Home Argomenti Operaprima SOCIETA’ ITALIANA PER IL PROGRESSO DELLE SCIENZE: APERTURA DELL’INCONTRO

SOCIETA’ ITALIANA PER IL PROGRESSO DELLE SCIENZE: APERTURA DELL’INCONTRO

218
0

Si è aperto oggi, 13 novembre, alle ore 9, nell’Aula Magna dell’Università di Parma, il convegno della Società Italiana delle Scienze – SIPS. <<Siamo abituati a convegni organizzati su singole discipline ma non è frequente l’incontro con diversi settori del mondo scientifico: è questo il principale valore dell’odierna riunione della Sips -Società Italiana per il Progresso delle Scienze-che si svolge oggi a Parma e che celebra il centenario della stessa Sips >>: Gino Ferretti, Rettore dell’Ateneo parmigiano, ha così introdotto presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Parma i lavori della prima mattinata del convegno su "Il progresso delle scienze in Italia. Risultati, sviluppi e prospettive per un’organizzazione razionale della ricerca in Italia", che proprio in occasione del centenario della rifondazione della Sips-avvenuta a Parma nel 1907- intende offrire un prezioso contributo alla promozione del progresso scientifico e alla diffusione ed incremento degli studi scientifici nel nostro Paese, favorendo il dialogo e la collaborazione tra le varie discipline. E se, ha proseguito il Rettore, tuttora il metodo scientifico <<non è sufficientemente al centro del nostro interesse>>, bisogna fare sì che <<il valore della scienza sia sempre più condiviso dall’opinione pubblica>>. Per il Comune di Parma è intervenuto invece alla cerimonia di apertura il vicesindaco Paolo Buzzi, ricordando che cento anni fa proprio la nostra città ospitò la rifondazione della Sips e citando la frase di Balzac secondo cui << la chiave di tutte le scienze è il punto di domanda>>. Se un tempo scienza e tecnica appartenevano a pochi, più tardi si ebbe una proficua comunicazione di questi saperi che rappresentò una concreta diffusione delle opportunità e della democrazia. E la scienza oggi deve, dovrebbe essere, ispirata ad un’etica che coltivi <<un’idea responsabile del futuro>>.
Ha voluto fosse letto durante l’incontro un proprio significativo messaggio anche il Vescovo di Parma Mons Silvio Cesare Bonicelli, rammentando gli interrogativi sul progresso e sul suo valore ed invitando a riflettere sulla cruciale domanda se il progresso stesso conduca sempre al benessere della comunità o se occorra distinguere, <<darne una valutazione etica, inserita in più ampie considerazioni sul senso generale della vita e del mondo. Valutazioni che impongono anche di riflettere sul potere e sulla responsabilità degli uomini di scienze>>.
Maurizio Cumo
presidente della Sips ha tracciato una breve cronistoria del lavoro della Società, risalendo al 1839 anno della prima riunione degli scienziati italiani a Pisa e ricordando in particolare i primi passaggi di quel cammino. Prioritario obiettivo della Società, ha sottolineato, è sempre stato <<sostenere il dialogo tra i cultori delle diverse scienze ed elaborare riflessioni sul cammino della comunità scientifica. Sui temi dello spazio europeo da riservare alle ricerca, della promozione di un’economia fondata su conoscenze più competitive e dinamiche del mondo>>. Scopo della riunione del centenario, arrivare alla <<redazione di una dichiarazione di impegno della comunità scientifica nazionale, a favore dei giovani ricercatori. Una dichiarazione che sarà presentata, come concreta sollecitazione, a Parlamento e Governo>>. Sulle istanze della ricerca e dei giovani bisogna << ridare all’Italia il ruolo che abbiamo ereditato dal passato>>.
L’evento è proseguito nel pomeriggio presso la Camera di Commercio di Parma e riprenderà domani alle 9 sempre in Aula Magna. Parma, 13 novembre 2007

 

Previous articleINTERVENTO DI ROBERTO VACCA
Next articleINTERVENTO DI LUIGI CARRINO