Home Skenet Fondazione Arturo Toscanini Filarmonica e Orer Concertosa, il Fantaregno della Musica

Concertosa, il Fantaregno della Musica

316
0

Da oggi in libreria, Concertosa è una fiaba multimediale ad alta accessibilità che si ispira alla poetica di Gianni Rodari e introduce i più piccoli nel meraviglioso mondo delle note e dei suoni. I testi sono di Sara Culzoni, le illustrazioni di Cristina Portolano. Nella versione audio online, la voce recitante dell’attore Tullio Solenghi e le esecuzioni musicali della Filarmonica Arturo Toscanini

Il progetto editoriale Concertosa. Il Fantaregno della Musica, presentato nel corso della Conferenza Stampa odierna ospitata a Bologna nella sede della Regione Emilia-Romagna, nasce con l’obiettivo di sintetizzare il messaggio La Toscanini per tutti, toccando trasversalmente le sfere Educational, Social Work e Music Care. Il libro è infatti il primo prototipo di progetto editoriale inclusivo della Community Music, in cui le parole giocano con la musica.

Copertina Libro Concertosa

Si tratta di un libro multimediale ad alta accessibilità, il primo de La Toscanini, pubblicato da Edizioni Curci nella collana Curci Young e distribuito a livello nazionale in tutte le librerie a partire da oggi 4 novembre 2021.

Il progetto si fonda su un racconto commissionato nel 2020 da La Toscanini a Sara Culzoni in occasione del centenario della nascita di Gianni Rodari, cui il plot della fiaba s’ispira liberamente mettendo al centro la forza e la funzione aggregativa della musica.

«Siamo particolarmente felici di presentare Concertosa – ha sottolineato Alberto Triola, Sovrintendente de La Toscaninifrutto di una importante collaborazione tra La Toscanini e le Edizioni Curci. Un progetto ideato e realizzato per un pubblico nuovo che utilizza strumenti e metodologie innovative. La musica al servizio della comunità, quale strumento educativo, è al centro dello spirito e delle azioni strategiche de La Toscanini e questo prodotto, con i suoi contenuti e la forma, rappresenta in modo molto efficace il pensiero che anima la nostra Fondazione».

Le illustrazioni di Cristina Portolano, l’uso del font ad alta leggibilità EasyReading®, particolarmente adatto anche a lettori con dislessia, e un progetto grafico orientato all’alta accessibilità, completano e arricchiscono il prodotto, ampliandone le modalità di fruizione e il target di pubblico.

«Sono onorata – ha spiegato Laura Moro, Direttore Editoriale Musica Classica Edizioni Curci – che La Toscanini, un’orchestra che rappresenta un’eccellenza italiana, abbia contattato le Edizioni Curci per Concertosa. Il progetto MusicAccessibile orientato all’alta accessibilità musicale – all’interno del programma “La Toscanini per tutti – la musica necessaria” – è fortemente in linea con gli obiettivi della collana di libri divulgativi del marchio Curci Young: portare e promuovere la cultura musicale nelle famiglie italiane affinché ogni bambino si appropri di un linguaggio espressivo importante come quello della musica per diventare un giorno un cittadino migliore». 

Il racconto è disponibile anche in versione audio, fruibile mediante un QR code stampato all’interno del libro e disponibile in forma gratuita sul canale soundcloud e sul sito de La Toscanini. La versione audio vanta la straordinaria voce narrante di Tullio Solenghi e preziosi inserti musicali eseguiti dalle orchestre de La Toscanini: Filarmonica Arturo Toscanini, Orchestra dell’Emilia-Romagna Arturo Toscanini e La Toscanini Next.

Il progetto, costruito nell’integrazione di linguaggi differenti, si presta dunque alla fruizione multisensoriale, anche tenendo conto dei limiti dettati da alcune disabilità, in grado di essere quanto più ampia ed inclusiva possibile.

Concertosa si rivolge a bambini della Scuola Primaria nella fascia di età compresa tra gli 8 e i 10 anni (classi terze, quarte e quinte), ma forma e contenuti del progetto sono talmente variegati da essere adatti ad un pubblico ben più ampio.

Un’attenzione particolare è dedicata a bambini e ragazzi con disabilità sensoriali di tipo visivo/auditivo e ai loro familiari o caregivers, cui il progetto si rivolge in prima istanza.

Concertosa, il Fantaregno della musica è in vendita al costo di euro 16,00, in tutte le librerie, nella biglietteria del Centro di Produzione Musicale Arturo Toscanini e, nelle sere di concerto, nel temporary shop de La Toscanini. 

Sinossi del libro. Nell’eterna battaglia tra bene e male, in Concertosa convivono personaggi della tradizione più conosciuta ed amata, con figure animate vicine al mondo di oggi. Così un re golosone, una regina capricciosa, un nonno un po’ attempato ma portatore di saggezza e suo nipote, il piccolo Arturo, interagiscono con inventori un po’ folli, eroi malvagi (ma solo in apparenza), inafferrabili spiritelli e congegni tecnologici d’ispirazione musicale. Allo stesso modo, gli strumenti musicali dell’orchestra sinfonica classica dialogano in libertà con quelli delle band pop, jazz e rock. 

La musica è il centro nevralgico della storia, il cuore pulsante di Concertosa, legato al ritmo del metronomo perenne che illumina ogni cosa. Essere senza ritmo sarebbe la triste fine non solo per il re e la città, ma per tutto questo meraviglioso universo musicale. La musica è infatti la protagonista assoluta, tutto parla di musica!

Il ritmo è il motore, determina continui colpi di scena, mutamenti improvvisi e un finale ben preciso: il grandioso accordo perfetto che riporta a Concertosa l’armonia conquistata con l’impegno di tutti. E così “l’unione fa la musica” come del resto l’esecuzione di una musica è frutto di un lavoro collettivo “concertato”. 

Una narrazione che cattura i piccoli lettori e accosta, a sottolineare il valore formativo del racconto, giochi e ascolti musicali legati agli umori e ai caratteri che emergono dai personaggi e dalle loro avventure. 

Gianni Rodari – di cui ricordiamo il centenario della nascita – è la principale fonte di ispirazione della fiaba, nonché la guida sicura per riuscire ad entrare nei segreti di questa magica forma narrativa.  

Sara Culzoni è drammaturga, sceneggiatrice e audiodescrittrice filmica, nasce a Correggio (RE) nel 1990. Dopo una laurea in Linguaggi dei Media all’Università Cattolica, studia drammaturgia presso la Civica Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi a Milano. Negli anni approccia la scrittura nelle sue diverse forme, creando testi per il teatro, il cinema e la narrativa. Tra le sue opere, il radiodramma “L’evoluzione delle spezie” (RSI-Lugano) e il libretto “Eco…raggio” (finalista al Macerata Opera Festival 4.0). Frequenta il corso per sceneggiatori della Palomar-Television & Film production e nel 2019 viene selezionata per lo speed date cinematografico “Pitch in the Day”. Attualmente conduce laboratori teatrali in una scuola primaria, collabora con La Toscanini e realizza audiodescrizioni per Media Fenix Srl. 

Cristina Portolano è fumettista e illustratrice freelance, creativa, comunicatrice, esperta di arte murale e appassionata di nuovi media, social e strategie di web marketing. Napoletana, classe 1986, dopo il liceo artistico, studia a Bologna presso l’Accademia di Belle Arti e a Parigi, presso l’École nationale supérieure des Arts Décoratif, dove si appassiona alla grafica d’arte e all’incisione. Vanta numerose esperienze all’interno di collettivi di autoproduzione artistica tra cui Ernest virgola, Delebile, Teiera, Squame. I suoi lavori sono pubblicati in Italia e all’estero per Canicola edizioni, Rizzoli Lizard, Topipittori, Feltrinelli Comics, Mondadori ragazzi, Coconino Press. Prende parte ai principali festival italiani del fumetto ed espone in mostre personali e collettive in Italia e all’estero (MAMbo – Museo d’arte moderna di Bologna, Libreria la casa sull’albero di Arezzo, La Feltrinelli di Genova). Tra i numerosi premi ricevuti: Premio Spaccanapoli al Napoli Comicon (2018), 3X3 Merit Professional Show a New York (2016), Autrice rivelazione – Premio Carlo Boscarato al Treviso Comics Book Festival (2016). Insegna progettazione grafica dell’immagine e illustrazione presso lo IAAD (Istituto d’Arte Applicata e Design) di Bologna e collabora stabilmente con Internazionale KIDS e Freeda. 

Tullio Solenghi nasce a Genova nel 1948. Si forma come attore presso il Teatro Stabile di Genova, nel 1970 debutta con Madre Courage accanto a Lina Volonghi, seguono 7 anni di militanza teatrale a fianco di Alberto Lionello, Tino Buazzelli, Giorgio Albertazzi, in lavori di Shakespeare, Goldoni, Molière, Pirandello con regie di Squarzina, Besson, Quartucci e molti altri. Negli anni ’70 debutta in tv con l’amico Beppe Grillo sotto l’egida di Pippo Baudo. Nel 1982 fonda il Trio con Anna Marchesini e Massimo Lopez, che dal 1982 al 1994, riscriverà alcune pagine della comicità televisiva italiana e porterà al successo due spettacoli teatrali Allacciare le cinture di sicurezza e In principio era il Trio. L’apice del percorso del trio avverrà con la parodia de I promessi sposi, in onda su Rai Uno nel gennaio del 1990 con ascolti record. Scioltosi il Trio, torna in teatro, con messe in scena di grande successo come La Bisbetica domata, Tartufo, Amadeus, L’apparenza inganna.

Riprende la collaborazione con Massimo Lopez, con cui è protagonista di una fortunata edizione di Striscia La Notizia. Tra le trasmissioni televisive a cui ha preso parte negli ultimi anni, Tale e Quale Show e Ballando con le Stelle.

Previous articleGreenpeace, una bomba biologica gli allevamenti intensivi
Next articleBarilla, investimento di 30 milioni di euro per potenziare lo stabilimento di produzione sughi di Rubbiano