Home Economia e Finanza Cronaca Nera e Giudiziaria La Scuola Normale sotto inchiesta

La Scuola Normale sotto inchiesta

318
0

Due inchieste, una della procura di Pisa e l’altra della Corte dei conti della Toscana, sono in corso sulla Scuola Normale di Pisa per presunti indebiti usi di un alloggio, una carta di credito e veicoli intestati alla Scuola

(corriere.it) PISA – Due inchieste, una della procura di Pisa e l’altra della Corte dei conti della Toscana, sono in corso sulla Scuola Normale di Pisa. La notizia, anticipata dal quotidiano La Nazione, è stata confermata anche dalla Corte dei conti, che ha precisato come gli accertamenti riguardino i presunti indebiti utilizzi di un alloggio, una carta di credito e veicoli intestati alla Scuola. Nessun commento invece da parte della procura pisana. Del caso si occupa il sostituto procuratore Aldo Mantovani e sulla vicenda viene mantenuto il massimo riserbo.

LE INCHIESTE – Stando a quanto si è appreso, le due inchieste riguardano fatti avvenuti negli ultimi due anni e sarebbero scattate da accuse piuttosto circostanziate pur se presentate in forma anonima. Nel caso della magistratura contabile, gli accertamenti riguardano una pluralità di fatti e nel giro di poche settimane potrebbero concludersi. La guardia di finanza di Pisa ha già acquisito e fornito alla Corte dei conti la documentazione relativa ai fatti denunciati dal corvo. Nel pomeriggio la Normale ha diffuso un comunicato nel quale spiega che alla luce delle rivelazioni di stampa, il direttore, Salvatore Settis, ha immediatamente convocato «un’assemblea di tutto il personale della Scuola durante la quale ha espresso la propria indignazione per il ricorso allo strumento della lettera anonima, ha ribadito la correttezza delle procedure seguite nella Scuola e la piena fiducia che tali insinuazioni troveranno totale chiarimento negli approfondimenti in corso».

28 settembre 2010