Home Argomenti Animali LAV: REGIONE LOMBARDIA CHIEDE AL GOVERNO LA DEFINITIVA CHIUSURA PER “TUTELA DELLA...

LAV: REGIONE LOMBARDIA CHIEDE AL GOVERNO LA DEFINITIVA CHIUSURA PER “TUTELA DELLA SALUTE PUBBLICA” E COMPENSAZIONE DI “13 MILIONI DI EURO” PER 7 ALLEVAMENTI, DI CUI SOLO 2 HANNO ANIMALI. 

124
0
Link

COVID E VISONI: LA VICEPRESIDENTE E ASSESSORA REGIONALE AL WELFARE DELLA REGIONE LOMBARDIA, LETIZIA MORATTI, CHIEDE AL GOVERNO LA DEFINITIVA CHIUSURA PER “TUTELA DELLA SALUTE PUBBLICA” E COMPENSAZIONE DI “13 MILIONI DI EURO” PER 7 ALLEVAMENTI, DI CUI SOLO 2 HANNO ANIMALI. 

LAV: FINALMENTE ANCHE LA LOMBARDIA, COME L’EMILIA ROMAGNA, SI ALLINEA A NOSTRA ISTANZA. MA NESSUN REGALO AGLI ALLEVATORI! 

La Regione Lombardia ha chiesto al Governo di chiudere gli allevamenti di visoni per esigenze di tutela della salute pubblica (https://www.lombardianotizie.online/visone/) ma allo stesso tempo chiede di risarcire gli allevatori con “immediati ristori” per un ammontare di 13 milioni di euro da dividere tra 7 strutture.

“Ottima la decisione della Regione Lombardia che si allinea alla Regione Emilia Romagna e a quanto LAV sta chiedendo da ormai un anno: la chiusura definitiva degli allevamenti di visoni, al momento sospesi fino al 31 dicembre.  dichiara Simone Pavesi, Responsabile LAV Area Moda Animal free – Con questa seconda Regione a favore, il Ministro Speranza deve prevedere chiusura definitiva in uno dei prossimi Decreti-legge relativi all’emergenza sanitaria”. 

Il Governo, però, non deve cadere nel ‘tranello’ della Lombardia, che rispetto alla tutela della Salute Pubblica sembra più interessata alla tutela degli allevatori, nellOrdinanza del Ministro della Salute dello scorso 21 novembre (con la quale è stata disposta una prima temporanea sospensione degli allevamenti di visoni), infatti, nei Considerando si legge che la Regione Lombardia in riferimento al focolaio di coronavirus nell’allevamento di Capralba (dove sono stati poi abbattuti oltre 26.000 visoni) aveva formalmente chiesto di consentire all’allevatore di concludere il ciclo produttivo e ricavare le pellicce da animali positivi al coronavirus! – prosegue Pavesi – Ora invece, sapendo che questi allevamenti non hanno un futuro, con la scusa della Salute Pubblica, reclama indennizzi spropositati e addirittura per allevamenti che esistono solo sulla carta. In Lombardia, in base ai documenti acquisiti dalla LAV, (vedi tabella) solo 2 allevamenti hanno visoni, mentre 4 risultano con codice attività aperto ma le gabbie sono vuote da prima della pandemia o addirittura già smantellati, e 1 (quello di Capralba) è stato svuotato in seguito alla scoperta del focolaio di Sars-Cov2. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lombardia: allevamenti con e senza animali e numero di visoni attualmente presenti 

Dati acquisiti da LAV a marzo 2021 

Provincia 

Allevamento Comune di  

Risposta di  

del  

n. visoni maschi 

n. visoni femmine  

n. tot visoni 

Aggregato regionale 

BS 

Calvagese della Riviera 

ATS BS 

04.03.2021 

412 

1.812 

2.224 

3.419 

(Montirone)* 

0 

0 

0 

CR 

Capergnanica 

ATS Val Padana 

16.03.2021 

n.d. 

n.d. 

1.195 

Cremona (3)* 

0 

0 

0 

* Allevamenti non attivi ma con codice attività ancora aperto

Se da una parte, però, la Regione Lombardia fa una richiesta di chiusura definitiva degli allevamenti di visoni per pellicce, positiva per la tutela degli animali e della salute, dall’altra la Giunta lombarda aggiunge, con l’Assessore Rolfi, un’immotivata richiesta di più caccia agli animali selvatici, che va invece respinta. 31.03.2021 

 

La Toscanini