Home PROGETTI Parco della Musica di Parma Piacenza e Busseto ALEXEY BOGDANCHIKOV È IL VINCITORE DEL 57° CONCORSO INTERNAZIONALE VOCI VERDIANE...

ALEXEY BOGDANCHIKOV È IL VINCITORE DEL 57° CONCORSO INTERNAZIONALE VOCI VERDIANE CITTÀ DI BUSSETO

58
0
Link
Alexey Bogdanchikov baritono Vincitore Voci Verdiane città di Busseto 2019

ALEXEY BOGDANCHIKOV È IL VINCITORE 
DEL 57° CONCORSO INTERNAZIONALE VOCI VERDIANE CITTÀ DI BUSSETO
Insieme a lui, premiati i soprani Wenmeng Gu e Chiara Mogini,
tutti protagonisti del concerto di gala accompagnati al pianoforte da Milo Martani.

Roncole Verdi, Casa Natale di Giuseppe Verdi
domenica 23 giugno 2019, ore 21.00

Il baritono Alexey Bogdanchikov è il vincitore del 57° Concorso
Internazionale Voci Verdiane Città di Busseto, indetto dal Comune di Busseto
e realizzato sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, in
onore e memoria di Carlo Bergonzi, presieduto da Giancarlo Contini Sindaco
di Busseto e organizzato dal Teatro Regio di Parma. Insieme a lui sono stati
premiati i soprani Wenmeng Gu, al secondo posto, che ha ricevuto anche il
premio come miglior voce femminile, e Chiara Mogini al terzo posto.



Il 1° Premio “Carlo Bergonzi” di € 5.000 offerto da Chengdu LeMeiSiBo
Culture Communication Co. (Cina) è stato dunque assegnato al baritono russo
Alexey Bogdanchikov, 33 anni, che da La forza del destino ha interpretato
l’aria di Don Carlo di Vargas “Morir!…tremenda cosa…Urna fatale…Egli è
salvo!”; il baritono è allievo di Anatoly Loshak che vinse il concorso nel
1987. Seconda classificata e vincitrice del premio di € 3.000 offerto dal
Lions Club Busseto “Giuseppe Verdi” è il soprano cinese Wenmeng Gu, 26 anni,
che da La traviata ha interpretato l’aria di Violetta “È strano! è strano…
Ah forse è lui… Sempre libera”. La giovane cantante ha ricevuto anche il
premio speciale Emanuela di Castelbarco di € 1.000, offerto
dall’Associazione Verdissime.com alla miglior voce femminile. Il 3° Premio
di € 1.500 è stato assegnato al soprano italiano Chiara Mogini, 28 anni, che
ha cantato l’aria di Leonora “Pace, pace, mio Dio” da La forza del destino.

Ai vincitori e ai finalisti del Concorso potranno essere affidati i ruoli
di Aida, Radames, Amonasro, Amneris, Ramfis, il Re, Un Messaggero, Una
Sacerdotessa dall’opera Aida di Giuseppe Verdi, che nell’ambito del Festival
Verdi 2019 sarà in scena al Teatro Giuseppe Verdi di Busseto. La produzione
sarà ripresa nei teatri del Circuito Lirico OperaLombardia, la cui
direzione, a sua discrezione, potrà affidare alcuni dei ruoli ai finalisti e
ai vincitori del Concorso.
Tutti i premiati saranno protagonisti del concerto di gala, accompagnati al
pianoforte dal Maestro Milo Martani, domenica 23 giugno 2019 alle ore 21.00
nei pressi della Casa Natale del Maestro a Roncole Verdi. I biglietti per il
Concerto di Gala (posto unico € 11,00) sono disponibili presso la
biglietteria del Teatro Regio di Parma e online su teatroregioparma.it. I
biglietti saranno inoltre in vendita in loco a partire dalle ore 19.30. Per
informazioni: Biglietteria del Teatro Regio di Parma, tel. 0521 203999 –
[email protected]itwww.teatroregioparma.it –
www.vociverdiane.com.
I cittadini di Busseto potranno prenotare i biglietti a loro riservati,
fino ad esaurimento del contingente, presso lo Iat di Busseto e ritirarli il
giorno dell’evento presso la biglietteria allestita in loco dal Teatro Regio
di Parma. Per informazioni: Iat di Busseto, tel. 0524 92487 –
[email protected]www.bussetolive.com.

I premiati saranno protagonisti anche del concerto organizzato
dall’associazione Le Terre Traverse sabato 29 giugno 2019 alle ore 21.30
presso il Podere Castello a Cadeo (Pc). I biglietti (posto unico € 10,00,
ridotto € 5,00 Under 30) saranno in vendita in loco dalle ore 20.30. Per
informazioni [email protected].



La proclamazione dei vincitori è avvenuta sabato 22 giugno 2019 al termine
del concerto aperto al pubblico, presentato da Ilaria Notari, con la
Filarmonica Arturo Toscanini diretta da Fabrizio Cassi. 



Ad assegnare i premi la giuria presieduta dal Direttore generale del Teatro
Regio di Parma Anna Maria Meo e composta da Javier Menéndez Álvarez
(Direttore Generale Teatro de la Maestranza di Siviglia), Paulo Abrão Esper
(Direttore generale e artistico del Teatro Lírico de Equipe – Cia Ópera São
Paulo e del Concorso di canto “Maria Callas”), Frédéric Chambert (Direttore
generale Teatro Municipal de Santiago), Peter Heilker (Direttore generale
Theater St. Gallen), Eline de Kat (Delegato artistico Opéra de Monte-Carlo),
Cristiano Sandri (Responsabile della programmazione artistica del Teatro
Regio di Parma), Qing Xu (CEO Chengdu LeMeiSiBo Culture Communication Agency
Membro della società di promozione della tradizione culturale cinese) e,
nella fase finale, Andrea Rinaldi (Lions Club “Giuseppe Verdi” di Busseto).



Nell’Accademia della Rocca di Busseto è allestita una mostra fotografica
dedicata alla storia del Concorso: ritratti di giovani artisti poi divenuti
grandi interpreti e personalità che hanno accompagnato il Voci Verdiane dal
1961 al 2018. La mostra, a cura del Circolo Pasini, potrà essere visitata da
sabato 22 giugno a martedì 2 luglio nei giorni martedì, venerdì, sabato e
domenica dalle ore 16 alle 19.



Il 57° Concorso Internazionale Voci Verdiane Città di Busseto è realizzato
con il sostegno di Ministero dei beni e delle attività culturali, Regione
Emilia-Romagna, Provincia di Parma, Chengdu LeMeiSiBo Culture Communication
Co. (Cina), Lions Club Busseto “Giuseppe Verdi”, verdissime.com, Fondazione
Cariparma.



L’immagine del Concorso Internazionale Voci Verdiane Città di Busseto è un
particolare del monumento in bronzo a Giuseppe Verdi, opera dello scultore
Luigi Secchi, inaugurato nel 1913 nella piazza centrale di Busseto
intitolata al Maestro.



La 58a edizione del Concorso Internazionale Voci Verdiane Città di Busseto,
si svolgerà a Busseto dal 9 al 14 giugno 2020.













57° CONCORSO INTERNAZIONALE 

VOCI VERDIANE CITTÀ DI BUSSETO





Roncole Verdi, Casa Natale di Giuseppe Verdi

domenica 23 giugno 2019, ore 21.00

CONCERTO DI GALA DEI PREMIATI

Pianoforte MILO MARTANI


La Toscanini