Home Architettura Urbanistica Design PARMA: FESTIVAL ARCHITETTURA 2008 AL CHIOSTRO DELL’OSPEDALE VECCHIO

PARMA: FESTIVAL ARCHITETTURA 2008 AL CHIOSTRO DELL’OSPEDALE VECCHIO

222
0

Una visita al Chiostro dell’Ospedale Vecchio  in via d’Azeglio, in queste settimane, permette di studiare e visitare la restituzione per immagini e testi dei lavori dell’ultima edizione del Festival dell’Architettura 2007\2008: "Pubblico Paesaggio" la traccia, per progetti interventi e ricerche che- come ha spiegato il direttore del Festival (promosso dall’Associazione Centro Studi Città Emilia) Carlo Quintelli, <<fuori dall’accademia e dalla ricerca pura mirano a costruire sulle istanze dell’architettura una sensibilità un atteggiamento coerente una precisa responsabilità>>.
Con un’auspicabile continuità che l’anno prossimo(2008-2009) proprio a partire dal concetto di pubblico-il paesaggio può solo essere tale, implicando perciò responsabilità etiche- dell’edizione precedente consentirà di affrontare un altro tema: "Comunità ed Architettura". Non una frattura, dunque, ma un logico sviluppo dell’idea di ideazione e fruizione collettiva e non esclusivamente legata all’espressione pur geniale del singolo.. Dopo "Pubblico Paesaggio", quindi , sarà la volta di "Comunità ed Architettura" sempre con svolgimento biennale e conclusiva restituzione . <<Architettura come esercizio civile>> ha puntualizzato Quintelli, per un Festival durante il quale ancora una volta si proporranno <<non progetti ma originali ricerche ed approfondimenti. Per momenti di costruzione e confronto, di laboratorio e scambio >>. Indagine, sperimentazione, ipotesi: contro una visione stereotipata del paesaggio e soprattutto contro la concezione per così dire "espositiva " del paesaggio stesso. Con importanti riferimenti, anche giuridici, alla Convenzione Europea del Paesaggio che ne prescrive la salvaguardia.

Nel Chiostro si potranno quindi trovare le sezioni tematiche che hanno "animato"  la recente edizione del Festival : dai paesaggi dell’architettura eco-virtuosa  al paesaggio della memoria di Edvard Ravnikar e Bogdan Bogdanovic, luoghi ed architetture celebrative nell’ex Jugoslavia. Alla Geofotografia del paesaggio, con prove di ri-composizione del paesaggio stesso tra Parma Reggio e Modena . E ancora, per riportare qualche esempio: città e luce fenomenologia del paesaggio illuminato  -sezione nell’ambito della quale tra gli altri Marco Scotti elabora riflessioni sulla ‘città di luce’ della pubblicità.

Con uno sguardo al ..passato del Festival (per la sua "conservazione" ed archiviazione) ed un’intelligente proiezione nel futuro…

Veronica Pallini