Home Argomenti Atti e Documenti Navalny, i funerali: sepolto sulle note di “My way” e del finale...

Navalny, i funerali: sepolto sulle note di “My way” e del finale di “Terminator-2”. La moglie: “Voglio renderti orgoglioso”. L’ong: “56 arresti in 13 città”

43
0

Il Cremlino: «Niente da dire ai parenti»
Già tre ore prima dell’inizio ufficiale della cerimonia funebre per Aleksei Navalny, davanti alla chiesa dell’icona della Madre di Dio ‘allevia i miei dolori’ nel quartiere Maryno di Mosca, si è formata una coda di gente con fiori in mano che aspetta di partecipare all’addio all’oppositore russo. La cerimonia alle 12, ora italiana: il corpo di Navalny verrà tumulato nel vicino cimitero di Borisovskoye.

I funerali di Navalny: SEGUI LA DIRETTA

Poco prima dell’inizio della cerimonia, il primo “giallo”: la portavoce di Navalny, Kira Yarmysh, ha denunciato l’impossibilità di trovare un carro funebre per trasportare il feretro. «Ignoti chiamano gli obitori e li minacciano se accettano di prendere il corpo di Alexei», ha scritto su X.

Il team dell’oppositore ha invitato le persone a partecipare in presenza, condividendo la mappa del percorso che verrà seguito dal corteo funebre. Sono stati anche indicati alcuni luoghi all’estero – da Seul a Roma, da Montreal a Stoccolma – da dove sarà possibile seguire l’evento.

Parlando alla Bbc Newshour, l’ex capo dello staff di Navalny, Leonid Volkov, ha detto di essere preoccupato per ciò che potrebbe accadere durante il servizio funebre a Mosca. “Temo che ci saranno delle sorprese – ha spiegato -francamente non so se permetteranno davvero alla gente di dire addio ad Alexei”, ha detto.

La folla riunita al funerale scandisce il nome di Yulia Navalnaya

La folla riunita al funerale del dissidente russo Alexei Navalny a Mosca ha intonato, dopo il suo nome, quello della vedova Yulia. Lei, che non ha potuto partecipare alle esequie, ha annunciato che porterà avanti la lotta che il marito ha condotto contro il regime di Vladimir Putin.

Il vicepremier Tajani: “I fiori dall’Italia sono un messaggio a favore di democrazia e libertà di espressione”
I fiori deposti oggi a Mosca dall’Incaricato d’Affari italiano sulla tomba di Alexei Navalny sono “un messaggio molto chiaro a favore della libertà di espressione, della democrazia, dei diritti umani nella Federazione russa”: parola del vicepremier Antonio Tajani, che ne ha parlato a margine di un evento alla Farnesina nel giorno delle esequie a Mosca del dissidente.
Il cancelliere tedesco: “I russi coraggiosi portano avanti l’eredità di Navalny”

“Alexei Navalny ha pagato con la vita la sua lotta per la democrazia e la libertà. Dopo la sua morte, russe e russi coraggiosi portano avanti la sua eredità: molti di loro erano oggi al funerale e hanno corso un grosso rischio: per la libertà”. Lo ha scritto su X il cancelliere tedesco, Olaf Scholz.

Un arresto e 22 fermi al funerale

Almeno una persona è stata arrestata durante i funerali di Alexei Navalny oggi a Mosca. A riferirne è il gruppo Ovd-Info, aggiungendo che altre 22 persone sono state fermate nel momento in cui hanno tentato di uscire da casa e recarsi sul luogo delle cerimonie funebri. Lo riporta la Cnn.

Yulia Navalnaya: “Grazie per 26 anni di assoluta felicità”

La moglie di Alexei Navalny, Yulia Navalnaya, ha reso omaggio al marito sepolto oggi nel cimitero di Mosca. La vedova del dissidente non ha potuto prendere parte ai funerali del marito morto in carcere perché si trova fuori dalla Russia, ma lo ha ringraziato per “26 anni di assoluta felicità… anche negli ultimi tre anni”.

La moglie dall’estero: “Cercherò di renderti orgoglioso. Ti amo”

La vedova di Alexei Navalny, Yulia Navalnaya, che vive all’estero ed oggi non era ai funerali ha pubblicato un messaggio d’addio al marito su X con un video della loro vita insieme. “Grazie per 26 anni di assoluta felicità. Sì, anche degli ultimi tre anni di felicità. Per l’amore, per avermi sempre sostenuto, per avermi fatto ridere anche dal carcere, per il fatto che mi hai sempre pensato. Non so vivere senza di te, ma cercherò di renderti lassù felice per me e orgoglioso di me. Non so se riuscirò a sopportarlo oppure no, ma ci proverò. Ti amerò per sempre. Riposa in pace”.

La gente abbatte le transenne per avvicinarsi al feretro

“Penso che la scena della gente radunata fuori dalla chiesa che butta per terra le transenne per avvicinarsi al feretro di Navalny sia una delle immagini più potenti degli ultimi anni”. Lo scrive su X il senatore del Pd Filippo Sensi.

Navalny è stato sepolto sulle note di “My way”

Alexei Navalny è stato sepolto al cimitero di Borisovskoye. Alla cerimonia sono stati ammessi solo i familiari. Il feretro di Alexei Navalny è stato sepolto sulle note di “May way” di Frank Sinatra. E’ quanto scrive su Telegram Ivan Zhdanov, il presidente della Fondazione anticorruzione, riferisce Meduza News.

Il portavoce Ue: “Le autorità russe nel panico per i funerali di Navalny”

Le autorità russe sono in preda al “panico” per i funerali di Alexey Navalny, l’oppositore e blogger morto mentre era detenuto in una prigione nell’Artico russo. Lo dice il portavoce dell’Ue per gli Affari Esteri Peter Stano, durante il briefing con la stampa a Bruxelles. Se si guarda alla “reazione delle autorità e a quello che stanno facendo – afferma – è ovvio che la perdurante importanza di Alexey Navalny come politico coraggioso e moderno e del lavoro fatto contro la corruzione” dell’establishment russo “continua ad essere sottolineata dalla paura e dall’assoluto panico dello Stato russo e delle autorità che circonda il suo funerale. Stanno mettendo ostacoli, con una pesante presenza poliziesca, non solo attorno al cimitero, ma anche attorno alle stazioni della metropolitana e in tutta la zona”. Si registrano, prosegue Stano, “intimidazioni” nei confronti delle persone che vogliono “onorare la memoria di Navalny. Questo prova al mondo intero che la noncuranza del Cremlino per le vite umane va oltre la vita di una persona e che il regime russo è determinato a continuare a coprire l’assassinio di Navalny”, perpetrato “sotto la supervisione del regime.

Fuori dalla chiesa la gente abbraccia la madre di Navalny

La madre di Navalny, Lyudmila, è stata abbracciata da molte persone fuori dalla chiesa poco dopo la fine del servizio funebre. In un video condiviso sui social, e ripreso dalla Bbc, si vedono diverse persone avvicinarsi e abbracciarla, dicendo: “Grazie per tuo figlio” e “perdonaci”.

Slogan contro i carnefici

All’uscita del feretro di Navalny dalla chiesa in cui si è svolta la cerimonia funebre, la folla riunita all’esterno ha lanciato i fiori verso il carro funebre. Tra gli slogan scanditi da qualcuno, scrive la Bbc, “carnefici!”, “la Russia sarà libera” e “no alla guerra”. Molti gridano il nome di Navalny, e ‘grazie Alexei’, ‘Non ti dimenticheremo’. La folla esplode in un applauso quando si chiudono gli sportelli del carro funebre, prima che riparta in direzione del cimitero.

La folla ha lanciato fiori sulla bara al grido di: “La Russia sarà libera”

Alcune persone hanno lanciato fiori verso la bara che contiene il corpo di Alexei Navalny al momento dell’uscita dalla chiesa dopo il funerale, mentre la folla intonava slogan come ‘la Russia sarà libera’, ‘no alla guerra’ e ‘assassini’. Lo riporta la Bbc. Le brevi esequie di Navalny si sono svolte in una chiesa della periferia di Mosca.

I diplomatici occidentali non ammessi in chiesa

Agli ambasciatori e ai diplomatici occidentali non è stato consentito l’ingresso in chiesa per i funerali di Alexei Navalny. I diplomatici hanno aspettato fuori come tanta altra gente. Al termine della cerimonia, quando il carro funebre ha sfilato per dirigersi al cimitero, l’incaricato d’affari italiano Pietro Sferra Carini ha lanciato un fiore rosso sull’auto come molti russi.

A breve la sepoltura

Il feretro di Alexei Navalny è arrivato al cimitero Borisovskoye di Mosca dove a breve inizieranno le procedura per la sepoltura. Lo ha detto un alleato dell’oppositore russo morto lo scorso 16 febbraio. Lo riporta Sky News. Il breve funerale si è svolto in una chiesa della periferia della capitale russa dove la bara è arrivata questa mattina, accolta dagli applausi delle numerose persone in fila. Al momento non si segnalano azioni da parte della polizia che ha vigilato sullo svolgimento della cerimonia.

Almeno 2-3mila persone ai funerali

Fuori dalla chiesa dell’icona della Madre di Dio a Mosca, dove si sono svolti i funerali di Alexei Navalny, erano presenti almeno 2-3 mila persone. Lo riferiscono fonti giornalistiche sul posto. La folla ha atteso fuori dalla chiesa e nelle strade circostanti poiché l’ingresso in chiesa è stato consentito solo a poche persone oltre ai familiari.

Anche delegazione Ue ai funerali

“Una delegazione dell’Ue partecipa ai funerali di Alexei Navalny. E’ guidata dal capo della nostra delegazione diplomatica”. Lo ha spiegato il portavoce del Servizio di Azione Esterna dell’Ue Peter Stano. “Ci sono diversi indizi dell’azione del Cremlino in merito alla violazione dei diritti umani, basta guardare la repressione messa in campo dopo la morte” dell’oppositore, ha ricordato Stano. “Navalny è stato un combattente per la libertà e noi lo omaggiamo”, ha a sua volta aggiunto il portavoce della Commissione Eric Mamer.

Conclusa la cerimonia in chiesa, il feretro ora verso il cimitero

La cerimonia funebre di Alexei Navalny si è conclusa e il feretro viene ora trasportato verso il cimitero, ha annunciato Ivan Zhdanov sui social. Il direttore dell’associazione anticorruzione di Alexei Navalny ha incoraggiato i partecipanti ad incamminarsi verso il cimitero, situato a circa mezz’ora di cammino dalla chiesa.

Funerale a bara aperta

La fondazione di Alexei Navalny ha pubblicato su X le prime foto dall’interno della chiesa di Mosca dove sono in corso i funerali di Alexei Navalny. Dall’immagine si vede che la cerimonia si svolge a bara aperta, con il corpo dell’oppositore quasi del tutto ricoperto dai fiori. Le persone attorno a lui hanno in mano alcune candele.

Arrivati i genitori di Navalny

Anatoly Navalny e Lyudmila Navalnaya, i genitori del dissidente russo morto in una prigione in Siberia, sono stati fotografati mentre camminavano verso la chiesa dell’icona della Madre di Dio a Mosca per il funerale del figlio. Lo riferisce il Guardian.

Le scuole prolungano l’orario nei dintorni del funerale di Navalny: per Mosca sono “questioni di sicurezza”

I genitori degli studenti del quartiere Maryino di Mosca, dove si terrà il funerale di Navalny, sono stati avvertiti che i loro figli dovranno rimanere a scuola fino alle 15:15 “per garantire la loro sicurezza”. Lo riporta Meduza aggiungendo che almeno un istituto ha addirittura aggiunto una lezione extra alla fine della giornata scolastica.

I fedelissimi di Navalny: “Scopriremo chi è stato e ci vendicheremo”

L’ex braccio destro di Navalny, Leonid Volkov, ha ribadito che il Fondo anticorruzione – istituito dall’oppositore – pagherà 100mila euro a chi fornirà informazioni sulle circostanze della morte di Aleksei. Nella diretta YouTube in corso per seguire i funerali e la sepoltura, Volkov ha annunciato: “Andremo fino in fondo, scopriremo tutto, costi quel che costi. E ci vendicheremo”. La famiglia di Navalny e i suoi collaboratori ritengono il presidente russo, Vladimir Putin, responsabile dell'”uccisione” dell’oppositore in un carcere di massima sicurezza lo scorso 16 febbraio.

La portavoce di Navalny ringrazia chi è ai funerali: “Non fermatevi, ci attendono tempi duri e lotte più grandi, non possiamo arrenderci”

La portavoce di Alexey Navalny ha ringraziato tutte le persone che sono andate alla chiesa di Mosca per i funerali del dissidente. “Sono molto grata a coloro che sono venuti in chiesa oggi e a coloro che verranno al cimitero”, ha detto Kira Yarmysh al canale YouTube organizzato dai sostenitori di Navalny per l’occasione. “Tutti coloro che sostengono Alexey e ne scrivono, è molto importante ora e lo sarà ancora di più in seguito. Quindi, per favore, non fermatevi”. “Ci attendono tempi più duri e lotte più grandi”, ha aggiunto. “Quindi non possiamo assolutamente arrenderci. Dovremmo continuare a parlarne e dovremmo ricordarcelo”.

I dipendenti del cimitero smentiscono che sia chiuso. I giornalisti: cancelli chiusi e si entra con metal detector, ma la stampa resta fuori

I dipendenti del cimitero di Borisov a Mosca negano che sia stato chiuso al pubblico, come riportato dai media indipendenti russi in precedenza. La testata Sota aveva precedentemente pubblicato la foto di un avviso in cui si informava che il cimitero sarebbe stato chiuso ai visitatori il 1 marzo. Secondo i giornalisti presenti sul posto, si può entrare attraverso i metal detector posti ai cancelli del cimitero, ma i cancelli risultano chiusi. La stampa non è ammessa nell’area del cimitero.

La folla: “Tu non avevi paura, neanche noi”

Quando il carro funebre che trasportava la bara di Alexei Navalny è arrivato in chiesa, si è sentita la folla che applaudiva e scandiva: “Tu non hai avuto paura e noi non abbiamo paura” mentre la bara veniva portata all’interno della chiesa per la cerimonia funebre. Lo scrive la Bbc.

Il team di Navalny denuncia problemi con la rete internet

Il team Navalny denuncia problemi con la rete Internet nella zona della chiesa dove si svolgono i funerali di Alexei Navalny che rendono difficile la diretta streaming annunciata online. Anche la Cnn sul suo sito riporta che il segnale video della sua troupe che sta coprendo l’evento appare bloccato. “Circa 20 minuti prima del previsto inizio del funerale, non sono disponibili immagini dal vivo della chiesa”, si legge sul sito dell’emittente americana.

Il ministro degli Esteri Gb: “Putin ha cercato di mettere a tacere Navalny, ma il mondo stava guardando”

Vladimir Putin “ha cercato di mettere a tacere Alexei Navalny. Ma il mondo stava guardando”. Lo scrive su X il ministro britannico degli Esteri, David Cameron, nel giorno in cui a Mosca si svolgono le esequie dell’oppositore russo morto lo scorso 16 febbraio. “Nel giorno del suo funerale – scrive Cameron – ricordiamo il suo spirito di sfida di fronte alla brutalità del regime russo e il suo coraggio nell’opporsi alla corruzione. Dobbiamo continuare a chiedere conto alla Russia”.

Anche ambasciatori di vari Paesi europei ai funerali, tra cui Francia, Germania, Gb e Italia

Alla chiesa dove si svolgeranno a breve i funerali di Aleksei Navalny sono arrivati anche gli ambasciatori di diversi Paesi europei, tra cui Francia, Germania, Gran Bretagna e Italia, con l’incaricato d’affari Pietro Sferra Carini. Secondo Sky News è presente anche l’ambasciatrice americana Lynne Tracy.

I gruppi per i diritti umani: “Ai funerali di Navalny portate i dati dei vostri legali che potrebbero aiutarvi se vi arrestano”

I gruppi per i diritti umani hanno consigliato alle persone presenti ai funerali di Navalny di scrivere i dettagli degli avvocati che potrebbero aiutarli in caso di arresto. Lo riportano i media internazionali sottolineando che è stato consigliato di avere con sé anche il passaporto e delle bottiglie d’acqua.

La folla scandisce: “Navalny, Navalny”

La folla radunata fuori dalla chiesa di Mosca dove si svolgono i funerali scandisce ‘Navalny, Navalny’ in omaggio all’oppositore russo. Il Cremlino ha avvertito che non sono autorizzate manifestazioni durante le esequie.

Arrivato il corpo di Navalny, la gente applaude

Arrivato il feretro di Navalny, la gente applaude.
01 Marzo 2024

Fonte Link: lastampa.it