Home Architettura Urbanistica Design Osservatorio Stadio Parma: Lettera al Sindaco Guerra

Osservatorio Stadio Parma: Lettera al Sindaco Guerra

271
1

Egregio Sindaco Guerra,
corrono voci che tra i possibili candidati a ricoprire un ruolo nella nuova giunta comunale vi sia anche il sig. Marco Bosi che, in qualità di vicesindaco e assessore allo Sport della precedente amministrazione, è stato protagonista dei fatti che le sottoponiamo qui di seguito.

Mentre nelle giornate del 24, 25 e 26/8/2020 i soci di Nuovo Inizio svolgevano, nel più stretto riserbo, fitti incontri tra Parma e Collecchio con il potenziale acquirente americano Kyle Krause e il suo staff di consulenti, per trattare la vendita del Parma Calcio 1913, dove la prospettiva di realizzare il progetto immobiliare del nuovo stadio con aggiunte funzioni commerciali e terziarie, era un elemento negoziale cruciale per rendere appetibile l’acquisizione di un club di calcio fortemente indebitato e in perdurante perdita economica, il vicesindaco nonché assessore allo sport Marco Bosi, nonostante non vi fosse alcuna proposta di realizzazione del nuovo stadio depositata in Comune, il 26/8/2020 esce sulla stampa con un comunicato congiunto con il presidente del Parma Calcio 1913, Pietro Pizzarotti, in cui afferma: “Posso anticipare che questo lavoro è assolutamente in linea con la visione che l’Amministrazione ha sempre avuto dello stadio”.

La notizia della trattativa per la vendita del Parma Calcio tra i soci di Nuovo Inizio e l’imprenditore americano Kyle Krause viene resa pubblica soltanto il 27/8/2020.

L’accordo preliminare per l’acquisizione del Parma Calcio 1913 da parte dell’imprenditore americano Kyle Krause viene poi firmato il 29/8/2020.

Il progetto del nuovo stadio viene depositato in Comune il 9/9/2020 da Progetto Stadio Parma, la società di scopo creata il 25/2/2020 (soci Nuovo Inizio e Impresa Pizzarotti & C.) per realizzare e gestire il nuovo stadio.

L’atto di cessione del 90% del Parma Calcio 1913 e del 99% di Progetto Stadio Parma (l’1% rimane a Impresa Pizzarotti & C.) all’imprenditore americano Kyle Krause viene sottoscritto a Milano il 18/9/2020.

Qui si tratta di dichiarazioni pubbliche di un esponente apicale della giunta comunale, compiute mentre era in corso la trattativa di vendita del Parma Calcio 1913 e prima ancora che in Comune fosse depositata una qualsivoglia proposta di progetto di rifacimento dello stadio e ne fosse valutata la fattibilità nelle sedi preposte.

Dichiarazioni che, oltre agli immaginabili riflessi sulla vendita del club, hanno determinato un clima non certo favorevole affinché i funzionari del Comune, poi chiamati a valutare il progetto nel delicato iter della Conferenza dei servizi, potessero operare con serenità e senza condizionamenti.

Una condotta del genere si può ritenere appropriata a un esponente di governo della Pubblica Amministrazione? 

1 COMMENT

  1. una vergognosa vicenda solo di affari. dello sport non è rimasto più niente, solo maledetti affari. e chi se nefrega se migliaia di persone, famiglie subiranno ingiustizie civili e disagi nella loro vita. Matteo