Home Argomenti Animali VITERBO: SPICACCI (ENPA), ABBATTIMENTO RANDAGI PROVVEDIMENTO GRAVISSIMO

VITERBO: SPICACCI (ENPA), ABBATTIMENTO RANDAGI PROVVEDIMENTO GRAVISSIMO

273
0

ADN KRONOS 02/04/2009
VITERBO: SPICACCI (ENPA), ABBATTIMENTO RANDAGI PROVVEDIMENTO GRAVISSIMO

Roma, 2 apr. (Adnkronos) – "L’approvazione, da parte della Giunta comunale di Soriano nel Cimino (Vt), di una delibera relativa a una bozza di legge che autorizza l’abbattimento dei cani randagi dopo 60 giorni dalla cattura, e’ un fatto di una gravita’ sconcertante. Da persona civile e da cittadino, rimango sbalordito dal comportamento del sindaco di un paese, che si permette di violare leggi regionali e nazionali in materia di tutela e benessere degli animali". Lo ha dichiarato Paolo Spicacci, coordinatore regionale dell’Ente nazionale protezione animale (Enpa) per il Lazio.
"Ritengo – ha proseguito Spicacci – che, pur essendoci delle difficolta’ reali nel mantenere strutture adeguate a costi accettabili, non si puo’ essere fautori di un reato penale quale l’uccisione di animali. Invito con forza il sottosegretario Martini a un immediato intervento per arginare questi interventi fantasiosi e criminogeni di amministratori pubblici".

Altra ideuzza che illumina, come una lampadina bruciata, una strategia per arginare il fenomeno da randagismo, incivile, barbara e illegale, sovvenuta ad un altro Sindachetto nei pressi di Viterbo.
Due paroline, ma proprio due le vogliamo scrivere al Primo cittadino, ultimo tra i politici lungimiranti, esemplari, dotati di attenzione per attuare l’invito dell’on Francesca Martini, Misericordia e Legge?
Se non sa amministrare, se non sa impiegare i fondi del Ministero, se usa la pratica dell’ammazziamolitutti, con quale merito occupa il suo posto?
Randagiamolo!

Mélanie Danel