Home Argomenti Skenet La STAGIONE SINFONICA 2016-2017 AL TEATRO FILARMONICO DI VERONA

La STAGIONE SINFONICA 2016-2017 AL TEATRO FILARMONICO DI VERONA

90
1
Link

Filarmonico di Verona

La stagione concertistica 2017 dell’ Arena di Verona al Teatro Filarmonico, l’ultima gestita dal direttore artistico uscente Paolo Gavazzeni, vede la sorprendente e assai massiccia presenza di quasi tutti i musicisti solisti appartenenti alla stessa agenzia (www.amcmusic.com) di Verona (di Franco Panozzo). Una specie di come fare il cartellone al bar sotto casa! LB

La Stagione Sinfonica 2016-2017 inizia sabato 7 gennaio 2017 e prosegue fino a sabato 27 maggio 2017. Artisti e direttori di fama internazionale saranno protagonisti dei 10 concerti in abbonamento al Teatro Filarmonico. La prima esecuzione di ciascun concerto ha luogo alle ore 20.00; la replica del giorno successivo alle 17.00.

Sabato 7 gennaio, con replica domenica 8 gennaio, la Stagione si apre con Concerto diretto da Xu Zhong: verranno eseguiti il Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 in si bemolle minore op. 23 di Pëtr Il’ič Čajkovskij, con Nikita Abrosimov al pianoforte, e la suite sinfonica Shéhérazade op. 35 del compositore russo Nikolaj Rimskij-Korsakov.

Il secondo appuntamento è venerdì 27 e sabato 28 gennaio; sul podio Jean Luc Tingaud e al pianoforte Michail Lifits. In programma l’esecuzione di Tristia op.18, partitura per coro misto e orchestra di Hector Berlioz articolata in tre movimenti: Méditation religieuseLa mort d’OphéliaMarche funèbre d’Hamlet. Segue quindi ilConcerto per pianoforte ed orchestra n. 2 op. 22 in sol minore di Camille Saint-Saëns, per concludere con Psyché FWV 47, Poema sinfonico per coro e orchestra di César Frank.

Nel terzo Concerto, il 3 e 4 febbraio, il giovane direttore d’orchestra Alpesh Chauhan dirige il Signum Saxophone Quartet, ensemble nato nel 2006 e già conosciuto a livello internazionale. In programma l’esecuzione di Don  Juan TrV 156 op. 20 di Richard Strauss, seguito dal Concerto per quattro sassofoni ed orchestra di Philip Glass, per terminare con la Sinfonia n. 6 op. 74 in si minore “Patetica” di Pëtr Il’ič Čajkovskij.

Nel quarto appuntamento, il 24 e 25 febbraio, troviamo sul podio il giovane Direttore d’Orchestra Matthew Halls, mentre allo strumento solista è impegnato Mario Brunello. Il Concerto si apre con l’esecuzione di Egmont (Ouverture) di Ludwig van Beethoven, seguito dal Concerto in la minore per violoncello e orchestra dalla Sonata “Arpeggione” D821 di Franz Schubert e Gaspar Cassadó, per concludere con le Variazioni “Enigma” op. 36 del compositore inglese Edward Elgar.

Il quinto appuntamento sinfonico diretto da Andrea Battistonivenerdì 3 marzo in replica sabato 4 marzo, propone un repertorio incentrato su due tra i massimi compositori russi: Pëtr Il’ič Čajkovskij e Sergej Rachmaninov. Verranno eseguite: La tempesta; Ouverture Fantasia op. 18 di Čajkovski, la Cantata La primavera op. 20 per coro, orchestra e baritono solista di Rachmaninov; nella seconda parte verranno proposti Amleto Ouverture op. 67 e Romeo e Giulietta Ouverture di Čajkovskij.

Il sesto appuntamento, venerdì 24 e sabato 25 marzo, propone brani di Wolfgang Amadeus Mozart e Ludwig van Beethoven. Sul podio Ola Rudner e al pianoforteLeonora Armellini; in programma Don Giovanni, Ouverture e il Concerto per pianoforte e orchestra n. 27 K. 595 in si bemolle maggiore, tratti dal repertorio diMozart. A conclusione la Sinfonia n. 3 op. 55 in mi bemolle maggiore “Eroica” di Beethoven.

Si prosegue venerdì 31 marzo e sabato 1 aprile con il settimo Concerto diretto da Jader Bignamini e al violino Giovanni Andrea Zanon. Prevista l’esecuzione delConcerto per violino e orchestra n. 2 op. 22 in re maggiore di Henryk Wieniawski e la Sinfonia n. 5 op. 64 in mi minore di Pëtr Il’ič Čajkovski.

Venerdì 28 aprile in replica sabato 29 aprile si tiene l’ottavo appuntamento della Stagione Sinfonica. Christian Kluxen dirige il Concert Românesc di György Ligeti, la Rapsodia su un tema di Paganini op. 43 di Sergej Rachmaninov, con Lukas Geniušas al pianoforte; nella seconda parte, la Sinfonia n. 5 in si bemolle maggiore op. 100 di Sergej Prokof’ev.

Il nono appuntamento, venerdì 5 e sabato 6 maggio, vede esibirsi al violino solista Sergey Krilov diretto da Andrea Battistoni con il Concerto n. 4 in re minore per violino e orchestra di Niccolò Paganini e la Sinfonia fantastica op. 14 di Hector Berlioz.

Il Concerto conclusivo, venerdì 26 e sabato 27 maggio, sarà diretto da Roman Brogli Sacher; in programma la Sinfonia n 1 op. 68 in do minore di Johannes Brahms e From the Bavarian Highlands op. 27 per coro e orchestra di Edward Elgar.

I concerti fuori abbonamento sono due: il primo appuntamento è il 31 dicembre 2016 per il tradizionale Concerto di Capodanno diretto da Andrea Battistoni. NelConcerto di Pasqua del 14 aprile 1017Michele Gamba dirige l’Ave verum corpus K. 618 per coro e orchestra e il Requiem K. 626 per coro e orchestra di Wolfgang Amadeus Mozart con le voci soliste di Rosanna SavoiaCecilia MolinariAlessandro Scotto Di Luzio e Romano Dal Zovo.

Si ringraziano gli Sponsor Ufficiali della Stagione Artistica 2016-2017 di Fondazione Arena al Teatro Filarmonico: AGSM, storico gruppo industriale leader nel settore energetico che per il secondo anno supporta l’intera mission culturale della Fondazione Arena di Verona, Volotea, la compagnia aerea low cost impegnata per il secondo anno a diffondere nei cieli europei l’amore per l’Opera, Banco Popolare che conferma il suo importante sostegno all’attività invernale della nostra Fondazione per l’ottavo anno consecutivo