Home Skenet Fondazione Arturo Toscanini Filarmonica e Orer Fondazione Teatro Regio e Fondazione Toscanini insieme per Consorzio Paganini. Nasce il...

Fondazione Teatro Regio e Fondazione Toscanini insieme per Consorzio Paganini. Nasce il Parco della Musica di Parma

76
0
Link

Parco della Musica di Parma

Il nuovo consorzio gestirà l’Auditorium Paganini, il centro produzione musicale e la sala Ipogea

Si chiamerà Consorzio Paganini, dovrebbe diventare operativo entro i primi mesi del 2015, sarà composto dalla Fondazione Teatro Regio e dalla Fondazione Toscanini: avrà il compito di gestire tutto il complesso convegnistico e musicale del parco ex Eridania (progetto di Renzo Piano, realizzato dall’Amministrazione di Stefano Lavagetto) ), formato dall’Auditorium Paganini, dal Centro produzione musicale e dalla Sala ipogea. Il progetto è stato presentato nei giorni scorsi dal segretario generale della Toscanini, Luigi Ferrari, durante una commissione Cultura.

 «I consigli di amministrazione delle due Fondazioni si sono dichiarati favorevoli alla creazione del consorzio», spiega il Maestro Ferrari, prima di illustrare i vantaggi che sono attesi dal progetto che vedrà la Toscanini andare ad occupare gli spazi vuoti del centro congressi e costruiti a suo tempo grazie al contributo regionale di circa 3 miliardi di lire. Quei locali infatti erano stati destinati fin dall’inizio per le prove dell’orchestra stabile. Ma per diverse vicende politiche il complesso musicale dovette andare prima nell’edificio di Davoli in via Tartini, poi a San Pancrazio nell’ex Multiplex di Antonio Cellie, dove, fino a giugno la Fondazione Toscanini ha pagato l’affitto dei locali dell’ex cinema di cui è proprietaria di una piccola parte dell’edifico per effetto di una complessa vicenda condotta da Gianni Baratta (ex Sovrintendente Toscanini) con Antonio Cellie. Prendendo sede nei nuovi edifici, La Fondazione Toscanini in futuro si è impegnata a eseguire lavori per 800 mila euro necessari alla sistemazione dei locali, ridotti per incuria in una situazione di progressivo degrado. Oltre alle opere di sistemazione, la Toscanini pagherà al Comune un affitto di 6 mila euro all’anno». L’intera operazione, secondo Luigi Ferrari genererà una risorsa importante per l’intera città, dato che l’intero complesso avrà un’anima culturale grazie alla presenza stabile dell’orchestra con tutto l’indotto che ne consegueLa concessione degli spazi da parte dell’Amministrazione Comunale è stata concordata fino al 2033. 

La Toscanini