Home Skenet Fondazione Arturo Toscanini Filarmonica e Orer La Toscanini: il Maestro e il suo Frac

La Toscanini: il Maestro e il suo Frac

253
0
Link
Toscanini con l’Orchestra Filarmonica di New York (stagione 1935-36) - qui indossa il frac che vorremmo portare in Toscanini
Toscanini con l’Orchestra Filarmonica di New York (stagione 1935-36) – qui indossa il frac che vorremmo portare in Toscanini

Il Maestro e il suo Frac

Rigore, magistero, genio ed eccellenza. Ma anche eleganza e gusto.

Dalla Fondazione Arturo Toscanini, portavoce – con la sua attività – dei valori del grande Maestro, il progetto di riportare a Parma uno degli oggetti-simbolo della sua carriera internazionale pubblicato sul portale di crowdfunding di Crédit Agricole Italia

La Fondazione Arturo Toscanini desidera riportare nella città natale del Maestro il suo frac newyorkese, oggetto-simbolo della carriera internazionale da lui costruita nel segno del rigore e dell’eleganza. L’esposizione al pubblico del simbolico abito intende inaugurare anche l’attività del Centro Internazionale di Studi e Archivio Arturo Toscanini. L’idea è quella di custodire il frac all’interno di una teca visibile a tutti nel contesto di un’esposizione permanente negli spazi della Fondazione Toscanini, assieme ad altri oggetti del Maestro.

Toscanini con Guido Cantelli e la moglie Iris in camerino alla Scala, 19 settembre 1952

“La Fondazione Toscanini – spiega Alberto Triola, Sovrintendente e Direttore Artistico de La Toscanini è l’unico ente autorizzato dagli eredi, nel 1982, a portarne il nome, ed è la depositaria della maestria italiana, ma anche profondamente internazionale, di Arturo Toscanini. L’eredità artistica e morale del Maestro, fatta di rigore, magistero e responsabilità sociale, appare da sempre nel progetto culturale della Fondazione di cui la Filarmonica costituisce il riflesso più evidente, nella direzione di una connotazione più toscaniniana. Con l’obiettivo di custodirne e divulgarne la memoria, è nato il Centro Internazionale di Studi e Archivio Arturo Toscanini in seno alla Fondazione omonima e in collaborazione con il Comune di Parma. L’esposizione al pubblico del frac del Maestro intende inaugurare ufficialmente l’attività del Centro Studi prevista il 23 ottobre 2021”.

La raccolta fondi è pubblicata su CrowdForLife, portale di crowdfunding di Crédit Agricole Italia. L’importo da raccogliere, che servirà per l’acquisto del frac, l’allestimento della teca, gli arredi della stanza-museo del Centro Studi, nonché altri oggetti del Maestro quali, ad esempio, spartiti, lettere e fotografie, è di euro 8.000,00.

Crédit Agricole Italia ha valutato positivamente il progetto proposto dalla Fondazione Toscanini soprattutto in virtù dell’alto valore culturale da esso dimostrato. Il progetto di recupero ed esposizione del frac promosso dalla Fondazione Arturo Toscanini è stato ritenuto importante per valorizzare l’opera del Maestro ancor più in occasione di Parma Capitale italiana della Cultura 2020+21.

Arturo Toscanini era noto per la sua eleganza ed il suo gusto. Lo dimostrano le numerose fotografie e i filmati dell’epoca che lo ritraggono impeccabile sia sul podio, sia nella vita privata, poiché in grado di indossare, in senso lato, l’abito del grande artista, dell’attento didatta e dell’uomo di gran cuore.

etichetta frac

Fedele compagno nell’esperienza professionale del Maestro è stato il frac acquistato a New York presso la prestigiosa Sartoria Scalia: completamente rifinito a mano, dalle impeccabili rifiniture che ne esaltano la preziosità delle stoffe – come l’impalpabile seta del suo interno, il frac si è conservato intatto e in perfetto stato. I pantaloni affusolati, senza risvolto, hanno le pinces rivolte all’interno, e due galloni in seta che profilano le cuciture laterali dalle linee morbide.

Toscanini rifuggiva la sciatteria in ogni aspetto della propria esistenza, non solo artistica e professionale. A New York, quando con l’orchestra della NBC da lui diretta fu protagonista di un’intensa attività musicale televisiva, la cura per i dettagli risultò ancor più accentuata, a partire dall’acquisto di un nuovo frac, l’abito da concerto per eccellenza. Toscanini lo indossò in occa-sione dei più importanti concerti diretti in giro per il mondo, ma anche durante numerosi ricevimenti con personaggi illustri.

La partecipazione al progetto è aperta a tutti.

Per sostenere la raccolta fondi è sufficiente visitare il portale CrowdForLife all’indirizzo: https://www.ca-crowdforlife.it/ e selezionare “Riportiamo a Parma il frac del Maestro”. La donazione può essere effettuata tramite carta di credito o bonifico bancario.

Tutti i vantaggi sono presentati nella pagina progetto dedicata su CrowdForLife.

Toscanini dirige coro e orchestra in un concerto di beneficenza, organizzato all’Arena di
Milano, per raccogliere fondi a beneficio delle vittime della Prima Guerra Mondiale (luglio 1915)