Home Argomenti Operaprima STRATEGIA GOVERNATIVA RIVOLTA AL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

STRATEGIA GOVERNATIVA RIVOLTA AL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

173
0

Mario Alì
Mario Alì
della Direzione Generale per le Strategie e lo Sviluppo dell’internazionalizzazione della Ricerca Scientifica e Tecnologica del Ministero dell’Università e della Ricerca è intervenuto oggi pomeriggio alla tavola rotonda "Ricerca finalizzata all’innovazione tecnologica: rapporti tra sistema Universitario/Enti di Ricerca/Impresa".
Il Consiglio Europeo straordinario, nel 2000 a Lisbona, aveva lanciato come obiettivo, per un’Europa della conoscenza e dell’innovazione, il proposito di giungere entro il 2010 a investire nella ricerca e nello sviluppo scientificio il 3 per cento del PIL di ciascun Paese membro. Per l’Italia era stato stabilito il 2,5 per cento. Oggi siamo fermi al 1,1 per cento.
Come fare?
«E’ comunque impossibile, mancano due anni, l’unica cosa è fermare la caduta». Mario Alì ha dunque illustrato le strategie governative per limitare i danni di questa situazione, rispondendo all’intervento di Carlo Rizzuto, Presidente del Sincrotrone di Trieste, che durante la sessione della mattina aveva sottolineato la mancanza di una strategia a lungo termine all’interno dello stesso Ministero dell’Università e della Ricerca.

«Ora l’interesse è rivolto verso il Settimo Programma Quadro» lo strumento principale dell’Unione Europea per il finanziamento della ricerca in Europa per il periodo 2007-2013. «Bisogna partecipare, vi sono priorità vicine a quelle italiana come per i settori salute, ambiente, trasporto, sicurezza, energia, scienze socioeconomiche e umanistiche e altre. Stiamo facendo riunioni per realizzare programmi nazionali strategici di ricerca dove vengono chiarite finalità, obiettivi e budget per poter partecipare al Programma. Abbiamo stipulato e firmato un accordo affinché Ministero della Ricerca, Ministero dello Sviluppo Economico e Ministero dell’Innovazione collaborino armonicamente per coordinare programmi nazionali di ricerca settoriali».

 

Previous articleFRANCIA: TRENI FERMI PER SCIOPERO, L’AGITAZIONE CONTINUA
Next articleSIPS: IL PAESE ITALIA TRA SCIENZA E INNOVAZIONE