Home Argomenti Animali Bailador: Antropocentrismo

Bailador: Antropocentrismo

319
0

http://bailador.org/blog/
http://www.lasaggezzadichirone.org/
۩
DALLA PREFAZIONE DI MARGHERITA HACK AL LIBRO-DIARIO DI UN VETERINARIO
ANIMALISTA (NON TUTTI LO SONO)
Questo libro dovrebbe essere adottato come libro di lettura per la scuola dell’obbligo. E’ scritto da una
persona che dimostra una profonda conoscenza della psicologia degli animali , insegna a capirli, rispettarli
ed amarli. Sarebbe perciò altamente educativo sia per i bambini che istintivamente amano gli animali, ma
tendono a volte a non rispettare la loro libertà, sia per quelli che per educazione familiare e non abitudine a
frequentarli li temono ; ma sarebbe anche utie agli adulti, a chi adotta un cane o un gatto o un altro animale
senza pensare ai doveri che si assume verso di loro .
Chi non ama o non conosce gli animali afferma spesso che chi li ama e li cura non ama il suo prossimo.
Dispiace che fra questi si trovi anche Sciascia, che afferma : “Quando c’è in giro tanta pietà per gli animali ,
pochissima ne resta per l’uomo.” E’ un vecchio pregiudizio ; chi ama veramente gli animali lo fa
disinteressatamente, perché sono i più deboli, quelli che la legge non difende o solo da pochi anni comincia
a difendere, ma in modo molto blando. Chi ha sensibilità per gli esseri più deboli ce l’ha sia che abbiano
quattro o due zampe. Gli animali sono creature per tanti aspetti simili a noi. Osservandoli possiamo scoprire
anche i nostri modi di agire più impulsivi, mossi dalla gelosia, dall’affetto, dal senso di proprietà, dalle
simpatie o antipatie istintive che condividiamo con loro. -a questo proposito val la pena di ricordare il brano
di Nietzsche citato dall’autore . “Gli inizi della giustizia, come quelli della saggezza, della moderazione, del
coraggio, in breve tutto ciò che noi definiamo virtù socratiche, è di carattere animale : una conseguenza di
quelli istinti che insegnano a cercare il cibo e a sfuggire ai nemici. Se noi ora consideriamo che anche
l’uomo più evoluto si è innalzato e raffinato proprio nel modo di nutrirsi e nel concetto di tutto ciò che gli è
ostile, non ci sarà vietato di definire di carattere animale l’intero fenomeno morale “.
۩
LA LIBRERIA DEGLI ANIMALI. NABOKOV, MANN, CALVINO, LONDON, JŰNGER… GLI
SCRITTORI E GLI ANIMALI
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2013/07/08/la-libreria-degli-animali.html
۩
GRILLO E LA VIVISEZIONE
http://www.beppegrillo.it/
INTERVENTO DI PAOLA TAVERNA DEL MOVIMENTO 5STELLE SULLA VIVISEZIONE
https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=B_dpf6O8z0Y
۩
VIVISEZIONE AL SENATO. PUNTO PER PUNTO COSA È STATO STRAVOLTO
http://www.geapress.org/sperimentazione-animale/lok-del-senato-alla-vivisezione-punto-per-punto-
cosa-e-stato-stravolto/45893
۩
CANI RIDOTTI A CIBO PER CANI
L’INCHIESTA SUL TRASFERIMENTO DI CANI ALL’ESTERO
http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2013/07/02/news/randagi_bis-62237506/
INTERVISTA AD ALDO BENATO
http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2013/07/01/news/la_tratta_dei_randagi-62193078/
۩
NIETZSCHE SULL’ANTROPOCENTRISMO
Friedrich Nietzsche, Su verità e menzogna in senso extramorale in La filosofia nell’epoca tragica dei greci.
In un angolo remoto dell’universo scintillante e diffuso attraverso infiniti sistemi solari, c’era una volta un
astro, su cui animali intelligenti scoprirono la conoscenza. Fu il minuto più tracotante e più menzognero
della «storia del mondo»: ma tutto ciò durò soltanto un minuto. Dopo pochi respiri della natura, la stella si
irrigidì e gli animali intelligenti dovettero morire. Qualcuno potrebbe inventare una favola di questo genere,
ma non riuscirebbe tuttavia a illustrare sufficientemente quanto misero, spettrale, fugace, privo di scopo e
arbitrario sia il comportamento dell’intelletto umano entro la natura. Vi furono eternità in cui esso esisteva;
quando per lui tutto sarà nuovamente finito, non sarà avvenuto nulla di notevole. Per quell’intelletto, difatti,
non esiste una missione ulteriore che conduca al di là della vita umana. Esso piuttosto è umano, e soltanto
chi lo possiede e lo produce può considerarlo tanto pateticamente, come se i cardini del mondo ruotassero su
di lui. Se noi riuscissimo a intenderci con la zanzara, apprenderemmo che sente il centro — che vola — di
questo mondo. Non vi è nulla di abbastanza spregevole e scadente nella natura, che con un piccolo e leggero
alito di quella forza del conoscere non si gonfi senz’altro come un otre. E come ogni facchino vuole avere i
suoi ammiratori, così il più orgoglioso fra gli uomini, il filosofo, crede che da tutti i lati gli occhi
dell’universo siano rivolti telescopicamente sul suo agire e sul suo pensare.
۩
L’ABBANDONO UCCIDE
http://www.youtube.com/watch?v=0G4zlgGrP6w
۩
VOLONTARIE ISCRITTE NEL REGISTRO DEGLI INDAGATI
https://luigiboschi.it/content/bailador-volontarie-iscritte-nel-registro-degli-indagati
Caro Bailador,
ritengo che ciò che sta succedendo alle volontarie del Sud meriterebbe veramente una denuncia a livello
nazionale. Personalmente mi vergogno sempre di più di essere italiana e anche animalista. Catania e relative
istituzioni pagate, ripeto pagate, per fare il loro lavoro non possono e non devono fare che queste cose
succedano. Scriverò al comune di Catania, purtroppo con il limite di non riuscire a inserire la denuncia di
quanto avvenuto alle volontarie di quella città, con copia al quotidiano La Repubblica e cercherò di dare la
massima divulgazione a un fatto così grave.
Inutile aggiungere che in Puglia ho visto lo stesso atteggiamento da parte delle istituzioni e la stessa
ignoranza delle leggi che tutelano gli animali proprio da quelli che la legge dovrebbero farla applicare!
Sono sconvolta e pronta a autodenunciarmi: mi vergogno di essere italiana ma come animalista voglio che
qualcuno mi processi perché anche io faccio quello che fanno quelle povere volontarie.
Vi farò avere in copia quello che scriverò
Mirka Ragazzini
۩
JULES RENARD
Vorrei consigliare ai cacciatori di uscire una volta senza il loro fucile e di percorrere i campi dove hanno
ucciso . La gazza diventa una creatura di famiglia. Le pernici si lasciano avvicinare. Le prugne e la piccola
pera selvatica ti fanno l’occhietto. I prati si addormentano sotto una leggera brina.
Il bue si ferma e guarda, e il bue che lo segue gli lecca la schiena con un pigro colpo di lingua . Questo prato
sembra che tiri dalla sua parte tutta la coperta verde. E non si è ucciso niente : è già qualcosa.
LE DISUGUAGLIANZE INSOSTENIBILI
da leggere assimilare e mai dimenticare…
http://temi.repubblica.it/micromega-online/le-disuguaglianze-insostenibili/
۩
LA GIUNGLA NELLE CASE ITALIANE E IL VERGOGNOSO MERCATO DEGLI ANIMALI
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2013/07/05/pitoni-caimani-leopardi-la-
giungla-ditalia.html
۩
SCIENTOLOGY PUNISCE I DISSIDENTI: VI RICORDA QUALCUNO?
Se avete abbandonato la setta avrete gli “Squirrel busters” gli “scoiattoli” sotto casa…
http://www.youtube.com/watch?v=nEmq5a9YAHo
۩
IL NONNO DEGLI OLMI MUORE, AVEVA 300 ANNI
http://www.repubblica.it/cronaca/2013/07/05/news/in_requiem_del_nonno_degli_olmi-62424241/
۩
I GIAPPONESI, I NORVEGESI, GLI ISLANDESI LE MASSACRANO E I SONAR LE
TERRORIZZANO E LE FANNO FUGGIRE E SPESSO ARENARE
http://www.guardian.co.uk/environment/2013/jul/03/whales-flee-military-sonar-strandings
۩
GLI INDIGENI BOLIVIANI DIFENDONO LA NATURA
http://www.guardian.co.uk/world/2013/jul/08/bolivia-indigenous-people-gran-chaco-wilderness
۩
UNA GRANDE NAZIONE PUO’ FARE A MENO DEI VERDI?
http://www.greenitalia.org/wp-content/uploads/2013/07/Valentini_9_luglio_2013.pdf
۩
HEIDEGGER SULL’ANTROPOCENTRISMO
Martin Heidegger Introduzione alla metafisica
Rappresentiamoci la terra nell’universo, all’interno della buia immensità dello spazio: alla superfice di
questo minimo granello di sabbia vive nell’ abbrutimento un ammasso confuso e strisciante di animali che si
suppongono razionali, i quali hanno, per un istante, scoperto la conoscenza.
۩
SCUSATE… VOI SARESTE UNA NAZIONE CIVILE?
۩
MORS TUA VITA MEA: LO STERMINIO DEI RATTI (INTRODOTTI DALL’UOMO) PER
SALVARE GLI UCCELLI IN SOUTH GEORGIA
http://www.independent.co.uk/news/science/south-georgia-enters-the-rat-race-to-exterminate-its-
very-unwelcome-invaders-8686234.html
۩
MI VENDO TUTTO PER SALVARE IL MIO CANE: I COSTI ASSURDI PER LE
ASSICURAZIONI CHE PROVOCANO L’ABBANDONO
http://www.dailymail.co.uk/news/article-2354214/Vicky-Hughes-sold-clothes-eBay-save-dog-pet-
insurers-refused-pay-up.html
۩
APOLLONIO DI TIANA: I SACRIFICI ANIMALI COME SUDICIUME
Apollonio di Tiana (I° sec. d.C.) Da Filostrato
E’ cosa migliore non offrire sacrificio di alcuna specie a Dio, non accendere alcun fuoco in Suo onore, e non
assegnare a Lui alcuno di quei nomi dei quali si servono gli uomini per designare degli oggetti materiali ;
egli è infatti al di sopra di tutte le cose. Egli è il primo ; gli altri dei vengono solamente dopo di Lui. Egli
nulla attende dagli altri dei, meno ancora da noi, poveri umani…
Per domandare a Colui che sta al di sopra di tutti, quello che a noi conviene, noi dovremmo servirci di ciò
che vi è di superiore in noi, cioè dello spirito ; ora lo spirito non ha bisogno di alcun aiuto materiale per
formulare la sua preghiera. Perciò non consumate alcun sacrificio per Dio, l’onnipotente, che sta al di sopra
di ogni cosa. Se taluno si dice mio discepolo, non frequenti luoghi pubblici, non uccida alcun essere vivente,
non mangi carne, sia esente da invidia…
Contro i preti di Delfi che praticano i sacrifici cruenti io dico : Eraclito fu savio e giammai consigliò al
popolo di Efeso di lavare il sudiciume con altro sudiciume. Se qualcuno vuol seguire la mia strada, egli
deve rinunciare a mangiare qualsiasi cosa che abbia avuto vita animale…onde non sporcare la coppa
della saggezza…
Nulla di ciò che proviene dagli animali, lana o pellicceria, dovrà riscaldarlo. Io consegno ai miei discepoli
delle calzature di corda ed essi dormiranno là dove potranno e come potranno…
Gli dei benediranno essi più per le loro piccole offerte che non coloro che spargono sui loro altari il sangue
dei vitelli . La terra produce ogni cosa e chi vuole essere in pace con gli esseri viventi non ha bisogno di
nulla, perché i suoi frutti si possono cogliere, e altri coltivare secondo le stagioni, in quanto essa è la nutrice
dei suoi figli : ma la gente, come se non udisse le sue grida, affina le spade contro gli animali per trarne
vestimento e cibo. I Bramani dell’India invece non approvano tale condotta, e istruirono i Ginni dell’Egitto a
respingerla : da costoro Pitagora, che fu il primo dei Greci a frequentare gli Egiziani, prese la sua dottrina,
che lasciava alla terra agli esseri animati ; e affermando che i suoi prodotti sono puri e adatti a nutrire il
corpo e la mente, di questi si cibava. Sostenendo inoltre che gli abiti che si portano solitamente sono impuri,
in quanto provengono da esseri mortali, si abbigliava di lino ; e per la stessa ragione intrecciava il vimine
per farsene calzature…Il lino non è strappato a un essere vivente.
۩
AVETE LETTO? ORA LEGGETE QUESTO…
Chissà se non avesse trionfato il cristianesimo con la sua visione monoteista – trinitaria dove saremmo andati
a parare. Forse si sarebbe sviluppata una religione – germoglio, nascente dal tronco del neo – platonismo –
molto più attenta al problema della sofferenza animale. Una religione della luce, compassionevole, attenta
verso il non – umano. Un buddismo limato dal tempo, senza miracolismi e pseudo deità.
Porfirio (232- 304 d.C.) allievo di Plotino sosteneva che l’uomo doveva consumare il minimo necessario
sopravvivendo con una dieta di frutta. Celso, che attaccò il cristianesimo, affermava che tutto è stato “creato
per gli uomini e per gli animali” mentre Origene, quello che non credeva in un inferno infinito, lo avversava
dicendo che la Bibbia sosteneva che tutto era stato fatto per servire l’uomo.
Le parole sono macigni. Un uomo mi commuove nell’antichità: Plutarco. La sua solitaria battaglia per
difendere gli animali è grandiosa. E’ terribilmente moderna. Il Cristogesù se la spassa sterminando maiali e
rendendo gli alberi di fico sterili, mentre alcuni uomini, con le loro penne, si ergono a baluardo contro la
tirannia specista trionfante e cercano disperatamente di far ragionare la massa dei cavernicoli e di variare la
logica distorta delle loro religioni antropomorfiche che decretano che il massacro degli animali è cosa accetta
agli dei e gradevole alle narici demiurgiche. Buddha, Vardhamana Mahavira e i grandi Tirthakara, i
costruttori dei ponti, insegnano che uccidere un altro essere vivente è come uccidere se stessi e provare
compassione per un essere vivente è come provarla per se stessi, mentre il futuro Pantacrator – consustanziale
con il padre – quello della singolarità del Big Bang che proietta spazio, cose, tempo dal nulla (se così si può
dire) – se la spassa con battutine inani sulla “kunaria” della Sirofenicia. E mentre, il Cristogesù, se la gioca a
Cerasa con i diavoli, il Cristo pagano, Apollonio di Tiana, nello stesso periodo, perambula per il mondo
evitando di divorare animali e di indossare indumenti di pelle o di lana. Apollonio transita attraverso dodici
regni. Da Augusto fino a Nerva. Anche Pitagora evita di indossare indumenti di pelle o di lana e non insozza,
non contamina gli altari con il sangue. Offre dolci di miele agli dei, non cadaveri, c’informa Filostrato.
Empedocle, pure, aborre i sacrifici come gli orfici. E pensa che le anime siano cadute nella materia per
un’antica colpa, e che la ruota della vita le porta a trasmigrare nei corpi degli animali e degli umani. Se ti
divori un agnello – afferma – forse, ti stai pappando tua nonna. La ragione della caduta? L’antico fio
d’Anassimandro: le cose pagano per essere nate.
E perché le cose pagano per esistere? Risponde a questa domanda metafisica e fondamentale Arginno di
Posillipo: “E chi lo sa?” e suggella la ricerca filosofica con questa storica risposta.
Più lapidaria la Regina d’Inghilterra: “ Boh!”
Ma com’è possibile che Plutarco scriva queste cose, intorno al 100 d.C., mentre i cristiani appaiono,
attraverso la storia, ottusamente chiusi verso il problema della sofferenza animale?
۩
IL CLIMA E’ UNO DEI MASSIMI RISCHI PER LA SPECIE
http://www.guardian.co.uk/environment/2013/jun/30/climate-change-security-threat-envoy
۩
L’AMERICANO CHE HA UCCISO 2746 IRACHENI (E SE NE VANTA) SPIEGA: HO
IMPARATO TUTTO CACCIANDO
Ricordo con molta più gioia il primo cervo che abbattei nel Kentucky…
http://www.blitzquotidiano.it/libri/dillard-jonhson-il-sergente-usa-che-ha-ucciso-2746-nemici-
1601579/
۩
L’ETERNO GIOVANARDI: SE NON ESISTESSE BISOGNEREBBE INVENTARLO
http://www.giornalettismo.com/archives/1006163/giovanardi-contro-uomini-e-donne-in-versione-gay/
۩
LA FIDANZATA
https://www.youtube.com/watch?v=raVo-EsFqH8
https://www.youtube.com/watch?v=xFsP3sPDLNI
۩
IL FANATISMO RELIGIOSO: MANDA LA HACK ALL’INFERNO…
http://firenze.repubblica.it/cronaca/2012/12/19/news/stalin_e_odifreddi_hack_e_mao_lo_strano_prese
pe_dei_cattivi-49047817/
… E’ CONTRO UNA DELLE POCHE RELIGIONI CHE RISPETTA GLI ESSERI VIVENTI
UMANI E NON UMANI…
http://www.fedecultura.it/dettagli.php?id=310
…E ATTACCA ANCHE L’ALBERO DI BUDDA
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2013/07/08/lalbero-di-siddharta-nel-
mirino-dei-terroristi.html
۩
IL MISTERIOSO CANE DI GOYA
http://albabluscuro.skyrock.com/745827238-Francisco-Goya-Cane-interrato-nella-rena.html
http://cedocsv.blogspot.co.uk/2013/06/melania-mazzucco-la-malinconica.html
۩
NIETZSCHE : IL SAGGIO E L’ANIMALE SI AVVICINERANNO E PRODURRANNO UN TIPO
NUOVO!
F. Nietzsche. La Gaia Scienza
“Quali sono le trasformazioni profonde che debbono derivare dalle teorie secondo le quali si afferma che
non vi è un dio che si curi di noi e non vi è una legge morale eterna (umanità ateisticamente immorale)?…Il
saggio e l’animale si avvicineranno e produrranno un tipo nuovo!”
۩
LA GLORIOSA MARCIA FANTOZZIANA
http://www.giornalettismo.com/archives/1010339/arcore-la-manifestazione-che-fa-ridere-tutta-italia/
۩
G. BONUZZI . L’ANIMALE, QUESTO SCONOSCIUTO
…Ed ora vorrei parlarvi del cane di nessuno, il cane più povero dei poveri, il buon cane nel cui sguardo si
sono rifugiati il sentimento della bontà punita e la virtù della silente rassegnazione, l’amico senza doppio
fondo, il “mendicante d’amore” che si sperde desolato alla vana ricerca di una carezza e di una crosta di
pane muffito. E’ quell’animale di cui l’uomo, nella sua maggioranza, non è amico, ma che sempre rimarrà,
come lo definì S.Pietro l’eremita, “la più onesta creatura di Dio”. Che io mi sappia, un vero canto sull’onestà
del randagio, lo dobbiamo unicamente a Baudelaire . Leggiamone una strofa : “Canto il cane miserabile,
quello che vagabonda solitario nella città sterminata ; ma anche quello che, con uno sguardo spirituale, si è
accostato all’uomo da tutti abbandonato, e gli ha detto : “Sono tuo ; due miserie possono fare una felicità”.
Il poeta pensava che, in compenso di tanta sofferenza immeritata, ci debba essere “il paradiso dei cani
buoni, dei cani infangati e desolati, il paradiso dei cani randagi”….
…Non è chiaro in quale epoca, tra i musulmani, si sia manifestato il pregiudizio contro i cani . In un primo
tempo, la loro presenza era ammessa persino nelle moschee . Molti non avranno dimenticato la lettura
dell’immane strage canina avvenuta nel 1912, a Costantinopoli. Ottantamila di quegli infelici animali,
imbarcati al porto e fatti sbarcare sull’isolotto roccioso di Prinkipo, nel mar di Marmara, vi furono
condannati a morire di fame….
۩
VI SIETE STUFATI? RELAX…
http://www.youtube.com/watch?v=WbOKlBFVHNM