Home Skenet Fondazione Arturo Toscanini Filarmonica e Orer RICHARD GALLIANO A STELLE VAGANTI il 3 luglio 2018 (ore 21.30) al...

RICHARD GALLIANO A STELLE VAGANTI il 3 luglio 2018 (ore 21.30) al Paganini

178
0

Richard Galliano

RICHARD GALLIANO A STELLE VAGANTI
Il leggendario fisarmonicista francese, simbolo del suo strumento, martedì 3 all’Auditorium Paganini insieme a Massimo Mercelli

Richard Galliano, il celebre virtuoso francese della fisarmonica, sarà il prossimo ospite dell’edizione 2018 di Stelle Vaganti, il tradizionale appuntamento estivo a Parma della Filarmonica Arturo Toscanini. Martedì 3 luglio (ore 21.30) egli presenterà, insieme al fautista Massimo Mercelli e alla Filarmonica Arturo Toscanini, un interessante e variegato programma che metterà in risalto le sue straordinarie qualità di strumentista e di interprete (non a casa egli è l’unico fisarmonicista ad incidere per Deutsche Grammophon, la famosa “etichetta gialla” per cui hanno inciso tutti i migliori musicisti dell’ultimo secolo).

Il concerto sarà aperto da Contrafactus per flauto e archi, interpretato da Massimo Mercelli e composto per lui da Giovanni Sollima. Seguiranno brani di Astor Piazzolla come Milonga del Angel e Contrabajando, entrambi per archi, e Primavera Porteña, per fisarmonica e archi e dello stesso Galliano come Jade, concerto per flauto e archi, La Valse à Margaux, per flauto, fisarmonica e archi, Trio (Misterioso) e soprattutto Opale per fisarmonica e orchestra d’archi, una commissione mondiale voluta da alcune delle più importanti istituzioni (tra cui in Italia la Filarmonica Toscanini e Emilia-Romagna Festival). Galliano infatti, a dimostrazione di un talento poliedrico, è anche un famoso e affermato compositore e arrangiatore: in quest’ultima veste il pubblico potrà applaudire la sua bellissima versione, per fisarmonica e archi, del Concerto n. 2 L’Estate in sol min. RV 315, tratto dalle Quattro Stagioni op.8 di Antonio Vivaldi.

Galliano ha iniziato a studiare all’età di 4 anni pianoforte e fisarmonica con il padre Lucien, anch’egli fisarmonicista e docente. Ha studiato armonia, contrappunto e trombone al Conservatorio di Nizza (Primo Premio nel 1969). Richard Galliano ha registrato più di 50 album a suo nome e ha lavorato con numerosi artisti di fama. Dal mondo del jazz: Chet Baker, Eddy Louis, Ron Carter, Wynton Marsalis, Charlie Haden, Gary Burton. Dal genere francese: Serge Reggiani, Claude Nougaro, Barbara, Allain Leprest, Charles Aznavour, Serge Gainsbourg. Il suo progetto “Bach” con Nigel Kennedy e Deutsche Grammophon ha battuto tutte le altre vendite tradizionali con oltre 50.000 CD venduti nel 2010.

Il flautista Massimo Mercelli vanta le più importanti dediche e collaborazioni con i maggiori compositori del nostro tempo: hanno scritto per lui o ha eseguito le prime assolute di personalità del calibro di Penderecki, Gubaidulina, Glass, Nyman, Bacalov, Galliano, Morricone, Sollima. Allievo dei celebri flautisti Maxence Larrieu ed André Jaunet, a diciannove anni diviene primo flauto al Teatro La Fenice di Venezia. Suona regolarmente come solista nelle maggiori sedi concertistiche del mondo e con le orchestre più importanti, collaborando con artisti quali Yuri Bashmet, Valery Gergiev, Krzysztof Penderecki, Philip Glass, Michael Nyman, Peter-Lukas Graf, Maxence Larrieu, Aurèle Nicolet, Anna Caterina Antonacci, Ramin Bahrami, Jan Latham-Koenig, Catherine Spaak,

La prevendita è aperta on-line sul sito www.biglietteriatoscanini.it sino a lunedì 2 luglio e presso la Biglietteria della Fondazione Toscanini, che ha sede nell’atrio del CPM Toscanini, in viale Barilla 27/a, biglietteria@fondazionetoscanini.it, tel. 0521-391339/72, La biglietteria dell’Auditorium Paganini aprirà a partire dalle ore 20 (0521/391379) la sera stessa del concerto.

Come ormai tradizione, all’esterno dell’Auditorium e a partire dalle 20 sino all’inizio del concerto verrà allestito, nelle serate di spettacolo, un bar all’aperto con musica jazz eseguita dal vivo da giovani musicisti, un’occasione per presentare al pubblico il talento di chi compie i primi passi professionali nel mondo della musica.

Previous articleVilla Igea di Salsomaggiore Terme (PR) un centro riabilitativo o un irragionevole, premeditato reclusorio?
Next articleFestival ValcenoArte 2018: primo weekend