Home Argomenti Animali Agnellini tra i rifiuti, uno era ancora vivo

Agnellini tra i rifiuti, uno era ancora vivo

193
0

(LA NUOVA SARDEGNA) PORTO TORRES (SS). Un gesto di crudeltà inutile, che ha mobilitato una squadra dei vigili del fuoco, una pattuglia dei carabinieri, una squadra della polizia zoofila e, finalmente, un veterinario.  È accaduto ieri pomeriggio, in via Balai, quando una persona ha aperto il cassonetto dell’indistinto per buttare il sacchetto della spazzatura e ha visto due agnellini. Uno degli animali era ancora vivo, per cui ha chiamto i vigili del fuoco. I pompieri sono arrivati immediatamente e hanno recuperato dal cassonetto sia la carcassa dell’animale morto, sia l’agnellino che  ancora respirava.  A quel punto, però, c’erano due problemi da risolvere: lo smaltimento dell’animale morto e cosa fare dell’agnello vivo. Logico quindi rivolgersi al servizio veterinario, che però non ha risposto all’appello dei vigili del fuoco. I quali hanno avvertito i carabinieri e la polizia zoofila. Una situazione, sottolineano i vigili del fuoco, che si presenta ogni volta che bisogna rimuovere (soprattutto dalle sedi stradali) le carcasse di animali morti. Si innesca un’incredibile trafila caratterizzata dal classico "scaricabarile" che si trascina anche per diverse ore, impegnando così una squadra di pronto intervento con costi che finiscono per gravare – spesso inutilmente – sulle tasche dei contribuente. 23 OTTOBRE 2008

Previous articleVOTO USA: LE DUE ‘VICTORY NIGHT’ DI CHICAGO E PHOENIX
Next article40.000 Firme contro il brevetto sul broccolo