Home Dossier 2013 Bicentenario Verdiano la stagione 2013-2014 dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai apre con omaggio a...

la stagione 2013-2014 dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai apre con omaggio a Giuseppe Verdi

408
0

Si apre con un ultimo grande omaggio a Giuseppe Verdi, programmato il 10 ottobre 2013 – giorno del suo duecentesimo compleanno – la stagione 2013-2014 dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai. Ventitré concerti all’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino, da ottobre a maggio, tutti proposti in doppia serata, trasmessi in diretta su Radio3, in live streaming audio-video sul sito www.osn.rai.it, in parte ripresi dalle telecamere di Rai3 e trasmessi dal programma “La musica di Raitre” e su Rai5.

L’inaugurazione, giovedì 10 e venerdì 11 ottobre 2013, vede protagonista il Direttore principale dell’Orchestra Rai Juraj Valčuha, impegnato nel capolavoro sinfonico-corale di Giuseppe Verdi: la Messa da Requiem. Con lui un cast di grandi voci verdiane: il soprano Hui He, il mezzosoprano Marianna Pizzolato, il tenore Francesco Meli e il basso Aleksandr Tsymbalyuk, cui si aggiunge il Coro Filarmonico Cèco di Brno. E in occasione dell’apertura della stagione è in programma all’Auditorium Rai un intero “Weekend verdiano”, dal 10 al 13 ottobre, con un’esposizione di manoscritti di Verdi allestita nel foyer, una conferenza del giornalista Alberto Mattioli sull’anno di celebrazioni che si avvia al termine (giovedì 10 ottobre, ore 18), e una lettura delle lettere del compositore proposta dagli attori Sonia Bergamasco e Fabrizio Gifuni, con la partecipazione di un gruppo da camera dell’Orchestra Rai che esegue il Quartetto in mi minore di Verdi (domenica 13 ottobre, ore 11).

Durante la stagione sul podio dell’Orchestra Rai si alternano nomi illustri quali Ivor Bolton, Omer Meir Wellber, Roberto Abbado, Jukka-Pekka Saraste, Pietari Inkinen e John Axelrod; direttori emergenti, sebbene già ampiamente affermati a livello internazionale, come Dima Slobodeniouk, Gaetano d’Espinosa, Francesco Lanzillotta, Nicolaj Znaider – che affianca con successo la carriera di direttore a quella di violinista – e Andrea Battistoni, oltre due tra le più note direttrici d’orchestra di oggi: Susanna Mällki e Xian Zhang.

Ma sul palco dell’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino sono protagonisti anchegrandi solisti: i pianisti Arcadi Volodos, Mikhail Pletnev, Yuja Wang, Maria João Pires, Daniil Trifonov, Saleem Abboud Ashkar e la star del web Valentina Lisitsa; i violinisti Midori, Frank Peter Zimmermann, Isabelle Faust, Sergej Krylov e Leila Josefowicz; il violista Yuri Bashmet, il violoncellista Johannes Moser, il flautista Emmanuel Pahud, il tenore Ian Bostridge, il soprano Regula Mühlemann e il mezzosoprano Michelle Breedt, impegnate con Juraj Valčuha nella monumentale Seconda sinfonia di Gustav Mahler, che torna all’Auditorium Rai dopo averne battezzato la riapertura nel gennaio 2006. Come di consueto ospite della stagione è il Coro Maghini di Torino, che interpreta la Messa in mi bemolle maggiore di Franz Schubert diretta da Ivor Bolton.

Continua la tradizione delle prime parti dell’Orchestra impegnate in ruoli solistici. Nel corso della stagione sono protagonisti il violoncellista Pierpaolo Toso e la violista UlaUlijona, il violinista Roberto Ranfaldi, gli oboisti Carlo Romano e Francesco Pomarico, il clarinettista Cesare Coggi, il cornista Corrado Saglietti, il fagottista Elvio Di Martino e il trombettista Roberto Rossi.

Novità assoluta è la presenza in stagione del concerto “Sostiene Bollani Live” – 30 e 31 ottobre 2013 – realizzato in collaborazione con Rai3. Per l’occasione l’Auditorium Rai di Torino si trasforma in un grande studio televisivo, e il pianista e mattatore Stefano Bollani, insieme all’Orchestra Rai, dà vita alla puntata conclusiva del secondo ciclo del suo programma “Sostiene Bollani Live”, trasmesso su Rai3. Per il pubblico inoltre, Stefano Bollani al pianoforte e Francesco Lanzillotta sul podio propongono la Rhapsody in Blue di George Gershwin, Short Ride in a fast Machine di John Adams e Circus Polka di Igor Stravinskij.

Il tradizionale Concerto di Natale – proposto fuori abbonamento il 20 dicembre 2013 – quest’anno è intitolato “Les valses”, e vede protagonista Juraj Valčuha con una scelta dei più celebri valzer della storia della musica, da Johann Strauss figlio fino a Ravel. Fuori abbonamento anche il concerto – proposto in serata unica il 2 maggio 2014 – che vede sul podio Susanna Mällki e solista la violinista Leila Josefowicz. In programma, oltre a brani di Brahms e Haydn, la prima esecuzione italiana del Concerto per violino e orchestra di Luca Francesconi, frutto di una commissione congiunta al compositore da parte della BBC, della Radio svedese e della Rai.

La chiusura di stagione – 22 e 23 maggio 2014 – è invece affidata ad Alexander Lonquich, impegnato nella doppia veste di pianista e direttore, che propone due programmi diversi nelle due serate, entrambi dedicati a Mozart.

 

Rai NuovaMusica 2014

Dal 14 al 28 febbraio 2014 la stagione lascia spazio a Rai NuovaMusica, che torna come di consueto con tre concerti sinfonici interamente dedicati alla musica contemporanea, con prime esecuzioni assolute, prime per l’Italia e opere nuove commissionate dalla Rai. Il programma dettagliato sarà comunicato prima dell’inizio della rassegna.

 

Concerti fuori sede

Accanto alla nuova stagione sono molti anche gli impegni fuori sede. Durante l’estate, il 4 luglio a Sordevolo (Biella) e il 22 agosto all’Arena di Verona, due grandi concerti diretti da Ennio Morricone, che propone una selezione delle sue colonne sonore più amate. Il 6 settembre poi, l’Orchestra Rai e Juraj Valčuha tornano alla Sagra Malatestiana di Rimini con un grande concerto sinfonico, replicato il 7 settembre per l’Accademia Filarmonica di Verona. Pochi giorni dopo, il 9 e 10 settembre, l’appuntamento internazionale più prestigioso: due concerti al Festival Enescu di Bucarest, ancora con Juraj Valčuha e la violinista Anna Tifu. Ormai tradizionali poi, gli impegni a Torino e Milano per MITO SettembreMusica e i concerti di apertura e chiusura del Prix Italia, a Torino, il 21 e il 26 di settembre.