Home Argomenti Animali ANIMALI ABBANDONATI

ANIMALI ABBANDONATI

334
0

Un esemplare era legato alle inferriate.Cani maltrattati, due condannati

(L’ARENA GIORNALE DI VERONA) Provincia di Verona – Un cane costretto a vivere legato con corde corte sotto il sole di piena estate senza acqua e un altro con il corpo coperto da centinaia di zecche fino a quando, nonostante le cure, è morto. Solo brevi frammenti di una sorta di film dell’orrore che si ripete nei recinti e nei giardini della nostra provincia. Ora sono iniziate le repliche sempre più frequenti nelle aule di tribunale. E con condanne che piovono inesorabilmente contro chi maltratta gli animali. Le ultime due con tanto di decreto penale hanno interessato Serafino Ferraro, 43 anni e l’albanese Kristja Kostandin, 54 anni, residenti a Roverchiara. Al primo è stata inflitta una pena di 2.500 euro mentre il secondo dovrà pagare un’ammenda di 600 euro, Sono accusati di maltrattamento di animali. I fatti risalgno al luglio, agosto del 2007.

«Chiunque decida di accogliere presso di sé un animale» sostiene l’avvocato Emanuela Pasetto, legale della Lav «deve farlo con la piena consapevolezza di essere moralmente e giuridicamente responsabile del suo benessere». Nel caso di Ferraro, i volontari della Lav hanno trovato i due poveri cani in uno stato di totale abbandono e degrado. Un samoiedeo era legato alle inferriate di una finestra con una corda corta senza riparo e senza acqua. C’era anche il cane meticcio Rocky costretto avivere in mezzo ai suoi escrementi sotto il sole e con il corpo coperto da centinaia di zecche. Hanno provato il veterinario e gli animalisti a salvarlo ma non c’è stato nulla da fare a neanche un mese di distanza dal suo ritrovamento e sequestro disposto dalla procura. Anche la casa di Roverchiara di Kostandin era una sorte di lager per i cani, a parere dei volontari. L’albanese aveva 3 cani: il primo veniva lasciato in una gabbia coperta dal cellophane sotto il sole di agosto e gli altri due, un meticcio rosso e uno bianco, senza neanche l’acqua da bere. Dovrà pagare 600 euro di ammenda.GP.CH. 24 SETTEMBRE 2008