Home Argomenti Arte e Cultura WEEKENDLETTERARI FEST 2023 (PAROLE DI UGUAGLIANZA SOCIALE)

WEEKENDLETTERARI FEST 2023 (PAROLE DI UGUAGLIANZA SOCIALE)

93
0

WEEKENDLETTERARI FEST 2023 (PAROLE DI UGUAGLIANZA SOCIALE) LOCANDINA PDF
Torna a Parma, per la terza edizione locale, con contributo e patrocinio del Comune di Parma, la
manifestazione letteraria organizzata da Gaiaitaliapuntocom Edizioni e Studio Bertani, per la
direzione artistica di Isabella Grassi e Ennio Trinelli, WLF 2023 – WEEKENDLETTERARI
FEST che avrà come tema “Parole di Uguaglianza Sociale”.
Una tre giorni per articolare parole di uguaglianza sociale attraverso racconti, libri, spettacoli,
incontri e umanità dentro un contenitore letterario che parte dalla parola e alla parola ritorna, essendo
tutto parola, dalle leggi agli esseri umani troppo spesso ignoranti della parola come azione compiuta.
Una tre giorni che corra dal venerdì alla domenica sera in una versione ibrida dal vivo e online che
sposi le due modalità anche all’interno di incontri in presenza.
L’interessante programma propone incontri letterari, conferenze, lectio magistralis, giochi di ruolo,
un laboratorio per bambini, una mostra di fotografia, una di disegni e una di pittura, con la visione di
cortometraggi via smartphone.
Nelle giornate di sabato 21 e domenica 22 sarà presente la Libreria Piccoli Labirinti.
Ecco il programma:
Venerdì 20 Ottobre 2023
STUDIO BERTANI (Strada al Ponte Caprazucca 7, Parma)
Apertura mostre ore 16:00
“HANAN PACHA”, mostra di pittura di Alexander Ozerski
Ex allievo di Mauro Marchini qui il pittore volge lo sguardo all’arte antica e di altre culture.
Alexander rivisita l’iconografia inca esaltando e mixando alcuni dei suoi tratti più significativi con la
più effimera e mortale figura umana.
“MARIA LUIGIA, frammenti di memoria”, mostra fotografica collettiva del gruppo Color’s
Light.
La mostra, di cui ne verranno esposte solo alcune opere è promossa dal gruppo colornese Color’s
Light in collaborazione con il Museo Glauco Lombardi.
Nei molti suoi scritti Maria Luigia raccontava: “Il mio unico desiderio è di poter trascorrere qui la
mia esistenza nella più grande tranquillità…ho il modo di poter rendere quattrocentomila anime felici,
di proteggere le scienze e le arti, non sono ambiziosa, e ho la speranza di trascorrere qui un gran
numero di anni, che si rassomiglieranno tutti, ma che tutti saranno dolci e tranquilli.” Una duchessa
che trasmise ai suoi cittadini parole di uguaglianza sociale.
Mostra di illustrazioni a cura di Marianna Salerno: “Rubro”