Home Argomenti Economia e Finanza Dal 1° luglio fine prelievi al bancomat per un milione di correntisti:...

Dal 1° luglio fine prelievi al bancomat per un milione di correntisti: i soggetti interessati

42
0
Link

GAGLIONE DANILO
Un noto istituto bancario  sta per adottare una misura molto drastica che riguarda i propri clienti al fine di limitare l’uso del denaro contante. Dal 1° luglio poco più di un milione di correntisti non potranno più prelevare denaro contante dallo sportello automatico della propria banca.

Sono milioni gli italiani che, non appena hanno bisogno di denaro contante, si recano agli sportelli automatici bancomat ATM del proprio istituto bancario per fare prelievi, invece di fare lunghe ed estenuanti file agli sportelli fisici. I bancomat ATM sono la scelta preferita di molti, non solo perché permettono, tra le varie operazioni, di prelevare facilmente denaro contante dal proprio conto corrente, ma anche perché permettono di fare tutto ciò in completa autonomia e riservatezza.

Allo sportello automatico si possono fare ricariche telefoniche, ricaricare altre carte di credito, prelevare denaro contante e tante altre operazioni in modo semplice, veloce e comprensibile per chiunque. Nonostante questo sistema dia tanti vantaggi ai correntisti, un istituto bancario che vanta di più di un milione di clienti, sta per adottare un provvedimento drastico e incomprensibile: chiudere tutti gli sportelli ATM e le casse automatiche.

Questo significa che oltre un milione di correntisti non potranno più prelevare denaro contante, né effettuare altre operazioni,  dallo sportello automatico della propria banca. Stiamo parlando dei clienti di Banca ING.

Banca ING chiude gli sportelli Bancomat e le casse automatiche

Una decisione abbastanza incomprensibile per i propri correntisti è stata presa dall’istituto bancario ING. La banca dal 1° luglio chiuderà tutti i propri sportelli automatici, vietando di fatto la possibilità ai propri clienti di prelevare denaro contante dall’istituto in questione. Stiamo parlando di oltre un milione di correntisti che, per prelevare soldi in contanti, saranno costretti a recarsi agli sportelli bancomat di altri istituti bancari, vedendosi addebitare corpose commissioni su ogni singolo prelievo.

In tempi in cui a livello istituzionale si è aperta una vera e propria lotta al denaro contante, dimostrata dai vari provvedimenti del governo atti ad incentivare i pagamenti tracciabili a sfavore di quelli in contanti, banca ING ha dato un chiaro segnale di voler andare in questa direzione. Infatti, a parte il prelievo in contanti, il resto dei servizi della banca resteranno attivi.

I clienti potranno infatti continuare a svolgere regolarmente tutte le altre attività previste dal contratto utilizzando i canali a distanza (sito internet, app, servizio clienti, chat), che già oggi costituiscono le modalità privilegiate e maggiormente utilizzate dalla clientela di ING. Ovviamente potranno pagare con le carte di credito dell’istituto bancario ING in qualsiasi esercizio commerciale, così come potranno ricevere denaro sul proprio conto corrente.

Per quanto riguarda il prelievo però dovranno utilizzare sportelli bancomat di altri istituti, perché dal 1° luglio quelli di banca ING verranno spenti in tutta Italia.
Per versare assegni invece i clienti di ING hanno la possibilità di inviarli, tramite posta assicurata, a ING – Casella Postale 10632 – 20159 Milano.
ING è la prima banca in Italia a prendere questa decisione, e non è detto che non faccia da apripista. Molti altri istituti potrebbero prendere esempio e applicare restrizioni simili ai propri clienti, in quanto tutte le banche hanno interesse a limitare l’uso del denaro contante al fine di favorire pagamenti tracciabili e digitali.

Fonte Link: jedanews.it

 

La Toscanini