Home Produzioni LB Articoli LB LA CONVENZIONE TRA FONDAZIONE TEATRO REGIO DI PARMA E SERGIO PELLEGRINI DI...

LA CONVENZIONE TRA FONDAZIONE TEATRO REGIO DI PARMA E SERGIO PELLEGRINI DI PARMA OPERA ENSEMBLE

545
5

Convenzione

Pubblichiamo la “Convenzione” del 2003 e l’ “Integrazione” del 2007 sugli accordi sottoscritti fra il Segretario Generale della Fondazione Teatro Regio di Parma Gianfranco Carra  e Sergio Pellegrini Presidente dell’Associazione Parma Opera Ensemble con cui nella “Capitale della musica” si sanciva la nascita dei Pellegriner e si autorizzava un mascherato caporalato musicale. Con atto integrativo si passava successivamente dalla associazione no profit alla srl con scopo di lucro. (Parma, 25/03/2011)

Luigi Boschi

PS: Articolo a commento della “Convenzione”

Previous articleDossier Acque Minerali
Next articleSaltano (di nascosto) i tagli alla politica

5 COMMENTS

  1. Innanzitutto sarebbe interessante scoprire perchè si è ricorso ad un contratto di tipo co.co.pro quando il progetto non esite. O meglio il progetto non puo’ essere l’attività di un’orchestra.
    Premesso che il contratto di tipo co.co.pro e co.co.co non sono ammessi dal CCNL per i professori d’orchestra. Ma anche volendo fare una forzatura e applicandoli deve esssere indicato il tipo di progetto , andando avanti su questa potremmo dire…beh la produzione di uno spettacolo di Opera puo’ essere un progetto con data di inizio e di fine degli aspettacoli….già ma dopo ? Sembra che questa orchestra presti attività esclusiva per il teatro Regio quindi è a tutti gli effetti una compagine musicale stabile.
    Andrebbe pertanto vista la situazione contrattuale dei musicisti nello stesso ambito di come viene condotta l’attività dagli altri gruppi di lavoratori all’intyerno del teatro:
    I macchinisti e gli elettricisti del teatro Regio di Parma vengono assunti con contratto co.co.pro? Gli impiegati anche?
    Quanto le loro remumerazioni possono definirsi occupazione o sottoccupazione ?
    Il fatto di percepire cifre stipendiali giornaliere ed orarie superiori al contratto nazionale non significa essere in regola. Sappiamo benissimo che le quote ENPALS per esempio calcolate su tabelle giornaliera ed oraria sono minime, basta la sola "agibilità" e non c’è bisogno di versare i contributi ai singoli.
    Si tratta di un fatto grave perchè questo teatro percepisce denaro pubblico ed ha sovrintendenti e direttori nominati dalla pubblica amministrazione.

    Clausolavera