Home Skenet Fondazione Teatro Due ATTI UNICI DI Čechov a Teatro Due di Parma dal 3 all’11...

ATTI UNICI DI Čechov a Teatro Due di Parma dal 3 all’11 febbraio 2024

45
0

Debuttano in prima nazionale il 3 febbraio (con repliche fino all’11 febbraio) Una domanda di matrimonio e L’anniversario, la terza coppia di Atti Unici di Anton Čechov prodotti da Fondazione Teatro Due di Parma che ne mette in scena otto, presentandoli a coppie di due fino a fine febbraio 2024.

ATTI UNICI
di Anton Pavlovič Čechov
produzione Fondazione Teatro Due, Parma
dal 3 all’11 febbraio 2024 

UNA DOMANDA DI MATRIMONIO
con Massimiliano Aceti, Giovanni Carta, Irene Paloma Jona

regia Matteo Tarasco 

L’ANNIVERSARIO

con Francesco Biscione, Lidia Castella, Andrea Mattei, Franca Penone, Francesca Somma, Pino Tufillaro

regia Nicoletta Robello  

Debuttano in prima nazionale il 3 febbraio (con repliche fino all’11 febbraio) Una domanda di matrimonio e L’anniversario, la terza coppia di Atti Unici di Anton Čechov prodotti da Fondazione Teatro Due di Parma che ne mette in scena otto, presentandoli a coppie di due fino a fine febbraio 2024.

Prosegue il viaggio attraverso una parte poco conosciuta della produzione di Anton Čechov, questi brevi atti che forniscono un magnifico spaccato di umanità attraverso storie semplici, ma già ricche di genialità drammaturgica.

In Una domanda di matrimonio, nuovo scherzo in un atto, Čechov sembra estendere l’idea de L’Orso, dove il duello alla fine non ha luogo, per quanto l’intera pièce sia un duello. E così in questo atto unico, Lomòv, che è venuto a casa di Čubukòv per fare la proposta di matrimonio alla figlia Natàl’ja, in effetti non la farà mai, per quanto alla fine della commedia i due saranno ufficialmente fidanzati.

“Lomov è un perfetto esempio di malato immaginario, sempre in bilico tra malori, capogiri, svenimenti, colpi apoplettici, attacchi isterici. Si ride, ma c’è di base una nota dolent”– scrive Fausto Malcovati. “Oltre che ipocondriaco, Lomòv è anche noioso, pedante, meticoloso, insomma un gran rompiscatole. Destinato a esser mandato al diavolo. Ma, nonostante tutto, è un buon partito per una come Natal’ja Stepanovna candidata a finire zitella. In questi fulminei passaggi da ire funeste a serafiche pacificazioni, soprattutto nei personaggi femminili, Čechov eccelle: e questa contadinotta, che sgrana piselli e maledice la pioggia che fa marcire il fieno, è un piccolo capolavoro. Appena può bisticcia, rimbecca, pianta grane, fa baruffa. E va fino in fondo, a testa bassa, non molla la presa e si danna la vita. Masochista? Forse, ma alla fine si sposa”.

Diretti da Matteo Tarasco in scena ci sono Massimiliano Aceti, Giovanni Carta, Irene Paloma Jona.

Congegno ad orologeria perfetto, L’Anniversario è uno scherzo del 1891 che sviluppa la trama di un vorticoso assommarsi di accadimenti assurdi che volgono al disastro, un evento meticolosamente preparato come celebrazione trionfale del quindicennale della fondazione di una banca. In scena Francesco Biscione, Lidia Castella, Andrea Mattei, Franca Penone, Francesca Somma, Pino Tufillaro diretti da Nicoletta Robello.

Nel 1884 Čechov segue, come giovane cronista, il processo a Rykov, un banchiere imputato per avere ingannato i risparmiatori di una intera città bruciando il denaro a lui affidato. Uno scandalo finanziario che assomiglia molto per dinamica e personaggi coinvolti a quello che fu il crack della Parmalat. A seguito di quella esperienza l’autore scrive L’Anniversario ricostruendo nel personaggio del Presidente di una piccola banca e in quello del suo anziano contabile i principali protagonisti dell’infame vicenda. Con una struttura irresistibilmente comica il vaudeville descrive la discesa di Sipucin che, nel giorno dei festeggiamenti per il quindicesimo anniversario della sua presidenza, dovrà fronteggiare un fuoco di fila di impedimenti, impicci, rivolgimenti ed invasioni che finiranno per rovinargli la reputazione. Ancora una volta Čechov trascina gli attori in una esperienza paradossale, indicando come cercare, in una terribile storia vera, le radici espressive della sua originalissima nuova forma di comicità.

Il progetto prosegue con Il canto del cigno e Le nozze il 15 febbraio.

In biglietteria è disponibile anche la Carta Čechov, per un viaggio attraverso l’irresistibile comicità di questo grande autore.

Informazioni e biglietteria: biglietteria@teatrodue.org – tel: 0521.230242 – www.teatrodue.org

 

CALENDARIO DELLE RECITE

  

UNA DOMANDA DI MATRIMONIO / L’ANNIVERSARIO

3, 6, 7, 8, 9 e 10 febbraio ore 20.30

4 e 11 febbraio ore 16.00

  

LE NOZZE / IL CANTO DEL CIGNO

15, 16, 17, 20, 21, 22, 23 febbraio ore 20.30

18 febbraio ore 16.00

  24 febbraio ore 16.00MARATONA ATTI UNICI

TRAGICO SUO MALGRADO / L’ORSO / I DANNI DEL TABACCO / SULLA STRADA MAESTRA

UNA DOMANDA DI MATRIMONIO / L’ANNIVERSARIO

LE NOZZE / IL CANTO DEL CIGNO