Home Argomenti Mondipossibili La Giornata Nazionale del Farmaco

La Giornata Nazionale del Farmaco

203
0

"Dona un farmaco a chi ne ha bisogno(…). Condividere i bisogni per condividere il senso della vita (…)".

La Giornata Nazionale del Farmaco assume un valore particolare << in un momento di crisi, in cui occorre reagire e affrontare con spirito solidale le difficoltà e i disagi >>: Lorenzo Lasagna assessore comunale alle Politiche sociali e sanitarie ha presentato in Comune-accanto alla collega della Provincia Tiziana Mozzoni- << la nona Giornata Nazionale di Raccolta del Farmaco, che a Parma coinvolge quest’anno 110 volontari presso 15 farmacie-8 nel territorio comunale->>. Compito dei volontari , che sono per altro "cresciuti" passando dagli 80 dell’edizione precedente agli attuali, è proprio << raccogliere i farmaci che i cittadini vorranno donare, da destinare ad Enti e associazioni caritative>>.

Per il nono anno dunque l’Associazione Banco Farmaceutico Onlus-in collaborazione con Compagnia delle Opere-Impresa Sociale- organizza in tutta Italia la Giornata Nazionale di raccolta del farmaco. In provincia di Parma i farmaci raccolti verranno distribuiti a nove Enti\Associazioni caritative del territorio convenzionati con il Banco.  Tre, sempre secondo l’assessore Lasagna, i motivi di merito della Giornata che nella nostra città è in programma sabato 14 febbraio 2009: << innanzitutto si contribuisce a raccogliere farmaci essenziali per persone in stato di bisogno ; in secondo luogo si creano e consolidano reti sociali tra istituzioni mondo del volontariato e dispensari farmaceutici; infine, si permette di riscoprire il significato del dono e della gratuità>>.

Analoghe considerazioni esprime l’assessore provinciale alle Politiche sociali e sanitarie Tiziana Mozzoni , secondo cui << il Banco del Farmaco risponde ad una necessità sociale e viene in soccorso di tante persone che non possono permettersi l’acquisto di farmaci e vivono sotto la soglia di povertà, sono loro a meritare un aiuto concreto , tramite un gesto che responsabilizza il cittadino e lo spinge ad essere solidale verso gli altri >>.Specie in un tempo di difficoltà, di crisi dei valori…

Accanto agli assessori, sono intervenuti tra gli altri Francesco avanzino medico e dal 2003 responsabile provinciale del Banco Farmaceutico e Giuliana Capelli per il Centro di Aiuto alla Vita (una delle realtà assistenziali che godranno i benefici dell’iniziativa .Veronica Pallini

Previous articleDal lire al piacevole sourire
Next articleScuola, dalla Provincia altri 293mila euro