Socialblog di opinioni informazioni e rubriche su Parma, Teatro, Arte, Cultura, Musica, Vegetarianesimo, Veganesimo, Animalismo, Salute, Ambiente, ...Politica, Banche e Moneta.

Home Economia e Finanza Cronaca Nera e Giudiziaria Palermo, arrestato il presidente di Rete Ferroviaria Lo Bosco: “Il suo nome...

Palermo, arrestato il presidente di Rete Ferroviaria Lo Bosco: “Il suo nome in libro mastro delle tangenti”

290
0

Il dirigente di Rete Ferroviaria italiana e presidente dell’Azienda siciliana trasporti ai domiciliari. Secondo l’accusa, ha ricevuto tangenti “per evitare intoppi” in lavori da 26 milioni. Misure cautelari anche per due funzionari del Corpo Forestale. Crocetta: “Azzerare il cda di Ast”. Il procuratore Lo Voi: “Corruzione pervasiva”

La polizia di Palermo ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare a carico di tre funzionari pubblici accusati diconcussione. Ai domiciliari tra gli altri il presidente di Rete Ferroviaria Italiana, Dario Lo Bosco. Sono accusati di avere intascato mazzette in relazione ad appalti pubblici. Rfi è una società partecipata al cento per cento da Ferrovie dello Stato e gestisce le infrastrutture della rete ferroviaria in tutto il Paese. Lo Bosco è anche presidente di Azienda siciliana trasporti (Ast) e in questa qualità è finito sotto accusa.

L’accusa è di aver preso da un imprenditore agrigentino tangenti per evitare intoppi nello svolgimento dei lavori su un appalto da 26 milioni bandito dal Corpo Forestale della Regione Sicilia. Lo Bosco, secondo la Procura, ha intascato una tangente di 58.650 euro legata ad un appalto per l’acquisto di un sensore per il monitoraggio delle corse dei treni.

Oltre a Lo Bosco la misura cautelare riguarda i funzionari del Corpo forestale della Regione Siciliana (che risponde alla Regione e non dipende dal Corpo fortestale dello Stato) Salvatore Marranca eGiuseppe Quattrocchi, arrestati con l’accusa di aver preso tangenti per un appalto relativo ai lavori di ammodernamento delle radiocomunicazioni della Forestale. Al primo è andata, secondo l’inchiesta, una mazzetta da 149.500 euro; al secondo 90mila euro.

Nell’indagine è coinvolto un grosso imprenditore agrigentino,Massimo Campione, titolare di una società di costruzioni. Fermato recentemente dalla polizia, è stato trovato con una lista di nomi, con accanto delle cifre: una sorta di libro mastro delle tangenti. L’imprenditore starebbe collaborando con gli inquirenti.

Il presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta ha già chiesto la convocazione dell’assemblea dell’Azienda siciliana trasporti, di cui Lo Bosco è presidente, per azzerarel’intero consiglio d’amministrazione. La Regione Siciliana è socio dell’Ast.

Le indagini sono ancora in corso, ha spiegato in conferenza stampa il Procuratore capo di Palermo Francesco Lo Voi. Parlando della lista sequestrata all’imprenditore Massimo Campione ha affermato: “Eravamo abituati a sequestrare i cosiddetti libri mastri degli estorsori, ora ci siamo trovati davanti a un diverso libro mastro, a metà tra libro mastro e ‘lista delle spesa’ con nomi e cifre”. Tutto questo, ha commentato, “è deprimente perché c’è quasi l’utilizzazione di quei metodi con riferimento non al pizzo ma alla corruzione”.

Corruzione che, ha aggiunto Lo Voi, “diventa sempre più pervasiva, ormai costituisce un fenomeno. Qualche giorno fa il procuratore di Roma ebbe a definire ‘deprimente’ la quotidianità della corruzione riscontrata in un diverso ambito. Credo”, ha continuato, “di poter oggi utilizzare quello stesso aggettivo per descrivere non una quotidianità, ma descrivere la pervasività del fenomeno corruttivo, che è un fenomeno grave perché mina la liceità e le legittimità delle attività economiche impedendo il corretto svolgimento dei procedimenti amministrativi, la libera concorrenza, danneggiando il mercato e il territorio dei suoi cittadini”. 29 ottobre 2015

Fonte Link: http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/10/29/palermo-arrestato-il-presidente-di-rfi-lo-bosco-mazzette-per-agevolare-appalti-il-suo-nome-in-libro-mastro-delle-tangenti/2169847/

Sostieni questo socialblog
Partecipa anche tu con un tuo contributo economico con un solo euro, o altro… alla libertà di pensiero.
Puoi inviarci il tuo contributo anche con PayPal a Luigi Boschi, mail luigiboschi@gmail.com
O visita questa pagina, clicca qui
Sostieni questo socialblog
Partecipa anche tu con un tuo contributo economico con un solo euro, o altro… alla libertà di pensiero.
Puoi inviarci il tuo contributo anche con PayPal a Luigi Boschi, mail luigiboschi@gmail.com
O visita questa pagina, clicca qui
Traduci