Home Argomenti Benessere e Salute Perché i dentrifici contengono sostanze non commestibili? Perché i dentisti tacciono sui...

Perché i dentrifici contengono sostanze non commestibili? Perché i dentisti tacciono sui veleni che mettiamo in bocca inconsapevolmente?

1116
0

Tra i risultati spicca sicuramente ciò che riguarda il marchio Colgate. Tre prodotti (nello specifico Colgate Total, Colgate Total Plus in pasta e Colgate Total Plus Interdentale), infatti, sono stati valutati molto negativamente in quanto contengono il controverso Triclosan (che crea Resistenza agli antibiotici), accusato di rendere i batteri più resistenti agli antibiotici, e il sodio lauril solfato. Quest’ultimo, inserito nei dentifrici in quanto schiumogeno in grado di aiutare a lavare meglio via la placca, è in realtà considerato un ingrediente aggressivo che può irritare le mucose. Ovviamente non solo Colgate lo contiene, ma molti altri. Non è ancora finita, i dentifrici Colgate sono anche accusati di contenere materie plastiche solubili in particolare il copolimero PVM / MA. Altre sostanze non proprio raccomandabili trovate in 91 dentifrici testati sono i polietilenglicoli e sostanze chimicamente correlate (PEG). Queste possono rendere le membrane mucose più permeabili agli agenti esterni.