Home Rubriche Bangaru GANDHI: I SETTE PECCATI SOCIALI

GANDHI: I SETTE PECCATI SOCIALI

561
0

Quelli che seguono sono i sette peccati sociali secondo Mohandas Karamchand Gandhi, così come li elencò sul settimanale «Young India», da lui fondato, il 22 ottobre 1925.

Anche se normalmente il termine «peccato» viene associato a un contesto religioso, Gandhi lo adopera qui nell’accezione più ampia di «offesa alla fondamentale dignità umana». Anche se hanno ottant’anni, non li dimostrano affatto…

1) politica senza princìpi;
2) affari senza moralità;
3) scienza senza umanità;
4) conoscenza senza carattere;
5) ricchezza senza lavoro;
6) divertimento senza coscienza;
7) religione senza sacrificio.

A questi sette, Arun Gandhi, nipote del Mahatma e fondatore dell’Istituto Gandhi per la non violenza, ne aggiunse un ottavo:

8) diritti senza responsabilità.