizie, delle vendette, delle vanità. Dio solo è la nostra speranza nella vita errante

A seguito di un mio "augurio di Buona e Santa Pasqua", Ricevo, da un compagno di scuola, verso sera del giovedì Santo, uscendo dalla Chiesa di San Rocco a Parma, dedicata dal 1910 alla Madonna di Lourdes, un messaggio pasquale inconsueto, ricco di cultura, come lui è sempre stato, mai banale:

Assemblea Confagricoltura a Parma sui cambiamenti climatici

L'assemblea annuale a Parma occasione per fare il punto sull'impatto dei mutamenti ambientali per agricoltori e allevatori. Nessuno ha speso una parola sul benessere degli animali negli allevamenti. Costretti in luoghi contro la loro natura. Vivono, per quel poco a cui ormai sono ridotti, in ambienti insalubri non solo per gli animali, ma pure per l'uomo che ci lavora o per chi abita nella vicinanze. Con i liquami (non più letame) che si infiltrano nelle falde acquifere, ecc e impestano l'aria. 
Nemmeno sulla qualità dei prodotti agricoli necessaria per una alimentazione sana e naturale, senza sostanze che ne inficino gli aspetti nutrizionali...o divengano addirittura pericolosi (vedi glifosato). Troppo spesso ormai non adeguatamente considerati e funzionali solo alla filiera industriale e non all'uomo. LB

Agricoltura e cambiamenti climatici al centro dell'assemblea annuale di Confagricoltura. Temi che richiedono "consapevolezza e necessità di intervento" ha detto in apertura dei lavori il presidente della confederazione di Parma Mario Marini. "Il tema ci è caro come cittadini prima che come agricoltori perché tocca i nostri campi, i nostri animali e prima ancora noi stessi, i nostri figli. Una inversione di tendenza non è facile ma si può fare".

A palazzo del Governatore anche incroci post elettorali grazie alla presenza dei neo parlamentari leghisti Laura Cavandoli, Maria Gabriella Saponara, Maurizio Campari, Pietro Pisani e la deputata Elena Murelli e del deputato uscente del Pd Giuseppe Romanini a cui Mario Marini ha rivolto un ringraziamento per l'impegno a favore dell'agricoltura nel corso della legislatura appena conclusa.

Cibo e salute

Cibo e Salute

Vi è una vera e propria filiera della malattia si direbbe incontrastata, anche sostenuta, spesso, con lauti finanziamenti pubblici: si parte dalla non conoscenza del corpo e dei cibi, da una diseducazione scolastica, delle porcherie alimentari distribuite con la pubblicità, per arrivare a patologie devastanti che necessitano di farmaco dipendenza per anni... e grandi sofferenze. Persone e famiglie in gravi difficoltà, la spesa sanitaria che esplode e gli ospedali insufficienti.  

Il coraggio degli ex falsari del Regio di Parma non ha limiti

Sergio Pellegrini Luigi Boschi

il 25 gennaio 2018 ore 14 udienza a Parma del processo intentato da Sergio Pellegrini (ex OTR -Orchestra Teatro Regio di Parma srl) contro Luigi Boschi per diffamazione. L'eccelso clarinetto marpigiano (della città di Marpa - opera di Luigi Derlindati, edito da Derlo) ha pure chiesto in una querela integrativa il sequestro del socialblog luigiboschi.it
Il coraggio degli ex falsari del Regio non ha limiti! Ma il "fatto non sussiste". Come a Torino per Erri De Luca spero che anche a Parma, il diritto di parola garantito dall'art.21 della Costituzione Italiana, prevalga sulle querele intimidatorie che non smentiscono i fatti avvenuti (scritti e documentati) all'interno del Teatro Regio negli anni di "Parma Capitale della Musica"Parma, 24 gennaio 2018
Luigi Boschi

Articoli correlati

Provate, se ci riuscite, a mettervi in contatto con l'Amministrazione di Aruba?

aruba.it

Una vera vergogna! Vedono infiniti servizi e non sono in grado di adempiere facilmente alla più semplice richiesta amministrativa del loro cliente.
Provate, se ci riuscite a mettervi in contatto. Impossibile! Tra l’altro non è nemmeno contemplata tra le richieste cliccando Assistenza.
Vi addebitano i costi prima ancora di avervi inviato o un estratto conto o la fattura.
Avrei voluto far avere loro una semplice richiesta: “Vorrei avere sempre prima del pagamento la vostra fattura o un documento amministrativo dell'addebito”.
Ci ho provato in mille modi, impossibile comunicare con loro per gli aspetti amministrativi! Quando inizieranno ad intervenire le associazioni a tutela dei consumatori per queste situazioni non più sopportabili, come quelle dei call center?  Il peggiore? Fastweb! (Parma, 15/01/2018)
Luigi Boschi

Fulvio Macciardi nuovo sovrintendente del Teatro Comunale di Bologna al posto di Nicola Sani

Teatro Comunale di Bologna

Nella riunione di oggi 14/11/2017, del CDI del Teatro Comunale di Bologna (Presidente Virginio Merola, Vpresidente Michele Trimarchi, consiglieri Chiara Galloni, Andrea Graziosi, Fulvia de Colle) ha nominato Fulvio Macciardi sovrintendente (già direttore generale area artistica), e ha sollevato dallo stesso incarico Nicola Sani, che presumibilmente (dopo consultazione con il Ministro Franceschini), ricoprirà il ruolo di direttore artistico.   (14/11/2017)

Luigi Boschi

GDF di Parma, intervento tempestivo e di competenza del servizio 117 a tutela del consumatore

servizio 117 della GDF

Quando il commerciante non rispetta i diritti del consumatore: GDF di Parma, intervento tempestivo e di competenza del servizio 117 a tutela del consumatore nei confronti di un commerciante del centro città

Una persona aveva appena acquistato un paio di indumenti, pagato in contanti e ricevuto lo scontrino di vendita.
Prima di uscire dal negozio il cliente ha un ripensamento sul colore di un indumento e chiede che venga restituito. Il commesso (unico) del negozio verificava, ma la cifra con il nuovo indumento era inferiore e quindi avrebbe dovuto accettare un buono. Il cliente lo rifiutava e chiedeva di essere rimborsato per il totale pagato. Visto che la transazione era avvenuta, in contanti, da pochi minuti. Gli oggetti neppure scartati. Si richiedeva semplicemente l’applicazione del diritto di recesso presente nel codice del consumo (Decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206) [LINK]. 

Marilena Pasta Boschi campionessa italiana 2017 di bridge

Marilena Pasta Boschi campionessa italiana di bridge

DOCUMENTO PDF

Marilena Pasta Boschi (al centro; seconda sulla pedana da sinistra) campionessa italiana femminile 2017 di bridge

Dal 28 settembre allo 01 ottobre 2017 si sono svolti a Salsomaggiore Terme (PR) i campionati italiani 2017 di Bridge a coppie femminili e Open. Il 28/09 si è proceduto alla qualificazione; il 29/09 alle semifinali; il 30 Settembre e il 1 ottobre le finali. Pinuccia Giuffredi & Marilena Pasta Boschi si sono aggiudicate la vittoria a coppie femminili, conquistando la medaglia d'oro. Una lunga battaglia condotta con grande abilità e determinazione dalle parmigiane proprio contro le campionesse uscenti di Modena.  (Parma, 11/10/2017)Luigi Boschi

Marilena Pasta Boschi (a sinistra) e Pinuccia Giuffredi

Parma cinese, si attende il via libera governativo: l'annuncio è a un passo

Marco Ferrari

L'ottimo lavoro di Marco Ferrari (l'anima creatrice di questo Parma 1913) che è riuscito a tessere e costituire il progetto societario, trovare le risorse, prendere decisioni difficili, in assenza di risultati da obiettivo individuato, cambiando in corso d'opera, in questo campionato, uomini chiave; riportare in soli due anni il Parma calcio dal fallimento alla serie B. I giocatori che hanno voluto e ottenuto insieme a tutto lo staff questo importante e meritato risultato. L'individuazione con Crespo dei nuovi soci cinesi per dare alla società un assetto societario adeguato alle esigenze del calcio professionistico. Complimenti e un sentito bravo a questo, ancor giovane parmigiano che sa trasformare progetti in realtà vincenti. Un altro importante successo. LB    

Fra Cristoforo a Don Rodrigo

Contro i malvagi e i veri delinquenti, spesso camuffati dietro l'abito di filantropi, devi avere la fortuna di non incontrarli mai. Non vi sono, purtroppo, armi civili di difesa
Seppur loro useranno tutte le furberie, tu evitali, fai come non esistessero, se cederete a loro non avrete più pace, sono mascalzoni capaci di ogni azione e crudeltà, non conoscono la tenerezza, né il limite. Il loro solo scopo è rendere infelice la vita degli altri. E non vi sarà nessuna forza dell’Ordine pubblico, nessuna Magistratura, nessun Sindacato che potrà difendervi da loro. “Ma verrà un giorno - come disse Fra Cristoforo a Don Rodrigo- che la Giustizia Divina… La maledizione sta sopra sospesa la loro casa fino alla morte. (03/07/2017)
Luigi Boschi

Scarpa scarsa o troppo stretta per i parmigiani

Federico Pizzarotti rieletto Sindaco di Parma

Scarpa perde senza attenuanti, senza storia e Pizzarotti vince distaccando il candidato (camuffato civico) del PD di oltre 10.000 voti.

Questa volta Federico Pizzarotti non è stato eletto per interposta persona come nel 2012, dove fu Grillo, da mattatore, a dirigere le danze elettorali con un voto di protesta e di pancia, determinato dal suo copione che recitava in tutte le piazze italiane non solo a Parma.

Nel 2017 la rielezione è dovuta, a mio avviso, per l’inesistenza credibile dell’alternativa, fin dal primo turno.

Parma da impazzire sale in Serie B

Parma calcio ritorna in serie B

30 giugno 2017, mio ritorno a Parma. E Ritorno a pubblicare, dopo questa necessaria, programmata, forzata pausa, per motivi personali di necessarie cure, con la pagina di " Stadio Corriere dello Sport" di domenica 18 giugno 2017 pag 31 sulla promozione del Parma 1913 in serie B dal Titolo: " PARMA DA IMPAZZIRE".
Oltre ad essere contento per la riuscita vittoria della squadra e della città, mi voglio complimentare con mio nipote (Ghito) dott. Giulio Pasta (responsabile dello staff medico, nella foto tra i giocatori a sinistra con giacca e cravatta) e con l'entusiasta amico Marco Ferrari (vicepresidente), promotore del nuovo progetto societario. Due giovani parmigiani, seri, competenti e di successo, dimostrato sul campo e fuori, che meritano fiducia. (30/06/2017)
Luigi Boschi

Video dallo spogliatoio inviato da un amico A.B. (il discorso di Lucarelli)

Fischio finale: Parma è in serie B

L'allarme del Garante della privacy Antonello Soro: "Un grande fratello governa il web"

Antonello Soro

UNA COMUNICAZIONE UN PO' TARDIVA... NON CREDE? GOVERNA NON SOLO IL WEB! COSI' COME LA FINANZA COMANDA E GOVERNA LA POLITICA!
SIAMO DIVENUTI UNA REPUBBLICA A SOVRANITA' DIGITALE E FINANZIARIA. LB

La Relazione dell'Autorità: "I monopolisti della rete possono condizionare l'umanità intera". Su internet "la violenza non conosce limiti" e la pedopornografia "viene inconsapevolmente aiutata" dai genitori che postano le foto dei figli sui social. Attacchi informatici: 9 miliardi di danni alle aziende italiane. Continua a crescere il telemarketing selvaggio, multe per 2,6 milioni

di CORRADO ZUNINO

ROMA -  Nella relazione del Garante della privacy sull'attività del 2016 - presentata questa mattina a Montecitorio alla presenza del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e della presidente della Camera Laura Boldrini - il presidente Antonello Soro ha lanciato l'allarme web. "Attenzione ai tanti grandi fratelli che governano la rete", ha detto. "Un numero esiguo di aziende, i monopolisti del web, possiede un patrimonio di conoscenza gigantesco" e dispone "di tutti i mezzi per indirizzare la propria influenza verso ciascuno di noi, con la conseguenza che un numero sempre più grande di persone - tendenzialmente l'umanità intera - potrà subire condizionamenti decisivi".

Roberto Ghiretti a commento della deliberazione del Corecom Regionale per la violazione delle norme sulla campagna elettorale da parte di Federico Pizzarotti e Michele Alinovi

Errori

IN POLITICA VALE LA FERREA REGOLA CHE VINCE CHI PRENDE UN VOTO IN PIU' DELL'AVVERSARIO, NON PER LE SEGNALAZIONI O SANZIONI DI CORECOM E AGCOM. NON RIBALTEREBBERO MAI IL RISULTATO ELETTORALE. Le eventuali sanzioni, se ci saranno, equivarranno a un bicchiere di acqua per il vincitore. Immagino la vergogna che proverà Pizzarotti a fronte di questa possibile sanzione. La vostra stigmatizzazione da "bugiardo" a "Diversamente sincero", mi sembra una battuta comica linguistica da caldo estivo. Mi sembrano le scaramucce periferiche di chi sa che la battaglia, mal condotta dal quartier generale, è già persa. LB   

Alla fine è emersa un’altra verità: non era il sottoscritto ad essere livoroso, ma Federico Pizzarotti a violare la legge e a mentire.
E’ questo che emerge dal parere di Corecom sull'esposto che ho presentato la settimana scorsa su una serie di comportamenti di sindaco ed assessori in palese violazione della legge che regola il comportamento dell'amministrazione comunale in campagna elettorale. Il protagonista ha reagito sui social dandomi del livoroso e rivendicando orgogliosamente il suo impegno da Sindaco, peccato che non sia però la valutazione espressa da chi le norme provvede a farle rispettare. Delle quattro segnalazioni, che ho presentato al Comitato Regionale per le Comunicazioni, due sono state trasmesse all’Agcom per competenza ed una è stata valutata assolutamente corretta, al punto da prevedere l’invio di tutto l’incartamento alla stessa Agcom perché prenda i provvedimenti del caso.  [LINK DOC. PDF]. 

Stagione Lirica 2017/18 al Regio di Parma senza l’Orchestra Arturo Toscanini. Scontro sulle coproduzioni?

Foto Luigi Boschi: Anna Maria Meo Direttore Generale Teatro Regio di Parma Foto Luigi Boschi: Luigi Ferrari sovrintendente Fondazione Arturo Toscanini

Analizzando attentamente il cartellone 2017-18 del Teatro Regio di Parma dal sito ufficiale (teatroregioparma.org), si evince con rammarico che è totalmente assente l’orchestra Arturo Toscanini, proprio nell’anno del 150°. Sostituita da orchestre a chiamata (Orchestra dell’Opera Italiana e OFI Orchestra Filarmonica italiana). Questo ad eccezione dell’Orchestra del Comunale di Bologna con cui viene coprodotta “Traviata” a Busseto.  La nota lieta è la presenza di Sebastiano Rolli come direttore concertatore in due opere: Roberto Devereux di Gaetano Donizetti e Traviata di Giuseppe Verdi a Busseto.
Si parla sempre di fare sistema e nell’ambito musicale dove c’è un binomio collaudato e riconosciuto si producono divisioni? Che Parma si presenti al mondo con il suo Teatro Regio senza la Toscanini mi sembra una perdita di valore e di sinergia culturale. Di fatto una presenza azzoppata. Visto poi, che ricorre il 150° del grande maestro celebrato in tutto il mondo.
Quali i motivi che hanno indotto la direzione del Regio di non avvalersi nella Stagione Lirica della Toscanini? Quali quelle della Toscanini?

Cassa sul Baganza: No grazie! Meglio le antiche briglie.

Il Baganza presso Ravarano di Calestano Il Baganza presso Calestano e Ravarano

Presidente Stefano Bonaccini venga a fare un sopralluogo. La sua visita sarebbe molto apprezzata

55 milioni di euro per la cassa di espansione sul Baganza è una cifra troppo importante per un’opera che risolve il problema parzialmente: tutelando la città di Parma, ma senza positive ripercussioni per i paesi a monte. In particolare un’opera fortemente impattante per il luogo in cui verrebbe costruita (Casale di Felino). Tutti esperti, tecnici e molti Sindaci non la condividono. Ma i 55 milioni stanziati sono una bella tombola!.. per chi la costruisce. 
Vi è un progetto della Provincia del 2015, che prevede 3 piccole casse lungo l'alveo [LINK], di impatto minore e con metà spesa, sostiene Giuliano Serioli di Rete Ambiente Parma, che purtroppo non viene preso in adeguata considerazione.

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">

Condividi contenuti