Home Rubriche Matteo Colella Posta certificata: finalmente qualcosa si muove!

Posta certificata: finalmente qualcosa si muove!

62
0
Link

Finalmente è possibile attivare la propria casella di posta elettronica certificata, grazie alla quale potremo dialogare con la Pubblica Amministrazione e non solo.

Purtroppo non sarà possibile "certificare" la propria casella abituale di posta elettronica, ma sarà necessario crearne una nuova registrandosi presso un provider PEC (posta elettronica certificata) che "garantirà" alle persone che riceveranno i messaggi che esso è veramente partito dal nostro indirizzo e che non è stato modificato lungo il tragitto.

Un provider per tutti è quello gratuito del Ministero: www.postacertificata.gov.it

Chiaramente la procedura di registrazione è molto più aritcolata rispetto a quella di una casella normale proprio per il livello di sicurezza che essa vuole garantire.

Il sito www.pec.it spiega così il funzionamento della pec: "Quando il mittente possessore di una casella di PEC invia un messaggio ad un altro utente certificato, il messaggio viene raccolto dal gestore del dominio certificato (punto di accesso) che lo racchiude in una busta di trasporto e vi applica una firma elettronica in modo da garantirne inalterabilità e provenienza. Fatto questo indirizza il messaggio al gestore di PEC destinatario che verifica la firma e lo consegna al destinatario (punto di consegna). Una volta consegnato il messaggio il gestore PEC destinatario invia una ricevuta di avvenuta consegna all’utente mittente che può essere quindi certo che il suo messaggio è giunto a destinazione. Durante la trasmissione di un messaggio attraverso 2 caselle di PEC vengono emesse altre ricevute che hanno lo scopo di garantire e verificare il corretto funzionamento del sistema e di mantenere sempre la transazione in uno stato consistente."

La Toscanini