Home Artgallery Anna Boschi RAY JOHNSON E LA MAIL ART

RAY JOHNSON E LA MAIL ART

361
0

Alla Biblioteca comunale di Castel San PietroTerme

MARTEDI’ 4 NOVEMBRE ORE 20,30 SERATA IN BIBLIOTECA SUL LIBRO "RAY JOHNSON E LA MAIL ART"

La pubblicazione curata da Anna Boschi raccoglie retrospettive e testimonianze sul movimento artistico

Interverranno il sindaco Vincenzo Zacchiroli, l’assessore alla cultura Federica Ottavi e l’assessore alla cultura di Imola Valter Galavotti

Come preannunciato a settembre, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Castel San Pietro Terme ha organizzato per martedì 4 novembre alle ore 20,30 alla Biblioteca Comunale di via Marconi la presentazione del libro "Ray Johnson e la Mail Art – Retrospettive e Testimonianze" a cura dell’artista castellana Anna Boschi, che era stato pubblicato in occasione dell’omonima mostra, in cui erano stati riproposti in parte i due progetti dedicati a Ray Johnson, l’ideatore della Mail Art, nel Trentesimo e nel Quarantesimo della Mail Art.

In questa pubblicazione, già disponibile nelle Biblioteche Comunali, Anna Boschi ha raccolto testi significativi e competenti di critici, teorici, artisti e poeti, tutti tratti dal suo "Mailartmeeting Archives", che illustrano storicamente e con profonda conoscenza l’artista, il mito, il personaggio Ray Johnson e il movimento artistico da lui creato.

Alla presentazione interverranno il sindaco Vincenzo Zacchiroli, l’assessore alla cultura Federica Ottavi e l’assessore alla cultura di Imola Valter Galavotti.

"Questa pubblicazione, edita dal Comune di Castel San Pietro Terme,  è una sintesi importante sulla mail art – sottolinea l’assessore Federica Ottavi -. Questa branca dell’arte contemporanea è trattata infatti non solo dal punto di vista storico, ma offrendo anche interessanti spunti sugli sviluppi futuri. L’idea è di metterlo a disposizione di tutte le biblioteche del circuito del Circondario,  del quale quest’anno siamo capofila. Anche per questo sarà presente l’assessore Galavotti, che stima molto Anna Boschi. Grazie ad Anna Boschi, che per noi castellani rappresenta la mail art ma che opera anche in altri campi artistici, è stato possibile creare un’opera di grande valore anche didattico, una sorta di manuale che non esisteva prima. Anna infatti è stata contattata più volte da studenti che facevano tesi di laurea sulla mail art e che faticavano a trovare dei testi. Per questo abbiamo invitato alla presentazione del libro anche le scuole locali e il mondo accademico". 

 "Dopo dieci anni di mostre di mail art a Castel San Pietro Terme, all’undicesima edizione ho sentito l’esigenza di lasciare un libro documento – afferma la curatrice che presenterà il libro attraverso la proiezione di immagini di opere di Ray Johnson e di artisti internazionali che aderiscono a questo network, molti delle quali già esposte nelle mostre a Castel San Pietro Terme -. La parte iniziale è dedicata a Ray Johnson, poi ci sono testi di critici e artisti che parlano della mail art da vari punti di vista. Fra i vari contributi segnalo: "Mail art e pace" del critico bolognese Roberto Vitali, scomparso nel 2000, che aveva presentato questo testo nel catalogo della mostra "La parola pace non si può uccidere"; un testo storico del 1980 sul rapporto tra mail art e poesia del poeta e critico d’arte Gio Ferri, che ha anche mandato un testo attuale sul rapporto fra mail art e corrispondenza elettronica; il saggio del giapponese Ryosuke Cohen che considera i mail artisti come "cellule dello stesso cervello" e quello dello psicologo dell’arte Ruggero Sicurelli che definisce la mail art un "circuito del benessere", valorizzando l’elemento dello scambio".

Ricordiamo che in biblioteca sono ancora esposti cinque pannelli di grafiche relative al progetto del Trentesimo, allestiti in occasione della mostra di settembre.

Per informazioni: Ufficio Cultura tel. 051-6954198 – www.cspietro.it oppure www.mailartmeeting.comarchivio@mailartmeeting.com.