Home Città Bologna Austerity dello spettacolo: da parte di chi?

Austerity dello spettacolo: da parte di chi?

270
0

Alla Sig.ra Giorgetti (Corriere di Bologna, oggi ), ho risposto, via e-mail, così.

Gentile Sig.ra Giorgetti,sono reduce dalla lettura della sua risposta sull’"austerity dello spettacolo". Appena riavuto dalla vertigine datami dal vuoto informativo che permea il suo articolo, mi sono applicato a scriverle per precisare quanto segue: il CCNL dello spettacolo prevede per la categoria Professori d’Orchestra non sedici bensì ventotto ore settimanali per una tipologia di lavoro molto particolare che comporta un livello di specializzazione e di selezione ( mai sentito parlare di concorsi internazionali per entrare a far parte di un’orchestra stabile, Sig.ra Giorgetti?) che anzi, ormai è scarsamente retribuita rispetto ad  altre categorie paragonabili. Semmai il problema è trovare dei dirigenti ( che non fanno nessun concorso! ) che sappiano far fruttare questa risorsa, offrendo così ai fruitori maggiori occasioni di ascolto al medesimo costo, perchè tale resta il famoso 70% del bilancio per i compensi ai dipendenti, che suonino o cantino una sera o sei alla settimana.Se lo lasci dire da chi nel Teatro ci lavora da vent’anni: dietro questa cortina fumogena ci sono, anche e non solo, le ragioni di anni e anni di deficit nel settore causate da spese fuori controllo per cachet milionari (in euro) di registi, cantanti, direttori, scenografi molti dei quali evasori fiscali. ( Vedi Pavarotti. Cfr. La Repubblica, 6 settembre 2007, lo sapeva? In quanto a "riposi compensativi" non ve n’è traccia nel contratto. Mi dia ascolto, se lo legga, se lo legga… Come diceva Totò, si informi.Certo di un suo cortese riscontro, magari sulla stessa rubrica, le porgo distinti saluti.                                              

Enrico Celestino

Prima Viola dell’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna

Previous articlePiccole imprese: oltre un milione a rischio chiusura nei prossimi 6 mesi
Next articleFestival della Scienza di Genova – corso gratuito di cucina vegetariana (vegan)