Home Produzioni LB Articoli LB Incontro della Commissione per il DG del Regio di Parma

Incontro della Commissione per il DG del Regio di Parma

85
0
Link

Si è tenuto oggi (11/11) il secondo incontro della Commissione esaminatrice i curricula che hanno partecipato alla ricognizione esplorativa per la nomina del Direttore Generale del Teatro Regio di Parma  (documento PDF). Speriamo che i tempi, ora, si accelerino.
Dovrebbe seguire un prossimo incontro direttamente con il CdA, che dovrà poi scegliere la rosa di nomi a cui richiedere un progetto culturale triennale.                       
Le cose vanno avanti, lentamente… anche con gli impicci. Non si è certo creato, però, un clima sereno, con le polemiche artatamente fomentate, per la commissione e per colui che sarà designato. Si troverà ad agire in un contesto, già difficile per il momento storico in cui vivono i teatri, per di più a lavorare in un luogo dove è più facile sbagliare che far bene. Tra i partecipanti vi saranno senz’altro professionisti di valore. Tutti si augurano vi sia quella capacità di valutazione meritocratica che il nostro teatro merita e il nominato sia capace di elaborare un adeguato progetto artistico e produttivo, per far ritrovare al Regio quel ruolo riconosciuto che tutti ancora si aspettano, dopo anni in cui sono prevalse, invece, logiche di sperpero, litigi, pratiche clientelari, dell’illecito, degli abusi, del caporalato. 
E il Verdi Festival dovrebbe essere dotato di un proprio soggetto giuridico indipendente dalla Fondazione, partecipato da più realtà e adeguatamente finanziato dalle Istituzioni locali e nazionali in modo permanente. Un Festival capace di esprimere un progetto artistico unico di interesse internazionale. Verdi lo merita, non può continuare ad essere svuotato di valore, funzionale solo ad una possibile attrazione turistica. Per fare tutto questo occorrono uomini preparati, motivati e dedicati con adeguati mezzi. (12/11/2014)

Luigi Boschi