Home Argomenti Economia e Finanza QUALITA’ DEL LATTE

QUALITA’ DEL LATTE

202
0

PARMA – Stanno sortendo esiti positivi le misure messe in campo all’inizio del 2008 dalla Provincia di Parma per la riduzione della presenza di cellule somatiche in eccesso nel latte bovino; misure cui ha cooperato anche la Camera di Commercio Industria Artigianato ed Agricoltura di Parma con uno specifico fondo. Come ha spiegato il vicepresidente della Provincia di Parma con delega all’Agricoltura Pier Luigi Ferrari, << si tratta di una serie di azioni- dagli interventi di sensibilizzazione alla messa a disposizione di finanziamenti- promosse per aiutare le stalle ancora non in regola con i parametri stabiliti dall’Unione Europea: la normativa comunitaria prescrive infatti che il latte bovino da conferire ai caseifici contenga un tetto massimo di 400mila cellule somatiche per ml. Limite che dal 1 gennaio 2009 diverrà definitivo>>. Nel gennaio 2008 la situazione del nostro territorio non era per nulla positiva; per questo, per permettere ai produttori di regolarizzarsi, l’Ente provinciale ha avviato questo progetto straordinario che sta procedendo in modo soddisfacente.

Veronica Pallini