Home Argomenti Animali Stop al genocidio di cani randagi in Romania

Stop al genocidio di cani randagi in Romania

105
0
Link

da Paolo Ricci

LI DECAPITANO, LI MASSACRANO, I BAMBINI RIDONO DAVANTI A FILE DI CANI DEVASTATI PER STRADA…stop al genocidio dei cani randagi in Romania

Non so se siete a corrente con quello che in questo periodo succede a Romania. Le immagini che vi ho mandato descrivono tutto senza troppe parole. Tuttavia vi racconterò che succede a Bucarest. Poco tempo fa è successa una tragedia: un bambino di 4 anni che è stato perso di vista dalla nonna è arrivato su una proprietà privata ed è stato ucciso dai cani che facevano da guardia. Da allora a Bucarest è iniziato un vero massacro : i cani randagi sono bruciati vivi, avvelenati , decapitati senza che le autorità intervengano. Nessuno non fa niente e i poveri cani pagano con la vita. Non so se voi riuscite a fare qualcosa , ma se è possible cercate di fermali !Le persone che amano gli animali sono disperate e non hanno alcun potere per fermare questo genocidio !!! Vi prego mandate un messaggio al Governo rumeno , a quello europeo … non lasciateli morire!!!

trasmetto il messaggio di questa ragazza rumena disperata…non si può più soprassedere, solo Bucarest fa 1 milione di randagi…è sconvolgente, sicuramente invivibile, per cani e persone…la cosa è fuori controllo. In ogni caso è assolutamente vergognoso che un paese CEE si comporti così e sia tollerato, non lo sbattano fuori. Stanno tirando su degli assassini specisti, ho visto foto di bambini che ridono davanti a file di cani massacrati, questa è una distorsione, il cane è amico dell’uomo, lì si sta sovvertendo tutto.

QUESTO è pericolosissimo. La mente umana si difende dal dolore con l’indifferenza, e si adatta al peggio, deformandosi, e questo sta accandendo alle nuove generazioni che assistono a tutto questo, per i quali i cani sono animali improduttivi (cultura medievale, o forse barbara) e nocivi: è inammissibile, in questo modo anche aiutando le associazioni , chi mai adotterà un cane recuperato in Romania (ammesso che sia possibile, visto che li sterminano nel peggiore dei modi?). Bisogna dire NO a tutto questo, combattere con ogni mezzo, ma a TUTTO questo, non fermiamoci al nostro dolore guardando, e ascoltando…COSì STANNO LE COSE!
Lascio la parola a (omissis per motivi di privacy)..chi vuole rapportarsi con lei le scriva (omissis come sopra), ovviamente la questione del bimbo ucciso è solo una scusa, lo fanno almeno 2 volte all’anno in modo dichiarato, da sempre.