Home Argomenti Ambiente e Ecologia ITALIA NELLA MORSA DEL MALTEMPO, A ROMA MUORE UNA DONNA

ITALIA NELLA MORSA DEL MALTEMPO, A ROMA MUORE UNA DONNA

191
0

(ansa.it) ROMA – Ridurre gli spostamenti ”’al minimo indispensabile” perche’ le piogge e le nevicate proseguiranno per il resto della giornata. E’ l’invito che il Dipartimento della Protezione Civile rivolge ai cittadini in seguito all’ ondata di maltempo che sta interessando la maggior parte dell’Italia. Secondo le previsioni degli esperti del Dipartimento, nelle prossime ore sono previste ulteriori piogge e temporali, localmente anche molto intensi, sia sul nord-est sia su tutto il centro-sud e nevicate sull’arco alpino e sul nord-ovest, anche a quote molto basse. Il maltempo che nella notte ha investito la Toscana, l’Umbria e il Lazio ha inoltre, sottolinea il Dipartimento, messo in crisi molti corsi d’acqua – tra cui il Tevere, l’Aniene, l’Arno, l’Ombrone, il Fiora, il Chiana e l’Ambra – creato disagi nei centri abitati e problemi alla viabilita’ con interruzioni di strade, allagamenti e criticita’ diffuse.

VICENZA – Un ragazzina di 13 anni e’ rimasta ferita stamane a Gallio (Vicenza), mentre stava andando a scuola, da un grosso blocco di neve che le e’ caduto addosso dal tetto di un albergo che si trova a poca distanza dall’istituto scolastico. Soccorsa da vigili del fuoco, dal Suem e dai Carabinieri, e’ stata trasportata all’ospedale di Asiago: le sue condizioni non sarebbero gravi. L’ammasso di neve sarebbe caduto a causa dell’innalzamento delle temperature nelle ultime ore, che ha probabilmente provocato il distacco della coltre bianca che si era accumulata grazie alle copiose nevicate dei giorni scorsi.

ROMA – I vigili del fuoco hanno recuperato il cadavere di una donna, rimasta intrappolata in un’automobile sommersa dall’acqua, in un sottopasso a Monterotondo, un centro vicino Roma. I vigili sono intervenuti con i sommozzatori dopo una segnalazione giunta alla centrale operativa del comando provinciale di Roma.

Nord Italia sotto la neve, con disagi per i voli e sulle strade; mareggiate e temporali al Sud, dove sono stati bloccati i collegamenti per alcune isole minori. Previste nuove abbondanti nevicate anche a bassa quota sulle regioni settentrionali e ancora temporali su quelle meridionali. Dal Viminale è partito l’invito a mettersi i viaggio "solo se strettamente necessario". Temporali e allagamenti a Roma e nel Lazio. Nella capitale allagati anche alcuni punti del centro storico. Il prefetto, Giuseppe Pecoraro, ha invitato a prendere l’auto solo se necessario.

Il nubifragio che dalla scorsa notte si abbattuto sulla capitale ha praticamente paralizzato il traffico in citta’. La circolazione e’ bloccata su gran parte delle consolari. Allagamenti, smottamenti e cadute di alberi si segnalano in molte zone della citta’ e nell’hinterland. Situazione critica a Roma sud, sulla Pontina e a Pratica di Mare all’altezza di Pomezia, ma anche nella zona nord della citta’. Tantissimi gli interventi dei vigili del fuoco per soccorrere automobilisti rimasti intrappolati nelle auto quasi sommerse dalla pioggia torrenziale. Molti i sottopassi allagati, come quello Torrino-Ostiense. Il ponte Nomentano sull’Aniene e’ stato invaso dalle acque del fiume. Tantissime le chiamate ai centralini delle centrali operative dei vigili del fuoco, vigili urbani, carabinieri, polizia e 118: tutte richieste di soccorso di cittadini in difficolta’.

CATANIA – Dalla notte scorsa nelle diverse province siicliane si e’ scatenato un violento nubifragio che tiene impegnati i vigili del fuoco che sono intervenuti per centinaia di segnalazioni di alberi caduti, allagamenti, automobili impantanate. L’autostrada Palermo- Messina e’ bloccata all’altezza di Falcone. Nel ragusano danni ingenti si registrano alle colture. A Palermo e Catania, e nei comuni di provincia, molte strade sono allagate e i vigili del fuoco hanno ricevuto chiamate di soccorso, soprattutto per automobilisti rimasti bloccati nelle loro vetture, ma anche per cantine e locali invasi dall’acqua e per la caduta di cornicioni. Il forte vento ha danneggiato alberi e fatto cadere cartelloni pubblicitari. A Catania, la zona maggiormente colpita dal temporale per i danni riportati e’ quella del villaggio Santa Maria Goretti, nella zona dell’aeroporto. Nessun problema a Fontanarossa e Punta Raisi per decolli e atterraggi.

NORD SOTTO LA NEVE – L’ondata di maltempo ha imbiancato il Nord da Ovest ad Est. Milano e Torino si sono svegliate sotto una coltre bianca. E le nevicate hanno creato non pochi problemi alla circolazione, tanto che il Centro di coordinamento nazionale in materia di viabilità – l’organismo del Viminale presieduto dalla polizia stradale cui spetta la gestione delle situazioni di emergenza – ha rivolto agli automobilisti l’invito a mettersi in viaggio "solo se strettamente necessario" e, comunque, muniti di pneumatici o catene da neve in tutto il Nord-Ovest. Precipitazioni nevose hanno interessato la A7 tra Genova ovest e Serravalle; il raccordo A4-A5 Ivrea-Santhià; il raccordo A4-A26 Stroppiana-Santhià; la A26 tra l’allacciamento
con la A10 e la bretella Predosa-Bettolle; la A6 tra Cera e Savona; la A21 tra Villanova e Voghera; la A32 tra Rivoli e Bardonecchia; l’A/23 tra Carnia e il confine di Stato; l’A22 del Brennero. Per fronteggiare l’emergenza neve la Polizia stradale ha messo in campo 310 pattuglie. In Liguria disagi sono stati creati dai mezzi pesanti. Tra Genova nervi e Genova Ovest, hanno denunciato alcuni automobilisti, ci sono volute tre ore per
percorrere 13 chilometri per la presenza di mezzi pesanti che non hanno osservato il fermo ed hanno ostacolato il transito dei mezzi antineve. Centinaia di tir in arrivo dalla Francia sono stati inoltre bloccati dalla polizia stradale a Ventimiglia.

RITARDI E CANCELLAZIONI DI VOLI – Giornata complicata anche per chi ha scelto l’aereo per viaggiare. Problemi, in particolare, a Linate, dove sono saltati una decina di voli. Mentre nell’altro scalo milanese, Malpensa, ci sono stati ritardi. L’Enac ha disposto accertamenti su quanto accaduto in mattinata negli aeroporti del capoluogo lombardo. Disagi anche nello scalo torinese di Caselle, dove un aereo diretto a Roma è
partito con cinque ore di ritardo perché il comandante era rimasto bloccato nella sua abitazione a causa della neve. Cancellati altri tre voli.

UN MORTO IN PIEMONTE; SCUOLE CHIUSE IN TRENTINO – A causa delle intense nevicate domani le scuole rimarranno chiuse in Trentino ed a Bolzano. E non è mancato il morto: un pensionato di Castagneto Po, Tommaso Gasti, 73 anni, è rimasto schiacciato dal suo trattore mentre stava spalando la neve nel cortile di casa.

ISOLATE EOLIE, BURRASCA IN GOLFO NAPOLI – Scendendo dal Nord al Sud, a creare disagi non è la neve ma i forti venti e le mareggiate. Una burrasca si è registrata nel golfo di Napoli e per le pessime condizioni del mare sono stati sospesi tutti i collegamenti con le isole. Isolate anche le Eolie: aliscafi fermi a Filicudi, Alicudi, Stromboli, Panarea e Ginostra. Qualche collegamento riesce ad essere garantito solo con le
isole maggiori dell’arcipelago tramite le navi.  

DOMANI ANCORA NEVE E TEMPORALI – La situazione non è destinata a migliorare a breve. La Protezione civile ha infatti prolungato l’allerta meteo: a partire dalla tarda serata arriveranno ulteriori e abbondanti nevicate sulle regioni settentrionali, con quota neve che a partire dalle prime ore di
domani scenderà fino ai 300-500 metri. Sul Centro-Sud invece le precipitazioni assumeranno carattere temporalesco, anche di forte intensità e saranno accompagnate da venti forti e mareggiate.